Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Piazza di Jamaa el Fna?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Piazza di Jamaa el Fna

info
salva
Salvato

145 opinioni su Piazza di Jamaa el Fna

3
Guarda le foto di patrick
3 foto

Indimenticabile e... faticosa

Senza ombra di dubbio è un posto da visitare e che non dimenticherete. Il buio e il suono dei tamburi nella notte, i fumi delle bancarelle che vendono cibo, i fuochi, la varietà di persone che lo popola sono un ricordo vivido nella mia mente. Jemaa el Fna è la piazza al centro della quale si sviluppa la città vecchia di Marrakech. E' circondata a nord dal souk, a est dalla Kasbah. Patrimonio orale dell'umanità Unesco è trafficatissima giorno e notte: tanti i turisti, ma la massima parte delle persone che la popolano sono marocchini.

E' sede di bancarelle che vendono diversi genere di merci (dalla frutta, alle spremute, alle stoffe, a oggetti usati contro le malattie). La mattina è dominata da incantatori di serpenti, acquaioli, decoratrici con l'hennè. Ma fate attenzione perché tutto ha un prezzo. La foto scattata con la scimmia o con il cobra che vi saranno messi in testa o il ritratto dell'acquaiolo (non bevete l'acqua se ci tenete allo stomaco, però) andranno remunerati e vi conviene contrattare il prezzo prima per evitare sgraditissime sorprese.

La sera a dominare la piazza buia sono invece concerti, cantastorie e le decine di affollatissime bancarelle dedicate al cibo e che offrono in particolare economici brochettes (spiedini di carne o pesce), con i fumi delle grigliate che si elevano sopra la piazza illuminati dalle luci. Uno stand vale l'altro e mangiarci è un'esperienza da fare.

Tutto bene quindi? Non proprio. In piazza c'è un'atmosfera un po' 'aggressiva', insistente nei confronti dei turisti: potreste venire seguiti anche per 50 metri da una decoratrice di henné che vuole convincervi con ogni mezzo a farvi pitturare; tutte le bancarelle-ristorante cercheranno di tirarvi dentro piazzandovi in mano il menù, vi verranno messi al collo serpenti e scimmie sul capo e vi saranno chieste cifre spropositate. Può essere divertente, ma anche decisamente stressante.

Bella vista dalle terrazze che si affacciano sulla piazza, come quella del Café glacier.
patrick
8
Guarda le foto di evaland75
8 foto

Impossibile andare a marrakech senza ...

Impossibile andare a Marrakech senza viversi le meraviglie della Pianna Jamaa El Fna. Si potrebbe star lì per giorni e giorni senza mai stancarsene.

La piazza vive e si trasforma con il trascorrere delle ore, cambia totalmente aspetto. Passeggiare tra le vie del souk, dissetarsi con ottima spremuta d'arancia dai chioschi, guardare il tramonto sorseggiando del tè alla menta dalle terrazze dei locali che vi si affacciano, osservare la moltitudine di persone diverse che la animano, assaporare dell'ottimo cibo marocchino nei ristoranti all'aperto che da metà pomeriggio iniziano a allestire i loro banchi, respirarne i profumi di spezie, farsi travolgere dai saltimbanchi e dagli spettacoli che la sera prendono vita in essa...l'atmosfera è magica.

Ci sono stata due volte in due viaggi differenti in Marocco ma non mi stancherei mai di tornarci.
evaland75

La piazza jema el-fna è uno dei punti...

La Piazza Jema El-Fna è uno dei punti di ritrovo principali di Marrakech. Nel 2001 l'Unesco l'ha denominata Patrimonio Orale e Immateriale dell'Umanità. E' situata a lato dei vari suk e a partire dalle ore 17.00 si riempie di venditori di succhi di frutta naturali, frutta secca, donne che dipingono il corpo con l'hennè, incantatori di serpenti, musici, venditori ambulanti, tassisti, veggenti, turisti e addirittura dentisti!Inoltre è circondata da piccole moschee e la chiamata alla preghiera diventa un vero spettacolo. I caffè più famosi della città si trovano proprio qui: Il Café De France, l'Argana.. Tutti hanno terrazze in cui sedersi per sorseggiare tè alla menta o cenare con vista sulla piazza. A ora di cena,in particolare durante il tramonto, vengono improvvisati punti di ristoro che propongono pietanze di carne, pesce o cuscus.

