Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Uttar Pradesh?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Uttar Pradesh

582 Collaboratori
Attività a Uttar Pradesh
Civitatis
38
Civitatis
47
Il più visitato a Uttar Pradesh
Monumenti Storici di Agra
Taj Mahal
(53)
1 attività
Città di Varanasi
Benares
(11)
Monumenti Storici di Agra
Forte rosso di Agra
(26)
Fiumi di Varanasi
Il fiume Gange
(15)
Di interesse culturale di Varanasi
Ghats di Varanasi
(22)
Monumenti Storici di Fatehpur Sikri
Fatehpur Sikri
(13)
Di interesse culturale di Varanasi
Ghaat Dasaswamehd
(3)
Concerti di Varanasi
Cerimonia Ganga Aarti
(9)
Moschee di Agra
Moschea del Taj Mahal
(9)
1 attività
Città di Agra
Agra
(4)
Monumenti Storici di Sikandra
Tomba di Akbar
(1)
Moschee di Fatehpur Sikri
Mezquita Jami Masjid
(1)
Di interesse culturale di Varanasi
Sarnath a Benares
(3)
Fiumi di Agra
Yamuna River
(2)
1 attività
Monumenti Storici di Agra
Itimad-ud-Daulah Mausole
(3)
Di interesse culturale di Varanasi
Bharat Mata
(1)
Di interesse turistico di Agra
Diwan-I-Kas
(2)
Mercati di Varanasi
(5)
Monumenti Storici di Agra
Taj Mahal
(53)
1 attività
Monumenti Storici di Agra
Forte rosso di Agra
(26)
Monumenti Storici di Fatehpur Sikri
Fatehpur Sikri
(13)
Monumenti Storici di Sikandra
Tomba di Akbar
(1)
Monumenti Storici di Agra
Itimad-ud-Daulah Mausole
(3)
Monumenti Storici di Agra
Diwan-i-Am
(1)
Monumenti Storici di Fatehpur Sikri
Panch Mahal - Fatehpur Sikri
Monumenti Storici di Varanasi
Ghat Meer
Monumenti Storici di Varanasi
Assi Ghat
(1)
Monumenti Storici di Agra
(1)
Monumenti Storici di Lucknow
Piccolo Imambara
(3)
Monumenti Storici di Varanasi
(1)
Monumenti Storici di Varanasi
(1)
Monumenti Storici di Fatehpur Sikri
Monumenti Storici di Rishikesh
Monumenti Storici di Varanasi
Monumenti Storici di Varanasi
Monumenti Storici di Varanasi
Monumenti Storici di Varanasi
Monumenti Storici di Varanasi
Fiumi di Varanasi
Il fiume Gange
(15)
Fiumi di Agra
Yamuna River
(2)
1 attività
Fiumi di Varanasi
(2)
Fiumi di Sirsa

201 cose da fare a Uttar Pradesh

Monumenti Storici di Agra
Taj Mahal
(53)
Palazzo di marmo bianco costruito dall'imperatore mogol Shah Jahan in memoria della sua moglie preferita deceduta, el Taj Mahal si trova nella città di Agra, nello stato di Uttar Pradesh, a Nord dell'India. Bisogna pagare un diritto di conservazione di 8 euro, ma è valido per tutti gli altri monumenti storici di Agra, anche se c'è da stare attenti, perché scade lo stesso giorno che si compra. Oltre a questo diritto, bisogna pagare l'entrata, che costa 4 euro. E' uno dei mausolei più grandi, una delle tombe più belle del mondo, un gioiello architettonico, imponente ma delicato allo stesso tempo, che bisogna visitare molto presto il mattino per apprezzarne la serenità. Il tempio apre alle sei della mattina, quindi se fate mattina, potrete godervelo quasi da soli! Potrete anche uscire e entrare di nuovo al tramonto, per avere una luce diversa sopra il mausoleo. Si può visitare di notte durante i cinque giorni di luna piena, salvo durante il mese di Ramadan, è eccezionale. Il complesso include vari bastimenti, fontane in cui si riflettono gli edifici, e gardini immensi, perfettamente curati, le sculture di marmo sono molto fine. C'è un'atmosfera speciale, nonostante lo abbiamo visto mille volte in foto.
