Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Parigi?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Francese a Parigi

37 Collaboratori

129 francese a Parigi

Ristoranti di Parigi
Le Moulin de la Galette
(5)
Uno degli unici due mulini che persistono a Parigi è proprio le Moulin de la Galette, reso celebre e per questo motivo visitato dal dipinto impressionista di Renoir, esposto al Musée d’Orsay, sempre a Parigi, uno dei miei quadri preferiti. Collocato in una viuzza in discesa, il Mulino ospita oggi un ristorante con giardino all’aperto, che ai tempi di Renoir fungeva da sala da ballo, sala che ha fatto proprio da ambientazione per Le bal au Moulin de la Galette. Assolutamente da vedere!
Ristoranti di Parigi
Le Bouillon Chartier
(31)
Questo ristorante è situato nel centro di Parigi, precisamente nel 9 ° distretto, il quartiere dell'Opera. Anche se era proprio di fronte al nostro hotel, non ci siamo entrati il primo giorno, perché non accettano prenotazioni e c'erano file chilometriche. Ma un giorno abbiamo visto che c'era meno gente e abbiamo deciso di fermarci per verificare di persona la qualità del ristorante...e la risposta è NO, non è un buon ristorante. L'arredamento risale all'anno della sua fondazione, il 1896. L'hotel si chiama "Le Bouillon" (brodo). La sala è rettangolare, sembra un interminabile corridoio; sulla sinistra di accede a un secondo piano, più intimo. Il locale è pieno di specchi e sulle pareti ci sono: un orologio gigantesco che pare quello di una stazione ferroviaria, legno oscurato dal tempo, grasso e fumo e colonne e lampade d'epoca con grandi sfere di cristallo. Quando finalmente è arrivato il nostro turno, ci hanno fatti sedere a un tavolo da 6 assieme a altre 3 persone (una signora svizzera con i suoi due figli che naturalmente non avevamo mai visto). La serata è stata divertente perché ci siamo messi a parlare inglese, francese e spagnolo. Abbiamo parlato dei nostri luoghi preferiti. La cosa peggiore è stata senza dubbio il cibo. Abbiamo ordinato un'insalata di pomodoro, abbastanza buona, ma la porzione era abbastanza piccola. Come secondo abbiamo ordinato costolette di agnello, che non erano costolette, ma pezzi di coscia tagliati a mo' di braciole. Non capisco come la gente possa fare file così lunghe per mangiare così...
Ristoranti di Parigi
Le Train Bleu
(5)
La train Bleu, o trano azzurro, è un mitico ristorante parigino. E' situato nella stazioni di Lione, nel XII distretto di Parigi. E' uno dei ristoranti più vecchi che ci sia nella stazione parigina.. Allo stesso tempo ha una decorazione incredibile. Ci sono luci grandissime, pitture nel soffitto, statue, tutto molto carico ma bello. Fu costruito dall'impresa ferroviaria per l'esposizione universale del 1900, destinato a ricevere i nuemrosi vistitatori della expo. Si chiama il buffet della stazione di Lione, il nome gli venne cambiato nel 1936 e si riferisce al treno azzurro che va da Parigi alla frontiera italiana. E' classificato come monumento storico dagli anni 70. Le pitture al suo interno rappresentano i paesaggi che si vedranno dal finestrino del treno durante il viaggio. Prima era un'istituzione e vi pranzavano e cenavano personaggi famosi, presidenti, uomini politici e attori.
Ristoranti di Parigi
Cafe Les Deux Magots
(4)
Les deux Magot deve la sua notorieta' al circolo di intellettuali e artisti che vi si ritrovava solitamente a inizio secolo: Picasso, Simone de Beauvoir, Sartre, Camus etc. Oggi vale la pena passare almeno per un caffe' e fermarsi ad osservare gli avventori. I prezzi sono piuttosto alti ma dopo tutto ci si siede allo stesso tavolo in cui e' stato concepito il manifesto del Surrealismo - o almeno cosi' vuole la tradizione.
Ristoranti di Parigi
Le Poulbot
(5)
Abbiamo visitato Montmartre, il Sacro Cuore è una meraviglia, la zona con i pittori è favolosa. Ci siamo fermati a pranzare in un piccolo ristorante che ci è sembrato molto particolare. Il cibo era spettacolare, i tavoli erano estremamente piccoli, ma l'arredamento ... merita di essere visto.