La Piazza Jemaa el Fna è la piazza centrale di Marrakech, luogo dichiarato dall'UNESCO "di tradizione orale". Qui si recano gli "Gnaouas", un gruppo di musicisti locali, a suonare musica e percussioni, accompagnati da domatori di serpenti o di scimmie. Si raccontano storie, si balla, si mangia fino a tarda ora. Durante il giorno la piazza, che si trova accanto alla Kutubia, è quasi vuota a causa del gran caldo. Nel pomeriggio iniziano ad apparire i primi tavoli e le prime sedie, assieme ai venditori di cibo e a coloro che preparano carne alla griglia e cous-cous. Durante il giorno si può prendere un succo d'arancia, spremuto all'istante, accompagnato da datteri e dolci tipici. Il momento migliore rimane il tardo pomeriggio, quando la piazza si riempie di gente del posto, persone arrivate dal deserto per vendere tessuti o animali magici in grado di curare qualsiasi malanno, famiglie che vengono a mangiare.
Romain
2
Guarda le foto di Maria Teresa Boato
2 foto

Jema el fna

La piazza principale della Medina di Marrakesh, patrimonio dell' Unesco dal 2001, si chiama Jema el Fna. Durante il giorno è una normale piazza, un po' affollata, ma al calar del sole, proprio nel momento in cui ho scattato questa foto (dalla terrazza del turistico Cafe Glacier) si riempie di luci, fumi, colori e musica. Un' atmosfera unica che staresti ore a guardare nei suoi particolari.
Maria Teresa Boato
Leggi altre 10
Pubblica
1
Guarda le foto di Federica Testa
1 foto

Ottima per mangiare spendendo poco

Ottima per mangiare spendendo poco. ..scegliete le bancarelle frequentate dagli autoctoni e che espongono i prezzi in cartelli appesi con scritte in arabo....diffidate dei menu turistici che vi proporranno insistentemente!
Federica Testa

Piazza jef è fantastica! durante le o...

Piazza JEF è fantastica! Durante le ore centrali estive però,sconsiglio di visitarla a causa delle temperature elevate.Ricordo di avere trovato un pò di frescura solo dentro un suk.Ma dopo le 19,00 tutto comincia,quasi per magia a vivere e la piazza si trasforma,in un gioco di luci,ombre,fumi,suoni,odori e facce in un gioco psichedelico che in un primo momento mi hanno quasi tramortito.
franz cannizzo
1
Guarda le foto di Andrea Albertini
1 foto

Stupendo!!zapping in diretta!mille co...

Stupendo!!Zapping in Diretta!Mille colori,mille sapori mille volti
Andrea Albertini
21
Guarda le foto di Jsm Rocha
21 foto

Entra a marrakech in auto possono cau...

Entra a Marrakech in auto possono causare problemi di cuore, come un gioco per computer, dobbiamo evitare gli oggetti che vengono gettati a noi, in questo caso, la nostra macchina, e gli oggetti sono le moto, biciclette, asini, auto che attraversano la strada in ogni caso. Cammina lentamente verso sinistra, passare rapidamente da destra, la priorità non "esiste" e scendere a luci gialle e tirare la caotica rosso nei nostri occhi. Non posso dire che la piazza è bella come Piazza del Commercio a Lisbona, o anche la Plaza Mayor a Madrid, è che sì, un grande spazio rettangolare con il minareto della moschea di Koutoubia supporto, non è stato l'edificio più alto della città. Primati da fare trucchi scimmia per i turisti, portatori d'acqua offrire a scattare foto ricordo in cambio "chiaro" del denaro, incantatori di serpenti diversi con i loro flauti, un po 'in tutto il luogo, facendo un rumore assordante e permanente sentito intera piazza. Un turista di essere tirato per un braccio da un venditore ad un ristorante e l'altro dalla concorrenza, sia volendo sé una parte del loro portafoglio, è una costante. Questa è la parte meno buona l'affascinante e carismatico El-Fna, un sentimento che è il denaro che giustifica tutto questo turbinio di luci, suoni e movimento. La piazza è una miscela di carnevale, zoo e da circo, in cui tutto è permesso, non c'è nessuno alla porta, è il mondo intero. Sit, esotismo puro.

