MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Gauteng

72 Collaboratori
Attività a Gauteng
GetYourGuide
(36)
12,73
Il più visitato a Gauteng
Piazze di Johannesburg
Nelson Mandela square
(10)
Monumenti Storici di Pretoria
Union Buildings
(5)
Piazze di Pretoria
Church Square a Pretoria
(3)
Musei di Soweto
Mandela House
(4)
Musei di Johannesburg
Museo dell'Apartheid
(4)
1 attività
Aeroporti di Johannesburg
Aeroporto Internazionale O.R. Tambo
(4)
Città di Soweto
Visita a Soweto
(1)
Musei di Soweto
Museo Hector Pieterson
(2)
Vie di Pretoria
Church street
(3)
Di interesse culturale di Soweto
Ciminiere della centrale elettrica di Soweto
(2)
Statue di Pretoria
Paul Krugger statue
(5)
Di interesse turistico di Pretoria
Telkom Tower
(1)
Palazzi di Pretoria
Oude Raadsaal Palace Court
(2)
Città di Johannesburg
Johannesburg
(2)
Mercati di Johannesburg
Neighbourgoods Market
(2)
Musei di Soweto
Mandela House
(4)
Musei di Johannesburg
Museo dell'Apartheid
(4)
1 attività
Musei di Soweto
Museo Hector Pieterson
(2)
Musei di Johannesburg
Constitution Hill
(1)
Musei di Johannesburg
South African Breweries
(1)

36 cose da fare a Gauteng

Piazze di Johannesburg
Nelson Mandela square
(10)
Il Nelson Mandela Square, si trova alla periferia della città di Johannesburg, nella zona Sandton City, che è dove ci sono la maggior parte delle catene alberghiere internazionali, uffici e banche, è un centro di grandi centrio commerciali diversi, tra questi centri commerciali di grandi dimensioni c'è il Nelson Mandela Square, dove ci sono ristoranti di diverse tipologie, specializzati in pizza, in frutti di mare, in cibo africano ecc. All'ingresso principale sorge la gigantesca statua di Nelson Mandela, questa volta con la maglia della squadra di calcio della nazionale del Sud Africa.
Monumenti Storici di Pretoria
Union Buildings
(5)
Gli edifici del governo o unión buildings sono tra gli edifici più belli di tutto il Sud Africa,le costruzioni si trovano a 50km da Johannesburg,ricorda il film "Invictus"(l'Invincibile),quando Mandela esce a dare il discorso,e del quale tutto il Sudafrica si sente orgoglioso,perchè ha segnato la fine di un periodo e lìnizio di un altro ben diverso.
Piazze di Pretoria
Church Square a Pretoria
(3)
La piazza "Church Square" si trova nel centro della città di Pretoria, capitale amministrativa del paese ed il nome deriva dal fatto che in questa zona venne costruita la prima chiesa della città. Al centro della piazza vi è anche la statua di Paul Kruger, realizzata da Anton Van Wow e che oggi rappresenta il simbolo della città.
Musei di Soweto
Mandela House
(4)
La casa in cui Nelson Mandela ha vissuto prima di essere incarcerato a metà degli anni '60, ora un museo. Dicono che ora preferisca vivere in un altro quartiere per non incrociare la sua ex moglie Winnie Madikizela-Mandela, che risiede in un palazzo circondato da splendidi giardini nelle vicinanze.
Musei di Johannesburg
Museo dell'Apartheid
(4)
All'entrata si riceve un tessera che dice Blakes/Whites o Nie blankes/Non Whites. Inizialmente non si capisce a cosa serva ma poi, una volta di fronte all'entrata vera e propria del museo si capisce: c'è un'entrata per bianchi e una per non bianchi. Le tessere sono consegnate in maniera aleatoria assieme al biglietto d'entrata. Una visita raccomandabile per conoscere la storia del recente e turbolento passato del Sudafrica. Si impiegano dalle 2 alle 5 ore per la visita completa, in funzione delle proiezioni che si vogliono vedere. Ulteriori informazioni su www.Sudafrica.Com
1 attività
Giardini di Pretoria
Giardini esteriori Union Buildings a Pretoria
(4)
Sono situati nel quartiere di Arcadia. E' un luogo molto famoso a Pretoria, ci sono numerosi edifici, come la sede del governo, e preziosi giardini aperti al pubblico , nei quali si trovano diverse statue. C'è anche un monumento ai caduti della prima guerra mondiale e diversi sentieri da percorrere. Molte scuole portano li i propri alunni.
