MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Martinica?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Martinica

319 Collaboratori
  • Monumenti
    19 posti
  • Spiagge
    38 posti
  • All'aperto
    28 posti
  • Paseggiate
    7 posti
  • Musei
    8 posti
Il più visitato a Martinica
Giardini di Fort-de-France
Giardini di Balata
Vulcani di Le Carbet
Montagne Pelée, Martinica
(2)
Cattedrali di Fort-de-France
Cattedrale di San Luigi
(2)
Chiese di Fort-de-France
Sacré Coeur de Balata
(4)
Zoo di Le Lamentin
La Tenuta di Perrine
Isole di Le François
Le François
(1)
Spiagge di Le Carbet
Spiaggia di Cove Carbet
Di interesse culturale di Fort-de-France
Bibliothèque Schoelcher
(1)
Villaggi di Fort-de-France
Les Anses d'Arlet
(2)
Belvedere di Fort-de-France
Belvedere di Balata
Monumenti Storici di Le Robert
Clement House (Habitation Clement)
(4)
Città di Le Carbet
Saint Pierre
Statue di Fort-de-France
Monumento a Belain d'Esnambuc
Spiagge di Sainte-Luce
Diamond Beach
Giardini di Fort-de-France
Place de la Savane
(1)
Centri Commerciali di Fort-de-France
Centre Commercial Perrinon
(1)
Città di Fort-de-France
Fort de France
Spiagge di Le Carbet
Spiaggia di Cove Carbet
Spiagge di Sainte-Luce
Diamond Beach
Spiagge di Fort-de-France
Spiaggia Pointe du Bout
(1)
Spiagge di Sainte-Luce
Path Anse Trabaud
Spiagge di Sainte-Anne
Spiaggia di Salines
(3)
Spiagge di Sainte-Luce
Anse Figuier
(1)
Spiagge di Saint-Pierre
Anse Couleuvre
(2)
Spiagge di Les Anses d'Arlet
(1)
Spiagge di Fort-de-France
Spiaggia Anse l'Etang
Spiagge di Sainte-Anne
Spiaggia di Sainte Anne
(3)
Spiagge di Sainte-Anne
Anse Michel
(1)
Spiagge di Les Trois-Îlets
Anse Noire e Anse Dufour, gemelle diverse
(1)
Spiagge di Saint-Pierre
Spiaggia vulcanica di Anse Coulevre
(1)
Spiagge di La Trinité
Spiaggia di Tartane
Spiagge di Les Anses d'Arlet
Petite Anse d'Arlet Martinica
(1)
Spiagge di Sainte-Marie
Spiaggia di Sante Marie
Spiagge di Sainte-Anne
Anse Meunier
Spiagge di Le Lorrain
Anse Charpentier
Spiagge di Les Trois-Îlets
Anse a l' Ane
Villaggi di Fort-de-France
Les Anses d'Arlet
(2)
Villaggi di Bellefontaine
Bellefontaine
Villaggi di Les Anses d'Arlet
(2)
Villaggi di Les Trois-Îlets
Paese di Diamant
Villaggi di Sainte-Luce
Sainte Luce
Villaggi di Saint-Pierre
(2)
Villaggi di Basse-Pointe
Grand'Rivière
(1)
Villaggi di Les Trois-Îlets
(1)
Villaggi di Sainte-Marie
Villaggi di La Trinité
Monumenti Storici di Le Robert
Clement House (Habitation Clement)
(4)
Monumenti Storici di Le Carbet
Camera di Commercio di Le Carbet
Monumenti Storici di Fort-de-France
Pavillon Bougenot
Monumenti Storici di Le Diamant
(4)
Monumenti Storici di Le Diamant
Memorial Anse Cafard
Monumenti Storici di Basse-Pointe
Musei di Sainte-Marie
(3)
Musei di Les Trois-Îlets
(1)
Musei di Fonds-Saint-Denis
(1)

145 cose da fare a Martinica

Giardini di Fort-de-France
Giardini di Balata
Il Giardino Botanico di Balata è un piccolo gioiello curatissimo da non perdere nella visita di Martinica. All'interno vi si possono ammirare moltissime specie botaniche tropicali, compresi diverse tipi di palme, fiori come la "Rosa di Porcellana", le ninfee in un piccolo stagno, il Balisier e gli Hibiscus, con una bellissima vista tutt'attorno sulla foresta tropicale. Ingresso euro 6,50.