1 attività
Città di Varanasi
Benares
(11)
Un amore poco sano, virulento, perché ti consuma, ti finisce le energie, ti fa ribrezzo fino a non sopportarla più. Allora chiudi gli occhi e ti dimentichi tutto. Ma il giorno dopo, ti seduce di nuovo fino ad ipnotizzarti, ti suscita emozioni, ti riempie gli occhi di colori e la bocca di sapori e te ne innamori di nuovo pazzamente. Anche se leggi tutto su questa città e sulle sue remote origini, vedi le foto e conosci già l'India, quando arrivi qui l'impatto è brutale. Il Gange, lo stesso fiume fresco e pulito adorato dagli indiani, dove ho fatto il bagno a Rishikesh, qui scorre lento, è marrone scuro, molto sporco ed inquinato. Varanasi è una città grande e caotica, con un vecchio ed affascinante bazar e molti quartieri caotici. Però il suo cuore batte sulle rive del Gange, nei "ghats" dove gli indiani credono sia buono morire e venir cremato. Ho avuto la fortuna di alloggiare in un hotel con una gran terrazza sul fiume, così da ammirare questo fiume non solo nelle passeggiate, ma dall'alba al tramonto.
Monumenti Storici di Agra
Forte rosso di Agra
(26)
Agra non è solo il Taj Mahal, e tra le altre grandi attrazione della ex capitale Mughal c'è l'imponente forte rosso. Il forte si trova a circa 2 chilometri dal centro città ed è stato per molti anni il centro del potere della regione. Il biglietto d'ingresso per gli stranieri costa 250 rupie. L'UNESCO ha dichiarato il sito Patrimonio dell'Umanità e al suo interno sono contenuti decine di strutture e padiglioni risalenti al vecchio impero.
Fiumi di Varanasi
Il fiume Gange
(15)
Il Gange è considerato una divinità in India e quando ci si trova di fronte al fiume si ha effettivamente la sensazione di confrontarsi con qualcosa di diverso. Tutta la vita ruota intorno al fiume: dai bagni mattutini al bucato. I bambini giocano nel fiume, le ceneri dei defunti vengono sparse nel fiume che è il centro dell'attenzione per i turisti. Varanasi o Benares, è la città di Shiva, Dio della distruzione ed è piena di templi pittoreschi dedicati alla divinità. Si può noleggiare una barca per fare un giro, e vale davvero la pena farlo di notte, con la luna piena perché si possono apprezzare le numerose candele che vengono lasciate galleggiare come offerta al fiume, illuminando le sue acque.
