Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Condividi
Ti piace Parco Nazionale Kruger?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Parco Nazionale Kruger

info
salva
Salvato

27 opinioni su Parco Nazionale Kruger

3
Guarda le foto di Ameliela
3 foto

Sensazioni d'africa

Non era nemmeno una meta di prima scelta nei nostri programmi, avendo in mente e nel cuore voglia d’Oriente, ma convinte ormai che “ogni lasciata è persa”, ci siamo imbarcate in quest’avventura decise a vivere comunque una terra lontana nei suoi colori e sapori a 360°. Esperienza vissuta con una naturalezza estrema, tale da non farci nemmeno rendere conto se non col senno di poi di cosa ci avrebbe lasciato di indelebile nell’animo. Mal d’Africa… Forse, ma non come lo intendevo prima di partire. Il mal d’Africa era per me quella nostalgia struggente impressa a fuoco nell’animo dai tramonti infuocati tipici di questa terra, dai colori ardenti, dalla luce unica che accende la vegetazione selvaggia ed inimitabile alle diverse ore del giorno, la sensazione di fragilità ed inutilità di fronte alla grandezza della Natura. Ma nulla di tutto questo è ciò che mi porto dentro, al ritorno da questa esperienza. Il mio mal d’Africa è invece una sensazione positiva di estremo benessere ed armonia sicuramente non ripetibile nel nostro mondo, la convinzione di come sia possibile l’integrazione dell’uomo nel meccanismo della fragilità e della potenza della Natura stessa. Le sensazioni indelebili che porto con me sono molteplici e di diversa natura; il vento sul viso arso dal sole durante i tragitti in jeep, quando chiudevo gli occhi saturi di meraviglie e riuscivo a sentire la vita scorrere benefica nelle vene, come se fosse qualcosa di tangibile di una densità e ricchezza diverse. La doccia aperta verso la savana in pieno giorno o sotto le stelle quando ti senti vulnerabile ed indifeso e cerchi di affilare i sensi a cogliere il minimo sentore di pericolo sapendo che sarebbe comunque troppo tardi. Le cene vicino al boma illuminati solo da candele e dal falò stesso, le stelle così vicine, le chiacchiere rilassate e familiari nella semioscurità, la buonanotte aspettando il proprio turno per essere accompagnati in camera dai rangers armati nel sentiero illuminato solo da piccole lanterne lanciando sguardi ansiosi alla vegetazione così vicina che poteva nascondere presenze letali, l’affrettare il passo x non restare indietro. Un’immagine resterà per sempre ad evocare mille emozioni: la sera in cui avvistammo il leopardo e le nostre jeep si avventurarono fuori strada, nel bush, quando i fasci di luce che falciavano freneticamente l’erba alta, si incrociarono nel buio illuminando le jeep inghiottite dalla vegetazione che nascondeva il felino, così pericolosamente vicino eppure così irraggiungibile nel suo elemento. Immagini e sensazioni affidate solo al nostro “vissuto”, che il ricordo distorcerà in chissà quali maniere… influenzato dal mal d’Africa…
Ameliela
4
Guarda le foto di GIUSEPPE COTICHINI
4 foto

Il sudafrica è una splendida, vastiss...

