Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Ghats di Varanasi?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Ghats di Varanasi

info
salva
Salvato

25 opinioni su Ghats di Varanasi

20
Guarda le foto di Anushka
20 foto

Life in ganga (गंगा)

Preghiere, pulizia della biancheria, vasche da bagno, pellegrinaggi, feste, cremazioni, la meditazione ... o semplicemente contemplare un mondo così vicino e così lontano in un momento, questa è la vita nel Gange. Conosciuto in India come Ganga Maa (Madre Ganga) o Ganga Devi (dea Ganga) in questo fiume, pur essendo il più inquinato del mondo, si può avere la possibilità di vedere gli animali morti galleggiante in acqua o anche resti umani (in alcuni punti di passaggio, come la città santa di Benares), il colore verde marcio delle sue acque, ecc, ecc, ecc, è, nonostante tutto, un luogo di vita, credenze e tradizioni. Forse la speranza che la casa gli indiani che ogni tuffo nel fiume serve per espiare un peccato o disperdere le ceneri di un cadavere nel Gange impedisce il ciclo della reincarnazione del defunto, fa un gran numero di indù effettuare dei continui pellegrinaggi al fiume per fare il bagno in esso o meditare sulle sue sponde, o semplicemente per ragioni di ordine pratico, dal momento che nel suo viaggio di 2510 km è irriga le acque territoriali (secondo dati del 2005, il Gange e dei suoi affluenti drenante un fertile 907,000 km ² del bacino delle risorse naturali, che fornisce circa 400 milioni di persone (credo che siano molti, ma i dati sono offerti dalla edizione online di El Pais del 21/11/09), come se fosse poco!. La città dove il fiume acquisisce maggior rilievo è senza dubbio Varanasi (Benares o), prima di Kashi (Città della Luce), abitata da un milione di persone, e ogni anno è molto visitato durante la stagione dei pellegrinaggi da un altro milione di persone (tra cui le persone che sono venute qui in cerca del loro "cimitero degli elefanti", perché se si muore qui, si è a metà strada per rompere il ciclo della reincarnazione). Comunque, in entrambi i casi, questo fiume è speciale (a parte la vita offerto a loro modo) e si sente nell'ambiente. Personalmente preferisco la zona nei pressi della nascita del fiume, come la città di Rishikesh (della quale vi ho già detto qualcosa), ho potuto godere di alcuni tramonti con come sfondo la sintonia dei cantici qualche anima swami che medita sulle sue rive, quindi se siete in grado di lasciare che i vostri pensieri volino grazie ai suoni e sentire la pace che ospita la tua anima, per un attimo, prima che gli ultimi raggi, vi spingano involontariamente a guardarli, sentire, meditare, e lasciare che la pace assoluta invada il vostro essere per consentire che le vostre idee si perdano, come si vede il giorno appena passato prima della notte (non in senso religioso o esoterico, solo provando la sensazione di qualcosa che è dentro di voi ed in momenti come questo che si è in grado di sentire o indovinare con grande chiarezza). Forse ha qualcosa a che fare con la magia della vita sul Gange.
"Quando si inizia a bruciare i cadaveri, sembra come se i morti stessero per uscire dal rogo. Crepitano, si muovono e, quindi, il fuoco li divora un pezzo dopo l'altro, sotto lo sguardo sereno di quelli che erano i loro cari. Solo qualche vecchio, un'emozionata sorella o una moglie più debole devono asciugarsi qualche lacrima. Gli altri lo vedono senza pena e si congratulano con il morto mentalmente perché il destino ha avuto pietà di lui e lo ha portato fuori da questa valle di lacrime. I Molti corvi attendono cupi in cima a un albero bruciacchiato. Sembra quasi che sappiano di già che non rimarrà niente per loro..... Infatti, per gli indù,l'uomo è fatto di fango e non merita altro destino ... ". Mircea Eliade (un filosofo, antropologo, storico e romanziere rumeno)
Ci ho messo un un po' per farlo, ma finalmente posso condividere con voi le foto di questa esperienza trascendentale, serviranno sempre per aiutare a capire meglio quello che vi sto raccontando. Saluti e molti viaggi.
Anushka
6
Guarda le foto di Marilo Marb
6 foto

Tutti gli indù devono fare un pellegr...