Di interesse culturale di Varanasi
Ghats di Varanasi
(22)
Preghiere, pulizia della biancheria, vasche da bagno, pellegrinaggi, feste, cremazioni, la meditazione ... o semplicemente contemplare un mondo così vicino e così lontano in un momento, questa è la vita nel Gange. Conosciuto in India come Ganga Maa (Madre Ganga) o Ganga Devi (dea Ganga) in questo fiume, pur essendo il più inquinato del mondo, si può avere la possibilità di vedere gli animali morti galleggiante in acqua o anche resti umani (in alcuni punti di passaggio, come la città santa di Benares), il colore verde marcio delle sue acque, ecc, ecc, ecc, è, nonostante tutto, un luogo di vita, credenze e tradizioni. Forse la speranza che la casa gli indiani che ogni tuffo nel fiume serve per espiare un peccato o disperdere le ceneri di un cadavere nel Gange impedisce il ciclo della reincarnazione del defunto, fa un gran numero di indù effettuare dei continui pellegrinaggi al fiume per fare il bagno in esso o meditare sulle sue sponde, o semplicemente per ragioni di ordine pratico, dal momento che nel suo viaggio di 2510 km è irriga le acque territoriali (secondo dati del 2005, il Gange e dei suoi affluenti drenante un fertile 907,000 km ² del bacino delle risorse naturali, che fornisce circa 400 milioni di persone (credo che siano molti, ma i dati sono offerti dalla edizione online di El Pais del 21/11/09), come se fosse poco!. La città dove il fiume acquisisce maggior rilievo è senza dubbio Varanasi (Benares o), prima di Kashi (Città della Luce), abitata da un milione di persone, e ogni anno è molto visitato durante la stagione dei pellegrinaggi da un altro milione di persone (tra cui le persone che sono venute qui in cerca del loro "cimitero degli elefanti", perché se si muore qui, si è a metà strada per rompere il ciclo della reincarnazione). Comunque, in entrambi i casi, questo fiume è speciale (a parte la vita offerto a loro modo) e si sente nell'ambiente. Personalmente preferisco la zona nei pressi della nascita del fiume, come la città di Rishikesh (della quale vi ho già detto qualcosa), ho potuto godere di alcuni tramonti con come sfondo la sintonia dei cantici qualche anima swami che medita sulle sue rive, quindi se siete in grado di lasciare che i vostri pensieri volino grazie ai suoni e sentire la pace che ospita la tua anima, per un attimo, prima che gli ultimi raggi, vi spingano involontariamente a guardarli, sentire, meditare, e lasciare che la pace assoluta invada il vostro essere per consentire che le vostre idee si perdano, come si vede il giorno appena passato prima della notte (non in senso religioso o esoterico, solo provando la sensazione di qualcosa che è dentro di voi ed in momenti come questo che si è in grado di sentire o indovinare con grande chiarezza). Forse ha qualcosa a che fare con la magia della vita sul Gange. "Quando si inizia a bruciare i cadaveri, sembra come se i morti stessero per uscire dal rogo. Crepitano, si muovono e, quindi, il fuoco li divora un pezzo dopo l'altro, sotto lo sguardo sereno di quelli che erano i loro cari. Solo qualche vecchio, un'emozionata sorella o una moglie più debole devono asciugarsi qualche lacrima. Gli altri lo vedono senza pena e si congratulano con il morto mentalmente perché il destino ha avuto pietà di lui e lo ha portato fuori da questa valle di lacrime. I Molti corvi attendono cupi in cima a un albero bruciacchiato. Sembra quasi che sappiano di già che non rimarrà niente per loro..... Infatti, per gli indù,l'uomo è fatto di fango e non merita altro destino ... ". Mircea Eliade (un filosofo, antropologo, storico e romanziere rumeno) Ci ho messo un un po' per farlo, ma finalmente posso condividere con voi le foto di questa esperienza trascendentale, serviranno sempre per aiutare a capire meglio quello che vi sto raccontando. Saluti e molti viaggi.
Monumenti Storici di Fatehpur Sikri
Fatehpur Sikri
(13)
La storia racconta che l'imperatore moghul Akbar andò da un operatore di miracoli molto famoso nella città di Sikri, preoccupato per la morte di tutti i suoi figli maschi. Salim, così si chiamava, predisse che presto avrebbe avuto un figlio maschio e che avrebbe ereditato il suo impero. Quando una delle sue spose rimase incinta, costruì un palazzo nella città di Sikri, Rang Mahal, vicino a colui che operava miracoli per avere influenze positive, e una volta nato il bambino, che venne chiamato Salim in onore del "profeta", decise di costruire una città in quel luogo, che chiamò Città della Vittoria, per la recente conquista di Gujara, attualmente appartenente al Pakistan. Fatehpur, la Città della Vittoria, venne abbandonata nel 1585, 14 anni dopo la sua fondazione, secondo ciò che si dice per mancanza di fonti d'acqua. La città si conserva in perfetto stato, e si possono visitare il palazzo Rang Mahal e la piccola località di Sikri.
