Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Lapponia?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Lapponia

103 Collaboratori
Riserve Naturali di Rovaniemi
Napapiiri
(10)
Riserve Naturali di Rovaniemi
Vikaköngäs
Riserve Naturali di Muonio
(1)
Riserve Naturali di Sodankyla
(1)
Riserve Naturali di Inari

45 cose da fare a Lapponia

Riserve Naturali di Rovaniemi
Napapiiri
(10)
Visita obbligata per chi va nella Lapponia Finlandese. Questo luogo si trova situato a circa 8km da Rovaniemi ed è la casa ufficiale di BABBO NATALE e dove passa ufficialmente la linea del Circolo Polare Artico 66º 32' 35''. Eminentemente turistico, non offre nessun'altra cosa interessante a parte della visita a BABBO NATALE, tipo, a proposito, abbastanza curioso quello che ci toccò, visto che fanno turni e non è sempre lo stesso. L'uomo in sé era di un'altezza considerevole e di un'enorme costituzione fisica, e ci chiese, in un buon italiano da dove venivamo. Dicono che sappia tutte le lingue del mondo. La fotografia che ti fanno i fotografi ufficiali costa 17€ (nel 2006), e te la danno ben presentata e messa in una foderina per non farla rovinare. Durante la visita è assolutamente proibito fare foto o video. Se volete potete avvicinarvi alla casetta delle informazioni, dove danno un certificato che dice che siete stati nel Circolo Polare Artico a cambio di 6€. La zona è piena di negozi con un'offerta molto amplia di souvenir, ed esistono due buche per le lettere e cartoline. Una di esse è delle poste normali, ma l'altra è per farle arrivare a Natale. Curioso. Ovviamente la cosa più tipica è saltare la linea disegnata a terra che rappresenta il Circolo Polare Artico.
Città di Rovaniemi
Rovaniemi
(6)
Rovaniemi, Lapponia finlandese, siamo nel Circolo polare artico finlandese, è agosto e fa un tempo splendido, abbiamo visitato la casa di Babbo Natale con i suoi elfi e ci ha salutato in spagnolo!
Città di Inari
Inari
(1)
Continuando il nostra soggiorno a Akäslompolo una notte abbiamo deciso che il giorno dopo avremmo visitato Inari. La guida Michelin, che abbiamo consultato prima del viaggio, consigliava di arrivare fino a Rovaniemi, prendere la E-75 attraversare Ivalo fino ad arrivare a Inari. Ma il GPS (tomtom), che è molto intelligente, ci ha fatto fare la strada più corta e forse più selvaggia, ma anche la più bella. Da Akäslompolo ci ha portato a Sirka, molto vicino alla stazione sciistica di Levi, perché da lì, attraverso una strada in mezzo alla foresta molto larga e più o meno senza buche, per più di solo con la compagnia delle renne e poche fattorie, arrivassimo alla E-75. La solitudne che abbiamo sperimentato è stata immensa. Se pensate di farlo vi consiglio di viaggiare con il serbatoio pieno e di pregare perché non vi si rompa la macchina. Nonostante tutto, se torno, e ci proverò in tutti i modi, lo rifarò perché l'esperienza è straordinaria. Il percorso è di circa 350 chilometri aprossimamente andata e ritorno. Inari è la capitale culturale e il principale nucleo urbano dei Sami. E' situata sulla sponda del lago che porta il suo nome e che per la sua estensione è il maggiore della Lapponia, secondo della Finlandia e sesto in Europa. Al suo interno ci sono più di tremila isole, anche se la più conosciuta è chiamata Unkokivi, un posto dove si producono gli antichi sacrifici Samis. Il lago in questione si può percorrere in barca o in una delle idronavi esistenti, cosa che sfortunatamente noi non abbiamo fatto. Visita obbligata oltre al lago è il museo Silda. Dedicato alla cultura Sami, è diviso in due parti. Una situata nella parte interna o coperta che contiene fotografie antiche, attrezzi per la pulitura e la caccia etc. E un'altra esterna dove si può ammirare la riproduzione di un antico popolo Sami. Un percorso che ti porta a retrocedere nel tempo. Abbastanza interessante, merita una visita.
