MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Guatemala?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Villaggi a Guatemala

41 villaggi a Guatemala

Villaggi di Panajachel
Panajachel
(21)
A Panajachel lo chiamano Gringotenango perchè è il villaggio preferito da turisti e viaggiatori. Già negli anni '70 era un paradiso per gli hippies e ci sono ancora alcuni che si rifiutano che il tempo cancelli la memoria, ma la maggior parte è andata via dopo il terremoto del '78. Il posto potrebbe essere descritto come un grande mercato permanente per il turismo pieno di bancarelle di artigianato , soprattutto sulla strada che conduce al porticciolo. Il villaggio è molto affollato, il lago meritava la visita ed è una delle maggiori attrazioni turistiche in Guatemala. Panajachel è chiamato Gringotenango cioè il paese preferito dai turisti e viaggiatori. Già negli anni '70 era un paradiso per gli hippies e ci sono ancora alcuni che si rifiutano al fatto che il tempo cancelli i loro ricordi, anche se la maggior parte se ne andò dopo il terremoto del '78. Il posto potrebbe essere descritto come un grande mercatino di artigianato permanente per il turismo, soprattutto sulla strada che conduce al porticciolo. Il villaggio è molto occupato, il lago è valsa la pena ed è una delle maggiori attrazioni turistiche in Guatemala.
Villaggi di Livingston
Lívingston
(9)
Lívingston è un posto molto speciale in Guatemala, perché è situato nella foce del Rio Dulce, sulla costa caraibica, dov'è raggiungibile solo in barca dal Rio Dulce o da Puerto Barrios. Mentre sul Fiume Dulce vivono le popolazioni Maya a Livingston vive un popolo Garifuna, un gruppo etnico di pelle nera e di origine caraibica. Parlano un creolo mescolato con l'inglese, francese e lo spagnolo. La cucina è essenzialmente a base di pesce, è molto diversa da altri piatti tradizionali del Guatemala. Il Famoso "tapado garifuna" consiste in un misto di pesce con patate dolci e patate, cotto nel latte di cocco. Alla gente piace far festa, specialmente per il carnevale e per la festa 15 settembre (prenotate le camere camere d'albergo in anticipo!), Ci sono sempre persone che ballano e cantano in strada durante il fine settimana. La gente ora vive prevalentemente di turismo, e si vede che molti uomini sono emigrati negli Stati Uniti, la percentuale di donne è molto superiore a quella degli uomini! La spiaggia può essere un po' deludente, dato che c'è la foce del fiume, e sporca un po' le acque, ma l'anima del popolo è ciò che rende il soggiorno speciale. Per fare il bagno, preferisco andare alle piscine di "Siete Altares", a mezz'ora di distanza, o prendere una barca verso la Playa Blanca. Dal Fiume Dulce, le barche che vanno a Livingston sono solo turistiche e si fermano per fare vedere le varie attrazioni del Fiume, come vivono le persone, gli animali e gli uccelli (tra i quali molti lamantini), e ci vuole più tempo, ma per fare dei percorsi andate e ritorno sono perfette. È possibile tornare più rapidamente andando a Puerto Barrios e prendendo un autobus per tornare a Città del Guatemala. Le barche turistiche si pagano 10 euro e per andare a Puerto Barrios 3. Livingston è una localita' molto speciale in Guatemala, perché è situata nel delta del Rio Dulce, sulla costa caraibica, dove e'raggiungibile solo in barca dal Rio Dulce o da Puerto Barrios. Mentre a Rio Dulce vivono popolazioni Maya a Livingston abita il popolo Garifuna, un gruppo etnico di pelle nera e di origine caraibica. Parlano un creolo mescolato con l'inglese, il francese e lo spagnolo. La cucina è essenzialmente a base di pesce, è molto diversa dalla tradizionale guatemalteca. Il famoso coperto garifuna e' un piatto con un misto di pesce con patate dolci e patate, cucinato nel latte di cocco. Alla gente piace la festa di carnevale, il 15 settembre (prenotale le camere in anticipo!), Ci sono sempre persone che ballano e cantano in strada durante il fine settimana. La gente ora vive prevalentemente di turismo, e si sente che molti uomini hanno emigrato negli Stati Uniti, la percentuale di donne è molto superiore a quello degli uomini! La spiaggia può essere un po' una delusione, come si trova alla foce del fiume, le acque non sono proprio cristalline, ma l'anima della gente è ciò che rende il soggiorno speciale. Per fare il bagno, preferisco andare ai bacini dei 7 altari, a mezz'ora di cammino, o prendere una barca a Playa Blanca. Da Rio Dulce, le barche che si dirigono a Livingston sono solo turistiche e si fermano ad osservare le numerose attrazioni del fiume, come vivono le persone, gli animali e gli uccelli (tra cui sorgenti naturali), e ci vuole più tempo, ma per un viaggio di andata e ritorno è perfetto. È possibile tornare più rapidamente a Puerto Barrios e prendere un autobus per il ritorno a Città del Guatemala. Le barche turistiche costano 10 euro e quella di Puerto Barrios 3 euro.