Di interesse culturale di Varanasi
Ghaat Dasaswamehd
(3)
Forse questo é il più famoso quadro dell'India a livello globale. Questo ghaat già molto affollato alle 5:00 del mattino. Rimane così per tutto il giorno fino a mezzanotte ed a volte di più, solo la tregua versoo meggiorno perché in Sudan fa un calore tremendo soprattutto nei periodi estivi, tanto cha a volte permette di vedere la terra. C'è di tutto e di tutti i tipi, quasi sempre indù impegnati in attività religiose e non religiose, persone che vendono oggetti d'artigianato o che offre alloggi, gite in barca .... Tanti gli Indù che gli Amiles vanno correndo avanti ed indietro. Una folla immensa ha continuato venire in questo angolo, il più sacro al mondo per loro di bagnarsi in queste acque, che ritengono "più santi". Ah, nei prossimi giorni appendere un video di questo angolo, di vederlo in movimento.
Concerti di Varanasi
Cerimonia Ganga Aarti
(9)
Una delle esperienze che più ricordo del mio primo viaggio in India è la cerimonia Aarti sulle rive del fiume Gange. Questa cerimonia si svolge tutte le sere, e solo la possono realizzare giovani membri della casta dei bramini (la casta religiosa principale che c'è in India). Molte persone si riuniscono per godersi il momento, e sinceramente è uno spettacolo unico. Si inizia essendo uno spettatore , ma col passare dei minuti, e con la gente del posto animandoti a partecipare nel rituale finisci con l'essere completamente coinvolto e a passare momenti veramente speciali,L'atmosfera che si crea è unica. Consiglio di vederlo e di lasciarsi andare,È una delle immagini dell'India che ti porterai a casa.
Moschee di Agra
Moschea del Taj Mahal
(9)
Il Taj Mahal, meraviglia del mondo e patrimonio dell’umanità deciso dall’UNESCO, è in realtà un monumento all’amore. Mumtaz Mahal chiese a suo marito un mausoleo in marmo puro che ricordasse il loro amore siccome era la moglie preferita dell’imperatore mongolo Shah Jahan, che morì dando alla luce il suo 14° figlio. Per soddisfare il “capriccio” furono necessari 20.000 operai e vent’anni di lavoro. Intorno alle mura si trovano tutti i tipi di mercanti ambulanti, traffico, etc; solamente delle biglietterie e un sistema assurdo di sicurezza separano l’India autentica dall’entrata di questa meraviglia architettonica, che combina stili indiani, persiani, islamici e persino turchi. Paghiamo la entrata, come sempre molto più costosa per gli stranieri: 15 euro rispetto ai 30 centesimi che devono pagare gli indiani. Non ci interessa quanto ci fanno pagare, in quanto turisti sempre pagheremo per vedere il Taj Majal a qualsiasi costo, e questo lo sanno. Ci tolgono accendini, pipe e tutti quegli oggetti che potrebbero danneggiare il monumento, quando loro stessi hanno a che fare con l’industria inquinante che si trova nelle vicinanze. Perlomeno hanno posto dei cestini nella zona, sono i primi che vedo durante il mio viaggio per l’India. Bellezza bianca e equilibrio fanno del Taj un’oasi in mezzo al caos. Un edificio di questa dimensione deve possedere un entrata di tutto rispetto. Per entrar bisogna passare per la Darwaza, un edificio monumentale costruito con sabbia rossa. La passiamo pensando che una volta di la saremo rimasti soddisfatti. Appena superata la porta i turisti lottano per scattare la miglior foto. Io ne ho fatte tante, e ne ho dovute scartare un po'. Una coppia indiana si è fatta una foto con me sullo sfondo del Taj Majal. Prima con il marito, poi con sua moglie. Siccome non sapevo parlare inglese, sono rimasto con il dubbio sul perché l’avessero fatto. Un ragazzo che parlava inglese mi spiegò che questo