Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Phuket?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Phuket

83 Collaboratori
Isole di Phuket
Phuket
(10)
Isole di Phuket
Koh Tapu
(7)
Isole di Phuket
Ko Khai Nai
(2)
Isole di Phuket
Isola delle scimmie
(3)
Isole di Phuket
Khai Nok
(2)
Isole di Phuket
Spiagge di Phuket
Spiaggia di Khata Noi
(8)
Spiagge di Phuket
Karon Beach
(4)
Spiagge di Phuket
Spiaggia Laem Sing
(5)
Spiagge di Phuket
Nai Harn Beach
(3)
Spiagge di Phuket
Pathong Beach
(2)
Spiagge di Phuket
Spiagge di Phuket
(1)
Spiagge di Phuket
(1)
Spiagge di Phuket

32 cose da fare a Phuket

Isole di Phuket
Phuket
(10)
Beh, sono stato molto bene, l'importante è portarsi uno spray per le zanzare che pungono molto ma per il resto stupendo. Molto caldo, delle spiagge bellissime, buon cibo e tutto molto tranquillo e se volete vita notturna andate al centro di Phuket. Lì si trovano tutti i bar, ristoranti o qualsiasi altra cosa che si desidera comprare. E se volete tranquillità, il resto dell'isola, ideale per perdersi.Lo consiglio.
Spiagge di Phuket
Spiaggia di Khata Noi
(8)
Questa spiaggia si trova a Phuket, dirigendosi al sud attraversando le spiagge di Patong, Karon e Kata. In questa spiaggia termina la strada, e di solito chi viene a questa spiaggia è perché vi alloggia o perché si trova nelle vicinanze, perciò si tratta di un luogo non troppo saturato. È una spiaggia piuttosto lunga e di sabbia fina. Per dormire avete l'hotel Katathani che è dove siamo stati noi. Si tratta di una spiaggia per rilassarsi, l'acqua è abbastanza mossa e i surfisti vengono qui in certi periodi dell'anno. Ad un lato c'è una montagna ricca di vegetazione e dall'altro una splendida scogliera in roccia, da dove vedrete meravigliosi tramonti, e cenerete nel Mom Tri's Village mentre osservate le onde rompere sugli scogli. Le altre spiagge sono abbastanza vicine: per esempio la più conosciuta, che è quella di Patong, si trova a circa 20 minuti da Tuc -Tuc. Si tratta di una spiaggia per rilassarsi e distendersi.
Isole di Phuket
Koh Tapu
(7)
Ecco il commento per uno dei viaggi che abbiamo fatto all'isola di Koh Tapu.. Mmmmm. Beh meglio conosciuto come James Bond Island nel film L'uomo dalla pistola d'oro. La giornata è cominciata conil cielo nuvoloso, ma d'altra parte si sa che in Tailandia può cadere acqua a catinelle per 20 minuti e poi il resto della giornata è splendido. Bisogna dire che l'isola è abbastanza frequentata da turisti. La cosa peggiore è fermarsi sulla spiaggia, la migliore uscire a esplorare zone delle isole che non tutti hanno il coraggio di raggiungere. Le foto parlano da sole.
Spiagge di Phuket
Karon Beach
(4)
La Thailandia ha un clima molto variabile, soprattutto in alcune aree del paese. C'è un periodo compreso tra maggio e settembre che si caratterizza per i monsoni provenienti dal mare delle Andamane. iQuesta fotografia è stata scattata sulla spiaggia di Karon, alle 16 del pomeriggio: in quel momento, come si vede, stava arrivando un bel monsone.