Villaggi di Panajachel
Panajachel
(12)
Il lago Atitlan è uno dei luoghi più magici al mondo, non solo a detta mia, ma già per i Maya era uno dei posti sacri. Un lago più tre vulcani (Atitlan, Toliman e San Pedro). Più il sole che si nasconde tra le montagne, danno come risultato alcuni minuti di piena estasi: un momento per riflettere su quanto sia fortunato a poter vedere questa meraviglia.
Villaggi di Santiago Atitlan
Santiago Atitlán
(8)
Santiago Atitlán è un paesino sulle rive del Lago di Atitlán, nel dipartimento di Sololá. È uno dei paesi più tradizionali del lago, considerando le sue dimensioni. Anche i paesi più piccoli, come Santa Clara o San Marcos, mantengono vive le proprie tradizioni, mentre posti come Panajachel o San Pedro si sono versati sul turismo, con un Internet point a ogni angolo, negozi di souvenirs e ostelli economici. A Santiago ci si può fermare, anche se risulta più caro. Dai 20 ai 30 euro a notte per una stanza all'Hotel Bambú, per esempio, che è equipaggiato con piscina e offre una meravigliosa vista del lago. Il santo di Santiago si chiama Maximón; se si chiedono informazioni circa questo santo si viene condotti a conoscere questo strano personaggio, che altro non è che una piccola statua di legno al quale i credenti offrono alcool, sigarette, patatine, dolci e bevande mentre si raccontano le leggende del paese. Il Lago di Atitlán è uno dei pochi posti in Guatemala dove gli uomini indossano il vestito tipico, mentre nel resto del paese li si vede in jeans e maglietta.
Villaggi di Nebaj
Nebaj
(2)
Nebaj è un paese abbastanza grande della zona di Quiché, forse il paese più grande del Guatemala dove non arriva una strada asfaltata. Sta a due o tre ore da Santa Cruz del Quiché e a sette ore dalla capitale. Però vale la pena arrivare. E' un paese e una regione che ha sofferto molto durante la guerra civile, uccisero molte persone, ma ora è un paese traquillo con vestiti tipici molto belli e la particolarità che le donne portano dei pompon nei capelli. Potrai alloggiare in uno dei pochi ostelli che ci sono a un prezzo molto basso, 4 o 5 euro a notte. Il piatto tipico è il boxbol, una zuppa di polpette di mais e i tamales con fagioli. Nebaj è il punto di partenza per varie escursioni al triangolo lxil formato da Chajul e Cotzal. Gli lxil sono un'etnia maya con ancora molta tradizione, dovuto alla loro ubicazione lontana dalle grandi città. A Nebaj ci sono diverse guide che ti possono proporre di fare trekking, ma se non vuoi arrivare tanto lontano, vai per lo meno ad Acul, un paese nuovo, costruito per le popolazioni sfollate dopo la guerra civile, ma le cui montagne sembrano svizzere e dove si sono impiantate alcune famiglie italiane già da qualche generazione. I loro chalets contrastano con le case guatemalteche e fanno il miglior formaggio di tutto il paese (detto Formaggio di Acul!)