Entrar de carro em Marraquexe pode provocar problemas cardíacos, parece um jogo de computador em que temos de evitar objectos que são lançados contra nós, neste caso, o nosso carro, e os objectos são as motos, as bicicletas, os burros, os carros que se atravessam de qualquer maneira na estrada. Andam devagar na via da esquerda, ultrapassam velozmente pela direita, a prioridade não "existe", param ao amarelo do semáforo e arrancam com o vermelho, caótico aos nossos olhos.
Não posso dizer que a praça seja bonita como a Praça do Comércio em Lisboa, ou mesmo a Plaza Mayor em Madrid, é isso sim, um enorme espaço rectangular com o minarete da mesquita Koutoubia a sobressair, não fosse o edifício mais alto da cidade. Primatas a fazerem macaquices para os turistas, aguadeiros oferecem-se para tirar fotos de souvenir, em troca "claro" de dinheiro, vários encantadores de serpentes com as suas flautas, um pouco por todo o lado, fazendo um som ensurdecedor e permanente ouvido em toda a praça. Um turista a ser puxado por um braço por um vendedor de um restaurante e pelo outro pela concorrência, ambos querendo para si uma parte da sua carteira, é uma constante. Essa é a parte menos boa da fascinante e carismática El-Fna, a sensação de que é o dinheiro que justifica todo aquele turbilhão de luzes, som e movimento.
A praça é uma mistura entre feira popular, jardim zoológico e circo, em que tudo é permitido, ninguém fica à porta, cabe o Mundo inteiro. Sente-se, puro exotismo.
Jsm Rocha
Traduci
Vedi l'originale
9
Guarda le foto di nuria
9 foto

Glib di coinvolgere i turisti

Nella tua visita a Marrakech non devono perdere la visita notturna alla piazza Jemaa El-Fna. Vi consiglio di toméis tè in una delle terrazze (al piano superiore) che è nei bar che circondano la piazza alle 11 circa di questa notte, mentre si osserva il trambusto che si forma progressivamente ... Incantatori di serpenti, i bar che vengono dal nulla, succhi di vendita, scimmie, donne pittura con l'henné ... E soprattutto glib per agganciare il turista ignaro che non sa dove cenare e caricare molto di più fanno pagare nei ristoranti dei dintorni ... (Fondamentalmente credo che sia un "no frills" da qualsiasi turista dovrebbe andare nella vostra iniziazione al mondo arabo: D), poiché un'immagine vale più di mille parole lascio un video che ho fatto. Visitando questo posto è confermato che il modo di guadagnarsi da vivere dipende dalla ingegnosità. Tutto questo sembra un circo in cui è molto difficile camminare senza fermarsi ad ogni passo per vedere uno spettacolo: ballerini di tutti i tipi, le scimmie, le donne con pittura henné, cibo, succo, bigiotteria vendita, giochi, incantatori di serpenti , camerieri liándonos per mangiare nel suo stallo, ecc ... Dal momento che il sole comincia a impostare fino a tarda notte, il posto è piena di persone che offrono intrattenimento.

Mucha labia para enganchar al turista

En vuestra visita a marrakech no os teneis que perder la visita nocturna a la Place Jamaa el-Fna. Os recomiendo que os toméis un té en una de las terrazas (en la planta superior) que hay en los bares que circundan la plaza a las 11 más o menos de la noche mientras observáis el bullicio que se va formando progresivamente... Encantadores de serpientes, chiringuitos que surgen de la nada, venta de zumos, monos, mujeres que pintan con henna... Y sobre todo mucha labia para enganchar al turista desprevenido que no sabe dónde cenar y cobrarle mucho más de lo que cobran en los restaurantes de los alrededores... (en el fondo creo que es un "pequeño timo" por el que todo turista debe pasar en su iniciación al mundo árabe :D)

Cómo sé que vale más una imagen que mil palabras os dejo un vídeo que tomé.

