Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Armenia?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Armenia

89 Collaboratori

31 cose da fare a Armenia

Di interesse culturale di Kotayk
Monastero di Geghard e Valle Alto di Azat a Kotayk
Questo monastero si trova nella provincia di Kotayk ed è conosciuta per le sue chiese e le sue tombe, la maggior parte delle quali sono scolpite nella roccia, cosa che rappresenta l'apogeo dell'architettura medioevale armena. La combinazione di elementi architettonici unita alle numerose incisioni e khachkar danno luogo a un'unica visione, ecco perché è una delle mete turistiche più frequentate in Armenia. Le rocce che circondano il monastero fanno parte della gola del fiume Azat, che si trova nell'omonima valle e che ha nel suo paesaggio un complesso di edifici medioevali situati nel mezzo delle scogliere che si trovano al suo ingresso. La maggior parte dei visitatori che si recano a Geghard dovrebbero anche visitare il tempio di Garni, una struttura che si trova più sotto il fiume Azat. Come curiosità: la parola Azat in origine si riferiva alla mezza e bassa nobiltà e con il passare del tempo si convertì nel termine che indica tutta la nobiltà.
Monumenti Storici di Yerevan
Monumento Cascade di Yerevan
(4)
"Cascade" è un monumento in stile sovietico. Iniziò ad essere costruita nel 1970 e tuttora è in costruzione. Quando cadde il Comunismo, tutto, dall'economia alla costruzione di questo monumento, cessò e le decine di fontane di "Cascade" smisero di funzionare. Si trattava comunque di un progetto ambizioso: situata nel cuore della città, offre una vista incantevole del centro ed è costruita in marmo bianco . Nel 2000, Gerard Cafesjian, armeno collezionista d'arte, ha contribuito economicamente per terminare l'opera e ha inoltre donato la scultura di un gatto nero dell'artista Botero. E' possibile salire sino alla parte più alta della costruzione e gustarsi una birra "Kilikia", osservando dall'alto il centro della città. Rappresenta anche un punto di ritrovo per i giovani e di notte potrete conoscere i simpatici guardiani che si improvviseranno guide della "Cascade" e vi faranno scoprire tutti gli angoli più nascosti e i segreti del monumento.
Laghi di Sevan
Lake Sevan and the Hayravank monastery
IL Lago Sevan è il più grande dell' Armenia. Si incontra a 1930 metri di altitudine ed è uno dei più grandi laghi di alta quota del mondo. Ci sono stati molti fattori che hanno causato la diminuzione della quantita' delle acque del lago. Anche se nella sfortuna, l'Armenia può anche ottenere alcuni benefici, ed a causa della diminuzione dell' acqua si sono trovati resti archeologici antichi più di 2000 anni, come khachkar ( stupende croci scolpite in pietre enormi). L'Armenia è un paese pieno di leggende e il lago, ovviamente, ha la sua. La leggenda vuole che l'origine del nome deriva dal lago di Van ( un Lago in Turchia), si dice che quando le persone che vivevano in Van, visitavano Sevan, le notti erano fredde e scure. E cominciarono a chiamare il lago Sevan (SEV significa nero in armeno). Visitare il lago in primavera o in autunno è un po' desolante. Non c'e' gente, i colori non monotoni, è un posto pieno di melanconia, i sussurri del vento evoca le risate dei bambini che allegramente si bagnano in estate. Il lago Sevan è un luogo di incontro per gli armeni durante l' estate. Si riempie di vita. In inverno diventa il re della neve e si congela davanti a noi, offrendo un paesaggio maestoso.
Di interesse culturale di Sevan
Monastero di Hayravank a Sevan
(1)
Il Monastero di Hayravank sorge sul Lago Sevan ed è formato da una chiesa del IX secolo che risulta abbastanza moderna se si considera che l'Armenia fu il primo paese cristiano al mondo. Nei pressi del monastero ci sono diverse "khachkars", ovvero croci intagliate nella pietra, di una bellezza unica che giacciono in stato di semi-abbandono. È il posto ideale per trovare un po' di pace e godere dei panorami.