Il Sudafrica è una splendida, vastissima terra dove trionfa sempre la natura.
Una terra, ora arida, sabbiosa, arsa dal sole, ora umida, verde, lussureggiante, irrorata dai fiumi e bagnata dal mare.
Una terra ora agevole e pianeggiante, ora aspra e montuosa, rivestita di deserti e di praterie, di savane e di foreste, di rocce e di radure.
Una meravigliosa, policroma tavolozza di colori. Un’impressionante altenanza di scenari.
Il Sudafrica è il regno ideale, più grande ed ospitale degli animali selvaggi
Questo paese conta un numero incredibile di aree naturalistiche. Ci sono parchi e riserve
pubblici, dislocati un po’ dovunque, per tutti i gusti e per tutte le tasche.
Il più noto e celegrato è il Kruger National Park, bellissimo, ma ormai troppo battuto e
inflazionato, tanto da perdere il blasone e il fascino di un tempo.
Ora è meta di giramondo e di chiassosi vacanzieri, spesso irriguardosi verso la natura e gli animali. Dimentichi di un elementare principio: Per cui loro sono soltanto degli ospiti ( forse indesiderati e mal sopportati), mentre gli animali sono i veri ed unici padroni di casa.
Tutti gli altri parchi pubblici, specie i meno noti, sono interessanti e ricchi di attrattive.
Ma a dire il vero il cuore palpitante dell’Africa, quella vera, lo si ascolta soltanto nelle riserve private. Sono oasi dove la natura è rimasta selvaggia e incontaminata e come tale gelosamente conservata. Un habitat ideale per i numerossimi animali di tutte le specie che le popolano.
Sono le aree adiacenti o molto prossime al Parco del Kruger, volutamente sprovviste di recinzioni per consentire la libera circolazione degli animali.
Il livello e la qualità dei lodges è molto elevato, ma anche i prezzi.
Il massimo risiede in una grandissima fetta di terra dove scorre il Sand river..
Qui ci sono hotels strepitosi, esclusivi e di gran lusso come il Mala Mala, che contrastano con la semplicità, lo spirito di adattamento, le immancabili e giustificate manchevolezze delle normali strutture turistiche africane fatte di tende oppure da quattro muri e un tetto di makuti.
Sono Lodge dove si indossano abiti da sera e si beve champagne.
La mia Africa è tutt’altra cosa.: Tanta acqua e pantaloni sdruciti.
Ma allora dove soggiornare? Un giusto compromesso esiste.L’ho sperimentato nel Timbavati e nel Tornybush. Il mio posto preferito è senz’altro il Tangala, un lodge con tre stelle, a prezzi ragionevoli, dove mi sono trovato benissimo.La sistemazione è stata ottima, l’ambiente confortevole, il personale cordiale e disponibile. Buona la cuicina.
Ma il massimo dei voti spetta a Johan, la guida del lodge..
Un personaggio davvero straordinario e romanzesco, di mezza età, con tanto di codino e di Ray Ban scuri. Un ranger che sino a qualche anno prima faceva adirittura il diplomatico
presso l’Ambasciata del Sudafrica a Roma.
Una bella metamorfosi la sua. Dai ricevimenti mondani ai rendez vous con gli animali.
Come meraviglioso interprete del safari, eseguito con immensa passione e grandissima professionalità.Uno spettacolo unico, affascinante ed emozionantissimo,.Cui ho intensamente partecipato.
Johan agiva quasi sempre fuori pista, le strade gli servivano soltanto per gli spostamenti.
Il game drive iniziava con la ricerca di una traccia e il riconoscimento dell’animale, poi lo cacciava sino ad avvistarlo.Magari percorrendo lunghji tratti a piedi. Se l’animale era fermo, iniziava l’appostamento, soltanto dopo aver trovato la visuale migliore, anche a costo di manovre spericolate o di soste in bilico su terreni accidentati. Ed infine l’osservazione ( o forse meglio la contemplazione ) di bufali, ghepardi, rinoceronti, leopardi, elefanti, giraffe, quasi sempre diretta, senza intralci e molto ravvicinata.Persino Imprudente.
Se, invece, l’animale fuggiva, il più sovente un leone, Johan lo inseguiva nel fitto della boscaglia, tra mille scossoni e sobbalzi, zigzagando fra gli alberi e abbattendo rovi e cespugli. Un esercizio da equilibristi per me e per mia moglie, per tenerci aggrappati alle sbarre della jeep impazzita. Attanagliati dall’adrenalina pura. Senza dubbio il top dei safari. Con Johan, in soli tre giorni, ho filmato addirittura una serie di primi piani di tutti i big five. E non solo. Con lui ho vissuto una esperienza indimenticabile. Una autentica, irripetibile avventura africana.
GIUSEPPE COTICHINI

Il parco nazionale di kruger si trova...

Il Parco Nazionale di Kruger si trova in Sudafrica ed è il parco più grande del Paese. Lo si può visitare per un safari o per soggiornare nelle sue capanne di lusso o, ancora, in strutture più rudimetali negli accampamenti. Il posto è magico, dal momento che qui vivono leoni, elefanti, leopardi, rinoceronti e bufali, oltre a 500 specie di uccelli. Le guide sono molto competenti e accompagnano il turista attraverso i 6 ecosistemi del parco.
francois
59
Guarda le foto di Aurélie M.
59 foto
Aurélie M.
Leggi altre 10
Pubblica
70
Guarda le foto di francois
70 foto
francois
11
Guarda le foto di J.Somovilla
11 foto
J.Somovilla
2
Guarda le foto di LUDWIG
2 foto
LUDWIG
2
Guarda le foto di viajesyfotografia
2 foto
viajesyfotografia
48
Guarda le foto di dorothee vernhes
48 foto
dorothee vernhes
4
Guarda le foto di george sand
4 foto
george sand
Rose Vincent
1
Guarda le foto di cristina padrino
1 foto
cristina padrino
10
Guarda le foto di laraina washington
10 foto
laraina washington
6
Guarda le foto di pablo varela
6 foto
pablo varela
6
Guarda le foto di paquito7791
6 foto
paquito7791
Pubblica
Leggi altre 10

Informazioni Parco Nazionale Kruger

Numero di telefono Parco Nazionale Kruger
+27 12 426 5000
+27 12 426 5000
Indirizzo Parco Nazionale Kruger
Kruger National Park
Kruger National Park
Sito web Parco Nazionale Kruger
www.sanparks.org/parks/kruger/default.php/
carica altro