Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Chiesa Ortodossa Romana dei SS Costantino ed Elena?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Chiesa Ortodossa Romana dei SS Costantino ed Elena

info
salva
Salvato

4 opinioni su Chiesa Ortodossa Romana dei SS Costantino ed Elena

3
Guarda le foto di Carlos Olmo
3 foto

All'ingresso della urbanizzazione lag...

All'ingresso della urbanizzazione Lagunita,che appartiene al Comune el Hatillo, troviamo la Chiesa ortodossa rumena di Costantino ed Elena: Una bellissima costruzione artigianale fatta rigorosamnete con legno di rovere e quercie, pensate portati dalla Romania e assemblato di artigiani romeni senza alcun tipo di attrezzature. Ha un campanile alto più di 30 metri a cui si accede da una bella scalinata ricavata da un unico tronco. Ci sono solo 15 templi del suo genere al mondo e solo 2 di loro sono fuori della Romania.
Carlos Olmo
20
Guarda le foto di Pedro Javier Arriaga Aguirre
20 foto

Una delle due chiese ortodosse romene di fuori della romania

Chiesa di San Costantino e S. Elena (rumeno: Biserica Sfintii Imparati Constantin şi Elena din Caracas) Più di 60.000 scandole di legno e non un solo chiodo nella sua struttura a forma di arca di Noè: Chiesa ortodossa rumena San Costantino e Santa Elena, che si trova all"ingresso di la Lagunita dal 1999, è piuttosto una stranezza in città. E "stato donato dalla Chiesa ortodossa romena del Venezuela e il governo della Romania per la comunità ortodossa di Caracas. Il terreno per la sua costruzione è stato dato dal comune. Si sottolinea che ci sono 15 templi religiosi di questo genere in tutto il mondo e solo due di loro sono al di fuori della Romania. E "stato costruito da artigiani provenienti quartiere Maremures in Transilvania. Padre Vasile Lungeanu e sua moglie Mioara sono quelli che si rivolgono inviato dal Patriarcato Romeno, riferiscono che la struttura soffre di problemi di umidità gravi che devono essere affrontati al più presto possibile, e credono che un modo per ottenere che l"aiuto sta raggiungendo il singolare costruzione è dichiarata patrimonio culturale della città. Il tempio è stato costruito con l"aiuto della comunità romena ortodossa e grazie alla grande spinta che ha dato Cornelio Popescu, che divenne sindaco di Chacao dopo le dimissioni di Irene Saez nel 1998. E "stato assemblato senza chiodi o oggetti metallici nella sua struttura ed è ornato con dipinti religiosi neobizantinas. Il campanile sorge più di 30 metri. Tutti i pezzi di legno per soffitti e pareti, portati dalla Romania, secondo le tradizioni sacre per evitare somiglianze con ferriere e martiri della crocifissione. E "stato inaugurato nel 1999 e che agiscono come un piatto dice nel suo post, preso parte Teoctist I, Patriarca della Chiesa ortodossa romena per quel momento. affreschi bizantini all"interno sono state fatte da Titina Nitu e Mihaela Popa Profiriu. La struttura è inteso come una replica della chiesa più alta in Romania. E "molto interessante e quando si va a Hatillo e guardando questa Chiesa viene trasportato al Transilvania rumena, colpito da questa meravigliosa religione, le tradizioni e l"architettura di questa città senza credere che è stato portato disarmato in barca da terre lontane a Hatillo. Coordinate: 10 ° 25"06.6 "N / 66 ° 49"16.6" W

Una de las 2 iglesias ortodoxas rumanas fuera de rumania

Iglesia de San Constantino y Santa Elena, (en rumano: Biserica Sfinţii Împăraţi Constantin şi Elena din Caracas)

Más de 60 mil tejas de madera y ni un solo clavo en su estructura con forma de Arca de Noé: el templo ortodoxo rumano San Constantino y Santa Elena, ubicado en la entrada a La Lagunita desde 1999, es toda una singularidad en la ciudad. Fue donada por la Iglesia Ortodoxa rumana de Venezuela y el Gobierno de Rumanía a la comunidad ortodoxa de Caracas. El terreno para su edificación fue cedido por la Alcaldía. Se destaca que hay 15 templos religiosos de este tipo en el mundo y sólo dos de ellos están fuera de Rumanía. Fue edificada por artesanos originarios del distrito de Maremures en Transilvania.