Spettacoli di Phuket
Phuket FantaSea
Elefanti che volano! Elefanti che scompaiono! Cannoni che sparano! Gente che vola, polli e capre sul palco, fate danzanti, danze thailandesi di ogni parte del paese, rappresentazioni di scene belliche... Tutto quello che è capace di offrirvi la Thailandia lo potrete trovare sulla fantastica isola di Phuket, nel sud, al Phuket FantaSea. Uno spettacolo di quasi due ore in cui viene messo in scena il meglio della cultura tailandese. Potete cenare con piatti tipici in uno degli enormi padiglioni del FantaSea o visitare i numerosi negozi che si trovano nelle strade circostanti. L'attesa dell'inizio dello spettacolo è animata da danze ed elefanti! A tutto ciò si deve aggiungere il servizio navetta gratuito che ci è stato offerto dall'hotel e la gentilezza che caratterizza i conducenti thailandesi :D
Di interesse turistico di Phuket
Zingari del Mar Rawai
(2)
Nel sud-est di Phuket si trova questo curioso villaggio popolato da zingari di mare, la maggior parte di religione musulmana, il cui unico sostentamento è la pesca. Le case sono palafitte di legno che formano varie "strade". C'è un piccolo mercato coperto dove si possono acquistare alcuni prodotti artigianali, spezie e - naturalmente - pesci. C'è un ristorante il cui menù si basa su piatti di pesce fresco e, anche se la pulizia non è proprio perfetta, vale la pena fermarsi a pranzo per avere una vista privilegiata della costa.
Spiagge di Phuket
Spiaggia Laem Sing
(5)
Leam Singh Beach si trova a 20 minuti da Patong salendo verso nord. È una spiaggia pubblica e quindi sdrai e ombrelloni sono a pagamento (costi contenuti) e per lo più frequentato da italiani e francesi. È una spiaggia che non si vede dalla strada principale e per raggiungerla bisogna scendere un sentiero abbastanza ripido. Ideale per gli amanti dello snorkeling e inoltre ci sono diversi bar e ristoranti tipici Thai. Se non mi credete inseritre "leam singh beach" in qualsiasi motore di ricerca e rimmarrete sorpresi.
Spiagge di Phuket
Nai Harn Beach
(3)
Le spiagge di Phuket, da qualche tempo a questa parte, sono molto turistiche. Inoltre si sono cominciati a costruire nelle vicinanze centri commerciali, ristoranti, strade e bar. Non è facile dunque trovare una spiaggia "naturale", senza la musica assordante dei locali. Ma Nai Harn è rimasto ancora uno di quei paradisi naturali in cui di solito si recano le persone alla ricerca di un posto tranquillo in cui rilassarsi. Speriamo che non cambi e che non sia mai interessato da quei processi di urbanizzazione massiccia che hanno modificato le spiagge dei dintorni. Una sdraio costa 1 o 2 euro (per tutto il giorno), succo di cocco fresco (o succo d'arancia, se lo preferite), il rumore del mare, sabbia bianca, nessuna moto d'acqua che fa rumori orribili.... Questa spiaggia è davvero il paradiso.
Isole di Phuket
Ko Khai Nai
(2)
La sorellina piccola dell' "isola uovo" Koh Khai Nok è Kho Khai Nai. Un'isola dove non ci sono edifici di nessun genere molto vicino alla sorella maggiore, così vicino che molti che praticano lo snorkel vanno da un'isola all'altra per godere del suo spettacolare fondale marino. Un'isola con piccole baie circondate da alberi nella quale si può godere del fatto di essere in un ambiente completamente naturale. una preziosità. Per raggiungerla nuotando bisogna farlo senza macchina fotografica, così posso mostrare solo le foto dalla isola uovo. Da Phuket avete vari posti per accedere a queste isole noleggiando una barca o con tour operatori. Si tarderà circa 25 minuti con una lunga coda da Loh Jaak Pier. Si può raggiungere anche dalla baia di Chalong, Laem lui e Koh Sirey, che sono forse i punti più vicini di questa isola. Vi lascio qualche foto per mostrarvelo. Saluti
Strade di Phuket
Kata noi
(1)
Uno dei giorni migliori che abbiamo passato a Phuket è stato uno dei due giorni che ha piovuto. Quella mattina abbiamo nuotato in mare e l'acqua era stupenda, ed è possibile che compaiono proprio quando il mare è un pó agitato. Bene, allora mi rilasso pensando che sono semplicemente degli animali e timidi per di piú, si sa che la paranoia non fa bene. Dopo la prima colazione abbiamo deciso di fare una passeggiata lungo la strada che da Kata arriva a Karon Noi. Lungo la strada, abbiamo potuto ammirare una gran vegetazione e le montagne che circondano la zona. Una passeggiata che a me è piaciuta tanto perché non comune a quelle che generalemnete si fanno in spiaggia e dove ci sono negozi, posti per mangiare e solo in poche zone si poteva ammirare il panorama montagnoso. Siamo stati benissimo, soprattutto perché quando si cammina in questi siti ci si rende conto come è realmente la vita della popolazione locale. Qui avete un esempio di ciò che intendo. Saluti.