Tutti gli indù devono fare un pellegrinaggio nella zona di Varanasi, almeno una volta nella vita, e dire che se si muore lì, le ceneri vengano gettate nel fiume per terminare il ciclo della reincarnazione. Così non è raro vedere intere famiglie che si siedono sui gradini dei Ghati, bagnandosi e sommergendosi in quest'acqua e repetendolo varie volte giá che ogni volta che ci si sommerge ci viene perdonato un peccato. Se si considera il numero di microrganismi (e poi non sono cosí micro...ve lo posso assicurare), che ci sono nel Gange, possiamo pensare che sia quasi un suicidio lavarsi i denti, fare gargarismi, o bere l'acqua .. (che se la bevano loro), ma semplicemente mettere un piede. Secondo le statistiche, l'incidenza di cancro del pancreas è più alto tra gli abitanti delle rive del fiume, e ogni anno muoiono di dissenteria l'incredibile cifra di centinaia di migliaia di persone. Tenete presente che se un fiume d'Europa filiforme contiene 500 batteri per litro, le acque di questo fiume sono 500.000 qualcosa di sacro, quindi se si deve avere il fiume, perché dopo ogni immersione, il pellegrino va come se avesse preso un tuffo in qualsiasi spa in Svizzera.
Marilo Marb
1
Guarda le foto di Oscar Lopez Castedo
1 foto

Varanasi è conosciuta per i suoi ghat...

Varanasi è conosciuta per i suoi Ghat sulla sponda del fiume Gange, è come se una città parallela giacesse sulle rive del fiume, le persone che vivono e sopravvivono in scialuppe sgangherate ed edifici, ma ben arredati, situati lungo tutto il margine del fiume. Quelle acque sono dove la gente fa il bagno, pulisce, cucina, fa la sua necessità, ecc ...

Si devi aver preparati i sensi, in particolare l'olfatto, come in tutta l'India, ma in questa città è più percettibile e notabile.

La carica spirituale nei ghat e nel Gange è straordinaria. Sulle sue sponde si realizzano rituali di cremazione, esser testimone di uno di questi eventi nel Gange, di come si prepara il rogo per la cremazione, e si disperdono le ceneri nel fiume mi ha portato a una profonda riflessione sulla vita, l' inizio, la fine e tutte le circostanze che passano nel corso della vita. E' stato strano quando si cerca di stare a una distanza di sicurezza e ancora ti chiedono i soldi per vederlo, era chiaro che volevano solo approfittarsene e ottenere qualcosa, era gente che non aveva nulla a che fare con la famiglia, dopo tutto, sono le peculiarità di questo paese.

Il numero di ganci e offerte di percorsi grandi, belli ed econimici è costante, per cui si deve prenderla con calma. Basti pensare che sono alla ricerca di un modo per guadagnarsi da vivere e noi, i viaggiatori occidentali, sono la migliore opportunità che possano avere.
Oscar Lopez Castedo
3
Guarda le foto di patrick
3 foto

Un mondo sul fiume

Sadhu con i loro vestiti arancioni, lavoratori indaffarati che portano avanti e indietro i loro carichi, gente che si lava o fa il bucato, la folla allegra di un matrimonio, la processione lenta di un funerale, i fumi delle pire, ragazzini che provano a chiedere soldi per farvi passare, mercanti di seta, barcaioli e, naturalmente turisti spaesati e anche qualche hippy nostalgico del tempo che fu. E' un mondo intero quello che passa davanti camminando lungo il Gange a Varanasi e vi suggerisco di farlo subito appena arrivati in città, prima di perdervi nelle labirintiche viuzze interne. E vi suggerisco di farlo più volte, a diverse ore del giorno, anche quando fa buio.
patrick
Leggi altre 10
Pubblica
29
Guarda le foto di Roberto Gonzalez
29 foto