Villaggi di Sololá
Sololá
(3)
Solola è un villaggio nel comune omonimo, conosciuto dai turisti come il punto di più facile accesso al bellissimo lago di Atitlan. È certo,dalla città di Antigua o il capitale, probabilmente prenderete un furgone per arrivare al punto di riunioni (camion che poi continuano a Quetzaltenango, Santa Cruz del Quiché e il confine con il Messico), poi ci sono i camion che fanno la discesa verso Solola. In Sololá inizierete ad avere la splendida vista panoramica sul Lago Atitlan. Ma per visitare i villaggi, si dovrà scendere a Panajachel e poi da lì prendere una barca per le piccole città della costa. Ci sono autobus che partono da questi paesini, ma passano dalle comunità per prendere ogni agricoltore e le sue galline, e ci si mette molto. Ma è più conveniente. La gente di Solola ha dei bellissimi abiti tradizionali. La regione del lago di Atitlan è uno dei pochi in cui gli uomini indossano ancora abiti tradizionali. In generale, sono solo le donne che lo portano, ma qui lo porta tutto il mondo. La gonna delle donne è blu e grigio, mentre la camicia, la parte alta, è molto più allegro, con il rosso, arancione, giallo ... Solola è un paese appartenente all'omonimo comune, conosciuto dai turisti come il punto di più facile accesso al bellissimo lago Atitlan. È vero, dalla città di Antigua o la capitale, probabilmente prenderete un furgone fino a Encuentros (gli stessi furgoncini che poi continuano il viaggio per Quetzaltenango, Santa Cruz del Quiché e il confine con il Messico), poi ci sono i camioncini che scendono verso Sololà. A Sololá si iniziano a vedere i splendidi panorami del lago di Atitlan. Ma per visitare i villaggi, si dovrà scendere a Panajachel e poi prendere una barca per le piccole città della costa. Ci sono autobus che partono da queste zone ma passano per tutti i paesini a raccogliere ogni agricoltore e le sue galline, e ci mette molto, anche se è più conveniente. La gente di Solola ha bellissimi abiti tradizionali. La regione del lago di Atitlan è una delle poche in cui gli uomini indossano ancora abiti tradizionali. In generale solo le donne che lo indossano ma qui è normale che lo indossino tutti. La gonna delle donne è blu e grigio, mentre la camicia, il top, è molto più allegra, con il rosso, arancione, giallo ...
Villaggi di San Pedro la Laguna
San Pedro de la Laguna
(5)
Un paradiso sulle sponde del lago Atitlan. I viaggiatori provenienti da tutto il mondo, per lo più giovani, si fermano qui la notte stand, in questa cittadina piena di bar, ristoranti e luoghi tra i più variopinti. Una birra davanti al lago, musica dal vivo e ci ricordiamo che dobbiamo continuare il viaggio in Guatemala, e visitare il mercato. Un posto indimenticabile.
Villaggi di Chajul
Chajul
(3)
Chajul, situato nel Triangolo Ixil, è un piccolo paese che ci ha sorpreso appena siamo arrivati perché in strada proveniva un grande gruppo di persone per celebrare un matrimonio e poi abbiamo scoperto che la piazza centrale era stata disposta per l'organizzazione di uno spettacolo (danza popolare ). Alle persone piaceva posare per le foto. Dopo, ci è venuta fame e abbiamo cercato un posto per la prima colazione: abbiamo ordinato una tazza di caffè e i signori che ci hanno servito lo hanno accompagnato con pane fresco, ci hanno sorrido e ci hanno detto che era per la cortesia di venire da molto lontano, dalla capitale. Abbiamo camminato per un po' nella piazza, abbiamo visitato la chiesa e il mercato tra le altre cose, ma la cosa migliore senza dubbio è stata la cordialità della gente.
Villaggi di Sololá
San Juan La Laguna a Sololà
(3)
San Juan la Laguna è un villaggio del lago Atitlan, non molto turistico, ci sono due ONG, una delle quali è CANDELA, che aiuta i bambini con problemi fisici e mentali, poi ci sono una manciata di volontari stranieri che vengono a curare i bambini. Sono poche le persone che vengono a visitare il villaggio, che continuano a vivere pacificamente, sulle rive del magnifico lago. Si coltivano mais, fagioli neri, con cui si fa una purea, che con il riso è l'alimento base dei guatemaltechi. Si spalmano il fagioli sulle tortillas di mais, e si mangia con una minestra di verdure, con un pezzetto di pollo e riso. Potete raggiungere il villaggio di San Juan da San Pedro Atitlan, camminando circa 30 minuti a piedi, godendovi meravigliosi paesaggi e splendide vedute verso il lago, o in barca, sia da Santiago Atitlan che da Panajachel. Si arriva a trascorrerci la giornata: un giro a cavallo, scalando le montagne intorno..Per esempio una facile escursione è salire sulla cima della collina che è attaccata al villaggio, fino a una croce che sovrasta il lago. Non vi è una spiaggia dove ci si può fare il bagno, l'acqua è piuttosto fredda, ma pulito e piacevole. Per tornare, c'è un autobus che va direttamente a Città del Guatemala, o sempre in barca.