Visitando esta plaza se confirma que la forma de ganarse la vida depende del ingenio. Toda ella parece un circo en la que es muy difícil caminar sin pararse a cada paso a contemplar algún espectáculo: Bailarines de toda clase, monos, mujeres pintando con henna, puestos de comida, de zumos, venta de baratijas, juegos, encantadores de serpientes, camareros liándonos para que comamos en su chiringuito, etc... Desde que el sol empieza a ponerse hasta bien entrada la noche, la plaza es un hervidero de gente ofreciendo espectáculo.
nuria
Traduci
Vedi l'originale
34
Guarda le foto di José Miguel Sánchez Fernández
34 foto

Il cuore di marrakech

La piazza Jamaa el Fna è il vero cuore della città, il punto di partenza di numerosi itinerari turistici è possibile portare attraverso la città e nel grande souk. La sua attività varia durante il giorno e la notte, il giorno che è tipico per vedere la piazza sgombra da messaggi concentrandosi di più sull'attività dei suoi bar e ristoranti, da cui è possibile ottenere una grande vista della piazza mentre godendo buon cibo o caffè, come il ristorante da quando abbiamo fatto le foto aeree del luogo, Chez Chegrouni. Di notte piena di vita tra stand gastronomici, ognuno con migliorata come sopra, succo d'arancia, dove per qualche dirham potranno godere praticamente per tutta una brocca di succo d'arancia appena spremuto, e addirittura è possibile trovare le attività musicali ( gruppi che suonano musica tradizionale) o addirittura di narrazione, raccontando grandi storie. Naturalmente non si può perdere ciò che è il tramonto in questa piazza con la Koutoubia sfondo.

El corazon de marrakech

La plaza de Jamaa el Fna es el autentico corazón de la ciudad, punto de partida de varias de las rutas de interés turístico que puedes realizar por la ciudad y entrada al gran zoco. Su actividad varia durante el día y durante la noche, siendo por el día más típico ver la plaza despejada de puestos centrándose más en las actividad de sus locales y restaurantes, desde los que puedes obtener una estupenda vista de la plaza a la vez que disfrutar de buena comida o un café, como es el caso del restaurante desde el que sacamos las fotos aéreas de la plaza, Chez Chégrouni.

Por la noche rebosa de vida entre puestos de comida, a cada cual mejoro oferta que el anterior, de zumos de naranja, donde por pocos dirhams disfrutareis de prácticamente una jarra entera de zumo de naranja recién exprimido, e incluso podréis encontrar tanto actividades musicales (grupos tocando música tradicional) o inclusive cuenta cuentos, relatando grandes historias.

Desde luego lo que no podéis perderos es el atardecer en esta plaza, con La Koutoubia de fondo.
José Miguel Sánchez Fernández
Traduci
Vedi l'originale
10
Guarda le foto di Mar Perez
10 foto

Il ronzio djemaa el fna

Era buio quando siamo arrivati ​​al luogo finale di Marrakech Djemaa el Fna. Che confusione, quel rumore, quella delle persone .... E questo è tutto novembre e si presume che ci saranno meno turisti! Questa piazza non è classificata come monumentale, se non per essere un grande spazio all'interno della Medina noto per le persone, proprio per questo e credo che qui sta il suo fascino. Si tratta di un movimento continuo, un andirivieni di persone, non solo a piedi, perché qui ci sono auto, moto miste, asini, carrozze ... Si dovrebbe andare con quattro occhi! Incantatori di serpenti, cantastorie, cartomanti di fortuna, artisti del tatuaggio all'henné, musicisti tradizionali, barcaioli ..... E il rumore, un sacco di rumore. Poi ci sono le bancarelle che vendono succo d'arancia continuamente, ci sono anche granate, pomeli .... E le date dolci, uva passa, fichi, prugne, noci ..... E poi, la sera, da un grande cancello di apparire carrelli portavivande mobili empiezana che invadono il centro della piazza, molti di loro, tutti di fumo che invade le loro grigliate, spiedini di pollo alla griglia, agnello, kefta .. .. Il couscous, insalate .... E ancora il fumo e la batteria e il rumore e la gente ..... Tutta la piazza è circondata da caffetterie, ristoranti e terrazze e vicoli che si aprono che conduce al suk, il più grande nel Maghreb .... Con negozi e negozi, così accattivante giorno per chi piace il gioco di acquisto e di contrattazione e quindi non è raccomandato durante la notte. Lo spettacolo dei cantastorie, che non sono autorizzati a registrare o fotografare (e se non si conosce l'arabo non troverete su qualsiasi cosa) è qualcosa che ha aiutato questo luogo diventi Patrimonio orale dell'Umanità. Spetta a una splendida terrazza durante l'assunzione di un tè verde alla menta orologio, solo che, come un voyeur senza perdere dettagli ... Sarete stupiti!