Le terrazze della vita e della morte

La visita a Varanasi deve includere una crociera in barca sul fiume all'alba, quando i templi di Otilla sono inondate di luce morbida. Rompendo la gente del posto díalos lasciare le strade labirintiche di andare al ghat, dove si lavano i panni, eseguire asana yoga e viene dato un bagno rituale. Il più affascinante è il viaggio che va da Dasashvamedha Manikarnika a Ghat. L'esercizio di un'attività fiume decine di barche a remi, che possono essere affittati a ore. Le tariffe sono negoziabili, così si dovrebbe fissare il prezzo di affitto di una anttes. Tra i ghat più importanti trovare il Ghat Darbhanga, con le sue alte torri e torrette dei havelis vecchi eretto all'inizio del XX secolo da due principi di Bihar, in stile greco con colonne, Dasashvamedha Ghat, il luogo più sacro a Benares, che deve Il suo nome dieci cavalli da macello contemporaneamente reso Brahma il Creatore. Qui siedono file di sacerdoti sotto gli ombrelloni di bambù e condurre le preghiere rituali, lo scioccante Manikarnika Ghat, il luogo di cremazione che brucia giorno e roghi notturni, mentre i corpi avvolti giacciono accanto a cumuli di tronchi. Al centro è il bene che Vishnu scavato con il suo album prima del Gange che scorre qui. Morire a Varanasi è motivo di festa per gli indù, perché qui si raggiunge la salvezza immediata o moksha, la liberazione dal ciclo delle rinascite. Apparentemente Shiva sussurra in un orecchio del morente, in modo che tutti coloro che vengono qui può scadere il suo ultimo respiro ...

Las terrazas de la vida y de la muerte

La visita a Varanasi debe incluir una travesía en barca por el río al amanecer, cuando los templos de la otilla están bañados por una suave luz. Al romper el díalos lugareños abandonan las laberínticas calles para dirigirse a los ghats, donde lavan sus ropas, realizan asanas de yoga y se dan un baño ritual. La travesía más fascinante es la que va desde Dasashvamedha a Manikarnika Ghat. Por el río navegan decenas de barcas de remo, que pueden alquilarse por horas. Las tarifas son negociables, por lo que conviene fijar el precio anttes de alquilar una.
Entre los ghats más importantes encontramos el Darbhanga Ghat, con sus altas torres y torretas de las antiguas havelis erigidas a principios del siglo XX por dos príncipes de Bihar, con pilares de estilo griego; Dasashvamedha Ghat, el lugar más sagrado de Benarés, que debe su nombre al sacrificio simultaneo de diez caballos que realizó Brahma al Creador. Aquí se asientan hileras de sacerdotes bajo parasoles de bambú y conducen las oraciones rituales; el impactante Manikarnika Ghat, lugar de cremación donde arden día y noche las piras funerarias, al tiempo que los cuerpos amortajados yacen junto a pilas de troncos de madera. En el centro está el pozo que Visnú excavó con su disco antes de que el Ganges fluyera aquí.
Morir en Varanasi es motivo de celebración para los hinduistas, pues aquí se logra la salvación instantanea o moksha, la liberación del ciclo de reencarnaciones. Al parecer Shiva susurra palabras al oido de los moribundos, por lo que todo el que puede acude aquí a expirar su último suspiro...
Roberto Gonzalez
Traduci
Vedi l'originale
23
Guarda le foto di SerViajera
23 foto

Vivace, colorato, resistente, bello, ...

