Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Trondheim?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Trondheim

67 Collaboratori

26 cose da fare a Trondheim

Cattedrali di Trondheim
Cattedrale di Nidaros
(4)
La Cattedrale di Nidaros a Trondheim è maestosa. Si trova vicino al fiume e le sue dimensioni sorprendono, perché Trondheim, città del centro del Paese, conta appena 150.000 abitanti. Tali dimensioni si devono al fatto che fu luogo di pellegrinaggio per i protestanti, perché in essa si trova la tomba di San Olaf, re vichingo morto sul campo di battaglia. È la Cattedrale gotica più settentrionale del mondo, conosciuta nel Medioevo come "il cuore della Norvegia". Accanto alla cattedrale, in quella che era la vecchia cava di pietra in cui venivano lavorati i pezzi che avrebbero composto il tempio sacro, hanno aperto una caffetteria, in cui si può prendere un caffè macchiato (gigante come in tutto il Paese) contemplando le pietre medievali e rilassarsi in tranquillità, ed al fresco (come si vede nelle foto, in Norvegia le tradizionali coperte si trovano ovunque, come incoraggiamento alla socializzazione, nonostante le temperature. Il mio viaggio è stato nel mese di agosto, con temperature mai superiori ai 14 gradi) Se andate in Norvegia, vi consiglio di fare un salto a Trondheim, per la Cattedrale e per molti altri motivi...
Porti di Trondheim
Port of Trondheim
(4)
Il Porto di Trondheim è un bel posto per fare una passeggiata in riva al mare. Qui attraccano le barche e le navi da crociera che attraversano quella zona. Dalla cattedrale di Nidaros, ci si può arrivare a piedi in 20 minuti. Noi siamo stati lasciati nella cattedrale dall'autobus del nostro circuito, poi ci hanno portati a piedi verso il porto, facendo una bella passeggiata. Praticamente è stato una delle poche cose che abbiamo visto in città, dato che ci hanno portato a dormire in un hotel fuori, quindi è uno dei migliori ricordi che serbo.
Città di Trondheim
Trondheim
(1)
Dopo 22h 53' di macchina da Milano, ho raggiunto Trondheim, ridente cittadina universitaria, 178.000 abitanti, terza città per importanza dopo la capitale Oslo e Bergen, 4 giorni di neve, purtroppo qui nella settimana di Pasqua i negozi sono tutti chiusi. Consiglio un drink o una cenetta da Egon, il ristorante è sulla torre che domina la città, posizionato su una piattaforma girevole consente una vista a 360* della città e del fiordo mentre si cena. Oltre al Duomo della Chiesa di Norvegia, è curiosa anche la chiesa di Vår Frue (Nostra Signora) che ospita al suo interno un servizio bar per i senza dimora. Nella zona del porto si trovano 2 bunker (Dora 1 e 2) in cemento armato costruiti e utilizzati dalla marina militare tedesca durante la seconda guerra mondiale, oggi si trovano gli archivi di stato, un teatro, delle palestre. Tipiche costruzioni dei mercanti realizzate su palizzate di legno in riva al fiume Nid (Nidelva) si possono ammirare dal vecchio ponte levatoio Gamle bybro.
Castelli di Trondheim
Kristiansten fortress
(2)
La Fortezza Kristiansten si trova alla periferia di Trondheim, in Norvegia. Noi abbiamo visitato la fortezza dopo aver mangiato a Kristiansund, sulla strada per il centro di Trondheim per vedere la cattedrale. Si tratta di un forte costruito nel 1681 e che è attualmente in fase di restauro. Dalla montagna in cui si trova si può ammirare una spelendidda vista di Trondeim e delle montagne. Senza dubbio questo è la più grande attrazione di questa fermata. La visita al di fuori e il cortile è gratuito.