El padre Vasile Lungeanu y su esposa Mioara, son quienes la atienden enviados por el Patriarcado Rumano, relatan que la estructura sufre por problemas graves de humedad que deben ser atendidos cuanto antes, y creen que una manera de conseguir esa ayuda es logrando que la singular construcción sea declarada patrimonio cultural de la ciudad.

El templo fue construido con ayuda de la comunidad rumana ortodoxa y gracias al gran empuje que dio Cornelio Popescu, quien llegó a ser alcalde de Chacao tras la renuncia de Irene Sáez en 1998.

Fue ensamblada sin clavos ni objetos metálicos en su estructura y está adornada con pinturas religiosas neobizantinas. La torre del campanario se eleva a más de 30 metros. La totalidad de las piezas de madera para los techos y paredes, traídas de Rumanía, según tradiciones sagradas para evitar semejanzas con los herrajes y martirios de la crucifixión.

Fue inaugurada en 1999, y en dicho acto como dice una placa en su entrada, tomó parte Teoctist I, Patriarca de la Iglesia Ortodoxa Rumana para ese momento. Los frescos bizantinos en su interior fueron realizados por Titina Nitu Popa y Mihaela Profiriu. La estructura pretende ser una réplica de la Iglesia mas alta de Rumanía.

Es MUY INTERESANTE y cuando uno va al Hatillo y busca esta Iglesia se trasporta hacia la Transilvania Rumana, impresionado con esta maravilla de la religiosidad, tradiciones y arquitectura propia de este pueblo y sin creer que haya sido traída desarmada en barco desde tan lejanas tierras hasta el Hatillo.

Coordenadas: 10º 25´06.6” N / 66º 49´16.6”W
Pedro Javier Arriaga Aguirre
Traduci
Vedi l'originale
3
Guarda le foto di Adriana Arias Simonovis
3 foto

La chiesa curiosa ortodossa rumena di el hatillo

Questa chiesa è come cane verde delle chiese cristiane di Caracas. È venuto in barca da Romania, che è una rarità in un paese tropicale. Quando si parla al vostro parroco, ci si rende conto rapidamente che è stato costruito senza un solo chiodo a mano e ha il campione più importante della pittura bizantina della città. Quello che mi piace è che il legno è robusto e sembra del tutto fuori luogo in Transilvania impronunciabile.

La curiosa iglesia ortodoxa rumana de el hatillo

Esta iglesia es como el perro verde de las iglesias cristianas de Caracas. Vino en barco desde Rumanía, eso ya es una rareza en un país tropical. Cuando hablas con su párroco, enseguida te cuenta que fue construida artesanalmente sin un solo clavo y que tiene la muestra de pintura bizantina más importante de la ciudad. Lo que a mí más me gusta es que es de madera robusta en su totalidad y parece salida de un lugar impronunciable de Transilvania.
Adriana Arias Simonovis
Traduci
Vedi l'originale
3
Guarda le foto di Verónica Delgado
3 foto

Un po "di altre terre

Il movimento di persone lontano, quasi nascosta è questa Chiesa particolare e anche se non avuto la fortuna di entrare dall"esterno è possibile vedere i dettagli di questa bella struttura che facilmente ci trasporta verso altre terre, dimenticando che si trova nei pressi di Caracas. Ottimo posto per incontrare e scattare belle foto. Per arrivare con i mezzi pubblici, si può prendere un autobus da Chacaito e una volta nel villaggio di Hatillo si può raggiungere a piedi la chiesa.

Una pedacito de otras tierras

Alejada del movimiento del pueblo, casi escondida se encuentra esta iglesia tan particular y aunque no tuve la fortuna de entrar desde afuera se pueden apreciar los detalles de esta hermosa estructura que fácilmente nos trasporta a otras tierras, olvidando que se encuentra cerca de Caracas. Excelente lugar para conocer y tomar excelentes fotografías.
Para llegar en transporte público, se puede agarrar un autobús desde chacaito y una vez en el pueblo del Hatillo se puede ir caminando hasta la iglesia.
Verónica Delgado
Traduci
Vedi l'originale
Pubblica
Pedro Javier Arriaga Aguirre

Informazioni Chiesa Ortodossa Romana dei SS Costantino ed Elena