Canyon di Yegheknadzor
Monastero di Noravank
Il segreto meglio custodito di tutta l'Armenia si trova nascosto in un canyon: il monastero di Noravank. "noravank", in armeno, significa "monastero nuovo" (Նորավանք). È vicino alla città di Yeghegnadzor, nella regione di Vayots' Dzor, nel sud dell'Armenia a circa 120 km da Erevan. Fu costruito nel XII secolo sopra i resti di una chiesa del IX-X secolo. Il complesso è formato dalla chiesa principale del monastero dedicata a San Giovanni il Precursore (Surp Karapet), un'altra consacrata a San Gregorio (Surp Grigor) e quella di Santa Madre di Dio (Surp Astvatsatsin). Intorno al monastero nel XVI e XVII secolo furono costruite delle mura, ancora esistenti. Vi sono inoltre i famosi "khachkars" (enormi croci di pietra intagliata) che non mancano mai nei dintorni dei monasteri e delle chiese armene. Noravank è noto per essere stato un importantissimo "scriptorium", dove i monaci copisti inquadernavano, copiavano, decoravano e restauravano libri. Grazie a loro, all'interno del monastero esiste uno spazio dedicato all'alfabeto armeno, che è inciso sia sulla pietra che sul pavimento. Noravank fu restaurato due volte nel secolo scorso. Non vi è mai successo di pensare di avere visto talmente tante cose che ormai pensate che al mondo non resta più tanto da scoprire? A me è successo in due occasioni, e il mondo mi ha dato un tremendo schiaffone. L'Armenia è il paese dei monasteri, tutti bellissimi e diversi fra loro. Dopo averne visti vari, un amico mi ha proposto una gita a Noravank e ho pensato: "Un altro monastero?!"; Noravank ha pensato quindi bene di schiaffeggiarmi dolcemente, e mi ha anche chiuso la bocca un paio di volte. Semplicemente incredibile. Azzardo e dico che forse è il mio luogo preferito in Armenia.
Templi di Garni
Tempio di Garni
Situato a circa 32 km a sud-est di Yerevan, è noto soprattutto per il suo complesso archeologico fortificato e si trova sulla strada del noto monastero di Geghard. Il tempio fu edificato nel I secolo d.C. dal re Tiridate I di Armenia e la costruzione fu forse finanziata grazie al denaro che il re armeno ricevette dall'imperatore Nerone durante la sua visita a Roma. Il tempio era probabilmente dedicato al dio Mitra. Il sito è molto ben curato ed è bellissimo passaggiare tra le aiuole fiorite.
Cattedrali di Yerevan
Grigor Lusavorich National Cathedral
Una delle chiese più controverse dell'Armenia è la chiesa di Surb Grigor Lusavorich (San Gregorio Illuminatore). Questa enorme cattedrale è stata costruita e terminare nel 2001 per celebrare il 1700 ° anniversario del cristianesimo come religione ufficiale dell'Armenia. È situata tra Kino Russia la e il Boulevard Tigran Mets ed è quasi impossibile non vederla grazie alla sua superficie. In realtà sono tre chiese in una: quella principale dispone di 1.700 posti a sedere, la cappella di San Tiridate e la Cappella di Santa Askhen Regina entrambe hanno 150 posti a sedere. Queste due figure hanno avuto un ruolo molto importante aiutarono infatti San Gregorio l'Illuminatore nell'opera di conversione facendo dell'Armenia il primo paese cristiano nel mondo. La polemica scoppiata a causa del permanente stato di crisi che regna nel paese. Le persone, pur essendo molto devote, hanno messi in dubbio la necessità di costruire una nuova cattedrale infatti in Armenia ci sono un'infinità di chiesee di monasteri, tutti carichi di valore storico. Ecco la polemica. Ma alla fine, non è la gente che prende le decisioni. Vale la pena assistere alla celebrazione di qualche messa, soprattutto in occasione delle festività, per poter contemplarne la magnificenza.
Fiumi di Yerevan
Hrazdan River
(1)
Cosa si fa di Domenica a Yerevan? Il fiume Hrazdan passa da Yerevan, nasce nel lago Sevan (il centro estivo preferito dagli armeni) e sfocia nel fiume Aras (al confine tra Armenia e Turchia). Se non sai cosa fare di Domenica a Yerevan, andate a godervi qualche khorovats e kilikias e vicino al fiume Hrazdan. Andare sotto il ponte di Victoria, e scoprirete un nuovo mondo all'interno della città, lontano dai clacson delle auto, la folla dal centro e dai negozi. Ci sono anche zone all'aperto, zone per barbecue e si può fare un tuffo nel fiume. Sulla strada per il fiume e appena passato il ponte, c'è un parco giochi dove i bambini possono godere di un viaggio in un trenino. Ma se si guarda bene si troverà anche un tesoro storico. Seguendo i binari del treno, è possibile trovare un tesoro di epoca sovietica: Un vecchio treno sulla sinistra. L'Armenia conserva molti di questi tesori, basta essere curiosi e mettersi ad esplorare.
