MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Siem Reab?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Siem Reap

254 Collaboratori
  • Monumenti
    48 posti
  • All'aperto
    14 posti
  • Shopping
    9 posti
Attività a Siem Reap
GetYourGuide
(127)
14,24
Il più visitato a Siem Reap
Templi di Siem Reap
Angkor Wat
(54)
Monumenti Storici di Siem Reap
Tempio di Ta Prohm
(28)
Rovine di Siem Reap
Tempio Bayon
(16)
Monumenti Storici di Siem Reap
Angkor Thom
(8)
Mercatini di Siem Reap
Mercato Phsar Chah
(5)
Templi di Siem Reap
Preah Khan a Siem Reap
(6)
Monumenti Storici di Siem Reap
Banteay Srey
(8)
Palazzi di Siem Reap
Tempio Baphuon
(2)
Monumenti Storici di Siem Reap
Porta Meridionale di Angkor Thom
(5)
Riserve Naturali di Chong Khneas
Kompong Pluk Floating Village
(5)
Monumenti Storici di Siem Reap
Preah Neak Pean in Cambogia
(13)
Monumenti Storici di Siem Reap
Banteay Samre
Monumenti Storici di Siem Reap
Terrazza degli elefanti a Siem Reap
(2)
Templi di Siem Reap
Tempio Phnom Bakheng
(5)
Monumenti Storici di Siem Reap
Il Tempio di Ta Keo di Angkor
(2)
Laghi di Siem Reap
Srah Srang
(1)
Di interesse culturale di Siem Reap
Spettacolo di danza Apsará
(4)
Le destinazioni più popolari
Templi di Siem Reap
Angkor Wat
(54)
Templi di Siem Reap
Preah Khan a Siem Reap
(6)
Templi di Siem Reap
Tempio Phnom Bakheng
(5)
Templi di Siem Reap
Mebon orientale
(1)
Templi di Siem Reap
Il tempio di Ta Som in Cambogia
(2)
Templi di Siem Reap
(2)
Templi di Siem Reap
(1)
Templi di Siem Reap
Banteay Kdei a Siem Reap
(1)
Templi di Siem Reap
Il Ponte Naga ad Angkor Wat
(1)
Templi di Siem Reap
Templi di Siem Reap
(1)
Templi di Siem Reap
(1)
Templi di Siem Reap
Templi di Siem Reap
(4)
Templi di Siem Reap
Templi di Siem Reap
Templi di Siem Reap
(1)
Templi di Siem Reap
(1)
Templi di Siem Reap
Monumenti Storici di Siem Reap
Tempio di Ta Prohm
(28)
Monumenti Storici di Siem Reap
Angkor Thom
(8)
Monumenti Storici di Siem Reap
Banteay Srey
(8)
Monumenti Storici di Siem Reap
Porta Meridionale di Angkor Thom
(5)
Monumenti Storici di Siem Reap
Preah Neak Pean in Cambogia
(13)
Monumenti Storici di Siem Reap
Banteay Samre
Monumenti Storici di Siem Reap
Terrazza degli elefanti a Siem Reap
(2)
Monumenti Storici di Siem Reap
Il Tempio di Ta Keo di Angkor
(2)
Monumenti Storici di Siem Reap
Porta orientale di Angkor Thom
(3)
Monumenti Storici di Siem Reap
Monumenti Storici di Siem Reap
Prasat Kravan a Siem Reap
(2)
Monumenti Storici di Siem Reap
Beng Mealea
Monumenti Storici di Siem Reap
Il tempio Bakong di Angkor
Monumenti Storici di Siem Reap
Pre Rup Temple
Monumenti Storici di Siem Reap
(3)
Monumenti Storici di Siem Reap
La terrazza del re lebbroso
(1)
Monumenti Storici di Siem Reap
Monumenti Storici di Siem Reap
Monumenti Storici di Siem Reap
Roulos
(9)

106 cose da fare a Siem Reab

Templi di Siem Reap
Angkor Wat
(54)
Lo spazio che circonda il Palazzo Reale di Angkor Thom consiste in un atrio molto grande, equivarrebbe perfettamente a due campi di calcio, luogo di incontro delle dipendenze reali. Per raggiungere questo posto bisogna attraversare alcune delle cinque porte del parco di Angkor Thom e attraversare il Bayon. Dopo aver visto un tempio così straordinariamente bello come il Bayon, quando si raggiunge il Palazzo Reale sembra che non c’è nulla, che non vale la pena visitarlo, ma niente è più lontano dalla realtà, perché in realtà qui si possono ammirare molti resti di quello che fu un tempo questo luogo. È anche una zona stupenda, circondata da giardini che servono per prendersi una pausa da tanta pietra, perché altrimenti si può rischiare di impazzire. In questo luogo ci sono solitamente poche persone, forse perché si tratta di una zona molto ampia e aperta. E 'qui dove il Tuc Tuc si ferma per visitare tutti i monumenti che compongono la città di Angkor Thom. Qui, quando arriva il momento di mangiare, è molto comune vedere delle scimmie, perché sono abituate a ricevere del cibo dai turisti.