Ristoranti di Parigi
(1)
Ristoranti di Parigi
Pershing Hall
(3)
Ristorante Lounge con giardino pensile. Uno dei posti più spettacolari in cui sono stato. Il Lounge dell’hotel Pershing Hall, nel quartiere 8 di Parigi toglie semplicemente il fiato. Dentro il cortile del hotel è stato istallato un giardino pensile e i tavoli del ristorante godono di una vista al giardino assolutamente unica. Il progettista di questo giardino è il botanico francese Patrick Blanc. Essendo a Parigi uno si aspetta che costi un occhio della testa ed effettivamente è così; però merita la pena visitare il posto e se si riesce prendersi qualcosa da bere la sera. Un posto per sorprendere qualcuno.
Ristoranti di Parigi
Chez Clement
Chez Clément è un ristorante francese con diversi punti vendita a Parigi e provincia. Il posto presenta un arredamento classico. Ci sono pentole e padelle di rame appese alle pareti, tavoli di legno ed i camerieri sono vestiti come cent'anni fa. Posto ideale per una cena tra amici, nei grandi tavoli, dove si viene serviti molto rapidamente. Da quando la Francia ha introdotto la riduzione dell'IVA negli esercizi pubblici, il locale ha abbassato i prezzi. Si possono provare diversi piatti tradizionali, funghi e pancetta, risotto, piatti di altre città francesi. Se si va dopo le 15:00 c'è uno sconto del 30%.
Ristoranti di Parigi
L'assiette aux fromages
(6)
Posto molto carino e intimo dove cenare, si trova vicino al Jardin des plantes e il Pantheon. Consiglio escargot, tartine normande e creme brûlée. Personale disponibile e gentile. I costi sono nella media.
Ristoranti di Parigi
Chai 33
(1)
Si tratta di un ristorante situato nel moderno quartiere di Bercy Village (il nome deriva dal contenitore di legno in cui viene fatto invecchiare il vino) in cui potrete fare degustazioni di tre vini: i tre vini bianchi costano 9.50 euro, quelli rossi costano 10.50 euro e le tre degustazioni di champagne costano 22 euro. Il locale è attrezzato anche con una terrazza esterna, in cui vengono organizzati vari eventi tra cui la mostra Fashion'Art con quadri di artisti contemporanei. I piatti proposti appartengono alla migliore tradizione culinaria francese, a base di formaggi, insaccati, ecc..
Ristoranti di Parigi
L'Atlantide
L' Atlantide è un ristorante del quartiere Mouffetard, un posto molto vivace grazie alla vicinanza delle università di Parigi. Si trova in una strada pedonale, cosa che le permette di avere una terrazza un po' più grande dei ristoranti intorno. L' Atlantide propone antipasti intorno ai 15 euro, come la sua specialità, arrosto al forno a legna. Si tratta di una casa medievale e la decorazione con tovaglie rosse e bianche, sedie di legno, ricorda i tempi antichi del quartiere. In totale la cena ti costerà un 25 euro a persona, meno se si sceglie il menu fisso, ma i piatti sono un po' limitati. Il servizio è piacevole, e si accettano prenotazioni anche per gruppi numerosi.
Ristoranti di Parigi
Le Zeyer a Parigi
(1)
Lo Zeyer è un caffè-ristorante in piazza di Alésia, nel 14emo distretto di Parigi. E' un posto famoso, aperto da quasi 100 anni. Offre i servizi normali di caffè, con bibite fredde e calde, un'ampia lista di birre, che variano dal periodo (birra estiva, natalizia...) e anche una grande lista di vini. Il posto apre alle 8 del mattino fino a mezzanotte e serve un menù classico della gastronomia francese. La sua specialità sono i frutti di mare, i piatti di ostriche, granchio e gamberetti molto buoni. Fanno anche la choucroute, che è un piatto di cavolo tipico alsaziano, che si serve con diverse parti di carne di maiale, prosciutto salato, salsiccia, lardo...