Isole di Phuket
Isola delle scimmie
(3)
In uno dei nostri viaggi in una delle isole più popolate della Thailandia, abbiamo avuto l'opportunità di fermarci in una di queste aree impressionanti in mezzo al mare: un'isola piena di vegetazione,a prima vista inaccesibile. Sul perimetro dell'isola avvistammo una piccola caletta, piuttosto un piccolo tratto di spaggia che credo non avremmo mai trovato se ci fossimo andati da soli. Quando eravamo nei pressi della caletta ho capito il perché del nome Monkey Island. Ovunque ci sono piccoli macachi che aspettano impazienti l'arrivo dei turisti e il premio conseguente che viene offerto loro. Per toccare le scimmie abbiamo dovuto pagare un "pedaggio" consistente in un vassoio pieno di banane che le scimmie ci rubavano dalle mani. I più temerari non aspettavano che gliele offrissi, ti saltavano addosso e te le prendevano. Poi c'era il "capo del clan" attira subito la tua attenzione, è più grande ed è quello che ha osato salire a bordo della barca per avere più cibo. Un viaggio incantevole, altamente raccomandato, facendo attenzione a non turbare o innervosire queste scimmie perché un graffio o un morso di questi animali ti obbligherebbe ad andare all'ospedale per il vaccino e perdere del tempo prezioso. Se amate la natura e vi trovate da queste parti, senza dubbio dovete venire qui. Saluti.
Porti di Phuket
Royal Phuket Marina
(1)
Si tratta di un porto situato nella parte orientale dell'isola di Phuket,da cui partono numerose escursioni organizzate dalla Andaman Leisure Phuket, con guida e pranzo inclusi verso le isole vicine, come quella alla Baia di Pangnga, con l'isola di James Bond ed il Parco Nazionale di Phang Nga e quella diretta alle isola Phi Phi con le sue fantastiche spiagge (il tragitto dura circa 1h 30). Il Royal Phuket è un porto moderno dotato anche di numerosi locali e ristoranti.
Templi di Phuket
Wat Chalong
(2)
Anche se è più famosa come località "di mare" più che come località "storica", Phuket vanta 29 templi, di cui il più noto è sicuramente il tempio buddista di Wat Chalong. L'ingresso è gratuito. È costruito in stile Rattanakosin, come migliaia di altri templi thailandesi. La struttura centrale si chiama la "Grande Pagoda". Si distribuisce su diversi livelli, con molte statue e affreschi. Purtroppo è un tempio sempre affollato, quindi è difficile poterne apprezzare la "spiritualità".
Surf di Phuket
Surf House
(1)
Quando il mare è piatto ma volete fare surf o volete iniziare a praticarlo, è qui che dovete venire. E' un posto davvero originale, con una sorta di piscina inclinata in cui un istruttore vi insegnerà a muovere i primi passi nel mondo del surf. La corrente è forte ed è difficile tenersi in piedi. C'è anche un bar in cui potete prendere qualcosa da bere o ordinare hamburger e panini. Aperto dalle 10 fino a mezzanotte.