Monumenti Storici di Siem Reap
Tempio di Ta Prohm
(28)
Ta Prohm è l'autentico gioello di Angkor. Quando visiti Angkor Wat, sembra che nulla possa superare la bellezza di questo monumento, quando però arrivi a Ta Prohm ti rendi conto di esserti sbagliato. E' un luogo spettacolare per la sua architettura allo stesso modo di Angkor Wat ma a differenza di quest'ultimo, qui il tutto è mescolato in un modo incredibile e magica con la vegetazione, è il regno degli alberi. E' situato al sud est del Mebon Orientale e all'est della porta sud di Angkor Thom. Questo tempio fu costruito su richiesta del sovrano Jayavarman VII in onore della madre alla fine del XII secolo. La vegetazione e il tempio sono un tutt'uno, non avevo mai visto nulla di simile. E' un edificio di dimensioni impressionanti. Molti dei patii e dei corridoi della recinzione sono completamente ricoperti dalla vegetazione. C'è bisogno di molto tempo per visitare tutto il tempio e solitamente la visita inizia dalla porta orientale. E' sempre affollato di turisti tanto che consiglio di visitarlo la mattina presto, è più tranquillo.
Rovine di Siem Reap
Tempio Bayon
(16)
Il Bayon è il tempio più emblematico di Siem Reap in Cambogia, caratterizzato da figure sorridenti. Una strada lunga un kilometro conduce da Angkor Thom al tempio, il quale può essere visitato acquistando un pass da 1,3 o 7 giorni rispettivamente da 20,40 o 60 dollari. La zona archeologica è veramente molto estesa quindi un giorno non basta per vederla tutta. Ci sono inoltre alcuni posti in cui poter mangiare, situati a 5 o 6 km dal centro. Io ho utilizzato la bicicletta per visitare il sito, che si può noleggiare con circa 2 dollari al giorno, ma se siete in gruppo vi consiglio il tuk-tuk. I quattro volti del Bayon guardano in direzione dei quattro punti cardinali e la torre centrale conservava il Buddha Re che successivamente venne distrutto. La conservazione di Angkor durante il regime dei Khmer Rossi è stata una fortuna, dal momento che desideravano distruggere tutto ciò che appartenesse al passato della Cambogia. Ora il denaro delle visite serve per il restauro del sito.