El bullicio en djemaa el fna

Ya había oscurecido cuando llegamos por primera vez a la plaza por excelencia de Marrakech: Djemaa el Fna.
¡Que jaleo, que ruido, que de gente.... Y eso que es noviembre y se supone que habrá pocos turistas!!!!!!

Esta plaza no se caracteriza por ser monumental si no por ser un enorme espacio en el interior de la Medina que destaca por la gente, sencillamente por eso y supongo que ahí radique su encanto. Es un contínuo movimiento, un ir y venir de gente, no solo a pie, porque aquí se mezclan coches, motos, burros, calesas... ¡hay que ir con cuatro ojos!!!!!
Encantadores de serpientes, narradores de historias, adivinadoras de la suerte, tatuadoras de henna, músicos tradicionales, aguadores..... Y ruido, mucho ruido.
Luego están la cantidad de puestos de naranjas continuamente vendiendo zumo, también hay de granadas, pomelos.... Y los de los dulces dátiles, pasas, higos, ciruelas, frutos secos.....

Y luego, al caer la tarde, por una gran puerta empiezana a aparecer los carros de comida ambulante que invaden el centro de la plaza, montones de ellos, invadiéndolo todo de humo con sus parrillas, asando brochetas de pollo, cordero, kefta.... El couscous, las ensaladas.... Y sigue el humo y los tambores y el ruido y la gente.....
Toda la plaza está rodeada de cafés-restaurantes y terrazas y de ella parten las callejuelas que se adentran en el zoco, el más grande del Maghreb.... Con tiendas y tiendas, tan cautivador de día para quien les guste el juego de la compra y el regateo y tan poco recomendable por las noches.

La espectacularidad de los narradores de historias, a los que no se permite grabar ni fotografiar (y si no sabes árabe no te vas a enterar de nada) es algo que ayudó a que esta plaza se convirtiese en Patrimonio Oral de la Humanidad.
Es una delicia subir a una terraza y mientras te tomas un te verde a la menta observar, solo eso, como un voyeur sin perder detalle... ¡te sorprenderá!
Mar Perez
Traduci
Vedi l'originale
17
Guarda le foto di EVA MARTINEZ
17 foto

Un quadrato con ammaliante sentenza

La piazza si trova nel cuore della Medina di Marrakech.Significa "Reunion dei morti" e in passato il luogo in cui sono state effettuate esecuzioni ed esposte teste decapitate prima di tutti coloro che abitano sulla Medina. Nel corso degli anni questo posto è stato sempre più importante. Dalla mattina e il pomeriggio sono installati i venditori di arance (non andare via senza aver assaggiato il succo di questo frutto sono buenísimos) aguateros, spezie, frutta, erboristi ecc .... Al tramonto dello stesso colore è impregnato magnenta, con un cielo che potrebbe essere un dipinto di un tramonto Monet.La piazza è invasa da incantatori di serpenti (foto soldi =) altre scimmie (che sollecitare i fondi in modo da poter avere un quadro ). La notte è piena di negozi e posti per mangiare, è impossibile passare senza assaggiare queste prelibatezze, la piazza di notte diventa un piacere per gli occhi e il naso. Tutto questo può essere visto anche dai ristoranti e caffè intorno ad es consiglia ARGANDA sedere nel ristorante e il Café de France, per esempio. Non dimenticherò mai questa esperienza.

Una plaza con embrujo reinante

Esta plaza esta situada en el corazón de la Medina de Marrakech.Significa " Reunion de los difuntos" y antiguamente era el lugar en el que se realizaban las ejecuciones y se exponían las cabezas de los decapitados ante todos los que habitaban la Medina.

Con los años esta plaza fue ganando importancia.

Desde la mañana y la tarde se instalan vendedores de naranjas (no iros sin probar el zumo de esta fruta están buenisimos) aguateros,especieros,fruteros,herboristas ect....

Al atardecer todo se impregna de un color magnenta,con un cielo que podría ser un atardecer de una pintura de Monet.La plaza es invadida por encantadores de serpientes (foto= dinero) otro con monos(te pediran dinero para que puedas hacerte la foto).

Por la noche se llena de tiendas y puestos para comer,es imposible pasar por allí sin probar esas delicias,la plaza por la noche se convierte en un lujo para la vista y el olfato.