Pub di Phuket
Naiharn Reggae Bar
(1)
Vicino alla spiaggia di Nai Harn, sull'isola di Phuket, abbiamo trovato uno di quei posti strani che di solito si scoprono casualmente. Stavamo tornando all'hotel, quando all'improvviso abbiamo vissuto un'esperienza di quelle che finisci per raccontare sempre quando parli dei tuoi viaggi. Abbiamo trovato un locale davvero piacevole gestito da una famiglia Rasta. Nel locale si stava festeggiando il Full Moon Party (in un modo che non ha nulla a che vedere con quello che di solito si vede nei vari programmi dedicati ai "viaggiatori"), che è diventato un vero e proprio festival multiculturale, dove tutte le stranezze erano concesse. Churrasco, tatuaggi fluorescenti, dj provenienti da tutto il mondo... abbiamo avuto la sensazione di aver vissuto qualcosa di davvero speciale.
Vie di Phuket
Thalang Road
(1)
Il centro storico è davvero una bella zona da visitare a piedi: è formato da appena 4 o 5 strade, che - però - sono molto caratteristiche. La strada principale è Thalang Road, tutti gli edifici sono dei primi del Novecento in stile coloniale anglo-portoghese, ma presentano anche degli elementi cinesi. Questa città ha infatti ospitato varie culture: malesi, cinesi, portoghesi... molta gente si trasferì in città a seguito del boom delle miniere dello stagno nel secolo scorso. Quelli che vedete su questa strada, dunque, sono i palazzi in cui vivevano i magnati di questo metallo. Dopo anni di abbandono, ultimamente è stato intrapreso un restauro della zona.
Isole di Phuket
Khai Nok
(2)
Questa isola, anche se piccola, è la sorella maggiore delle isole Khai, la più piccola è Koh Khai Nai. Queste isole sono l'ideale per rilassarsi su spiagge di sabbia bianca e per fare snorkeling da un'isola all'altra, perché la profondità è piccola e la distanza tra le isole può essere di circa 150 metri. La chiamano "isola uovo" perché ha questa forma se la vedi dall'alto visto che proprio nel centro si trova una piccola roccia con vegetazione che contrasta con la sabbia bianca intorno. Non sono isole dove alloggiarsi perché, essendo così piccole, non vi sono hotel, ma sì ci sono alcuni chioschi per rinfrescarsi se l'intenzione è di rimanerci tutto il giorno. Le sue acque sono turchesi, verdi e blu, dipende dalla luce e si dice che se si è fortunati si può vedere un gruppo di delfini che passano da qui piuttosto spesso. Sul lato sud dell'isola c'è sempre la possibilità di vedere banchi per niente piccoli di pesci colorati e alcuni turisti gli lanciano del pane per vederli saltare mentre nuotano con loro. Vedemmo questa spiaggia di ritorno da Phi Phi Island e facemmo una pausa prima di tornare a Phuket che si trovava a soli 20 minuti dalle isole. Si può arrivare qui da Phuket dall'imbarcadero di Laem Hin Pier dalla baia di Chalong affittando una barca o tramite un tour organizzato, ma in realtà, se si vuole andare solo a queste isole è più economico andarci da soli e la distanza è minima. Saluti.
Di interesse culturale di Phuket
Phuket Big Buddha
(4)
Phuket è purtroppo una delle mete più turistiche di tutta la Thailandia e possiede alcune spiagge davvero affollate. Se decidi di prenderti un momento di tranquillità raggiungi la parte sud dell'isola e poco lontano dal paese di Chalong troverai il Big Buddha. Puoi andare tranquillamente con uno scooter. In realtà lo si nota da molte parti dell'isola, essendo molto grande e posto in cima ad un collina. Per raggiungerlo segui le frecce rosse che trovi sparse un po' ovunque nella parte sud di Phuket. Il Buddha è tuttora in costruzione ed è ricoperto di alabastro birmano bianchissimo. La sua lucentezza è unica e puoi vedere, nell'edificio poco lontano dalla statua, le varie fasi della costruzione, in foto e documenti d'epoca. Un altro motivo per arrivare fino alla cima di questa collina è la meravigliosa vista che potrai ammirare... sia sulla parte sud dell'isola che su quella ovest.