monumento è visitato anche da turisti indiani, gente che viene da altre città che in vita loro non hanno mai visto un occidentale. Anche per questo si fanno fare foto con me, per semplice curiosità. Già mi immagino stampato in una foto sopra la mensola in una casa di paese. Continuiamo per il giardino, che misura 320x300 metri e contiene fioraie, passaggi sopraelevati, sentieri alberati, fontane, corsi d’acqua e laghetti che riflettono nell’acqua le immagini degli edifici: Un progetto ispirato dalla tradizione persiana per rappresentare i giardini dell’eden. Il marmo che caratterizza la costruzione è tappezzato ovunque di pietre preziose giunte da tutta l’Asia: Il marmo venato fu portato dal Punjab, mentre sia i cristalli che la giada dalla Cina. Dal Tibet furono portate i turchesi e dall’Afghanistan i lapislazzuli, mentre i zaffiri provengono dal Ceylon e la corniola dall’arabia. All’interno si trovano le copie delle tombe, situate nel piano inferiore, decorate con i novanta nomi con cui si chiama il Corano. Non so quante ore sono rimasto meravigliato, né quante ore avrei potuto passare guardando il Taj Mahal, ma una volta uscito sono dovuto sì era già fatto notte. Una grande meraviglia del mondo moderno, che non delude, e tornerò a visitarla si dovessi ritornare in India.
1 attività
Città di Agra
Agra
(4)
Agra è una città del Nord dell'India, situata nello Stato di Uttar Pradesh, a circa 200 Km. dalla capitale New Delhi. È raggiungibile in treno dalla capitalee ospita alcuni tra i maggiori monumenti dell'India. Qui, infatti, sorge il celebre Taj Mahal, un sontuoso palazzo dichiarato Patrimonio Mondiale dell'umanità dell'UNESCO. Altri luoghi d'interesse sono il Forte di Agra e Fatehpur Sikri. La visita al Taj Mahal si può fare a partire dalle 6 di mattina e si consiglia di andarci presto, prima della consueta invasione turistica.
Monumenti Storici di Sikandra
Tomba di Akbar
(1)
L'imperatore Mughal Akbar, fu sepolto in questo piccolo municipio di Agra. Si pensa che Akbar progetto' e ordino' di cominciare a costruire il suo mausoleo, che fu modificato e completato da suo figlio. Il risultato è questo splendido complesso sia perfettamente in simmetria, nel quale la tomba occupa un grande spazio centrale ammuragliato. La porta d' ingresso principale è una splendida struttura in arenaria rossa con un colossale arco centrale rifinito con un lussureggiante mosaico policromato di marmo bianco, pietre in ardesia nera e pietre colorate. L'ampio giardino dove le scimmie sono libere, è un tipico Charbagh, un giardino recintato diviso in quattro quadranti.
Moschee di Fatehpur Sikri
Mezquita Jami Masjid
(1)
La grande moschea di Agra porta il nome di Jami Masjid. Si trova nella città di Fatehpur Sikri, che divenne la nuova capitale, dell'Impero mongolo per un po' di anni e venne fondata nel 1569 , ma successivamente fu abbandonata per la mancanza di acqua. La Grande Moschea inizia attraversando il ponte della vittoria, il Darzawa Buland, ed è una delle più belle moschee del periodo Mongolo. Qui si trova la tomba dell'imperatore Al Sawlah. La cosa che mi ha colpito di più è stato il "ponte". Non è solo un ponte, ma una specie di porta che simboleggia il passaggio dalla terra all'al di là, nella terra degli dèi. Fatehpur Sikir si trova a un'ora da Agra, e vale assolutamente la fatica del viaggio. La parte del magnifico ponte fu costruita da Akbar nel 1602, per celebrare la conquista del Gujarat. Ci sono 42 gradini da fare fino alla moschea e la porta è alta oltre 53 metri. E' costruita in pietra rossa della zona. La particolarità della moschea è che non ha il minareto.