Todo esto se puede observan también desde los restaurantes y cafés que hay alrededor por ejemplo recomiendo sentarse en el restaurante ARGANDA y en el CAFE DE FRANCE por ejemplo.

Nunca podrán olvidar esta experiencia.
EVA MARTINEZ
Traduci
Vedi l'originale
11
Guarda le foto di David Azurmendi
11 foto

Una piazza che superano le vostre aspettative.

Abbiamo iniziato il nostro viaggio nella Jemaa el Fna, ora io stesso incontro in questo luogo scrivendo queste note dal ghiacciaio Café è presto e ho seguito il consiglio di molti viaggiatori, seduti sul patio di questo caffè, prendendo la mia bevanda locale un tè alla menta, mentre guardo il movimento di questo luogo definito come punto di partenza per esplorare la città. Una miscela di suoni, odori e personaggi esercitano costante curiosità per il viaggiatore, per la passeggiata attraverso il suo interno potranno godere di un succo d'arancia per 4 dirham (0.40 centesimi), in questa zona c'è il silenzio, continuamente chiamanti locali ci ascoltano, che parlano diverse lingue per dare alla nostra, al fine di vendere qualcosa o ci condurrà attraverso la medina in cambio di poche monete. Incantatori di serpenti, gli artisti del tatuaggio all'hennè, macachi addomesticati a rappresentare per spettacoli sahariani turistiche o alle spalle, tra le altre cose, sono molte attrazioni turistiche di trovare nel posto. Gran parte del contorno della piazza è circondata da ristorante terrazzato con vista panoramica per godere di una delle migliori vedute urbane che si può dare a questo paese la Koutoubia si trova ad ogni angolo, diventando un punto di riferimento con i suoi 70 metri altezza, nel punto più alto, conteneva quattro palle d'oro, che secondo la leggenda, la quarta palla è stata fatta d'oro donata dalla Sultana, moglie di Yacub-al Mansur, per non aver rispettato il Ramadan, l'ingresso al moschea è vietato dalla non-musulmani. Abbondano anche risciò parcheggiato sul lato della piazza, la città ha preparato per andare rilassarsi all'ombra. Al crepuscolo cerchiamo un ideale da preparare con la nostra macchina fotografica e catturare l'atmosfera della piazza sotto lo sguardo di un cielo colorato, non fare nulla di meglio che salire su una delle tante terrazze panoramiche, chiedi da bere (luogo bere obbligatorio per accedere) e godere di questa festa per i sensi. Una volta ha nascosto il sole all'orizzonte, la piazza è pronta a nutrire i turisti con circa un centinaio di stand gastronomici, dove tutti i tipi di piatti, i camerieri sono responsabili per la voce al suo posto, insistenti come pochi altri.

Una plaza que sobrepasará tus expectativas.

Comenzamos nuestro camino en la plaza de Jemaa el Fna, ahora mismo me encuentro en éste lugar escribiendo éstas notas desde el Café Glacier, es temprano y he seguido el consejo de varios viajeros, sentándome tranquilamente en la terraza de éste café, tomándome la bebida local, un té a la menta, mientras observo el movimiento de ésta plaza definida como punto de partida para conocer la ciudad.

Una mezcla de sonidos, olores y personajes ejercen una continua curiosidad ante el viajero, durante al paseo por su interior podremos disfrutar de un zumo de naranja por 4 dirhams (0,40 céntimos de euro), en ésta zona el silencio no existe, continuamente escucharemos locales que nos llaman, que nos hablan en varios idiomas hasta dar con el nuestro, con el fin de vendernos cualquier cosa o conducirnos por la medina a cambio de unas monedas.

Encantadores de serpientes, tatuadoras de henna, macacos domesticados para posar en el hombro del turista o espectáculos saharianos, entre otras cosas, son muchas de las atracciones turísticas que encontraremos en el lugar.

Gran parte del contorno de la plaza se encuentra rodeado de restaurante con terrazas de vista panorámica para disfrutar de una de las mejores vistas urbanas que te puede regalar éste país, la Koutoubia sobresale en cada rincón, convirtiéndose en un punto de referencia con sus 70 metros de altura; en su punto más alto, figuran cuatro bolas doradas, que según la leyenda, la cuarta bola fue fabricada con el oro que donó la sultana, esposa de Yacub-al Mansur, por no haber respetado el ramadán, la entrada a la mezquita está prohibida por los no musulmanes.