Monumenti Storici di Siem Reap
Angkor Thom
(8)
Angkor Thom era la città reale costruita dal re buddista khmer Jayavarman VII, nel secolo XII. Il suo nome significa “la grande città”. Ha forma quadrata, di nove chilometri quadrati, che puoi percorrere a piedi, ma con il caldo e le distanze che già percorri visitando i templi, può esser molto faticoso. La cosa più conveniente da fare se vai da solo è affittarti una bici di giorno, costa 2 euro al massimo e sarai completamente libero. Inoltre, se vai con un gruppo puoi affittare un tuc tuc con un autista che ti porterà in giro per tutto il giorno, è un poco più caro, ma evita di stare a cercare un tuc tuc ogni volta che vuoi cambiare tempio. La città ha quattro porte, unite da due strade, che arrivano nel centro, dove c'è il tempio del Bayon. Il Bayon è il tempio dalle facce che sorridono che vedi in tutte le foto di Angkor. E' bellissimo, e consiglio che prendiate una guida per capire un po' di più sulla sua storia e le credenze che lo circondano. Ogni porta ha un ponte che passa su una fossa, dove prima c'era acqua, una protezione in più contro le invasioni. All'interno del recinto c'è anche Angkor Wat, la terrazza degli elefanti e Bang Thom.
Mercatini di Siem Reap
Mercato Phsar Chah
(5)
Nella Old Market Area (area del vecchio mercato) della città di Siem Reap potrete trovare praticamente di tutto. Una delle cose più notevoli, come in ogni città turistica, sono le bancarelle di artigianato e souvenir, che fanno concorrenza con quelle delle magliette taroccate e altri capi di abbigliamento. Chi come noi sta scoprendo il sud-est asiatico molte volte ha difficoltà nel distinguere l'artigianato delle varie nazioni, visto che sono abbastanza simili a parte alcuni dettagli. Nonostante questo, qui e in altri paesi come per esempio la Thailandia si trovano figure del Buddha in legno, immagini spettacolari dei templi di Angkor, abbigliamento dai colori vivaci e brillanti, amuleti portafortuna, tele, quadri, ecc. La zona dell'Old Market non è molto illuminata la sera, a parte la zona dei pub e dei ristoranti dove i neon sono così vistosi che non manca certo la luce. Fa comunque piacere, visto che a Siem Reap le zanzare si fanno vedere appena e il calore è già abbastanza intenso sia di giorno che di notte. Una passeggiata in mezzo alle suddette bancarelle può essere un'esperienza piuttosto tranquilla, e ricordate che in questi paesi si paga in dollari o in riel (la moneta ufficiale, 1 dollaro USA= circa 5000 riel). Come potrete immaginare, fare acquisti qui è abbastanza economico in confronto a luoghi più turistici come per esempio i templi, dove i prezzi salgono un po'. Un saluto.
Templi di Siem Reap
Preah Khan a Siem Reap
(6)
Il complesso di Preah Khan, città reale per molto tempo all'interno di Angkor, conserva ancora molto bene il santuario, luogo di culti e preghiera per tutto quel periodo. Come nella maggior parte dei tempi di Angkor, la loro disposizione rispetta un equilibrio attraverso la simmetria dei punti cardinali. Di questo tempio spiccano le diverse entrate con dei corridoi labirintici che conducono tutti al centro dello stesso edifico dove viene risiede la stupa sacra che serviva per conservare le ceneri, anche se in quel momento era vuota. In precedenza, il centro del santuario conteneva un'immagine di Lokeshvara, divinità molto riconosciuta in Nepal che viene ricordata come una martire della sofferenza dell'umanità. Più tardi, circa a metà del glorioso impero, venne sostituita con la stupa, come simbolo buddhista per diffonderlo in tutta Angkor. Ancora oggi molta gente del posto vi si reca fare offerte. Non i tutti i templi si trovano ancora degli elementi al centro, per cui questo merita essere visitato.