Vulcani di Le Carbet
Montagne Pelée, Martinica
(2)
Il Pelee Monte è un vulcano ancora attivo che domina l'isola della Martinica e la baia di St. Pierre . Misura 1.397 metri sul livello del mare e si trova nel nord dell'isola. Fa parte di un arco vulcanico che si estende da Porto Rico lungo il continente sudamericano, lungo circa 850 km. E' un simbolo in Martinica dopo l'ultima grande eruzione che ha avuto luogo durante l'anno 1902 e ha completamente distrutto la città di St. Pierre, che era allora la capitale della Martinica (e causò il trasferimento della capitale verso la città di Fort-de-France). Morì l'intera popolazione, fatta eccezione per un detenuto di colore che più tardi divenne un eroe nazionale. Per le strade di Saint Pierre si può vedere la lava solidificata sui resti delle vecchie case, Nel Museum Frank A. Perret si possono osservare tutti i tipi di oggetti domestici e fotografie di come era la città prima di questo evento storico. Ci sono state anche altre eruzioni minori nel 1929 e il 1932. Il vulcano può essere visitato e si può salire fino al cratere, con guide specializzate e in piccoli gruppi.
Cattedrali di Fort-de-France
Cattedrale di San Luigi
(2)
A pochi passi dall'antico Palazzo di Giutizia, nella strada Schoelcher, si forma la piazza Romero, nella quale si erge questa catedrale. Venne costruita nel 1895 secondo il disegno dell'architetto Henry Piq nonostante venne ricostruita durate gli anni a causa di terremoti, uragani, incendi. Ha una struttura metallica in cui risaltano molteplici finestre che danno grade luce all'interno, e un alta torre che termina in una punta ad ago. Ciò che più risalta al suo interno sono i murales e gli affreschi che decorano ogni millimetro delle pareti e del tetto così come il grande organo che presiede l'altare maggiore. si può visitare martedì. mercoledì, giovedi dalle 14:30 alle 16 e il resto dei giorni dale 6:30 alle 11. La messa c'è ogni giorno alle 9 e alle 19.
Chiese di Fort-de-France
Sacré Coeur de Balata
(4)
È probabilmente la chiesa più conosciuta e visitata di Martinica, dato che è una riproduzione della Basilica del Sacro Cuore di Parigi. Si trova a circa 7 km da Fort de France, uscendo dalla strada RN 3 che va a Morne Rouge (conosciuta come "Route de la Trace"), in pieno Parco Nazionale Balata. Si trova sulla collina Savon, in una posizione elevata dove c' è un belvedere da dove si può godere di magnifici panorami della baia e della capitale di Martinica. La chiesa fu costruita da Monseigneur Lequien nel 1915, dopo l' eruzione della Montagne Pelée che distrusse Saint Pierre nel 1902 (fino ad allora, capitale dell' isola) e fu progettata dall' architetto francese Wuifflef. Ciò che più spicca è la cupola bizantina sulla quale si erge la statua del Sacro Cuore. L' ingresso è gratuito e si può visitare ogni giorno dalle 8 alle 12 e dalle 15 alle 18. C' è Messa quotidiana alle 9.30.
Zoo di Le Lamentin
La Tenuta di Perrine
Si tratta di un piccolo zoo e parco divertimenti per bambini. Si possono vedere gli animali d'allevamento in una zona verde, ma non solo, l'azienda ha recuperato alcuni degli animali del giardino zoologico della Martinica che fu chiuso: uccelli, gatti, scimmie, ecc. Le attività del parco, oltre allo zoo sono: mountain bike per i bambini, kayak, pesca, quad, equitazione... L'azienda vende i suoi prodotti e dispone anche di un ristorante.
Isole di Le François
Le François
(1)
Le François è una località che si affaccia sull'Oceano Atlantico. Qui si trova la Sala Clemente famosa per la produzione del rum e per il vertice franco-americano tra il Presidente Bush Senior e Mitterrand tenutosi nel 1991. (http://www.habitation-clement.fr). I turisti vengono in questo luogo per vedere il famoso "Baignoire de Josephine" (vasca di Giuseppina) e i "Fonds Blancs" (isole e banchi di sabbia)in mezzo al mare.
Spiagge di Le Carbet
Spiaggia di Cove Carbet
Una delle attrazioni della città di Le Carbet è la sua baia, circondata da una rigogliosa vegetazione, ai piedi del Monte Pelée. La città ha una grande spiaggia di sabbia fine ma nera (dovuto all'eruzione de vulcano) e con acque calde e azzurre appartenenti al Mar dei Caraibi. Sulla sponda troviamo molte palme, sotto le quali è d'abitudine vedere pescatori seduti mentre preparano le loro reti. Le Carbet è un luogo ideale per la pesca sottomarina, e per le immersione, sul suo fondale si può infatti trovare un galeone affondato.