Posti insoliti di Rovaniemi
Ufficio di Babbo Natale
(5)
Trascorrere una settimana in questa meravigliosa latitudine del mondo che pochissime persone conoscono come sia. Quindi, a mio parere finché non sono arrivato non ho pensato che ero lì davvero. Ma lo si chiama nel bel mezzo del nulla, perché se vi piace questa grande avventura nel bosco potrete apprezzare la sua fauna e i paesaggi si possono osservare, è l'opposto di una città o di un paese. Non c' è nessun inquinamento, nessun rumore di sorta, gli unici sono gli animali che godono del loro ambiente naturale. Un' esperienza indimenticabile che mi piacerebbe ripetere un milione di volte.
Di interesse turistico di Kolari
Akäslompolo
(2)
Dopo 4400 km. e dopo aver soggiornato in Orleans, ad Amburgo, a Stoccolma (due notti) e a Umea, finalmente siamo giunti in una delle zone più belle d'Europa. Si tratta di uno dei luoghi che avrò sempre nel mio cuore. Dove la solitudine e la tranquillità, interrotte solo dalla comparsa di qualche renna o di scoiattoli, rendono il cuore e lo spirito un tutt' uno. Eravamo di scambio di multiproprietà nel residence Cottage Club YLLÄS HOLYDAY onestamente stupendo. Il soggiorno è stato dal 12 al 23 agosto del 2006. Nei primi giorni il tramonto era all' una del mattino e sorgeva alle cinque, ma la poca luminosita', anche se se diminuiva, non spariva mai. A soli cento metri c'era un piccolo ma bellissimo lago, uno delle migliaia che ci sono in Finlandia. Sulle rive ho camminato più volte, ma soprattutto al tramonto, il tramonto del sole e il silenzio che invita ad una profonda meditazione, davvero emozionante. La localita' stessa, che distaba una distanza di circa tre chilometri dalla nostra residenza consisteva in altre casupole sparse nell' immensita' della campagna, in modo che il senso di spazio era enorme. Che differenza con Madrid!. A quell' época esisteva solo un bar-ristorante dove ogni sera ci bevevamo una birra, c' era un supermarket piuttosto ben fornito e un minimarket che aveva un piccolo bar accanto, non molto grande, ma abbastanza per vivere. La prima sorpresa è la quantità di renne e scoiattoli che ci sono. Il primo con il suo peculiare modo di camminare che è lento e monotono, va completamente a suo piacere a volte anche irritandoti, e spesso si piantano in mezzo alla strada e non si muovono fino a quando non lo ritengono opportuno. Con gli scoiattoli è un'altra cosa, la sua agilità e destrezza sono uniche. Potete immaginare uno di loro mangiare un biscotto rotondo?. Semplicemente geniale. Guarda come lo prendono e lo girano con le mani per rosicchiarlo e tutti allo stesso modo, bisogna condividere un'esperienza come questa degna di essere vissuta. Durante la giornata li avevamo sempre costantemente intorno e sulla terrazza del rifugio in attesa che gli dessimo da mangiare, era lo stesso che fosse un biscotto, del pane, un po' di anguria o pistacchi, lottavano con una altissima abilità. In quei giorni avevamo avuto l'opportunità di visitare Kitila, Kolar, Inari, Rovaniemi, Sodankyla e Muonio visto che gradualmente li pubblichero'nei miei spazi. Durante il nostro soggiorno, una sera, mentre bevevamo una birra osservammo l'arrivo di una macchina con la targa finlandese. Erano scesi due coppie e si erano avvicinati al ​​nostro veicolo per vedere la targa. Il senso di meraviglia e di stupore di vedere che era un targa spagnola, fu tanto grande, e si leggeva in modo chiaro sui loro volti. Il risultato fu che anche loro erano spagnoli, ed avevano volato a Helsinki e avevano affittato una macchina. Non capivano perché invece di fare come loro che sicuramente era il modo più confortevole, avevamo osato percorrere tanti chilometri per arrivarci. Cercavamo di spiegare che le esperienze vissute durante il viaggio molto più confortante che la comodita', ma continuavano a non capire. Quello che non sapevano era che avevamo ancora altri 9.000 chilometri da percorrere per tornare a casa. Anche se il soggiorno era stato pernotato fino al 15° giorno, avevamo già prenotato il campeggio a Capo Nord per il giorno 13, in modo che la mattina seguente siamo partiti per la destinazione che era in realta' il nostro obiettivo.