Monumenti Storici di Siem Reap
Banteay Srey
(8)
È l'unico tempio della Cambogia costruito dalle donne nel X secolo e dedicato al dio "Shiva". Si trova vicino alla collina "di Phnom Dei", a nord-est del resto dei templi di Angkor Wat. È stato scoperto nel 1914 dagli archeologi francesi. Si tratta di uno dei gioielli del periodo Khmer, costruito in pietra arenaria rossa facile da scolpire; ci sono parti intagliate finemente, capitelli, mantovane con dettagli floreali, rilievi e sculture di divinità indù. A quanto pare è stato costruito da un Bhahman, cioè da un sacerdote di casta superiore. A sua volta, questo sacerdote era il maestro spirituale del re "Jayavarman V". È decorato con molta cura e con alcuni dettagli che lo rendono davvero prezioso. Il cordone della porta d'entrata e le travi sono spettacolari; l'intero complesso cambia colore a seconda della direzione della luce del sole, variando dal rossiccio al rosato... è super delicato. Seguendo il cammino arriverete ad una scala che conduce a una piattaforma interna del tempio in cui vi sono i padiglioni... è molto bello e ad accogliervi troverete un capitello con la dea Indra, con suo elefante a tre teste, pieno di dettagli che sembrano 3D. I rilievi narrano scene della mitologia indiana Ramayana! Il santuario centrale è dedicato a Shiva e quello settentrionale ai suoi guardiani Garuda, personaggi della mitologia indù.
Palazzi di Siem Reap
Tempio Baphuon
(2)
Il Baphuon è il tempio delle rovine di Angkor, vicino a Siem Reap in Cambogia. Si trova dentro a Angkor Thom, che era la città reale e dove anche potrai visitare i templi di Angkor Wat o del Bayon. Fu costruito nel sec.XI, come il resto di Angkor, ed era un tempio dello stato, che hanno costruito sopra una collina artificiale. Oggi ci rendiamo conto che prima c'era una collina perché il terreno è cambiato e il tempio sembra stare su di un suolo piano. E' abbastanza danneggiato, pare che prima fosse coperto di bronzi, ma oggigiorno solo ci sono pietre, e siccome è patrimonio mondiale dell' UNESCO, lo stanno restaurando con fondi internazionali. I 20 dollari che paghi al giorno per visitare i templi di Angkor possono sembrare eccessivi, o perlomeno alti per trovarsi in un paese dove un professore guadagna 50 dollari al mese, ma se si considera il grosso del lavoro di restaurazione e ricostruzione in relazione alle tecniche tradizionali, e che i tuoi soldi servono a proteggere questo posto, non è molto. Il tempio di Baphuon è in restaurazione da almeno 10 anni, ma si può visitare. Vicino a qui c'è la terrazza degli elefanti, con sculture di molti elefanti, che è molto carina.
Villaggi di Siem Reap
Villaggi galleggianti sul lago Tonlé Sap
(1)
Aver avuto la possibilità di fare una visita al lago è stata un'esperienza molto arricchente e indimenticabile. Sentire il profumo intenso delle acque, il rumore della gente, vedere i colori vivaci delle barche ... La vita sul lago è molto difficile, soprattutto durante l'epoca dei monsoni. La maggior parte delle persone vive in case galleggianti ed è di origine vietnamita. Vivono di pesca e utilizzano l'acqua del lago per fare il bagno, lavare i vestiti e bere.
Monumenti Storici di Siem Reap
Porta Meridionale di Angkor Thom
(5)
La porta sud di Angkor Thom è l'entrata principale del tempio, visto che si trova lungo la strada che va ad Angkor Wat. Questo è il motivo per cui è quella che si conserva meglio e per cui viene spesso confusa con la Victory Gate (la porta della Vittoria), che invece si trova 500 metri al di sopra della Porta Est e che si raggiunge direttamente dalla Terrazza degli Elefanti. Abbiamo trovato questa porta dopo aver attraversato un ponte che passa sopra il fossato di Angkor Thom; sul ponte abbiamo trovato una rappresentazione dei 54 Deva (dei protettori) sul margine sinistro e quella dei 54 Asura (demoni) sul margine destro: si tratta di un racconto popolare indiano. Questa storia narra di come gli dei tirino le varie teste del serpente, ognuno in una direzione diversa, per mantenere l'equilibrio delle forze della natura. La Porta del Sud è rappresentata da quattro teste, ciascuna in direzione di uno dei quattro punti cardinali che rappresentano alcune divinità, come ad esempio Brahma (dio indù) e la faccia di un re raffigurato come Buddha. Nella parte inferiore si possono vedere alcune rappresentazioni di Erawan (l'elefante sacro). Come tutte le altre porte, anche questa conduce al Bayò, la costruzione più importante della città. Tutte queste porte, tipicamente indù, vengono chiamate gopuras e si caratterizzano per la loro complessità (assomigliano più a una torre o a una pagoda che a una porta). È un posto abbastanza turistico che vi spingerà a prendere in mano più volte la macchina fotografica. Un saluto.