Di interesse culturale di Fort-de-France
Bibliothèque Schoelcher
(1)
In uno dei lati del parco La Savane, all' angolo tra le vie Rúe de la Liberté e Víctor Sévère, si trova quello che, a mio parere, è l' edificio più bello di Fort de France: la biblioteca Schoelcher, che è dichiarata Monumento Storico di Martinica. Il palazzo fu progettato da Henry Picq (che disegnò anche la Cattedrale di St. Louis). Venne costruita per l' Esposizione Universale di Parigi del 1889, e dopo fu spostata in barca a Fort France. In struttura metallica finita in una cupola colossale di vetro, attira l' attenzione la sua bellissima facciata a colori che contiene i nomi di 52 letterati, filosofi e politici dei sec. XVIII e XIX. Oggi ospita la biblioteca pubblica, con più di 130.000 volumi, la maggior parte donati dall' abolizionista Victor Schoelcher. Ingresso gratuito. Orario: Lunedì 13h-17.30, dal martedì al giovedì 8.30-17.30, venerdì 8.30-17, sabato 8.30-12. Di fronte al palazzo si trova la Préfecture o Casa del Governo.
Villaggi di Fort-de-France
Les Anses d'Arlet
(2)
Il paese di Anses d’Arlet si trova, assieme alle vicine Grande Anse e Petite Anse, sulla costa occidentale della Martinica. Questi tre piccoli paesi di pescatori, adagiati sul mar dei Caraibi tra verdeggianti colline, per me sono in assoluto una delle cose imperdibili nella visita dell’isola. In modo particolare, Anses d’Arlet è anche uno dei paesi più fotografati della Martinica per via della sua pittoresca chiesa, l’Eglise de Saint-Henri, che si trova praticamente in riva al mare, e del suo lungo pontile, dal quale si può ammirare la vista a 180° su tutta la baia attorno. All'esterno della chiesa, una targa ricorda i caduti del paese durante la prima guerra mondiale, alla quale anche questo piccolo angolo di mondo ha dato il suo contributo... Il paese è costituito da una manciata di case colorate, una panetteria, un paio di negozietti di alimentari, una boutique di artigianato e souvenir, una gelateria, il piccolo cinema Atlas tuttora in attività e il suo lungomare… La spiaggia del paese, poi, è molto bella, di sabbia bianca e con mare azzurro e digradante… insomma, un piccolo paradiso fuori dal tempo incastonato in una splendida piccola baia..
Belvedere di Fort-de-France
Belvedere di Balata
Circa a 7 km dalla città, lungo la Ruta Nacional 3 verso Morne Rouge si trova la collina Savon, in cima alla quale si trova la famosa Chiesa di Montmatre de Balata ( conosciuta per essere una replica del Sacro Cuore di Parigi) e un belvedere dal quale ci sono delle viste spettacolari. Da qui si può vedere un'ampia panoramica dell'esuberante vegetazione del parco naturale di Balata, can la città di Fort de France ai suoi piedi, e il Mar dei Caraibi con sfondo.
Musei di Le Carbet
Turbina idraulica della Distilleria Depaz a Le Carbet
Uno degli edifici annessi al centro di produzione della Distilleria Depaz è quello che ospita la Turbina Idraulica. Dal 1920 il centro si rifornisce di energia elettrica attraverso questa turbina; arriva l'acqua del Fiume Roxelane e, attraverso un generatore, l'energia idraulica viene traformata in elettricità. In questa struttura ci sono pannelli illustrativi che spiegano il processo di trasformazione energetica e anche un piccolo museo dove sono esposte fotografie antiche della distilleria.
Monumenti Storici di Le Robert
Clement House (Habitation Clement)
(4)
In una giornata in cui il sole proprio non voleva saperne di uscire, siamo andati a visitare questa antica distilleria di rhum. Immerso tra piantagioni di banane e rigogliosi palmeti si trova la distilleria Habitation Clement il cui rhum è famoso in tutto il mondo. Un percorso guidato con audioguide, in italiano solo cartacea, dura circa un ora e si può visitare la vecchia fabbrica di rhum con i vari macchinari, i giardini con anche della canna da zucchero e la casa creola. Dove vengono ospitati i vari capi di stato che visitano Martinica. Ci sono infatti delle foto che ritraggono i presidenti francese e americano. Al termine della visita si possono degustare diverse tipologie di rhum. Di questi ci sono vari prezzi da poche decine di euro a più di mille per i più pregiati. L'ingresso per gli adulti è di 12 euro i bambini da 7 a 17anni 6,60 i bambini sotto i 7 anni sono gratutiti.
