Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Arba Minch?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Arba Minch

info
salva
Salvato

4 opinioni su Arba Minch

22
Guarda le foto di archy
22 foto

Una bell'alba in etiopia

Arba Minch è la più grande città nel sud dell'Etiopia, a 252 km dalla capitale, si trova in una posizione privilegiata, circondata dai laghi Abaya e Chamo, e dalla Rif Valley, dove si può visitare il Parco Nazionale Nechisar.

L'hotel dove siamo stati, del quale non dico il nome perché non lo consiglio, anche se in foto è stupendo, non ha l'acqua, ma è situato in una posizione privilegiata, con vista sui due laghi.

La più grande sorpresa è stata l'alba, sono rimasto a bocca aperta, che bello vedere sorgere il sole dietro le montagne, illuminando i laghi, un vero spettacolo.

I bungalow in bambù dell'hotel sono meravigliosi da fuori ma dentro sono un orrore, anche se ne è valsa la pena per quell'alba e i bei giardini che ci sono.

Arba Minch è un posto di passaggio verso il sud e una fermata indispensabile prima di raggiungere Jinka.
archy
25
Guarda le foto di mmozamiz
25 foto

L'etiopia è un paese impressionante c...

L'Etiopia è un paese impressionante che possiede non solo una vegetazione incredibile, ma pure una fauna impressionante e caratteristica. Qui si possono trovare specie molto strane ed uniche. Oltre poter vedere svariate specie di scimmie, gorilla e scimpanzé, ci sono animali di cui, molto probabilmente, non abbiamo mai sentito parlare, come per esempio, le galline della Guinea. Sono uccelli che all'inizio spaventano per il gran volume che possiedono. Si tratta di una specie abbastanza bella che richiama l'attenzione soprattutto per la preziosa coda bianca.Inoltre, le galline della Guinea sono piuttosto divertenti perché sono un po' stupide: stanno quasi sempre vicino alla strada e non si muovono al passaggio dei veicoli, cosicché se non si fa attenzione è molto facile investirli. Altri animali che possono vedersi dappertutto in Africa sono le vacche, ma qui sono un miscuglio tra tori e vacche, sono addomesticate, ma possiedono corna enormi. Insomma, ci sono un sacco di specie animali davvero originali. Per esempio la lumaca che si può vedere nelle foto era di dimensioni incredibili, più grande di una mano. La stessa cosa vale per il rospo che ho fotografato.
mmozamiz
16
Guarda le foto di Alicia Ortego
16 foto

A seguito sulle strade, le strade eti...

A seguito sulle strade, le strade etiopi, e fino più a nord ancora, quasi vicino alle montagne Simien, il paesaggio e la sua gente ancora fare la mia gioia ... Sorrisi, i bambini di plastica con attenzione messa sulla sua testa come un cappello e sono veramente utili per quando piove e non dove rifugio .... I bambini, allevatori di bestiame, andare con le fruste temibili ci mostrano come usarle (sono paura, davvero!), le donne con fagotti sulla indietro, gli uomini sorridenti con i loro animali caricati, il trasporto di talee di piante in testa ... Arba Minch è il punto di partenza per itinerari attraverso sud dell"Etiopia, e là, "i piedi", estendono la Chamo e Abaya laghi, separati da una collina chiamata "Ponte del Paradiso" ... hanno visitato lago Chamo una mattina fredda, per soddisfare ippopotami, coccodrilli, pellicani ... non ha aspettato! Poco navigare un ippopotamo è emerso sulla banca a cui ci siamo avvicinati, splendida ... e circa cinque minuti più tardi, ci stiamo avvicinando un"isola dove una piccola sporgenza lounged almeno una dozzina di enormi coccodrilli, coccodrilli del Nilo , che può raggiungere i 7 metri ( "d giuro alcuni di coloro che hanno visto misurava) .... siamo stati in circa 20 minuti che circondano, lentamente, in silenzio, rapita dalla presenza di questi animali inquieti quando versato in acqua e immerso ad apparire un po "più ... Abbiamo avuto modo di essere di circa 10 metri di distanza, e per essere la prima volta che vedo i coccodrilli in libertà ... uffa, una esperienza, è piaciuto molto, mi ha colpito. Allontanandosi da questo "angolo", spostarsi in un"altra zona piena di pellicani, ibis, coccodrilli e ippopotami altro ... tutti molto vicini l"uno all"altro, in una convivenza che sembra quasi strano, è spettacolare ... è davvero un tour bello, molto accessibile e conveniente, e, auspicabilmente, si può anche attraversare con i pescatori Guji, che in piccole imbarcazioni fragili (simili a quelli riportati nelle tombe dell"antico Egitto), prosperano in questo ambiente ...