Riserve Naturali di Chong Khneas
Kompong Pluk Floating Village
(5)
Il Kompong Pluk si trova a circa 2 ore da Siem Reap. È necessario combinare il viaggio su strada e in barca per arrivare a questo villaggio sull'acqua nel lago Tonle Sap (il più grande lago del Sud-Est asiatico.) È un paese dal fascino pittoresco, dove la gente è molto cordiale e sempre vi saluta con un sorriso. Io l'ho visitato durante il mese di novembre, quando il lago raggiunge il suo livello più alto dell'acqua, dovuto allo straripamento del fiume Mekong. In questo periodo sui pilastri di bambù di 7 metri sopra i quali sono costruite loro case sono completamente coperti d'acqua, in modo che diviene letteralmente un paese sull'acqua e tutte le attività svolte dai suoi abitanti sono realizzate attraverso le barche. Vale la pena visitare anche la foresta di mangrovie vicino al villaggio.
Monumenti Storici di Siem Reap
Preah Neak Pean in Cambogia
(13)
Questo è uno dei più originali templi di Angkor, è diverso dal resto, quindi vi consigliamo di lasciarlo per il finale, perché così vi potrete rifare per aver visto sempre strutture simili tra loro. Si trova molto vicino al Preah Khan e il suo nome significa Tempio dei serpenti intrecciati. Il tempio è situato nel cuore di una bello stagno quadrato che è a sua volta circondato da quattro piccoli piloni. Il tempio ha una struttura circolare e una delle cose più suggestive sono i due enormi serpenti che circondano il tempio e le cui code sono intrecciate. Il Preah Neak Pean è stato costruito nella seconda metà del XII secolo da Jayavarman VII. Originariamente la gente pensava che l'acqua dello stagno avesse poteri di guarigione, in modo che tutti andavano lì a immergersi per purificarsi, e gettavano nell'acqua tutti i tipi di piante medicinali, per aumentare il potere curativo. Attualmente, il tempio centrale si può vedere solo dall'altro lato dello stagno, ma ciò che si può visitare una grotta che si trova nella parte inferiore e, nel cui interno si trova la testa di un elefante scolpita in pietra.
Monumenti Storici di Siem Reap
Banteay Samre
Questo tempio mi ha attratto per diversi motivi. In primo luogo per la sua atmosfera tranquilla, in quanto si trova lontano dai circuiti turistici e in secondo luogo per l'unicità della sua struttura. Lo circonda un fossato che veniva riempito di acqua e che aumentava il senso di isolamento di questo luogo; a livello estetico l'acqua doveva regalare al posto dei riflessi interessanti. Una volta entrati all'interno, abbiamo trovato il santuario principale, con quattro ali circondate da biblioteche. L'ingresso agli altri ambienti avveniva tramite dei ponti in pietra circondati da immagini di serpenti e leoni; si pensa che questi ponti avessero delle coperture in legno.
Monumenti Storici di Siem Reap
Terrazza degli elefanti a Siem Reap
(2)
La terrazza degli elefanti si trova vicino al palazzo reale, piú precisamente l'accesso inizia a Baphuon e termina nella terrazza del re lebbroso. Si estende per 300 metri ed è molto ben conservata. Nel centro del posto si trova la grande spianata della Piazza Reale, che era il luogo dove il re assisteva alle parate commemorative che vi si svolgevano. La terrazza degli elefanti è composta da tre piattaforme che sono decorate con bellissimi bassorilievi. Nella zona inferiore si trova un muro di contenimento che ha alcuni incredibili sculture di leoni e Garude che, inoltre, si trovano in condizioni perfette. Per accedere a queste piattaforme bisogna salire le scale che si trovano accanto a questo muro. La facciata frontale di questo monumento è la parte più importante di esso, in quanto ha numerose incisioni di elefanti che sono veramente impressionanti, tutti scattano foto con loro, in particolare, con gli intagli delle proboscidi d'elefante. E' un bellissimo posto che, in più, è pieno di vegetazione ovunque, è una vera e propria meraviglia passeggiare di lì.