Ristoranti di Parigi
Hotel di Parigi
Le Grand Hotel di Parigi
Le Grand Hotel è un lussuoso hotel di Parigi che fa parte della catena Intercontinental. Si affaccia sulla Piazza dell'Opera e le stanze migliori offrono una vista sulla cupola dell'Opera. Al piano inferiore c'è un ristorante, il Caffè de la Paix, molto famoso tra i parigini. È un edificio bellissimo, tipicamente in stile Haussman, l'architetto che rinnovò per completo la città nel XIX secolo. L'hotel dispone di 470 stanze, distribuite in 5 piani, ed è stato ristrutturato cinque anni fa. Le stanze costano dai 260 ai 500 € a notte e presentano un arredamento classico, tv via cavo, giochi, mini-bar, scrivania. Le suites sono un po' più grandi e dispongono di stereo e DVD; ogni giorno si ricevono i giornali. La connessione Internet costa 24 €.
Ristoranti di Parigi
Café de la Paix
(1)
Il Café de la Paix si trova in Piazza dell'Opera, all'angolo con il Boulevard dei Cappuccini. È un locale storico, frequentato da molte stelle dell'opera e del cinema negli anni '50. Oggi è un caffè-ristorante che presenta un'atmosfera parigina del XIX secolo. All'esterno c'è una vasta scelta di frutti di mare, che si possono scegliere prima di entrate. È un posto caro. Gli antipasti includono le zuppe (16 €), salmone (22 €); i secondi piatti costano sui 30 €, il pesce 40 €. Un fritto misto costa sui 35 €, con un mix di ostriche, cozze e granchi.
Ristoranti di Parigi
Ristorante L'en K a Parigi
Con tre tavoli all'esterno e tre all'interno, dove ci si da del tu e si sta in buona compagnia. Si servono pizze, panini, hamburger; tutto quanto si paga al peso. Le torte sono deliziose, così come la frutta fresca. In generale, con circa 8 € si mangia cibo fresco e salutare. Apre solo a pranzo e si trova in una zona di uffici, vicino ai grandi negozi tipo Printemps e le Gallerie Lafayette.
Ristoranti di Parigi
La Closerie Des Lilas
Questo posto, ristorante e birreria allo stesso tempo, ha una storia che lo converte in un'icona della vita nottura parigina, dallo stile retro elegante. Si trova nel quartiere di Montparnasse, la zona bohemia della cittá dove si incontravano artisti ed intellettuali a principio del XX secolo. Un pianoforte all'entrata, molto spesso suonato dai frequentatori del locale, in questa posto si ha l'impressione di essere in una Parigi di altri tempi. La clientela è molto chic, composta da politici, imprenditori e gente conosciuta; il prezzo medio del ristorante si aggira sui 100 euro. La sezione "brasserie" offre diverse scelte e il piatto principale è il filetto alla Hemigway saltato al whisky; per mangiare in questa sezione si spendono circa 50 euro.
Ristoranti di Parigi
58 Tour Eiffel
(1)
Giornata da perfetti turisti, nel senso più stretto del termine. Oggi non ci facciamo mancare proprio nulla. Prima di partire ho prenotato, via internet (sul sito più che affidabile parigibiglietti.it), un programmino in pieno stile “japanese”: partenza in mattinata con un tour di Parigi su autobus a due piani, quindi crociera con bateaux sulla Senna e chiusura con la visita alla Torre Eiffel. Più giapponesi di così! Al di là delle banalità, tour apprezzabile, organizzazione perfetta e, cosa più importante, la nostra pargola si è divertita. Terminata la visita fino al 2° piano della Torre Eiffel (a mio modesto parere circa 150 m più che sufficienti per godersi una magnifica vista su tutta la città, senza dover arrivare fino in cima) abbiamo abbondantemente superato l’ora di pranzo. La nostra idea di trovare una buona galetterie, come è successo ieri, salta per aria e decidiamo di rimanere sulla torre e pranzare nel ristorante presente al 1° piano, la brasserie chic “58 Tour Eiffel”. Da non confondere con l’altro locale, posto al 2° piano, “Le Jules Verne” di Alain Ducasse, decisamente inaccessibile. Ma prima di continuare, ecco per voi le fermate della Metro più comode: Trocadero (linea 6 e linea 9) e Bir-Hakeim (linea 6) a circa 800 metri, Ecole Militaire (linea 8) a poco più di 1 km. Entriamo e chiediamo