Abundan también las calesas aparcadas a un lado de la plaza, preparadas para recorrer la ciudad con total tranquilidad bajo la sombra.

Al atardecer buscamos un lugar ideal para prepararnos con nuestra cámara de fotos y captar el ambiente de la plaza bajo la mirada de un cielo lleno de color, para ello nada mejor que subir a una de las múltiples terrazas panorámicas, pedirnos un refresco (consumición obligatoria para acceder) y disfrutar de éste regalo para los sentidos.

Un vez se haya escondido el sol en el horizonte, la plaza se prepara para darle de comer al turista con cerca de un centenar de puestos de comida, donde se sirve todo tipo de platos, los camareros se encargan de dirigirnos hacia su puesto, insistentes como pocos.
David Azurmendi
Traduci
Vedi l'originale
6
Guarda le foto di Chris
6 foto

Otherworldly

Non c'è nulla (e dico nulla) sulla Terra come la piazza Djemaa El Fnaa, la piazza principale iconica nella Medina di Marrakech. Vi renderete conto questo, non appena scesi dal bus per l'aeroporto e passeggiata lungo la strada principale: l'aria si riempie con la batteria martellante dei musicisti Gnaoua, qualcuno camminerà passato con una scimmia, ti piccoli decine di griglie di cottura di tutti i tipi di carne strofinato con tutti i tipi di spezie. E 'quel momento preciso in cui ti rendi conto che non sei più a casa. Durante il giorno, è abbastanza calmo ed è fondamentalmente un mercato a cielo aperto. Ma di notte, si trasforma in un carnevale. Io suggerirei di arrivare lì intorno buio e afferrando un po 'di mangiare. Non vorrei suggerire effettivamente entrare nell'area alimentare, la parte centrale è tutte le grigliate miste turistico-oriented e dovrete battaglia e fila interminabile di persone assillare a mangiare al loro posto. Al contrario, optare per il più economico, più autentico, e più amichevole di agnello arrosto o fornitori di zuppa intorno al bordo. Quindi, oltre al capo ascoltare i musicisti Gnaoua. Non ottenere proprio ai margini dei musicisti meno che non siate disposti a pagare. Stare a pochi metri fuori e godere della musica gratis! : È o) c'è davvero nessun altro posto simile. Migliaia di abitanti mercanteggiare, parlare, mangiare, camminare, flirt, vendita, e solo vivere la vita. E 'uno spettacolo incredibile. La Djemaa El Fnaa è il Marocco. 100% Consigliato!

Otherworldly

There's nowhere (and I mean nowhere) on Earth like the Djemaa El Fnaa, the iconic main square in the Medina of Marrakech. You'll realize this as soon as you get off the bus from the airport and stroll along the main drag: the air is filled with the pounding drums of the gnaoua musicians, someone will walk past you with a monkey, you'll small dozens of grills cooking all kinds of meats rubbed with all kinds of spices. It's that precise moment when you realize you're not at home anymore.

During the day, it's fairly calm and is basically an open-air marketplace. But at night, it transforms into a carnival. I'd suggest getting there around dark and grabbing a bit to eat. I wouldn't suggest actually entering the food area; the central part is all tourist-oriented mixed grills and you'll have to battle and endless line of people hassling you to eat at their place. Instead, opt for the cheaper, more authentic, and friendlier roast lamb or soup vendors around the edge.

Next, head over to hear the gnaoua musicians. Don't get right at the edge of the musicians unless you're willing to pay. Stand a few feet off and enjoy the music for free! :o) There really is no where else like it. Thousands of locals haggling, talking, eating, walking, flirting, selling, and just living life. It's an incredible spectacle.

The Djemaa El Fnaa IS Morocco. 100% Recommended!
Chris
Traduci
Vedi l'originale
8
Guarda le foto di Maria Cruz Díaz Antunes-Barradas
8 foto