Città di Le Carbet
Saint Pierre
La città di Saint Pierre si trova sulla costa caraibica, a nord-ovest dell' isola di Martinica. Fu fondata nel 1635 da Pierre Belain d' Esnambuc e divenne la capitale della Martinica, fino a quando nel 1902 una devastante eruzione vulcanica del Monte Pelée la distrusse completamente, rimase sepolta sotto la lava e morirono i suoi 30.000 abitanti. La città fino ad allora aveva una buona architettura in stile coloniale, motivo per cui era soprannominata "Piccola Parigi delle Antille"; ora è chiamata "La Pompei del secolo XX". Dal 1985 è stata nominata dal Ministero della Cultura francese "Città di Arte e Storia" e il suo patrimonio è considerato Monumento Storico. È davvero sorprendente passeggiare per le strade della città e vedere le rovine degli edifici coperti da lava pietrificata. Alcuni luoghi interessanti da visitare sono: l'antico carcere, il teatro, i pilastri del ponte sul fiume Roxelane, alcune case coloniali, i vecchi magazzini, tutti diventati ruderi a seguito della catastrofe. È inoltre interessante visitare il museo vulcanologico, dove si trovano oggetti molto particolari. Esiste un trenino turistico, il Cyparis Train, che realizza un tour della città.
Statue di Fort-de-France
Monumento a Belain d'Esnambuc
Questo è uno dei monumenti del Parco di La Savane e si trova situato giusto di fronte al Malecon. Consiste in un piedistallo di marmo sul quale si erge la statua, realizzata in bronzo, di Pierre Belain d'Esnambuc, personaggio storico che nel 1635 si impossessò dell'isola della Martinica stabilendovi il primo insediamento francese.
Spiagge di Sainte-Luce
Diamond Beach
Questa è la spiaggia della cittadina di Diamante, con la sua famosa roccia. Questa spiaggia è molto bella: lunga, larga e con una magnifica vista sulla roccia e Morne Larcher (che evoca anche le curve di una donna), ma è molto frenetica. Questa spiaggia non è raccomandata per i bambini piccoli, perché le onde sono molto forti e si infrangono violentemente. Ma per fare castelli di sabbia è perfetta!
Giardini di Fort-de-France
Place de la Savane
(1)
Questo parco è uno dei luoghi più caratteristici di Fort de France. E' situato di fronte al "Fort Saint Louis" e al Porto e delimitato dalle Rues de la Liberté, Av Des Caraibes e Bd Chevalier de Ste-Marthe. Era, un tempo, la piazza principale della città, chiamata Jardin du Roy . Si tratta di un enorme giardino che occupa una superficie di circa 12 ettari, costituendo così il vero cuore della città e il principale punto di incontro per la popolazione locale. E' un grande spazio verde, con aree pedonali, prati, aiuole e palme altissime, ed è costellato da varie sculture, tra cui il Monumento ai Caduti, la statua dell' imperatrice Giuseppina (moglie di Napoleone) e il monumento a Belain d'Esnambuc. E' stato, per un periodo, lasciato nell'incuria fin quando, lo scorso anno, le autorità competenti decisero di riqualificare il posto; l'obiettivo è creare un boulevard con terrazze, locali e un mercatino di artigianato lungo il lato che dà sulla Rue de la Liberté, in cui si trovano il Museo di Archeologia e Storia e la Bibliothèque Schœlcher.
Centri Commerciali di Fort-de-France
Centre Commercial Perrinon
(1)
Si tratta di un moderno centro commerciale, inaugurato nel dicembre 2008 e situato nel cuore della città. È un edificio molto grande, a due piani, con varie entrate: in via Victor Sévère, in via de la République, e in via Moreau de Jonnes. All'interno si possono trovare numerosi negozi di ogni genere: abbigliamento, gioielli, scarpe, mobili, profumi, regali, un supermercato ... Ci sono anche diversi bar, e un parcheggio sotterraneo per oltre 600 veicoli. È aperto da lunedì a sabato, dalle 08:00 alle 19:00.
Città di Fort-de-France
Fort de France
Fort de France si trova sul Mar dei Caraibi. Fu fondata nel 1635 dai coloni francesi, dopo la costruzione di Fort Royal (oggi Fort Saint Louis), e, nonostante il suo riparato porto, non fu mai una città importante per via dello stato pantanoso dei terreni circostanti. La città fu contesa da inglesi e francese e, quando il Vulcano Pelée entrò in eruzione distruggendo l'antica capitale Saint Pierre (inizio XX secolo), Fort de France divenne la capitale amministrativa della Martinica. Da questo punto si registra un forte incremento demografico, che si traduce nelle sempre maggiori operazioni del porto, oggi il quinto porto di Francia per volume di container nonché importante scalo per le navi da crociera. La città presenta alcuni edifici storici quali la Cattedrale, la Biblioteca Schoelcher, il Museo Archeologico, il Teatro ed il Padiglione Bougneout. Uno dei posti più emblematici è il lungomare, di fronte al quale sorge il Parco La Savane, punto di incontro di turisti e residenti. La via principale della città è Rue de la Repúblique, dove si trova la maggior parte dei negozi e delle attività commerciali. Il quartiere Balata, a 7 Km. dalla città, è famoso per la Chiesa di Montmartre de Balata, replica della chiesa parigina del Sacro Cuore.