Villaggi di Nebaj
Villaggio di Acul
(1)
Acul è un villaggio situato a 6 km dalla città più grande del Nebaj, a Quiché. È un luogo remoto, e i cui paesaggi sono molto particolari. Sembra di stare sulle Alpi svizzere, e non sembra di trovarsi tra gli altipiani del Guatemala, a più di 2000 metri di altezza. Alcune famiglie italiane si sono installate lì 50 anni fa, e stanno allevando capre e vacche, e producendo uno dei migliori formaggi del paese. La loro tenuta ha una stanza per gli ospiti, e si può andare a provare il formaggio, e vedere come i bambini mungono gli animali e producono il formaggio, o semplicemente riposare in questo splendido posto. Nel weekend arrivano famiglie agiate del Guatemala, perciò non ti sorprendere se all'improvviso arriva un elicottero o uno di questi veicoli 4x4 enormi con addirittura i bodyguard. Accanto, c'è il villaggio di Acul, un paesino che fu costruito dal nulla dopo la guerriglia. I villaggi limitrofi erano stati presi e distrutti, perco la popolazione si è trasladata ad Acul, che aveva una prateria perfetta. La grande strada principale è tipica dell'urbanizzazione post guerriglia.
Villaggi di San Vicente Pacaya
San Vicente Pacaya
(2)
Il villaggio di San Vicente Pacaya è situato ai piedi del vulcano Pacaya. Non è facile arrivarci dall'Antigua Guatemala, infatti bisogna passare dalla capitale e poi raggiungere la strada che porta verso il Pacifico per Escuintla fino a San Vicente. Così nell'Antigua si trovano molte agenzie di viaggio che offrono il trasporto privato diretto a San Vicente. E 'un po' più costoso, ma di solito include una guida per una mezza giornata, facendo escursioni a piedi e risparmiando un sacco di tempo. San Vicente è famosa per i suoi splendidi luoghi naturali come El Ojo de Agua Springs, Las Pilas, e la laguna Calderas. Ma l'attrazione principale di San Vicente è il vulcano di Pacaja, un vulcano attivo che si può scalare, arrivando molto vicino alla lava. La scalata si fa uscendo da San Vicente, dove si paga un biglietto di ingresso, credo 20 Quetzal, e ci vogliono 2 ore per arrivare su. Se si avvisa con anticipo si può ottenere un permesso di campeggio, e poter vedere così le eruzioni di notte.
Villaggi di Sololá
San Pedro Attitlán
(3)
San Pedro Attitlán è il paese più "saccopelista" del lago Attitlán. È molto più autentico di Panajachel, ma non aspettatevi di essere gli unici turisti del posto. Molte persone vengono qui per trascorrevi varie settimane, a studiare lo spagnolo o a lavorare come volontario nelle diverse ONG dei paraggi. Dopo il ciclone Stan del 2005 il paese ha bisogno di volontari e, se vi interessa, dovete solo chiedere nei dintorni dove serve un aiuto. Potrete alloggiare negli ostelli più economici del paese,a partire da 1 euro a notte! Per 2 euro si ha l'acqua calda, e non è un lusso, le notti sono fredde! Molte famiglie hanno 3 o 4 camere che affittano e stabiliscono prezzi per settimana, con o senza vitto. Il cibo è molto buono a San Pedro, sia sulle bancarelle che al ristorante; alcuni hippies hanno aperto ristoranti vegetariani e ce n'è uno italiano, uno di crepes francesi, e molto altro, dato che la gente che si ferma qui degli anni di solito finisce per aprire ristoranti di cucina casalinga della loro terra d'origine. Il "Pinocchio" è un buon esempio di questo. Durante il giorno ci sono delle agenzie di viaggio che organizzano escursioni verso i diversi paesini intorno al lago o per salire sul vulcano San Pedro (a cavallo o a piedi) o sulla "nariz del indio" (il naso dell'indiano), una montagna che assomiglia al profilo di un nativo! Arriverete in barca da Panajachel, in 30 minuti e 200 Q, ma potete anche tornare in autobus, che ci mette un po' perché fa il giro del lago, però il panorama è molto bello.