Siguiendo en los caminos, las carreteras etíopes, y subiendo más al Norte aún, casi cerca de las montañas Simien, el paisaje y sus gentes siguen haciendo mis delicias... Sonrisas, niños con plásticos en la cabeza cuidadosamente colocados como si fuera un sombrero y que en realidad son útiles para cuando se pone a llover y no hay donde cobijarse.... Niños que, encargados del ganado, van con temibles látigos que nos muestran cómo los utilizan (son temibles, realmente!), mujeres con fardos a la espalda, hombres sonrientes con sus animales cargados, transportando esquejes de plantas en la cabeza...

Arba Minch es el punto de partida para las rutas que recorren el Sur de Etiopía, y allí mismo, "a sus pies", se extienden los lagos Chamo y Abaya, separados por un monte llamado "Puente del Paraíso"... Visitamos el lago Chamo una fresca mañana, al encuentro de hipopótamos, cocodrilos, pelícanos... No se hicieron esperar! Al poco de navegar un hipopótamo emergió en la orilla a la que nos acercábamos, espléndido... Y unos cinco minutos después, nos aproximamos a un islote, donde en un pequeño saliente descansaban al menos una docena de cocodrilos enormes, los cocodrilos del Nilo, que llegan a medir 7 metros (juraría que algunos de los que vimos lo medían).... Estuvimos unos 20 minutos dando vueltas alrededor, despacito, callados, arrobados por la presencia de estos animales, inquietos cuando se echaban al agua y se sumergían para aparecer un poco más allá... Llegamos a estar a unos 10 metros de distancia, y para ser la primera vez que veo cocodrilos en libertad... Uf, toda una experiencia, realmente me gustaron, me impresionaron.
Alejándonos de este "rincón", avanzamos hacia otra zona llena de pelícanos, ibis, más cocodrilos e hipopótamos... Todos muy cerca unos de otros, en una convivencia que casi se antoja extraña y que es espectacular...
Realmente es una excursión preciosa, muy accesible y asequible, y con suerte también te puedes cruzar con los pescadores guji, que en frágiles barquitas (similares a las que se representan en las tumbas del antiguo Egipto), se desenvuelven en este medio...
Alicia Ortego
Traduci
Vedi l'originale
6
Guarda le foto di Alfonso Navarro Táppero
6 foto

Da quando ha lasciato arba minch, l"u...