Templi di Siem Reap
Tempio Phnom Bakheng
(5)
Si tratta di un tempio indù, costruito sulla cima della montagna alla fine del IX secolo, durante il regno di Yasovarman (889-910). Si trova proprio di fronte all'ingresso di Angkor Wat ed è famoso come luogo da cui ammirare il tramonto. Ci potete arrivare a piedi o sulla groppa di un elefante. La strada non è lunga, ma fa molto caldo, per cui vi consiglio di prenderla con calma. È consigliabile arrivare per tempo per riuscire a trovare un buon posto. Ci sono sempre molte persone e si deve fare la fila per scattare una foto. Dopo che il sole tramonta cercate di scendere alla svelta, perché improvvisamente diventa buio e in questo luogo non ci sono luci (per fortuna davanti a noi c'era una giapponese con una torcia elettrica). Vale la pena fare questa passeggiata e sopportare il caldo per poter vedere questo tramonto spettacolare e la vista mozzafiato su Angkor Wat. Siamo stati fortunati con il tempo che è stato davvero stupendo.
Monumenti Storici di Siem Reap
Il Tempio di Ta Keo di Angkor
(2)
Il Ta Keo è uno dei templi più enigmatici di Angkor dato che rimase incompiuto per cause sconosciute. Iniziarono a costruirlo alla fine del X secolo, durante il governo di Jayavarman V, e quindi dedicato alle divinità indù.Il Ta Keo è formato da due mura di recinzione interne di forma quadrata. Questo tempio è costruito interamente in pietra calcarea e non ha molti elementi decorativi. Sulla piattaforma superiore del tempio si trova la torre principale circondata a sua volta da quattro torri più piccole. E' uno dei templi più reali che si trovano ad Angkor probabilmente poichè, non possedendo molti ornamenti e essendo abbastanza nascosto, ha un aspetto maestuoso. Per poter arrivare alla parte più alta si devono salire delle scale di pietra talmente ripide che fanno venire le vertigini ma vale la pena salirle per poter godere di una vista spettacolare
Laghi di Siem Reap
Srah Srang
(1)
Vi si trova un meraviglioso lago di 700 m di lunghezza per 300 di larghezza. Varie terrazze di laterite all'intorno invitano il visitatore a sedersi e godersi il paesaggio. Il lago curiosamente non si è mai prosciugato, per cui si pensa sia approvvigionato da un qualche affluente sotterraneo o che il suo fondale sia perfettamente impermeabile. Le terrazze sono decorate con rappresentazioni di cobra, serpenti sacri, leoni o altri animali mitici appartenenti alla religione Jemer.
Di interesse culturale di Siem Reap
Spettacolo di danza Apsará
(4)
Il nome ASPARA deriva dal sanscrito apsarah e significa ninfa o donzella celestiale. Si ritiene che questa danza sia nata nei templi di Angkor intorno al IX secolo. Questo ballo stava per scomparire negli anni '70, a causa della violenza dei Khmer Rossi che volevano creare un mondo nuovo e distruggere ogni tradizione. Oggi è stata recuperata, in parte grazie al turismo, e sono state create scuole di Apsara in tutte le principali città. Secondo la mitologia le Apsaras (o apsaras) erano esseri soprannaturali che avevano le sembianze di belle fanciulle; queste donzelle ballavano per intrattenere gli dei e per onorare gli eroi caduti durante le guerre. Oggi è possibile assistere a questo tipo di danza nella maggior parte degli alberghi e dei ristoranti della città. Durante lo spettacolo le ballerine indossano vestiti di seta e portano acconciature molto elaborate.