Aeroporti di Johannesburg
Aeroporto Internazionale O.R. Tambo
(4)
L'aeroporto non è uno di quelli in cui ti perdi e non ti trovano più. Quando si arriva alla fine del modulo di uscita e si esce in strada, si attravers il passaggio pedonale e l'edificio di fronte è il parcheggio e dove finisce lo stesso passaggio pedonale c'è un'entrata a tutte le società di noleggio auto, che hanno il loro proprio spazio nel parcheggio. Quando si lascia il parcheggio si accede direttamente all'autostrada con due opzioni Pretoria e Johannesburg. Per non parlare di quanto funzionino bene i GPS, che mi ci sono voluti quasi 15 minuti per trovare il satellite (lo dico per non farvi cominciare a piangere i primi 10 minuti e dare testate contro il muro). Il modulo delle partenze esce da quello degli arrivi sulla sinistra. Vi allego alcune foto curiose dell'aeroporto. Da non perdere quando si arriva, nella zona delle partenze internazionali, una foto con il grande Mandela fatta di piccoli pallini colorati. Maggiori informazioni sull'aeroporto su http.: / / www.Toandfromtheairport.Com distanza da Johannesburg 21 km. L'aeroporto di Johannesburg è un fulcro per visitare altri paesi. Per me è stato l'inizio di un giro di 13 giorni a Johannesburg, Soweto, Pretoria, Botswana e le cascate. Lascio in http://www.mibauldeblogs.com/2010/03/sudafrica-botswana-y-zimbabwe.html
Città di Soweto
Visita a Soweto
(1)
Soweto è un'area urbana situata a 24 km a sud ovest di Johannesburg, nella provincia di Gauteng (Sud Africa). Il nome di Soweto è una contrazione dell'inglese "South Western Township" (città del sud-ovest). La popolazione è di circa 3 o 4 milioni di persone, in quanto si presume che circa il 65% degli abitanti di Johannesburg viva a Soweto. E' stata costruita durante l'Apartheid per ospitare obbligatoriamente gli africani di colore che, fino ad allora, avevano vissuto in aree che il governo aveva assegnato ai bianchi (come la zona multi-razziale chiamata Sophiatown); è stata la più alta espressione d'opposizione all'Apartheid. Oggi, la popolazione è ancora, in stragrande maggioranza, di colore. Si consiglia una visita guidata, per la pericolosità dei posti, a Johannesburg e a Soweto in particolare. Io sono andato con un autista e non mi sembrava così pericoloso. Se ci tornassi, andrei solo, ma si sa, le precauzioni in viaggio non sono mai troppe. Ah, a proposito, nelle foto vedete molte baracche: devo dirvi di non aver paura, sono solo in una piccola zona (si fotografa sempre ciò che colpisce di più). Per lo più ci sono casette basse, spartane ma ben tenute, tipo casa Mandela (ma non così restaurate).
Musei di Soweto
Museo Hector Pieterson
(2)
Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00 (domenica fino alle 16.00) Il Museo Hector Pieterson a Soweto, si chiama così in onore della prima vittima della rivolta del 1976 contro l'uso del Afrikaans come unica lingua nelle scuole. Pieterson è stato uno dei primi bambini uccisi dagli spari della polizia nel corso della rivolta di Soweto, nel 1976 . La famosa foto del suo cadavere, trasportato da un suo amico, è un'icona e simbolo della resistenza in tutto il mondo. Nel museo, si espongono le riprese video e le fotografie che documentano la protesta dove morirono 566 scolari. Per essere onesti, non conoscevo Hector Pieterson, ma il museo ci fa riflettere sulla malvagità che sono in grado di raggiungere gli esseri umani (non solo i bianchi), in relazione ai loro coetanei.
Vie di Pretoria
Church street
(3)
Church Street all'altezza della Piazza della Chiesa e fino a circa cinque isolati ad ovest e tutte le strade intorno a questa zona, rappresenta una delle migliori opzioni per passeggiare e fare shopping a Pretoria. Soprattutto risaltano i negozi di abbigliamento e, nelle vicinanzel si trovano anche alcune piccole gallerie e centri commerciali. La zona è perfetta per mescolarsi con la gente della città, passeggiare e sentirsi a proprio agio in questa tranquilla zona della città.
Di interesse culturale di Soweto
Ciminiere della centrale elettrica di Soweto
(2)
Le enormi ciminiere di una centrale idroelettrica, in stile africano, accolgono il visitatore. Qui ci si può fermare e fare alcune foto di questo punto emblematico, famoso per i suoi graffiti. Il murales su una di esse riflette la cultura della gente di Soweto, mentre la seconda si concentra sulla banca che ha finanziato i murales.