Vivace, colorato, resistente, bello, di routine, spietato, gioiosa, dolorosa, ogni giorno, e di diverso è la vita in ghat di Varanasi. La luce dorata dell'alba riempito i palazzi che si affacciano sul Gange. Questo è il momento migliore per noleggiare una barca, guardare e scattare con la prospettiva sacro della città. Non appena il sole tramonta nei Ghati, di routine religiosa inizia sadhu, santoni, bramini e devoti indù. Tutti sono vicino al fiume per lavarsi e fare il bagno rituale. Ma la Ganga adatta a tutti. Accanto ai credenti ferventi, lavandaie lavano mucchi di vestiti. Non importa che quasi chili di spazzatura galleggiante. Le pietre vengono picchiati e poi tendono al sole sul terreno. Mattina unendo barbieri umanità intorno. Sotto un ombrello, che barba, cera, e pettinare i loro clienti. Arrivo esperti massaggi primi, negli angoli sono installati venditori di fiori d'arancio. Durante tutta la giornata la filettato in stringhe e li vendono a coloro che vengono al fiume a fare il loro 'offerte', o offerte. Le mucche, che hanno dormito ovunque, rovistare tra i mucchi di spazzatura e di rifiuti che sono stati ripuliti con le scope di paglia Sweeper. Dei due ghat dove vengono cremati i corpi (Harishchandra e Manikarnika), il fumo comincia a salire. Se il defunto appartiene a una famiglia benestante con legno aromatico bruciano come incenso o di legno di sandalo, che sprigiona un fumo bianco sottile. Se il defunto è un emarginato, o diseredati, bruciare il legno che sembra di plastica e riempie l'aria di denso fumo nero. Le barche colorate tele del Gange. Van e sono pieno zeppo di gente. Come il giorno va avanti apparire sempre più mendicanti e bambini-sellers. Oh, i bambini! Pure inseguimento si guardi, ti prego, ti prego, e non sanno che cosa è meglio. Buyer, altri bambini ti seguiranno per l'eternità. Se non si compra, questo bambino non ha ottenuto fuori di lui. Il pisolino, in estate, intorpidito fino alle calende greche. Le riverbera sole nel cielo è sempre grigio e ti fa chiudere gli occhi. Proprio a 5 riparte il giorno. I Ghati, a poco a poco, sono pieni di gente. Due sono i luoghi più popolari: Dasaswamedh Ghat e Man Mandir Ghat. C'è, prima che il sole tramonta, avviare il Aarti cerimonia in onore di Shiva Ganga quotidiana. Poi scende la notte sui Ghati, la folla scompare. Sotto i palazzi sul fiume sono quelli che non hanno casa, vecchio sadhu, alcune mucche. Dal fiume navigare mille luci. Sono le candele delle offerte, le offerte che gli Indù hanno gettato in Ganga.

Intensa, colorida, dura, bella, rutinaria, despiadada, alegre, dolorosa, cotidiana, así de diversa es la vida en los Ghats de Varanasi. El amanecer llena de luz dorada a los palacetes que miran al Ganges. Ésta es la mejor hora para alquilar una barca, mirar y fotografiar con perspectiva a la ciudad sagrada. Ni bien el sol se posa en los Ghats, comienza la rutina religiosa de sadhus, santones, brahmanes e hindúes devotos. Todos se acercan al río para asearse y tomar baños rituales. Pero el Ganga sirve para todo. Al lado de los fervorosos creyentes, las lavanderas lavan parvas de ropa. No importa que cerca floten kilos de basura. Las golpean contra las piedras y luego las tienden al sol, sobre el suelo. La mañana agrupa a los hombres en torno a los barberos. Bajo una sombrilla, éstos afeitan, depilan, y peinan a sus clientes. Llegan temprano los expertos en dar masajes; en los rincones se instalan las vendedoras de flores naranjas. Durante todo el día las enhebran en ristras y las venden a quienes llegan al río a hacer sus ‘pujas’, u ofrendas. Las vacas, que han dormido en cualquier lado, hurgan en los montones de basura y ensucian donde han limpiado con sus escobitas de paja las barrenderas. De los dos Ghats donde se creman cuerpos (Harishchandra y Manikarnika), comienza a elevarse el humo. Si el muerto pertenece a una familia acomodada, lo quemarán con madera aromática, como incienso o sándalo, que despide un sutil humo blanco. Si el muerto es un descastado, o un desposeído, arderá una madera que parece plástico, y que llena el aire de humo negro y denso.
Las barcas de colores surcan el Ganga. Van y vienen atiborradas de gente. A medida que transcurre el día aparecen más y más mendigos y niños-vendedores. Ah, ¡los niños! Te persiguen pura mirada, por favor por favor, y no sabes qué es mejor. Si compras, otros niños te seguirán hasta la eternidad. Si no compras, a este niño no te lo sacarás de encima.
La siesta, en verano, adormece hasta a las vacas. El sol reverbera en el cielo siempre grisáceo y te hace cerrar los ojos. Recién a las 5 recomienza el día. Los Ghats, poco a poco, se van llenando de gente. Dos son los lugares más concurridos: Dasaswamedh Ghat y Man Mandir Ghat. Allí, antes de que se ponga el sol, comenzará el Ganga Aarti, ceremonia diaria que honra a Shiva.
Luego cae la noche en los Ghats, la multitud desaparece. Al amparo de los palacetes sobre el río se quedan los que no tienen casa, viejos sadhus, algunas vacas. Por el río navegan mil lucecitas. Son las velitas de las pujas, las ofrendas que los hindúes han echado al Ganga.
SerViajera
Traduci
Vedi l'originale
3
Guarda le foto di misch
3 foto