Di interesse culturale di Varanasi
Sarnath a Benares
(3)
Molto vicino a Varanasi troviamo questo posto storico. Il punto nel quale nacque il buddismo. Questo parco (conosciuto come parco dei cervi)fu dove Siddaharta Gautama el Budda fece il suo primo corso sulle strade che si devono percorre nel cammino verso il Dharma. Oggi è un luogo di culto e peregrinazioni di fedeli che vengono da tutte le parti del mondo in devozione nella Stupa Dhamekh, innalzata dove il Budda predicò.
Fiumi di Agra
Yamuna River
(2)
Il fiume Yamuna è uno dei maggiori affluenti del Gange, oltre ad essere uno dei principali corsi d'acqua del Nord dell'India, con una lunghezza di 1.370 Km. Per la religione indù è uno dei 7 fiumi sacri dell'India, il secondo più importante dopo il Gange. Il fiume deve il suo nome alla Dea Yamusa, sorella del dio indù della morte. In India i fiumi occupano un posto importante all'interno della vita di tutti i giorni, dal momento che sono utilizzati per lavarsi, lavare le stoviglie, buttare la spazzatura, purificarsi, divertirsi e buttare le ceneri dopo la cremazione. Le acque del Yamuna, non certo cristalline, sono molto più pulite di quelle del Gange e vengono utilizzate anche per l'irrigazione. La sezione più bella è quella in corrispondenza del Taj Mahal, dove all'alba il fiume assume il riflesso dorato del sole che illumina il famoso monumento.
1 attività
Monumenti Storici di Agra
Itimad-ud-Daulah Mausole
(3)
A pochi chilometri a nord dal centro di Agra si trova l’edificio denominato “piccolo Taj Mahal” in quanto la sua costruzione diventò lo spunto per edificare uno tra i complessi più eleganti del mondo. Itmad Ud Daulah è stata la prima struttura Moghul costruita interamente in marmo bianco e la sua raffinatezza colpisce i visitatori. La struttura si trova in un bel giardino a poca distanza da fiume, l’interno è finemente decorato da numerosi elementi decorativi e custodisce la tomba di Itmad Ud Daulah, tesoriere dell’impero. Ingresso a pagamento.
Di interesse culturale di Varanasi
Bharat Mata
(1)
Il tempio Bharat Mata, conosciuto anche come tempio della Madre India, è stata la prima attrazione che abbiamo visitato a Varanasi. È un posto abbastanza atipico e freddo, che stona un po' con la città di Benares. Questo tempio fu costruito nel 1928 e la sua principale attrazione è un'enorme mappa di marmo bianco dove si può vedere l'intero subcontinente indiano in rilievo. È in questo posto dove ci si rende conto di quanto grande e diversa sia l'India. Oltre a questa mappa gigante ubicata nel suolo, il Bharat Mata non ha molto altro da offrire. Degno di nota è un affresco con la figura mitologica della Madre India. Questo luogo vuole rappresentare l'unione di tutte le religioni e culture che convivono in questo grande paese. Per certo, all'interno del tempio si possono scattare foto e filmati previo pagamento di rupie. Per portare dentro una macchina fotografica abbiamo pagato 10 rupie. Non siamo entrati con videocamera però entrare sarebbe costata 20 rupie. Non fatevi sorprendere da questa abitudine però è molto comune in molti monumenti e luoghi d'interesse in India.
Di interesse turistico di Agra
Diwan-I-Kas
(2)
Un antipasto di ciò che ci attendeva il giorno dopo è stata la sosta nella città di Fatehpur per vedere, tra l'altro, le sue sale per le udienze private. Come quasi tutto in India ha il fascino dell'abbandono. E' un edificio che è stato usato per la preghiera, anche se inizialmente è stato usato dall'imperatore per ricevere i suoi vassalli.
Mercati di Varanasi
(5)