Vie di Trondheim
Trondheim Centre
(4)
Arrivando a Trondheim: Si fa giorno in una nuova città e non appena sveglio restituisci la Toyota Prius con cui hai viaggiato per i fiordi da Bergen a Trondheim attraverso Alesund. 700 km su strade sconnesse che sembrano danzare sulle montagne norvegesi. 700 chilometri a 60 all'ora che sono diventati due giorni per raggiungere la nostra destinazione finale. Viaggio bizzarro che consisteva in andare su e giù per le montagne fino a quando un nuovo traghetto ti avvicinava alla nuova riva. Trondheim: È novembre e alle 4 di pomeriggio è notte. Fa un po' freddo. Anche se ci piacerebbe, è impossibile continuare a salire più a nord, per tempo e denaro. Ci troviamo in una città universitaria di luci tenue e melodie jazz come Bergen. La gente del posto si diverte mettendo candele enormi che identificano la strada; un'illuminazione ridotta, che gli conferisce una personalità piuttosto cupa per la città, e quindi contrasta piacevolmente con la cordialità dei suoi abitanti. La corsa: Si sta facendo tardi e dobbiamo approfittare dei pochi raggi di sole rimanenti prima di tornare a Oslo; sotto quell'aspetto di tranquillità e soddisfazione di un viaggio così bello, siamo andati a visitare la cattedrale gotica che si trova più a nord ed è la seconda della Scandinavia. Al suo interno commemorano il tragico anniversario della "notte dei cristalli". Silenzio. Accanto c'è un sentiero, in modo che per tempo abbiamo deciso di dirigerci verso questo e attraversare il ponte (Elgeseter bru) per poi continuare il cammino verso sinistra. La vista della città al tramonto da lì ci incoraggia a proseguire il viaggio. Ci sembra di essere entrati in un nuovo 'miniquartiere' appartato della città. Ci piace. Quando finiamo il giro proseguiamo per la tranquilla strada (Øvre Bakklandet e Nedre Bakklandet). Tutto è più vicino al "Dottore in Alaska" di qualsiasi architettura spagnola. Sulla sinistra sembra esserci un arrame. Siamo stanchi morti. 9 giorni in viaggio; se non è il treno è il traghetto e quando si viaggia da soli si finisce per dormire in macchina accanto a laghi ghiacciati. Il viaggio è finito e si cerca di godere degli ultimi raggi del crepuscolo dimenticandosi del freddo invernale. Serenità.
Ponti di Trondheim
Old Bridge in Trondheim (Gamle Bybro)
(2)
Il Ponte Vecchio di Trondheim è uno dei simboli più caratteristici della città. E 'stato costruito nel 1681 come passaggio verso la fortezza di Kristiansten, una delle attrazioni turistiche dove è possibile ottenere una vista eccellente di Trondheim. In origine questo era un ponte di legno appoggiato su pilastri di pietra, alle estremità c'erano casotti che fungevano da dogana e che davano o negavano il passaggio a qualsiasi persona che vi transitava. Se andiamo indietro fino al 1861 arriviamo al momento in cui il ponte fu ristrutturato aggiungendo alla struttura supporti in cemento armato con recinzioni e altri elementi metallici. Inoltre divenne un ponte levatoio al quale si puó accedere a piedi usando i suoi marciapiedi con pavimenti in legno o usando veicoli attraverso una strada asfaltata. Il Ponte Vecchio di Trondheim sorge sulle acque del fiume Nidelva che unisce le due parti della città. Conosciuta come la "Porta della Felicità" è una zona trafficata a causa dei numerosi locali che si trovano nelle vicinanze e sulle rive del fiume.
Quartieri di Trondheim
The District of Bakklandet
(2)
Gran parte del fascino di Trondheim, fondata dal re vichingo Olav Tryggvason intorno all'anno 997, è concentrata nel quartiere noto come Bakklandet. Bakklandet costituisce il cuore dell'antica Trodheim, le sue origini risalgono al XVII secolo e si trova sulla sponda est del fiume Nidelva, nelle cui acque si riflettono le facciate colorate di antichi edifici in legno che senza dubbio costituiscono uno degli elementi principali nella vita di questo quartiere. All'inizio del XVIII secolo (nel 1718), gran parte del quartiere fu avvolto dalle fiamme a causa delle mire espansionistiche della corona svedese i cui eserciti, guidati dal Generale Armfeldt, cercarono, anche se senza successo, di annettere la città. Dopo l'assedio svedese e dopo aver subito la distruzione parziale della stessa, Bakklandet recuperò gradualmente il suo aspetto originario e, quindi, intorno al fiume sono stati costruiti numerosi edifici in legno che, in gran parte, furono assegnati, come alloggi, a marinai, pescatori ed, in generale, alle classi operaie più umili della città, con il passare del tempo ed, in seguito ad un restauro laborioso e fedele, gli antichi edifici residenziali di una volta, oggi sono sede di una miriade di negozi, caffè, ristoranti ed appartamenti di lusso. I colori vivaci delle facciate in legno, il pittoresco ponte Gamle Bybro, la bellezza delle curve descritte dal Nidelva che passa per il quartiere e le strade, che brulicano di animazione, rendono Bakklandet il luogo ideale per perdersi e godere di buona musica ed un'atmosfera eccellente in tutti i suoi pub, di un buon pasto in uno dei suoi graziosi ristoranti, una deliziosa birra alla spina in uno delle sue osterie, alcune di due secoli fa, di una buona esposizione in una delle sale perfettamente predisposte per l'occasione o, perché no, di un bel pomeriggio di shopping in uno dei suoi negozi esclusivi. Se vai a Trondheim, perditi a Bakklandet e lasciarsi andare ....