un tavolo. Una cameriera molto gentile, all’entrata, dopo aver consultato la sua rubrica ci fa accompagnare da un suo collega, altrettanto cordiale, al piano di superiore. Si, perché il locale è organizzato su due piani. Un ampio salone al primo livello che conta una sessantina circa di coperti, in stile moderno, sui toni del marrone e del tortora, un ambiente molto scenografico ed accattivante con al centro un immenso scalone che conduce alla seconda sala. Al secondo livello, appunto, un altro salone gigantesco che conta ancor più coperti, intorno ai duecento, con numerosissimi tavoli che ruotano intorno all’imponente circonferenza del vano scala. E tutt’intorno grandissime vetrate per godere di una vista mozzafiato. Ci accomodiamo. Diamo un’occhiata al menù, oltre alla carta sono previste alcune combinazioni interessanti, sia per grandi che per piccini. Solo per il pranzo sembra che la formula prevista sia una sorta di picnic con servizio al tavolo. I clienti ordinano e poi i piatti vengono serviti utilizzando uno stiloso cestino in metallo. Tutto molto easy, informale, ma credo che la sera la situazione sia molto più chic. Mia moglie decide per una Insalata di indivia, formaggio caprino e noci, composizione mediocre con porzione decisamente ridotta, servita in un contenitore ermetico trasparente. Non proprio esaltante. Per la pargola scegliamo il Menù Enfant composto da una bottiglia di acqua naturale, una scelta di un primo, di un secondo ed il dolce della Torre Eiffel. Come primo piatto scegliamo dei Maccheroncini al pomodoro e parmigiano, cottura al dente, buoni ed abbondanti. Come secondo piatto, una scodellina di mozzarelle ciliegina e pomodorini pachino, discreti e per finire il dolce rappresentativo, un semifreddo al cioccolato a forma di Torre Eiffel. Buono. Per il sottoscritto, invece, un Menù Burger composto da cheeseburger, patatine fritte ed un paio di salsine. Piatto semplicissimo, ma devo dire che ho trovato tutto ben fatto ed abbondante. Da bere, oltre all’acqua già prevista nel menù della pargola, abbiamo ordinato due Calici di Chablis. Serviti freschi, molto piacevoli. Ancora due caffè, discreti, e poi chiediamo il conto. La spesa finale è di 63.50 euro. Ecco il dettaglio: i due chablis 18 euro?!?; l‘insalata 6 euro; il menù bimbi 13.50 euro; il menù burger 19 euro ed i due caffè 7 euro?!? Diciamo un rapporto Qualità/Prezzo non proprio equilibrato. Decidendo di fermarci a pranzo sulla Torre Eiffel eravamo, comunque, preparati a tutto, anche a qualsiasi tipo di “fregatura” turistica, ma devo dire che il risultato non è stato poi così tremendo. Il servizio è stato premuroso e piacevole ed ha contribuito a migliorare questa esperienza non proprio sublime dal punto di vista culinario. Il pranzo (onestamente mediocre) si è trasformato forse più una scampagnata, questa volta non sui prati, ma in una piacevolissima location e con una vista a 360 gradi su tutta Parigi. Ora per chiudere degnamente la giornata ci rimane una sola cosa da fare: aspettare che scenda la sera, sederci su qualche panchina del centro, magari in place Charles de Gaulle di fronte all'Arco di Trionfo, ed ammirare lo spettacolo illuminotecnico che offre la Tour Eiffel. A partire dalle 22, allo scoccare di ogni ora, un gioco di luci ad intermittenza, gestito con oltre 300 proiettori, impegna, per alcuni minuti, le 20.000 lampadine che la illuminano ogni sera. Uno spettacolo!
1 attività
Attività a Parigi
Civitatis
(121)
15
Civitatis
(1.892)
Gratuito
Free Tour
Civitatis
(525)
25
Bestseller
Civitatis
(856)
80
In Vendita / Salta le Code
Civitatis
(117)
49
Scontato
Civitatis
(364)
62
Migliore Attività
Civitatis
(464)
58
In Vendita / Salta le Code
Civitatis
(228)
71
Civitatis
(159)
92
Civitatis
(18)
131
Salta le Code
Civitatis
(162)
89
Civitatis
(360)
89
Scontato
Civitatis
(98)
295
Ideale per Coppie
Civitatis
(129)
129
Scontato
Civitatis
(71)
136
Migliore Attività
Civitatis
(26)
170
Civitatis
(10)
145
Civitatis
609
Civitatis
(22)
105
Civitatis
(103)
139
Scontato