Villaggi di Todos Santos Cuchumatán
Todos Santos Cuchumatán
(2)
Todos Santos Cuchumatán è un paesino del dipartimento di Huehuetenango, quasi al confine con il Messico, è abbastanza unico in quanto ancora molto tradizionale, dove tutti sono vestiti allo stesso modo. Originariamente i costumi dei Maya non furono inventati da loro, dato che erano schiavi dei signori spagnoli e questi volevano riconoscere i loro schiavi, fu ordinato ad un sarto di fare un vestito uguale per tutti. Oggi, la gente continua a vestirsi simile nei villaggi, ma non uguale. Ci sono diversi sarti, tutto è fatto a mano, e quindi è impossibile trovare il doppione di uno stesso abito. La distinzione di Todos Santos è il pantalone rosso. Tutti gli uomini lo portano, è molto bello, e una volta l'anno il 1 ° novembre, che è la festa annuale della città, comprano un nuovo paio di pantaloni per durare tutto l'anno! Per arrivare a Todos Santos, si può arrivare con o senza guida da Nebaj per la sierra del Cuchumatanes, o prendere un autobus da Huehuetenango, parte la mattina presto. La gente parla Mam a Todos Santos.
Villaggi di San Lucas Tolimán
San Lucas Tolimán
San Lucas Tolimán è uno dei paesi meno turistici della regione del lago Atitlan, nella zona di Sololá. A San Lucas si arriva dalla strada di Escuintla. Mi piace molto questo percorso, perché uscendo dalla capitale o dall'Antico Guatemala, le città coloniali, prima scendi quasi verso la costa, a prendere la Panamericana in direzione del confine con il Messico. Si tratta di una zona tropicale umida, lungo la strada vendono noci di cocco e banane. Poi all'incrocio per San Luca, inizia la salita. Il clima diventa più freddo, e in mezz'ora sei già in montagna. Un cambiamento così non si vede in molti paesi. San Lucas è un villaggio tradizionale, eppure non c'è molto turismo perché la maggior parte delle persone arriva ad Atitlan dall'altra parte, per la strada di Los Encuentros e di Solola. Meno male, così si può vedere un villaggio con bellissimi costumi, un'atmosfera autentica e gente cordiale. Poi si può seguire la direzione di Santiago Atitlan o prendere una barca per Panajachel.
Villaggi di San Marcos la Laguna
San Marcos la Laguna
(4)
Una volta arrivati alla localitá di Lake Atitlan vi daranno varie possibilitá di fare diverse escursioni, passeggiate o soggiorni. Se San Pedro ("sanpedrogas" secondo alcuni guatemaltechi!) é in festa, e Panajachel é il luogo più turistico ed affollato, San Marcos è lo yoga! La città è molto tranquilla, con pochi posti dedicati ai turisti per offrire yoga, relax e sauna. Ci sono pochi ristoranti, tra cui uno é molto buono e che si trova salendo il viale principale che raggiunge il centro della città (mi dispiace, ho dimenticato di scrivere il nome!). L'hotel stesso sembrava più costoso di San Pedro (Q50 a notte minimo a persona). Naturalmente, una volta cala la notte, non a piedi in cerca di festa, non l'atmosfera del luogo. Piuttosto andare a gustare un pasto, un drink, e una notte sotto gli alberi ed i suoni della foresta! Prendi belle spiagge, per un tuffo nel lago, e luoghi da affittare kayak ... Insomma un bel posto per riposarsi dopo San Pedro o Pana!