Monumenti Storici di Yerevan
Monumento del genocidio armeno
Il monumento al Genocidio armeno è una toccante tappa da effettuare sulle colline di Yerevan un museo con documenti e fotografie e alcune steli commemorative ricordano la tragedia del popolo armeno datata 1915 ad opera dei turchi, una fiaccola ricorda la tragedia e la successiva diaspora per il mondo di parte della comunità armena.
Città di Spitak
Spitak
Il 7 dicembre 1988 un terremoto ha colpito questa città industriale chiamata Spitak, causando la morte di metà della popolazione, in particolare bambini e malati, che si trovavano nelle scuole e negli ospedali. Attualmente la città è "ricostruita" ma la gente vive ancora in una situazione molto precaria, con le case costruite con i rifiuti. Eppure, le persone continuano a fermarti per strada per invitarti ad un caffè nelle loro case o si offrono di passeggiare con te raccontandoti la storia del luogo. Ha una popolazione di 20.000 abitanti e si trova nel nord del paese, nella regione di Lori. Storia e fede sono due dei pilastri del popolo armeno. La piazza principale vi dà il benvenuto a questa bella cittadina di montagna. L'architettura della piazza è un tipo di architettura molto sovietica, intendo dire, con molto cemento e di grandi dimensioni: più grande è e meglio è... Armenia è stato un paese sovietico per 70 anni ed è un fatto latente, per fortuna... gli armeni hanno sempre saputo scolpire belle forme nei loro edifici, ammorbidendo così la durezza sovietica. Spitak segnica "bianco" in armeno, come la neve che copre le montagne in inverno. Come nella maggior parte dei viaggi, il meglio si Spitak sono state le persone.
Stazioni Ferroviarie di Yerevan
The underground in Yerevan
Lei non capisce nulla del semplice sistema della metropolitana della capitale armena. Scale interminabili la separano dalla neve, mentre si rifugia tra le colonne immerse con segnali in una lingua che ancora non conosce. Segue il suo istinto, a volte più forte si dirige verso qualcuno. Arriva alla piattaforma. Decine di volti la osservano, vestiti con scarpe con punta maschile la seguono mentre i suoi occhi cercano di decifrare i codici del nome della fermata. Lei sa che è la quinta. Nessuno parla del vagone. Molti la stanno a guardare, chiedendosi come possa mangiare con questa cosa gli trafigge il labbro. Scende, si perde, segue la massa. Passa attraverso il mercato che dà vita alle uscite della metropolitana. Cibo, vestiti, le chiamate telefoniche. Sale le scale stordita, da un'occhiata intorno impaurita, trova un viso amico e gli sorride.
Di interesse culturale di Yerevan
Yerevan from the sky
Yerevan, la capitale dell'Armenia, si presenta di in una forma aggressiva e piena di cemento, agli occhi del viaggiatore in cerca di bellezza architettonica. Vivendo al 16 ° piano, la città non molto graziosa mostra il suo fascino e ne approfitta, lasciando sullo sfondo Ararat e mongolfiere come nota di colore.
Stazioni delle Corriere di Yerevan
The King of the road: Lada (and other Soviet transports) in Armenia
(1)
Lada è un marchio automobilistico della ex Unione Sovietica. Nacque nel 1966. Appartiene alla casa automobilistica russa AvtoVAZ. La caratteristica più notevole di queste vetture era il suo basso consumo di energia, i costi a lungo termine e la corrente del modello più noto in Europa è la Lada Niva, un SUV che ha iniziato la sua produzione nel 1977. Oltre le automobili Lada, in Armenia si fabbricano una grande varietà di mezzi di trasporto: tram, treni, autobus, furgoni, van. Il modo più semplice per viaggiare in tutto il paese è affittare un furgone, sì, per il coraggioso che osa guidare sul Caucaso. Infatti, anche i pedoni sono molto coraggiosi nelle città, anche se ci sono semafori, le auto sono veri i re della strada e si arrogano anche il diritto di suonare il clacson se pensano che questo possa farvi accelerare il passo o velocizzare il percorso. Un'autentica pazzia. Armenian Style.