Da quando ha lasciato Arba Minch, l"unica via da seguire è quella di muoversi verso sud da piste sterrate - nel migliore dei casi, antichi letti dei fiumi che servono le strade come di fortuna e qualche volta traboccare nella pericolosa trasformato il canalone detritico o sci di fondo. Il percorso, come abbiamo descritto alcune delle esperienze che abbiamo condiviso finora, offre meravigliosi in tutto il mondo, ma non tutto è idilliaco in queste latitudini, le variazioni del campo sono continui. A volte ci muoviamo attraverso vaste pianure dove il terreno è sabbioso la formazione di polvere di entrare all"interno del veicolo miscelazione con il sudore dei nostri volti che andranno a formare file interminabili di ocra, rosso a volte intenso in altri , piccoli corsi d"acqua che scorrono nelle nostre labbra fino a quando non letteralmente provocano mordamos polvere .... In altre occasioni si muove da giungle intricate dove la strada semplicemente scompare assorbita dalla vegetazione lussureggiante, inghiottito dal verde e divorato dal fango, abbiamo la sensazione che la natura è determinata a impedire che i nostri progressi; 4x4 scorre attraverso queste terre con rispetto, quasi con timore e, infine, la natura impone la sua legge inghiottendo le ruote del veicolo per divorare. In questa situazione, quando il veicolo vacillare e anche l"esperienza di Taffare riesce a tirarci fuori dal pantano si pone, in primo luogo la disperazione (siamo in nessun altro che un veicolo affondato nel fango), seconda sorpresa (compare persone nel sottobosco), terzo emozione e gratitudine (queste persone sono venuti in nostro aiuto e per ore arrimarán spalla per niente per tirarci fuori dal fango) una lezione di solidarietà che non potrà mai dimenticare ... ci siamo lasciati alle spalle la giungla dove avremmo rimanere intrappolati in più di una volta e spostarsi attraverso il vecchio letto del fiume, che non è molto piacevole, il vecchio letto del fiume ha generato nel corso dei secoli un deposito di brani di tutte le dimensioni che costituiscono l"azienda per la quale passerà per un lungo cammino, le nostre ossa soffrono e il nostro cuore quando il letto asciutto è invaso improvvisamente e il nostro veicolo quasi si cala nel debacle, grazie alla sua enorme peso e soprattutto il buon lavoro di Taffare, tutto è uno spavento .... Gli ultimi giorni ci portano le tracce più tranquilli, dove l"unico inconveniente che ho centinaia di capre e pecore che ottengono nel modo e ancora una volta sembrano cercare di ostacolare il nostro progresso, la pazienza in queste occasioni sarà la nostra arma migliore ... .. la mia raccomandazione per chiunque voglia recarsi in Etiopia è il viaggio da soli, grazie a Internet oggi non è un grave problema di contatto qualsiasi agenzia del paese che desiderano visitare e fabbricazione per un viaggio alla lettera è preparato. (L"inconveniente maggiore è il prezzo di un viaggio personalizzato difficilmente può competere sui costi con pacchetti chiusi e agenzie più grandi, tuttavia, la differenza tra i due è abissale) Date le lunghe distanze da percorrere, soprattutto per raggiungere i villaggi remoti nel Sud e data la difficoltà che molti dei percorsi (strade dissestate, sentieri di terra, ecc ..) il luogo ideale per muoversi il trasporto paese è il 4x4. Vi consiglio, quindi, noleggio auto con autista, cuoco ed interprete. In questo modo sarete liberi di muoversi al vostro capriccio, cambiando l"itinerario secondo la vostra convenienza, campeggio liberamente in aree che offrono una certa sicurezza, stabilire un contatto con la popolazione di un modo molto più diretto, aperto e onesto, godendo della ambiente locale per raggiungere assorbire l"essenza del paese ... buona conversazione degli etiopi, in particolare il "Ethio-cubana" come qualificare tutta una generazione di giovani che erano envaidos a Cuba per studiare grazie agli accordi di cooperazione emersa tra i governi dei due paesi in un passato non troppo lontano, la bellezza della notte africana, ottima cucina da campo e, naturalmente, il "locale - gin" indispensabile (molto forte gin locale) ha animato alcune sere che solo si è conclusa dalla fatica accumulata durante il giorno. Nel mio caso, ho contattato Dario Morello Agenzia ad Addis tour Groenlandia e vi assicuro che il trattamento è stato squisito e ottimo risultato. Altro interessante: ' http://www.viajesetiopia.com/' punte Ethiopian Airlines viaggio' http://www.maec.es' (Sito Ufficiale) Etiopia elmundoviajes.Elmundo.Es (Online-Viaggi) Il turismo in Etiopia' http://www.tourismethiopia.org' ( guida sito web) viaggio ufficiale in Etiopia, Bradt Publications (3a edizione, 2002). 530 pp. Prezzo 25.20 € Etiopia, Eritrea e Gibuti, Lonely Planet (1a edizione, novembre 2000). 520 pp. Prezzo 25"25 € correlati letteratura Dio, il diavolo e l"avventura di Javier Reverte. Plaza & Janes L"imperatore di Ryszard Kapuscinski. Ed. Anagram. Etiopia: Uomini, luoghi e miti, il missionario comboniano Juan Gonzalez Nunez, pubblicato nel 1990 da Editorial Mundo nero.

Desde que abandonamos Arba Minch, la única manera de avanzar hacia el Sur es transitar por pistas de tierra – en el mejor de los casos-, antiguos cauces de ríos que actúan como improvisados caminos y que en ocasiones se desbordan transformado el pedregal en peligrosa torrentera o bien campo a través.

La ruta, como ya hemos descrito en alguna de las experiencias que hemos compartido hasta la fecha, nos ofrece maravillas por doquier, pero no todo es idílico en estas latitudes, las variaciones del terreno son continuas.

En ocasiones avanzamos por inmensas llanuras en las que el terreno es arenoso lo que provoca que el polvo penetre en el interior del vehículo mezclándose con el sudor de nuestros rostros donde formará un sin fin de surcos de color ocre, en ocasiones, rojo intenso en otras, pequeños torrentes que desembocan en nuestros labios hasta que literalmente provocan que mordamos el polvo….