Villaggi di Pastores
Village of shepherds
(2)
Ho appena ordinato un paio di stivali di cuoio, su misura, secondo il disegno che volevo per 35 euro! Tutto questo a Pastores, un paese nel quale andare se si ha bisogno o si vuole comprare qualcosa in cuoio. E'la specialità del posto! Per arrivarci: dalla stazione degli autobus di Antigua prendere un autobus locale diretto a Pastores. Vale 2,5 quetzal (circa 25 centesimi di euro). Il bus lascerà Antigua, attraverserà Jocotenango e da lì in un attimo si arriva al paese, la cui strada principale è piena di negozi e negozi di scarpe in cui sono venduti e fabbricati prevalentemente stivali di pelle. Per apparire un vero cow-boy è il posto giusto, per circa 30 euro porti via un paio di Santiags. Ci sono varie opzioni, ci sono per le donne certi luoghi che offrono giacche e borse, e soprattutto si può andare con le proprie scarpe usate ed ordinare un nuovo paio identico, o anche con un'immagine del modello che si desidera! Confronta i prezzi e contratta! Buono shopping! ;) Ho appena chiesto un paio di stivali di cuoio, su misura secondo il disegno desiderato, per soli 35 euro! Tutto ciò a Pastores,dove andare se si vuole comprare qualcosa di cuoio. E'la specialità della città! Per arrivarci: dalla vecchia stazione degli autobus, prendere un autobus locale per Pastores. Verrà circa 2,5 quetzal (circa 25 centesimi di euro). Il bus lascerà Antigua, attraverserà il paese di Jocotenango, dopo poco si arriva a Pastores, la cui strada principale è fiancheggiata da negozi e negozi di scarpe in cui sono venduti e prodotti prevalentemente stivali di pelle. Per essere un vero cow-boy/vaquero è il posto giusto, per circa 30 euro prendono un paio di Santiags. C'è molta varietà,articoli per le donne, giacche, borse, e soprattutto scarpe. Si può andare con le proprie scarpe per farsene fare un paio identico. O anche con alcune immagini del modello che si desidera! Confronta i prezzi e contratta! Felice shopping! ;)
Villaggi di San Juan Cotzal
San Juan Cotzal
(1)
San Juan Cotzal è una città che si trova a nord di Nebaj, nella delimitazione di Chajul Nebaj una particolare regione del Guatemala, nel triangolo di Ixil. In questa piccola regione del Quiché, si parla l'Ixil, una lingua diversa dal quichè, e si vestono anche in modo diverso. Cotzal è da visitare, si deve fare un giro con una delle diverse agenzie che organizzano le escursioni da Nebaj, per fare delle passeggiate, o un tour di un giorno guidando per la strada. I prezzi variano se si va a piedi o in auto, ed anche secondo il numero di giorni, ma di solito non si spende più di 20 euro al giorno per persona, per avere una guida, vitto ed alloggio. Si dorme nelle case del paese, generalmente sono case speciali per i turisti che sono stati donate da una associazione senza scopo di lucro. Il denaro raccolto beneficia la comunità e viene speso in progetti per la salute e per l'educazione, soprattutto. La gioielleria tipica di San Juan Cotzal principalmente in argento, è famosa nel paese per qualità ed il buon prezzo. Il cibo non è molto vario, ma c'è sempre una bancarella che vende dolciumi e prodotti di base, se sono necessari. L'alimento base è fatto da tortillas di mais e fagioli.
Villaggi di Zunil
Zunil
(2)
Zunil est una località' a 10 chilometri da Xela, appartenente a Quetzaltenando nel dipartimento omonimo. Si tratta di un incrocio tra diverse vie, e questo rende facile alle popolazioni locali spostarsi per vendere il prodotto ottenuto dai loro raccolti. In questa regione, il clima e' freddo e la altura e' notevole, per cui si coltiva, carota, fagioli, mais ... Zunil è raggiungibile con un bus da Xela, in venti minuti. Il villaggio non ha un architettura speciale, ma il suo mercato resta molto tradizionale, i costumi di tutti i colori rendono tutto molto interessante. Il paesaggio delle colline intorno a Zunil e' molto carino. La chiesa è bella, ma il santo locale, San Simone, non risiede li'. Vive con una famiglia, e i cambia ogni anno di casa, visto che la Chiesa cattolica non apprezza molto come le persone celebrino il culto del santo. Con un qualche moneta e alcune parole, si può chiedere ai bambini nella piazza centrale e ti portano a vederlo. Il mercato e' parzialmente coperto, ma le vendite all' ingrosso si fanno all'aperto. Potrete vedere dalle foto, la gente di Quiché è piccola e nel mercato era la più grande !