MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Gifu

105 Collaboratori
Musei di Takayama
Doburoku Festival´s Museum
(3)
Musei di Takayama
The tea Ceremony Museum
(1)
Musei di Ono
(1)
Musei di Takayama

42 cose da fare a Gifu

Città di Takayama
Takayama
(3)
Hida-Takayama ha conservato l'atmosfera di una città che fu fortezza, come ben dicono le sue strade piene di storia. Con le inferriate alle finestre e le gronde che legano una all'altra le case dei commercianti in Sanmachi Suji, gli imperituri templi e santuari strorici di Higashiyama, la riproduzione dei villaggi degli agricoltori delle montagne di Hida e le case dai tetti obliqui nell'omonimo Villaggio Folclorico, l'intera città stessa potrebbe essere definita un luogo d'interesse turistico. Il festival di Takayama, allestito in primavera e in autunno, è noto come uno dei tre festival più belli del Giappone (gli altri due sono il Festival Gion di Kioto e il Festival Notturno Chichibu della Prefettura di Saitama). Carri realizzati e decorati dagli artigiani di Hida vengono tirati di qua e di là, e Takayama diventa sul serio in una città piena di energia. Visitando Takayama, è cosa certa che si possono assaporate l'arte e la cultura degli artigiani tradizionali nel mentre che ci si gode l'atmosfera dell'antica città.
Musei di Shirakawa
Gasshō-zukuri Minka-en - Ogimachi
(2)
Vicino alla città di Takayama possiamo trovare questo posto insolito, in mezzo alle montagne. Il villaggio storico di Shirakawa-go, patrimonio dell'umanità, comprende le località di Ogimachi, Suganuma ed Ainokura, in cui sono riunite 150 case originali Zukuri Gassho delle 1500 che c'erano inizialmente. Tra di loro Ogimachi è la più importante, ed è quella in cui si trova il maggior numero di case. Si tratta di un posto incredibile, magico, che ti trasporta in un'altra epoca. La regione era rifugio storico per gli sconfitti ed i perseguitati. E' assolutamente consigliabile dormire in una delle tradizionali case Gassho Zukuri. Ho soggiornato nella Minshuku Nodaniya. Le case sono di solito gestite da famiglie giapponesi ed è un'esperienza senza pari. Siamo stati fortunati perchè la nostra camera si affacciava direttamente ad un campo di riso e svegliarsi lì è stato come un sogno. Molte delle famiglie che vivono nel villaggio si sono dedicate alla produzione di seta fino agli anni '70. I tetti di queste case sono fatte di paglia ed alcuni di essi sono riposti durante i mesi di aprile e maggio da circa 200 persone, tra abitanti e volontari. Vederlo dev'essere meraviglioso, perché in molte case si possono vedere le foto scattate con le persone che lavorano su tetti ed è stupendo. Ci sono musei in cui è possibile vedere come, anticamente, la gente viveva nelle case. Una delle esperienze più indimenticabili che ho vissuto nei miei viaggi in Giappone.
Villaggi di Shirakawa
Shirakawa-gō
(5)
Shirakawa-go è un paesino, Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO, situato prefettura di Gifu. Questo paese è famoso per i suoi oltre 100 edifici Gassho-zukuri, delle strutture in legno, appositamente progettati per combattere i rigori del duro inverno nella regione Hida. La sua caratteristica principale è la forma tanto inclinata dei suoi tetti fatti di paglia, ideali per evitare l'accumulo di neve. Il villaggio di Shirakawa-go è molto piccolo, di circa 600 abitanti, in modo da poterlo percorre facilmente in un paio d'ore a piedi. Basta scendere dall'autobus, si hanno l'ufficio turistico e un museo che ospita edifici in stile Gassho-zukuri. Ma ciò che è davvero bello si trova dall'altro lato del fiume Sho-kawa. Per prima cosa bisogna attraversare il ponte sospeso e fermarsi per un attimo a guardare le acque. Proprio dall'altra parte, c'è il centro nevralgico di Shirakawa-go. L'insediamento di Ogimachi. Se mai dovessi scegliere un paese affascinante, questo sarebbe Shirakawa-go, un luogo completamente diverso tra quelli in cui sia mai stato. E' un altro Giappone diverso, un Giappone rurale, di montagna, tradizionale e bello, molto bello.
Fiumi di Takayama
Shokawa River
(6)
Il fiume Shokawa da il nome alla valle dove troviamo le storiche frazioni di Shirakawa-go e Gokayama,patrimonio dell'umanità e anche Ogimachi dove si trovano 59 case gassho zukuri. Quel giorno mi svegliai presto alle 6,uscì al giardinetto di Nodanya dove mi alloggiavo e senza togliermi il yutaka il pigiama giapponese iniziai a dare un occhiata tutt'intorno.Una delle vedute panoramiche più incredibili di quella mattina fu quella del fiume Shokawa con alcune case tradizionali giapponesi come sfondo. Il nome di questo fiume coincide con quello di una specie di piccoli dinosauri di cui si trovarono fossili in questa zona.Ma questo è il passato,non puoi trovare dinosauri ahah ma...trote,essendo famoso per la pesca di questi pesci.Si possono trovare anche moltissime rane nei suoi laghetti e che si occupano della colonna sonora notturna della zona.
Di interesse culturale di Nakatsugawa
Ruta del Nakasendo
(1)