Di interesse culturale di Kittila
Levi
(1)
Il viaggio che abbiamo fatto a Levi è stata una delle esperienze più interessanti che abbia mai vissuto. Levi stesso, il paese, non è granché, ma la quantità di neve e il paesaggio che forma fa in modo che qualsiasi luogo sia grandioso e spettacolare, soprattutto per le persone che sono abituati al sole. Il meglio di questo viaggio è stato senza dubbio partecipare ad attività relazionate con gli sport che spesso praticano gli abitanti del posto: percorsi infiniti in motoslitta, slittini trainati da husky e sci . Ho solo il rammarico di non aver potuto vedere l'aurora boreale, che dicono che sia spettacolare. La Finlandia è piuttosto sconosciuta dagli spagnoli e credo che sia giunto il momento che si cominci a includerla nei nostri piani di vacanza. Non è certo a buon mercato, ma vale la pena di venire qui quando ti rendi conto che è l'opposto di quello che siamo abituati a vedere e degna di essere vissuta solo per le esperienze che nel nostro paese sarebbe inimmaginabile.
Castelli di Kemi
Lumi Linna Snow Castle
(5)
Il castello di ghiaccio di Kemi, in inverno rappresenta una delle principali attrazioni della Lapponia. Situato nel Golfo di Bothnia, ogni anno viene costruito a fine gennaio e resta in piedi fino ad aprile (tempo permettendo). All'interno è possibile trovare un hotel, un ristorante ed anche una cappella, tutto fatto di ghiaccio. Si può prenotare una camera e godere di un'esperienza indimenticabile. Ma se non te lo puoi permettere, puoi semplicemente visitare l'interno, al costo di 8 euro (per i bambini 4 euro).
Chiese di Kemi
Kemi Church
Questa chiesa è pttosto moderna, ma mi ha colpito per il colore che, soprattutto in inverno, quando lìho visitata, risaltava parecchio. Sono andato a vedere l'Ice Castle LumiLinna che si costruisce ogni anno, in inverno, ma mi è piaciuta molto anche la sua Chiesa. Si tratta di una chiesa evangelica luterana progettata dall'architetto Josef Stenbäck, che fu completata nel 1902. E' stata ristrutturata nel 2003.
Riserve Naturali di Rovaniemi
Vikaköngäs
Dopo essere stato nella casa di Babbo Natale (Joulupukin Pajakylän Osuuskunta), che si trova al confine che segna dove passa il Circolo Polare Artico (66°33'45''Nord), abbiamo iniziato a scendere verso lo zoo di Ranua, noto per ospitare una famiglia di orsi polari. Ci siamo fermati in un'area di servizio, che invitava a camminare per un grande ponte che attraversa il fiume Raudanjoki. Vale la pena perdersi in questa piccola passeggiata, godersi il paesaggio, salire su un belvedere che c'è lì a metà strada e ammirare la bellezza della Finlandia. Se ci andate, non dimenticate di firmare i libri che troverete in diverse parti della percorso.
Musei di Muonio
Muonio
Muonio è un comune finlandese di 2.369 abitanti, situato nella regione della Lapponia, sulle rive del fiume Muonionjoki al confine con la Svezia.