Statue di Pretoria
Paul Krugger statue
(5)
La statua di Paul Kruger, simbolo della città, realizzata da Anton Van Wow. Situata nel cuore della piazza della chiesa, per l'appunto Piazza della Chiesa. Per arrivare a questa piazza e visitare la statua e i dintorni, arrivando in auto è meglio parcheggiare ad un paio di isolati dal luogo perché la piazza è piena di gorilla o Hawks (nome dato agli aquilotti, questi uccelli abbondano in tutti i posti). Visto che il parcheggio pubblico è per mezz'ora, quello che ho fatto è stato andare in uno privato e dire ai guardiani che ero un turista e se potevo lasciarla per poco tempo. Con 2 euro l'ho lasciata quasi quattro ore.
Di interesse turistico di Pretoria
Telkom Tower
(1)
La torre delle telecomunicazioni di Pretoria si trova sulla montagna di fronte alla Union Building e da questa altezza domina quasi tutta la città. Alla torre è stata attaccato un enorme pallone da calcio per la celebrazione dei Mondali di Calcio del giugno 2010. Sicuramente diventerà simbolo non solo del mondiale ma di tutta la città.
Palazzi di Pretoria
Oude Raadsaal Palace Court
(2)
Il Palazzo di Raadsaal Oude tribunal of justice. Dove Nelson Mandela fu processato nel 1963. Non posso farvi vedere foto del suo interno, perché non fanno entrare telecamere. Voi sì che potreste entrate se lo chiedete al maggiordomo e potrete anche essere presenti in un processo a porte aperte. L'interno dispone di una sala enorme che si affacciano su due piani, al piano terra sono disposti aule di tribunale. Alcuni passaggi in angoli opposti del quadrato ti fa altre stanze dell'edificio.
Città di Johannesburg
Johannesburg
(2)
Quando leggo Javier Reverte, mi rendo conto della proprietà della sua descrizione di Johannesburg "L'Africa ha a Johannesburg la città più aspra. È una urbe confiscata ai bianchi dall'orgoglio dei neri. E tra le sue strade si respira ancora l'odio. Circondata da un labirinto di autostrade, è una città tanto caotica come brutta. Nel centro è cresciuta in forma di grattacieli, imitando New York, ma quasi non ci sono uffici: i bianchi sono emigrati nei sobborghi di lusso al nord della città come Sandton, e hanno lasciato le strade ai miserabili e ai ladri. La città ha il più alto indice di deliquenza del mondo. Essere bianco a Joburg, così la chiamano i suoi abitanti, è come essere un prigioniero di lusso. Vivono i bianchi in case fortezze, con i cancelli elettrificati, sirene di allarmi, un fiero doberman nel giardino e guardie armate sulla porta. L'unico divertimento per un bianco di Joburg è fare un giro nel centro commerciale della periferia, enorme, controllato da decine di poliziotti, in cui si può comprare di tutto. Le strade di Joburg sono una marea nera." Chi è stato qui, sa che ha abbastanza ragione.
Chiese di Soweto
Church regina mundi of soweto
La sua famosa chiesa Regina Mundi, The Queen, come tutti sanno, è ancora un punto di riferimento non solo religioso, ma anche sociale. È il simbolo della resistenza contro l'apartheid. Può essere un buon punto di partenza per visitare i caffè,i negozi e le bische dove le nuove tendenze culturali vengono battezzate nella zona. Si conservano ancora sui muri i fori della guerra di indipendenza, quando i bianchi arrivarono nel mezzo delle riunioni e arrestarono decine di persone . Essi hanno anche una vergine oscura, la Madonna Nera, che è molto venerata.
Villaggi di Soweto
Elias Mutsoaledi settlement
L'insediamento di Elias Mutsoaledi è uno dei più poveri di Soweto. Fondato nel 1993, è stato intitolato alla memoria di uno degli eroi della lotta contro l'apartheid, Elias Motsoaldi, imprigionato a Robben Island per 26 anni, insieme a Nelson Mandela ed altri leader del Congresso Nazionale Africano. Sono tutte baracche in cui manca l'elettricità e sopravvivono con alcuni generatori. E' la zona più emarginata di tutta Soweto, in contrasto con Orlando West e Dube, che sono di classe medio-alta. E' una tappa della visita a Soweto in cui si fa vedere come, gli abitanti di questa grande città nata dell'apartheid, Soweto, tirano avanti.
Mercati di Johannesburg
Neighbourgoods Market
(2)
Questo mercato si trova nel centro della città di Johannesburg. È una delle tante iniziative adottate per migliorare l'immagine del centro e invitare le persone a riappropriarsi degli spazi pubblici. Il mercato si svolge ogni sabato mattina. In questo mercato non troverete solo prodotti locali, ma anche salumi stranieri, paella e camembert. Accompagnate queste pietanze con una birra sudafricana o con succo di frutta fresca. Ideale per il brunch del fine settimana.