Fiumi di Trondheim
Río Nidelva
(1)
Il fiume Nidelva nasce ad Hyttfossen, dove le cascate hanno lo stesso nome, e si trovano a circa 40 chilometri dalla foce a Trondheim, il terzo più importante centro urbano della Norvegia. Lungo il suo percorso ci sono cascate e molti posti da visiare e per trovare le famose trote salmonate norvegesi molto apprezzate. Siamo di fronte al più profondo fiume della Norvegia. Le foto in questo articolo appartengono al fiume Nidelva che passa per Trondheim, alcuni di loro sono state fatte dalla fortezza Kristiansten e le altre da diversi ponti che si trovano su di esso e fungono da collegamento tra le diverse zone della città. Lungo il tratto del fiume che attraversa la città possiamo trovare, oltre alle affascinanti e colorate case che sono palafitte sul fiume, si possono fare belle passeggiate e dei tour. Molte di queste passeggiate conducono a luoghi di interesse come chiese, parchi, musei, ecc. Ideale per scoprire Trondheim a vostro piacimento con paesaggi fantastici ed angoli dove senza dubbio vi divertirete molto!
Piazze di Trondheim
Torvet Square (Market Square)
(1)
Tovert Square o Piazza del Mercato è il centro e il cuore della città di Trondheim. Vicino ad altre attrazioni turistiche come la Cattedrale di Nidaros o il Palazzo di giustizia nella stessa piazza e le sue vie vicine si concentra gran parte del commercio della città. L'elemento più importante della piazza è il monumento a Olav Triggvason. Per coloro i quali non conoscano la storia di Olav vi posso dire che è stato il fondatore di Trondheim. Colono di origine russa introdusse il cristianesimo nel territorio norvegese, ma fu costretto a lasciare il paese. Al suo ritorno per riprendere possesso del suo trono morì nella battaglia di Sticklestad. Dopo la sua morte fu sepolto in qualche posto di cui non si è sicuri nella Cattedrale di Nidaros ed è diventato santo e martire della Chiesa cattolica. Un'altra particolarità di questo monumento che è costituito da una grande colonna di granito su cui si erge la statua di S. Olav Triggvason è che svolge anche la funzione di orologio solare, essendo oltretutto il più grande del mondo. Nella Plaza Torvet si possono trovare mercatini permanenti, centri commerciali, ristoranti, caffetterie e le filiali bancarie per il cambio di divisa o per accedere agli sportelli automatici. Nei dintorni si trova anche l'Ufficio del Turismo, locali tipo fast food e locali per prendersi una birra, incluso alcuni, come la tigre di malese.
Musei di Trondheim
Sverresborg Trondelag Folk Museum
La verità è che avevamo programmato di visitare questo museo perché mi era stato raccomandato nell'ufficio turistico pur essendo abbastanza lontano dal centro della città tanto che abbiamo dovuto prendere un autobus ad un prezzo abbastanza alto, come se fossimo andati in taxi. Peró ci siamo arrivati. Posso dire che é simile a molti altri come ad esempio alcuni musei che si trovano a Barcellona, ​​ma in realtá é norvegese, il fatto è che i norvegesi non hanno molta grazia nella creazione di musei, ma questo fa eccezione. A me parve molto interessante, entri ed esci da diversi ambienti che sono adibiti a negozi, sale da dentisti, ufficio postale, ecc .... che rappresentano il passato e il presente dei costumi locali. Da segnalare anche la visita ad una famiglia che vive come hanno fatto nel secolo scorso, e rappresentato da una attori simpatiquisimos cui non si capisce se i personaggi sono reali, spiegano e insegnano il tuo album di foto o brani con un tocco di organo, è un must andare alla casa dove questa famiglia vive, senza dubbio il migliore del museo. Una volta che hai visitato il esterna (dura un paio d'ore almeno) è possibile visitare il museo all'interno dove appesi alle pareti e nelle cellule di vetro, ma puoi vedere oggetti che rappresentano la Norvegia ieri quindi potuto nostro paese .. . piastre metalliche, macinacaffè, vestiti di campo ecc. La passeggiata che abbiamo fatto in modo di tenere a galla l'economia e che è in discesa e questo Paese deve camminare tutto è possibile ... te lo meriti!
Cattedrali di Trondheim
(1)
Mercati di Trondheim
Ravnkloa Fisk & Skalldyr As
Trondheim in origine Nidaros divenne per un certo periodo capitale della Norvegia. La città subì anche un incendio nel 1681. La via principale, Munkegata, attraversa il cuore della città fino ad arrivare al famoso mercato del pesce di Ravnkloa. In questo locale oltre ad acquistare il pesce sia fresco che già pronto per essere consumato è possibile mangiarlo infatti accanto al bancone ci sono tavolini sia dentro che fuori dal locale. Consiglio la zuppa, il merluzzo con patate, le cozze ed infine per i bambini i fishamburgher sono strepitosi anche per chi non ama il pesce. Si spende il giusto senza esagerare.
Fiordi di Trondheim
Trekking di Trondheim
(1)
Di interesse turistico di Trondheim
Belvedere di Trondheim
Isole di Trondheim
Di interesse turistico di Trondheim