MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Al-Batinah?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Al-Batinah

20 Collaboratori
Le destinazioni più popolari

8 cose da fare a Al-Batinah

Castelli di ar-Rustaq
Forte di Nakhal
Dominato dai monti Hajar e circondato da uno straordinario palmeto lussureggiante, il forte di Nakhal appare come una specie di miraggio con le sue eleganti forme ed il suo particolare colore che lo rende simile ad un castello di sabbia. L’accesso costa circa 1 euro e permette di visitare le sobrie stanze arredate con mobili d’epoca e di salire in cima agli imponenti bastioni, da dove la vista sulla vallata, unita alle numerose torri e merlature, è assolutamente indimenticabile. Nelle vicinanze del forte si trova una sorgente termale che scaturisce direttamente dal wadi, che serve per alimentare le piantagioni di datteri circostanti. Senza dubbio, dal mio punto di vista è il forte più affascinante di tutto il Paese.
Riserve Naturali di Barka
Isole Daymanyat
(1)
Questo paradiso terrestre, praticamente sconosciuto e quasi irraggiungibile, si trova a circa 45 minuti di navigazione dalla località di Al Sawadi e si compone di diverse isole desertiche incastonate nel mar arabico, circondate da un’intatta barriera corallina, per le quali occorre uno speciale permesso. L’unico modo che sono riuscito a trovare per raggiungerle, è stato quello di contattare il dive center dell’Al Sawadi Resort, che effettua immersioni al largo delle isole. Dopo un paio di scambio di email, sono riuscito a concordare un’uscita snorkelling oltre alla possibilità di essere lasciato per qualche ora presso una spiaggia deserta: Il problema è che l’imbarcazione non ha il permesso di attraccare sull’isola, per cui per raggiungere la spiaggia si deve necessariamente procedere a nuoto, per qualche metro, dall’imbarcazione. Sulle isole non c’è nulla: Una distesa di sabbia bianchissima con qualche corallo sulla battigia, un mare con colori straordinari ed una miriade di pesci tropicali che nuotano tra lo splendido corallo. Per organizzare l’escursione contattate il centro diving: Alsawadi@extradivers.Info Io ho speso 18 RO (circa 35 euro), partenza alle 9 e rientro alle 14.30. Assolutamente necessario prenotare in anticipo.
Canyon di ar-Rustaq
Wadi Bani Awf
L’Oman è un Paese splendido, ancora intatto e che si presta ad un viaggio con un pizzico d’avventura: Per provare questo tipo di sensazioni, basta percorrere l’incredibile pista sterrata che attraversa i monti Hajar, toccando cime maestose, canyon spettacolari e villaggi dove il tempo sembra essersi fermato a secoli fa. Per percorrere questo straordinario percorso che unisce Nakhal a Nizwa, occorre un fuoristrada, una giornata che non minaccia pioggia…ed un briciolo di follia! Le sue strade sono davvero vertiginose, alcuni punti sono senza protezione su scarpate spaventose e la strada tortuosa sembra non finire mai. Il fondo stradale è molto sconnesso, a seconda della stagione si guadano più volte piccoli torrenti che potrebbero diventare proibitivi qualora piovesse. Pertanto occorre la massima prudenza, ma alla fine il percorso è decisamente adrenalinico e divertente, oltre ad offrire panorami spettacolari. Partendo da Nakhal si percorre un primo tratto attraversando un imponente wadi, con palmeti che contrastano con le nude pareti rocciose del canyon. La strada inizia a salire all’altezza della Snake Gorge, una spettacolare fenditura tra le montagne, fino a raggiungere, a circa metà percorso, il pittoresco villaggio montano di Bilad Sayt, dove i bambini vi accoglieranno correndo dietro alla vostra auto. Da qui, superato il passo a circa 2000 metri, inizia la vertiginosa discesa verso valle, ma da questo punto in poi, perlomeno la strada diventa asfaltata.
Mercati di Šinas
Stabilimento Balneare di Nakhl
Di interesse turistico di ar-Rustaq
Di interesse turistico di Barka
(1)
Castelli di Nakhl