Di interesse culturale di Yerevan
The King of the road 2: when Lada fell
La gentilezza armena si trova nei luoghi più inaspettati. Nel furgone - bus che vi porta in giro per la capitale, si cede il posto alle persone più anziane, nessuno si nasconde dietro il giornale facendo finta di non vederli. In realtà, le persone si affollano in due sedili per far posto ad un terzo. Non sorprendetevi dal fatto che vi tendano la mano per aiutarvi con la borsa se è grande, o con i sacchetti della spesa. E 'normale che la gente seduta vi offra di sedervi sulle sue ginocchia. Se volete sapere cosa è successo quando Lada cadde, ma in realtà non successe niente, bisogna guardare l'ultima foto.
Piazze di Yerevan
Piazza Repubblica
Piazza repubblica ex piazza Lenin conteneva una statua rimossa nel 1996 del leader bolscevico è uno degli esempi più interessanti di arte sovietica nel Caucaso. La piazza contiene i classici edifici gemelli a semicerchio, la posta, edifici governativi, un prestigioso Hotel , il museo cittadino, gallerie d'arte , un parco verde e una fontana con giochi di luce e colori e quando viene buio viene illuminata in maniera suggestiva
Monumenti Storici di Tumanyan
Monasteri di Haghpat e Sanahin
Questi due monasteri bizantini si trova nella regione della Tumania e furono importanti centro d'insegnamento. Entrambi i complessi, con il loro stile unico, rappresentano la tappa iniziale dell'architettura religiosa armena, che si traduce in un mix di elementi provenienti dall'architettura religiosa bizantina e caucasica. Sahanin si trova nel Nord della Provincia di Norri; il suo nome in armeno significa "Questo è più vecchio di quello", in riferimento al vicino monastero. Haghpat si trova pochi Km. al Nord di Sahanin ed è conosciuta per il suo complesso religioso, formato dal campanile, dalla chiesa con l'affresco di Cristo sull'altare, da una cappella e dalla biblioteca. Tanto i due paesi come i monasteri sono simili in molti aspetti e si trovano su di una altopiano, tagliato in due dal Fiume Debed. I due complessi appartengono alla Chiesa Apostolica Armena e buona parte della loro fama è dovuta alle "khachkars", pietre con incisioni decorate con rose, uva, foglie, dischi ed altri motivi ornamentali. Entrambi i monasteri sono luoghi consigliati per una visita, tanto per la loro ricchezza cultura che per la bellezza architettonica.
Siti Archeologici di Yerevan
Echmiatsin Cathedral and Churches and Zvartnots Archaeological Ensemble
Il paesino di Echmiatsin deve la sua fama alle Chiese che si trovano edificate nel suo distretto, forse la più famosa è la Cattedrale di Echmiadzin, che e' la più antica del mondo, fu costruita tra il 301 ed il 303 circa, quando l'Armenia era l'unico paese al mondo la cui religione ufficiale era il cristianesimo. Oltre alla cattedrale, la città possiede due chiese molto importanti e molto antiche. La chiesa di S. Gayane, si distingue per le sue dimensioni armoniose e la chiesa di San Hripsime, che è uno dei pochi templi che non hanno subito modifiche, in modo che conserva la sua facciata originale, che ha più di 1.400 anni di antichita'. Nel frattempo il complesso archeologico di Zvartnots, era una maestosa cattedrale che era originariamente dedicata a San Giorgio, ma gran parte di essa fu distrutta da un terremoto e fu solo all'inizio del XXº secolo quando fu riscoperta. L'interno della chiesa ha la forma di una croce greca, a tre navate, mentre l'esterno è un poligono con 32 lati che sembrano seguirsi a distanza. Si ritiene che questo edificio era originariamente composto da tre piani. Come dato curioso, si pensa che questa cattedrale è raffigurata sul Monte Aratat, uno dei dipinti della Sainte-Chapelle di Parigi, questo non è stato ancora confermato ufficialmente pero' dalla data in cui fu costruita e la data in cui affresco fu realizzato, potrebbe essere vero.
Mercatini di Yerevan