Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Taghazout?
Dillo a tutto il mondo!
Condividere esperienza
Accedi con Google Plus

Spiaggia di Taghazout

+27
--
Orario
Lunedì
9:00 - 20:00
Martedì
9:00 - 20:00
Mercoledì
9:00 - 20:00
Giovedì
9:00 - 20:00
Venerdì
9:00 - 20:00
Sabato
9:00 - 20:00
Domenica
Chiuso
Salva posto
Salvato

6 opinioni su Spiaggia di Taghazout

Chiara Basso

Mare e surf a Taghazout

Protetto alle spalle dall'imponente catena dell'Atlante e a nord da Capo Ghir, il villaggio di Thagazout, bianco e rosa, si affaccia su una delle più belle spiagge del Marocco. Il sole non manca mai a Taghazout, per quegli strani fenomeni che si chiamano microclimi. Taghazout gode infatti di un microclima favorevole. D'inverno è raro che la temperatura scenda sotto i 20 gradi e le notti, anche nelle estati più calde, sono sempre e comunque fresche. Gli hippies, che oggi assumono altri nomi, ma che restano sempre dei vagabondi alla ricerca di posti speciali, avevano puntualmente scoperto Taghazout all'inizio degli anni '60 e ne avevano fatto una delle loro roccaforti marocchine. All'epoca, il surf non era di moda da questa parte dell'Atlantico. Era più di moda fumare il marocchino nero che veniva dal Rif e da Ketama, altro paradiso artificiale di quegli anni. Poi, con l'arrivo dei turisti, gli hippies emigrarono altrove e attorno agli anni 90 furono sostituiti dai surfisti spagnoli, francesi e americani. La mattina i surfisti si ritrovano sulla grande spiaggia di sabbia a scrutare le onde alla ricerca del point break. Pare che le onde più belle le si trovi un paio di chilometri più a nord in una località chiamata Anchor Point, ma altre spiagge sono degne delle cavalcate sulle onde: Hash Point e la spiaggia di Panorama. Tra un'onda e l'altra ragazzi e ragazze in mute nere o blù, la fedele tavola sotto il braccio, si ritrovano al baretto più vicino alla spiaggia che alterna il cous cous agli hamburger in stile texano. Niente birra o alcol in generale, poiché il villaggio di Taghazout è rispettosamente proibizionista. Chi vuole farsi una birra prende l'autobus e in mezz'ora si ritrova ad Agadir, in un qualche complesso per turisti occidentali. Il fascino di Taghazout risiede invece nella sua calma e nella sua dimensione ridotta. Il tutto condito da un misto tra passato e presente. Quando le barche dei pescatori lasciano la spiaggia per il mare aperto, i ragazzi dai lunghi dreadlock che scendono sulle spalle e le atletiche ragazze che vengono dai mari più freddi del nord si fanno da parte e salutano con la mano. Le onde, possono aspettare...

Leggi tutto
+7
guanche

La costa frastagliata del Marocco tra...

La costa frastagliata del Marocco tra Essaoura e Agadir offre paesaggi mozzafiato e desolato. Dopo aver passato Sidi Kaouki, non si vede nient'altro al di là di alcune case di pastori e qualche barca di pesactori in una baia nascosta. Il resto è un paesaggio ondulato e giallastro che si getta diretto in mare da spettacolari scogliere. Taghazout è un antico villaggio di pescatori di origine berbera, situato a 15 km. da Agadir. È molto rustico, con un bel porto turistico pieno di barche colorate e un'atmosfera tutta particolare: dal momento in cui, alcuni anni fa, degli amanti del surf hanno scoperto che Taghazout è un buon posto per le sue onde, si vedono tra le umili case dei pescatori dei negozi di tavole, mute e camicie da surf e per i vicoli che conducono al mare, una marea di giovani con i capelli unti di cera.

Leggi tutto
+3
daniela locantore

Playa muy amplia y relajante llena de camellos y surfers

SerViajera

+3
Vedi l'originale
RutasPorMarruecos.Webnode.es

Vedi l'originale
Hector Martinez Dieguez

Vedi l'originale
Conosci questo posto?
Aiuta gli altri viaggiatori a scoprire con la tua esperienza e foto