Un grande palcoscenico all'aperto

La piazza Jamaa el Fna è il cuore della città vecchia di Marrakech. Si tratta di una grande piazza, a pochi metri dalla Moschea Koutoubia e rappresenta l'ingresso della medina, con il suo dedalo di stradine e numerosi negozi. Ci sono diverse ipotesi sull'origine del nome e può significare il luogo in cui il condannato ajusticiaban semplicemente un luogo di incontro, o fare riferimento a una moschea che dovrebbe sorgere nella stessa posizione. Per me questo posto è come un palcoscenico all'aperto gigante dove tutto accade e cambia tutta la giornata. La mattina è calma, vi è un solo bancarelle di frutta e isolati serpente incantatore. Ma se uno è un turista con la macchina fotografica è perduto, una volta che appendere un serpente intorno al collo senza di te notare come hai dipinto l'intera henné braccio. Meglio andare la sera, come lo spettacolo è garantito e, naturalmente, ci sono possibilità che si possono condividere con altri turisti. Guardandosi intorno siamo circondati da incantatori di serpenti, ammaestratori di scimmie, danzatori, cantastorie, acrobati e venditori di acqua con il suo caratteristico vestito rosso e cappello con campane. Il suono dei tamburi indica che il tramonto si avvicina e improvvisamente, quasi da zero, numerosi bar che sono montati in un batter d'occhio e offrono di tutto e tra i fumi di cottura cominciano ad apparire, l'odore spezie e il suono dei tamburi, il visitatore si sente inebriati dalla magia del luogo. Intorno alla piazza ci sono numerosi bar e ristoranti dove si può avere una veduta aerea del complesso, tra cui caffè Argana ha subito un tragico attacco terroristico nella primavera del 2011. Un'altra attrazione turistica è attraverso l'involucro dalla Moschea Koutoubia alla strada che conduce alla piazza, attraversare una sola strada dove il traffico non si ferma mai e continuamente passano auto, carrozze, moto, biciclette e qualsiasi tipo di veicolo , si devono gettare, audace e andare. In effetti ho mai visto ragazzi che guadagnano qualche dirham per aiutare i turisti da attraversare. In tutto questo spettacolo culturale e umano, nel 2001 la piazza Jamaa el Fna è stato nominato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO.

Un inmenso escenario al aire libre

La plaza Jamaa el Fna es el corazón de la ciudad antigua de Marrakech. Es una gran explanada, situada a pocos metros de la mezquita de la Kutubia y representa la puerta de entrada de la medina, con su laberinto de calles estrechas y numerosos comercios.
Hay varias hipótesis sobre el origen del nombre y puede significar el lugar donde se ajusticiaban a los condenados, simplemente un lugar de reunión, o bien hacer referencia a una mezquita que debió levantarse en la misma ubicación.

Para mi esta plaza es como un gigantesco escenario al aire libre, donde pasa de todo y además cambia a lo largo de la jornada. Por la mañana está tranquila, sólo hay puestos de frutas y algún encantador de serpientes aislado. Pero si uno va de turista con la cámara está perdido, enseguida te cuelgan una serpiente al cuello y sin que te des cuenta ya te han pintado todo el brazo de henna.

Es mejor ir por la tarde, pues el espectáculo está garantizado y por supuesto hay posibilidades que puedas compartirlo con otros turistas. Mirando alrededor estamos rodeados de encantadores de serpientes, domesticadores de monos, bailarines, cuenta cuentos, acróbatas y vendedores de agua con su característico traje rojo y el sombrero con campanitas. El sonido de tambores indica que se acerca el atardecer y de repente, casi de la nada, empiezan a aparecer numerosos chiringuitos que se montan en un abrir y cerrar de ojos y te ofrecen de todo y entre el humo de las cocinas, el olor a especias y el sonido de los tambores, el visitante se siente embriagado con la magia de aquel lugar.
Alrededor de la plaza hay numerosos cafés y restaurantes donde se puede tener una vista aérea del conjunto, entre ellos el café Argana que sufrió un trágico ataque terrorista en la primavera de 2011.

Otra curiosidad turística es atravesar desde el recinto de la mezquita la Kutubia hasta la calle que conduce a la plaza, hay que cruzar una única avenida donde el tráfico nunca para y pasan de forma continua coches, carricoches, motos, bicis y cualquier clase de vehículo; hay que lanzarse, atreverse y pasar. De hecho alguna vez he visto a chavales que se ganan unos dirhams por ayudar a los turistas a cruzar.

Por todo este espectáculo cultural y humano, en el año 2001 la plaza Jamaa el Fna fue nombrada Patrimonio de la Humanidad por la UNESCO.
Maria Cruz Díaz Antunes-Barradas
Traduci
Vedi l'originale
Pubblica
Leggi altre 10

Informazioni Piazza di Jamaa el Fna