Laghi di Kolari
Sunset at Akäslompolo
Forse uno dei miei ricordi più belli del nostro soggiorno a Äkäslompolo sono stati i giorni che abbiamo trascorso a guardare i tramonti sul lago omonimo. Il silenzio e la solitudine erano totali, cosa che riusciva a procurare una grande pace allo spirito e che però, forse, faceva quasi un po' paura. Quello che vi mostrerò è una selezione di ciò che ho fotografato durante le molte ore che trascorsero più o meno dalle 12 di sera alle 2 del mattino, quando il sole quasi si nascondeva per tornare poi ad apparire dopo poco più di un'ora.
Chiese di Sodankyla
Sondankylä
Di ritorno dalle miniere Lampivaara, siamo andati a mangiare qualcosa, una merenda-cena perché eravamo distrutti. Nella via principale Sondankylä, troverete quasi tutte i negozi della città, siamo entrati in una pizzeria, anche se non amo particolarmente le pizzerie, ma visto che non c'era nient'altro era l'unica opzione. Amparo e Rodrigo hanno ordinato due pizze e un kebab. La sorpresa è arrivata quando ci hanno serviti. Le pizze erano di circa un metro di diametro ciascuna e il kebab era così grande che non si riusciva a tenere in mano e per questo l'avevano messo in una ciotola enorme. In considerazione di ciò, abbiamo capito perché sulle pareti c'erano rotoli di alluminio; perché era impossibile mangiare tutto, e ciò che rimaneva veniva avvolto e portato a casa. Si tratta di una curiosa abitudine che finora non avevamo visto in Spagna. Sondankylä in questione ha poco da offrire ai turisti, c'è solo da vedere la chiesa più antica della Lapponia. Costruita in legno nel 1689 sotto il suo piano si trovano i corpi mummificati di ex pastori e delle loro famiglie. Cominciò a piovere e il ritorno a Äkäslompolo è stato lungo e difficile e poiché è piovuto abbiamo deciso di concludere immediatamente questa gita.
Monumenti Storici di Kemi
Bengtskär lighthouse
(2)
PARTE DELLA STORIA DELLA FINLANDIA Ci troviamo nel posto abitato più al sud di tutta la Finlandia, nel faro di Bengtskär, un vero simbolo del paese e soprattutto della zona, con una storia piena di eventi tragici, ma anche momenti unici. E' stato un luogo molto conteso da quando fu costruito nel 1906 e ha subito conquiste e attacchi di ogni tipo, ai quali è sopravvissuto. La sua posizione lo trasformò, durante le guerre mondiali, in un enclave importantissimo verso la Russia e per il controllo della zona, per cui fu molto ambito. I suoi 52 metri sul livello del mare (con i suoi 252 gradini) furono costruiti in meno di un anno e la sua luce si vedeva da 40 chilometri, rendendo questa zona rocciosa circondata da piccoli isolotti in un posto più sicuro per le navi che transitavano. Ma venne la prima Guerra Mondiale e nel 1914 è stato bombardato, anche se in precedenza il guardiano del faro e la sua famiglia furono evacuati. Dopo la guerra ci fu un periodo di pace, fino a quando nel 1941 le truppe russe cercarono di invaderlo per distruggerlo, attacco che fu respinto da soli 41 finlandesi tra i quali vi erano i lavoratori del faro. Dopo questo periodo di guerre e attacchi, iniziò un periodo di tranquillità per il faro; grazie al suo restauro e ammodernamento, che fu completato nel 1995, lo aprirono al turismo come monumento storico. E, davvero, vale la pena visitarlo, semplicemente per la costruzione così imponente e la storia tragica ed epica. Oggi è possibile arrivare da Hanko (circa 25 kilometri in barca) o da Kasnas, forse il modo più raccomandabile, perché da qui salpa un traghetto che, in precedenza, ferma sull'isola di Rosala e sul Viking Centre. Il viaggio verso il faro dura un'ora e un quarto o giù di lì, anche se all'andata ci si ferma a Rosala per mangiare. Il ritorno è diretto. Il prezzo da Kasnas, con fermta e pranzo, è di circa 55 euro. Anche il faro dispone di poche camere in cui soggiornare e godere (da 70 euro) di un alloggio completamente diverso da qualsiasi altro. La visita (con guida in inglese o finlandese) costa 7 euro adulti e 3 bambini.