Varanasi, la più antica del mondo sec...

Varanasi, la più antica del mondo secondo la città indù, che si trova sulle rive del Gange. I ghat, le scalinate in pietra che conducono direttamente sul fiume sacro, è un luogo di incontro per la comunità indiana, arrivando ogni mattina all'alba per fare il bagno nel fiume per purificarsi. I ghat dove cremazioni avvengono, sono posto molto importante nella religione indù, perché permettono ai morti, in seguito diffondere le loro ceneri nel fiume sacro per terminare il ciclo delle reincarnazioni e raggiungere il Nirvana. Varanasi è un luogo spirituale e la passeggiata lungo i ghat si basa, si può vedere un mondo fantastico s 'affrontare tutti i tipi di occupazioni, come la pesca, le preghiere, la musica, i rituali, o pulire i buoi sacri . Cerimonie si svolgono ogni giorno al crepuscolo, rendendolo un'attrazione caldo, comunque ambita dai turisti. Per ulteriori serenità, non c'è niente di meglio di una passeggiata al mattino.

Varanasi, la ville la plus ancienne du monde d' après les Indous, se situe aux bords du Gange. Les ghâts, ces marches de pierre donnant directement sur le fleuve sacré, sont un lieu de rendez-vous pour la communauté indienne, venant chaque matin aux aurores se baigner dans le fleuve pour se purifier. Les ghâts où se déroulent les crémations, sont des lieux très importants dans la religion hindouiste car ils permettent aux défunts, après avoir répandu leur cendres dans le fleuve sacré, d' en finir avec le cycle des réincarnations et d' atteindre le Nirvana.
Varanasi est donc un haut lieu spirituel et se promener sur la ghâts est reposant, on peut voir un monde incroyable s' atteler à toutes sortes d' occupations comme la pêche, les prières, la musique, les rituels ou encore le nettoyage des boeufs sacrés.
Des cérémonies sont organisées tous les jours à la tombée de la nuit, ce qui en fait une attraction chaleureuse, néanmoins convoitée par les touristes.
Pour plus de sérénité, rien ne vaut mieux qu' une promenade au petit matin.
misch
Traduci
Vedi l'originale
4
Guarda le foto di Almudena
4 foto

E 'stata una delle esperienze più for...

E 'stata una delle esperienze più forti che ho avuto nei miei viaggi. I Ghati sono le scale che portano al fiume Gange. C'è sempre l'attività dalle prime ore del mattino, quando le donne vanno a lavare i vestiti, e il numero di persone a fare il bagno e lavare. E 'anche un punto di incontro. Ci sono molti pittori che vengono a riflettere i colori dei suoi dipinti caratterizzati Gange, che sono completamente diverse a seconda del momento della giornata. Il punto è "speciale" si respira aria di pace e tranquillità. Anche sulle rive del Gange si fanno cremazioni, la verità è che non metto alcun problema per voi di andare, anche a noi è successo a noi, che il figlio del defunto era contant noi passo dopo passo quello che stavano facendo, ma senza foto .