En otras ocasiones avanzamos por intrincadas selvas en las que el camino simplemente desaparece absorbido por la exuberancia de la vegetación, fagocitado por el verde y devorado por el fango, nos da la sensación de que la naturaleza se empeña en impedir nuestro avance; el 4x4 circula por estos terrenos con respeto, casi con temor y por fin la naturaleza impone su ley engullendo las ruedas del vehículo hasta devorarlas. En esta situación, cuando el vehículo claudica y ni siquiera la pericia de Taffare logra sacarnos del atolladero surge, primero la desesperación (Estamos en ninguna aparte con un vehículo hundido en el fango), segundo la sorpresa (aparece gente entre la maleza) , tercero la emoción y el agradecimiento (estas gentes han venido a auxiliarnos y durante horas arrimarán el hombro a cambio de nada para sacarnos del lodo) una lección de solidaridad que nunca podré olvidar…

Hemos dejado atrás la selva en la que nos volveríamos a quedar atrapados en más de una ocasión y circulamos por el antiguo cauce de un río lo cual no resulta muy placentero, el antiguo lecho fluvial ha generado a lo largo de los siglos un deposito de cantos de todos los tamaños que constituyen el firme por el cual transitaremos durante un buen trecho, nuestros huesos se resienten y también nuestro corazón cuando el cauce seco del río se ve inundado repentinamente y nuestro vehículo casi es arrastrado hacia la debacle, gracias a su enorme peso y sobre todo al buen hacer de Taffare, todo queda en un susto….

Las últimas jornadas nos llevan por pistas más tranquilas en las que el único inconveniente lo presentan los cientos de cabras y ovejas que se interponen en el camino y que de nuevo parecen afanarse en dificultar nuestro avance, la paciencia en estas ocasiones será nuestro mejor arma…..

Mi recomendación para todo aquel que quiera viajar a Etiopía es que se prepare el viaje por su cuenta , hoy día gracias a Internet no supone mayor problema contactar con cualquier agencia del país que deseemos visitar y fabricarnos un viaje a la carta. (el mayor inconveniente es el precio ya que un viaje personalizado difícilmente podrá competir en costes con los paquetes cerrados que ofrecen las grandes agencias, ahora bien, la diferencia entre uno y otro resulta abismal)

Dadas las grandes distancias que hay que recorrer , sobre todo para alcanzar los remotos poblados del Sur y dada la dificultad que presentan muchos de los trayectos (carreteras en mal estado, pistas de tierra, etc..) el transporte ideal para moverse por el país es el 4x4. Os recomiendo, por tanto, alquilar un vehículo con chófer, cocinero e interprete.

De esta manera seréis libres de moveros a vuestro antojo, variando el itinerario del viaje en función de vuestras conveniencias, acampando libremente en las áreas que ofrezcan cierta seguridad, entablando contacto con la población de una manera mucho más directa, abierta y sincera, disfrutando del ambiente local para lograr empaparte de la esencia del país…

La buena conversación de los etíopes, sobre todo de los “etio-cubanos”, como califican a toda una generación de jóvenes que fueron envaidos a Cuba a estudiar gracias a los acuerdos de cooperación que surgieron entre los gobiernos de ambos países en tiempos no demasiado lejanos, la belleza de la noche Africana, la excelente cocina de campaña y por supuesto el indispensable “local – gin” ( fortísima ginebra local) amenizaban unas veladas que tan sólo llegaban a su fin por el cansancio acumulado durante la jornada.

En mi caso particular , contacté con la Agencia de Dario Morello en Addis GreenLand tours y os aseguro que el trato fue exquisito y el resultado inmejorable.

Otras direcciones de interés:

' http://www.viajesetiopia.com/' Ethiopian Airlines Recomendaciones de viaje
' http://www.maec.es' (Página oficial) Etiopía
elmundoviajes.Elmundo.Es (Guías de viaje online) Turismo en Etiopía
' http://www.tourismethiopia.org' (Página oficial)

Guías de viaje

Ethiopia, Bradt Publications (3ª edición, 2002). 530 págs. Precio 25'20 € Ethiopia, Eritrea & Djibouti, Lonely Planet (1ª edición, Noviembre 2000). 520 págs. Precio 25'25 €

Literatura relacionada

Dios, el diablo y la aventura de Javier Reverte. Plaza & Janés

El Emperador de Ryszard Kapuscinski. Ed. Anagrama.

Etiopía: Hombres, lugares y mitos, del misionero comboniano Juan González Núñez, editado en el año 1990 por Editorial Mundo Negro.
Alfonso Navarro Táppero
Traduci
Vedi l'originale
Pubblica

Informazioni Arba Minch

Numero di telefono Arba Minch
251-011-6185878
251-011-6185878
Indirizzo Arba Minch
Arba Minch
Arba Minch
carica altro