Di interesse turistico di Sodankyla
Miniere di ametista a Lampivaara
Situate su una collina a 5 Kms de Luosto, a 43 da Sondakylä e 180 da Akäslompolo nostra residenza, si trovano queste miniere d'ametista unica nel suo genere in Europa che siano attive. Dopo aver guidato circa quattro ore per strade in cattivo stato e con lavori in corso, finalmente arrivammo a Luosto, stazione invernale d'importanza in Finlandia. La questione ora era come trovare l'accesso a questa miniere. Per le strade del villaggio non c'era nessuno e dopo aver fatto vari giri inutilmente, alla fine abbiamo visto che un piccolo negozio apriva le sue porte. Entriamo e una bella signora molto gentile ci disse come arrivare fin li. Una piccola capanna che era bar e negozio di regali era dove si vendevano le entrate. Il prezzo era di 11 euro per adulto e 6 per bambino. Quando si scendeva si potevano vedere i ciottoli che avevano scartato i minatori, che in totale attivi rimangono cinque. In cima ci fecero vedere due capanne con utensili per l'estrazione totalmente manuale delle ametiste come picconi e pale, cosí come gli abitacoli e i servizi dei minatori in stato realmente terribile. Alla fine della visita e dopo essere passati per un tunnel, ci diedero una specie di ascia per farci scalfire la superficie della parete e trovare piccole ametiste, ovviamente non avevano nessun valore visto che erano li per i turisti. A dir la verità questa escursione non fu una delle migliori, pero sì la più curiosa.
Musei di Rovaniemi
Arktikum - Arctic Centre and Regional Museum of Lapland
(2)
Un visita interessante e assolutamente da fare se avete intenzione di passare per Rovaniemi. Si può imparare molto dalla cultura Artica e vedere e capire la quantità di fenomeni naturali che si verificano in questa regione, come il kaamos (quando il sole non viene fuori tutto il giorno ...)l' Aurora Boreale, costumi tipici, gli animali ..... Insomma, vale la pena visitarlo, ma non aspettatevi il meglio dei musei. solo fuori molto bello. L'ingresso è di 8 €
Laghi di Rovaniemi
(4)
Zoo di Ranua
Ranua Wildlife Park
(1)
Lo zoo della città di Ranua si trova a circa 80 km a sud di Rovaniemi ed è una delle maggiori attrattive locali. Lo zoo si snoda attraverso un percorso suggestivo in mezzo al bosco; gli animali godono di spazi veramente grandi e sono tutti nel loro habitat naturale.
Chiese di Inari
Chiesa in legno di Pielpajärvi
Oggi andiamo a curiosare in Lapponia, a nord della Finlandia, nel comune di Inari, e più precisamente andremo a visitare la splendida Chiesa di Pielpajärvi. Con un sentiero ben segnato percorriamo poco più di sette chilometri per arrivare alla Chiesa di legno, costruita nell’omonimo villaggio esistente nel 1760. Considerato uno degli edifici più antichi della Lapponia settentrionale, è circondato da un bosco di betulle e il suo color rossastro spicca quasi per magia dal nulla di questi luoghi selvaggi. La chiesa è a forma di croce, con campanile, tutto molto semplice, come il suo interno, racchiusa in un recinto di pali. Gli abitanti di Inari portano avanti la vecchia tradizione di festeggiare le grandi festività nell’antica chiesa. La magia di questi luoghi attira molte coppie che scelgono di celebrare il matrimonio in questa deliziosa Chiesetta!