Ha sido una de las experiencias más impactantes que he tenido en mis viajes. Los Ghats son las escaleras que dan acceso al río Ganges. Siempre hay actividad, desde primera hora de la mañana cuando acuden las mujeres a lavar la ropa, así como cantidad de gente a darse un baño y a asearse. También es un punto de reunión. Hay muchos pintores que acuden a reflejar en sus cuadros los colores que ofrece el Ganges, que son totalmente distintos según la hora del día. Es un punto “especial” se respira un aire de paz y tranquilidad. También a las orillas del Ganges se realizan las cremaciones, la verdad es que no ponen ningún problema en que te acerques, incluso a nosotros nos pasó, que el hijo del fallecido nos estuvo contanto paso a paso lo que iban haciendo, eso sí sin fotos.
Almudena
Traduci
Vedi l'originale
2
Guarda le foto di sprat decaste
2 foto

Nord dell'india è una città con mille...

Nord dell'India è una città con mille nomi. Benares, Varanasi, o la città santa è ben posizionata lungo il Gange da decine di secoli ed è ancora a casa per i cuori di molte comunità religiose. Ma è l'induismo che governa la vita di questa città. Così Gaths, così banchine giù in gradini di pietra fino al fiume, sono diventati un must tra le tradizioni esoteriche e religiose. Essi sono infatti il ​​crematorio aprire un intero paese alla ricerca della vita eterna, il luogo sacro per eccellenza che purtroppo tende a vendere per il turismo tutto il suo pudore e la fede. Noi amiamo la profonda devozione della sua anima è venuto da tutti i ceti guadagnano la salvezza e mostrare un po 'discreto ma Macabre suoi roghi di speranza.

Au nord de l'Inde se trouve une ville au mille noms. Bénarès, Vârânasî, ou encore la ville sainte est ainsi posée le long du Gange depuis des dixaines de siècles et abrite toujours le cœur de plusieurs communautés religieuses. Mais c'est l'hindouisme qui régit la vie de cette cité. Ainsi les gâths, sorte de quais descendant en marches de pierre vers le fleuve, sont devenus un lieu incontournable entre ésotérisme et traditions religieuses. Ils sont en effet le four crématoire à ciel ouvert de tout un pays en quête de vie éternelle, la place sainte par excellence qui malheureusement tend à vendre au tourisme toute sa pudeur et sa foi. On aimera le profond recueillement de ses âmes venues de tout horizon gagner le salut et le spectacle discret mais un peu macabre de ses buchers pleins d'espoir.
sprat decaste
Traduci
Vedi l'originale
6
Guarda le foto di Polo
6 foto

I ghat sono i passi che danno accesso...

I ghat sono i passi che danno accesso diretto al fiume Gange. Nelle prime ore del mattino gli indiani sono vicini a lavarsi o fare il bagno. È anche possibile vedere persone che lavare i vestiti o come il progresso ore, le giostre che offre ai turisti barcaioli. E 'anche un punto di incontro per i commercianti e passanti, shadus (asceti), e molti artisti, soprattutto pittori che vengono qui attratti dalla serie impressionante di colori offerti dal paesaggio.

Los ghats son las escaleras que dan acceso directo al río Ganges. A primera hora de la mañana los hindúes se acercan para lavarse o darse un baño. También se puede ver a gente lavando las prendas o según avanzan las horas, a los barqueros ofreciendo paseos a los turistas. Es también un punto de encuentro entre mercaderes y paseantes, shadus (ascetas), y multitud de artistas, especialmente pintores que se acercan aquí atraídos por el impresionante abanico de colores que ofrece el paisaje.
Polo
Traduci
Vedi l'originale
4
Guarda le foto di Kris por el mundo
4 foto

Un luogo incrible

Per quanto si vuole immaginare sono i ghat di Varanasi marmellate potessero avvicinarsi sembra davvero, sente e vive lì. La vita e la morte sul bordo del fiume più sacro in India. Vale la pena visitarli a piedi, qualcosa poche persone fanno, per conoscere più da vicino (e non solo da una barca), che in loro "cotto".

Un lugar incréible

Por mucho que uno quiera imaginar como son los ghats de Varanasi jamás podrá acercarse a lo que realmente se ve, se vive y se siente allí. Vida y muerte al borde del río más sagrado de India. Merece la pena recorrerlos a pie, algo que poca gente hace, para conocer más de cerca (y no solo desde una barca) lo que en ellos "se cuece".
Kris por el mundo
Traduci
Vedi l'originale
2
Guarda le foto di Maryève Berthelot
2 foto

Il mque indiano

Questa città è il luogo di pellegrinaggio in India. Indiani ci vanno a centinaia, vestiti con abiti arancione pieno durante le cerimonie religiose. E 'impressionante vedere l'armonia tra di loro. Il Gange attraversa questa città, e l'acqua è benedetto. Attenzione dei turisti, non fanno come gli indiani che bevono, Montezuma garantita! Cose da fare invece: trovare un hotel nel Gange, assistere ad una cerimonia religiosa, camminando in una barca sul Gange e vedere la cremazione.

La mèque des indiens

Cette ville est LE lieu de pèlerinage de l’Inde. Les indiens s’y rendent par centaines,vêtus intégralement de vêtements orange lors des cérémonies religieuses. C’est impressionnant à voir cette harmonie entre eux. Le Gange passe par cette ville, et l’eau y est bénite. Attention touristes, ne faites pas comme les indiens qui la boivent, tourista assurée !
A faire sur place : trouver un hôtel au bord du Gange, assister à une cérémonie religieuse, se balader en barque sur le Gange et apercevoir une crémation.
Maryève Berthelot
Traduci
Vedi l'originale
2
Guarda le foto di Marie & Matt
2 foto

I ghat di varanasi

Spesso si arriva Varanasi soprattutto per loro. I ghat sono le rampe di scale che corrono nel Gange e si trovano o indù di praticare i loro riti sacrs. Si potrebbe a piedi tutta la strada per godersi il sole e la vista dell'acqua tranquillo (anche se i mendicanti sono omniprsents abbastanza). In totale ci sono 80! La passeggiata può quindi prendere una buona Journe.

Les ghats de varanasi

On vient bien souvent à Varanasi avant tout pour eux. Les ghats sont les ensembles de marches qui courent jusque dans le Gange et où se retrouvent les hindous pour pratiquer leurs rites sacrés. On peut s'y balader tout du long pour profiter du soleil et de la vue sur l'eau paisible (même si les mendiants sont assez omniprésents). En tout il y en a 80 ! La balade peut donc prendre une bonne journée.
Marie & Matt
Traduci
Vedi l'originale
4
Guarda le foto di susana artolozaga
4 foto

Dal momento che i vecchi tempi a nuov...

Dal momento che i vecchi tempi a nuovo e alcuni crematori, sono soddisfatti uno dei riti più importanti, la cremazione di cadaveres.El fuoco purificatore libera l'anima dal corpo, che è la sua prigione! Infine le ceneri sono gettate nel Gange. Così rompere il loro continuo ciclo di reincarnazioni e raggiungere il "Nirvana" desiderato.

Desde los viejos tiempos a los nuevos y sobre unos crematorios, se cumple uno de los ritos mas importantes,la cremación de cadaveres.El fuego purificador libera al alma del cuerpo, que es su prisión! Finalmente se arrojan sus cenizas al Ganges.
De esta forma rompen con su continuo ciclo de reencarnaciones y alcanzan el ansiado "Nirvana".
susana artolozaga
Traduci
Vedi l'originale
4
Guarda le foto di cesar gonzalez
4 foto

I ghat sulle rive del gange

Auntntico paradiso di INRM (con la fotocamera o senza macchina fotografica). L'attività è costante e varia per tutto il giorno, da baos alba depuratori, matrimoni, cerimonie crematori, tramonto, le offerte di candele notte ... E se questo non è sufficiente, con una raccolta di locali i turisti più stravaganti del pianeta.

Los ghats a la orilla del ganges

Aunténtico paraíso del mirón (con cámara o sin cámara).

La actividad es constante y variada a lo largo del día, desde los baños purificadores del amanecer, las bodas, los crematorios, las ceremonias del ocaso, las ofrendas de velas nocturnas...

Y por si no es suficiente con los locales una colección de los turistas más extravagantes del planeta.
cesar gonzalez
Traduci
Vedi l'originale
Pubblica
Leggi altre 10

Informazioni Ghats di Varanasi