Percorso Nakasendo è uno dei più 5 antichi percorsi e collegava l'ex Giappone da diversi punti. Collegava Edo con Kyoto. Questa era il percorso originale che utilizzavano i samurai e i mercanti che viaggiavano di città in città. A un certo punto, alcuni manifesti ci mostrano la strada per Kyoto (a molte centinaia di chilometri). Logicamente non è ancora tutta conservata, ma dal villaggio di Magome, attraverso la valle di Kiso si può farne una tratto. La parte iniziale della strada da Magome è assolutamente incredibile in quanto è ricca di montagne e campi di riso che, nel momento in cui io ci sono andato, erano cresciuti ed erano completamente verdi. Lasciando Magome e dopo aver scalato una piccola collina c'è un bellissimo piccolo tempio rustico scintoista. Una parte della strada è ristrutturata e conserva la pavimentazione originale del periodo Edo.
Monumenti Storici di Takayama
Takayama Jinya
(1)
Il Takayama Jinya non è difficile da trovare, molto vicino a uno dei ponti che attraversano il Miyagawa: il Bashi Naka. A piedi dalla stazione ferroviaria, verso il sud del quartiere Sanmachi, non ci vogliono più di 15 minuti. Accedervi costa ¥ 420 a testa. Si tratta di un antico edificio del governo, l'ultimo che si conservi dello shogunato Tokugawa in città. È stato dichiarato monumento storico nazionale e contiene alcune vestigia delle abitudini del Periodo Edo. L'edificio dall'esterno è molto bello ed è abbastanza ben conservato. All'interno bisogna togliersi le scarpe, dal momento che il pavimento è tatami. Il Takayama Jinya è oggi una specie di museo con un giardino in cui si possono vedere le vecchie camere del palazzo del governo e le funzioni di una volta. Ci sono vecchie mappe, armi, gioielli e manoscritti sparsi in tutta la casa. È inoltre possibile visitare il granaio e una sorta di sala per le confessioni o per le torture.
Di interesse culturale di Takayama
Sanmachi Suji
(1)
Il Sanmachi Suji Takayama è una delle zone più affascinanti nelle quali ho mai camminato. E 'ideale per una piacevole passeggiata attraverso questa zona, che ha numerose vestigia del periodo Edo. Immaginate quegli edifici bassi con soffitti giapponesi, i ciliegi in fiore ovunque, il rumore del fiume Miyagawa, e le strade decorate, pronte per celebrare il Sanno Matsuri. Il Suji Sanmachi ha molte attrazioni a pochi metri. Si tratta di aree pedonali, quindi è meglio fare una passeggiata. In pochi metri troviamo quattro musei, due case mercantili del periodo Edo, i mercati del mattino e i bei ponti sopra il Miyagawa. Vale la pena percorrerla sia di giorno che di notte. In ogni caso, quello che piace ai turisti di Sanmachi Suji sono i negozi e le bancarelle di souvenir. personalmente mi è piaciuto visitare le numerose distillerie di sakè del vecchio quartiere di Takayama e provarne qualche sorso. Va bene con il freddo.
Città di Takayama
Takayama
(2)
Takayama è un bellissimo luogo del Giappone, pittoresco nelle zona montagnosa, è una tappa obbligatoria per esplorare le montagne circostanti, con il suo incredibile paesaggio. Nel mio caso, ho visitato soltanto la città, per mancanza di tempo non mi è stato possibile visitare le città vicine, è un complesso davvero bello nella zona antica con tutte stradine, tempi, edifici magnifici, tutto estremamente pulito e ben conservato. Credo che i migliori periodi siano autunno e primavera, non vi sono troppi turisti e le varie tonalità degli alberi in fiore o il cambio di colore delle foglie che offrono un riquadro inconfrontabile per vedere il Giappone più rurale e lontano dalle grandi città.
Musei di Takayama
Popular Archaeological Museum of Hida
In realtà capitammo nel Museo Archeologico Popolare di Hida quasi per caso. Eravamo a Takayama per godere del Sanno Matsuri, ma la pioggia ci costrinse a ripararci in questo nuseo situato nello spettacolare quartiere di Sanmachi Suji. L'ingresso al museo costa 500 yen e ha oggetti molto interessanti del periodo Edo. In effetti il Museo Archeologico Popolare di Hida una volta era la casa dei samurai. Dei suoi interni spiccano i passaggi segreti e il cortile in cui vi è un antico pozzo. Tra gli oggetti in mostra ci sono armi cdei samurai come la katana, molti attrezzi agricoli e utensili di ceramica del periodo Edo. Non è un luogo spettacolare, ma ci è servito come riparo e per farci conoscere un po' di più Takayama.
Musei di Takayama
Doburoku Festival´s Museum
(3)
Questo piccolo angolo del villaggio storico di Shirakawa-go era formato da un piccolo tempio e una casa il cui interno è dedicato al festival. In questo santuario si produce "sake Doburoku", che può essere gustato nel museo. Il festival ha luogo ogni anno tra il 14 e il 15 ottobre. Tra dicembre e marzo il museo è chiuso, ma è possibile vedere il santuario dall'esterno.
Di interesse culturale di Gifu
Kanda-ke
Una delle attrazioni di Shirakawa-go è vedere dentro alcune delle tradizionali case Gassho-zukuri. SI tratta di strutture di legno, appositamente progettate per combattere i rigori del rigido inverno nella regione di Hida. La sua caratteristica principale è la forma tanto inclinata dei suoi tetti in paglia, ideali per evitare l'accumulo di neve. Abbiamo visitato alcune delle più famose case del popolo, come la Kanda-ke. Nel suo ingresso aveva le foto della visita dei membri della famiglia imperiale e della televisione giapponese. Dentro era molto caldo. Le case sono enormi strutture in legno con il tradizionale fuoco acceso nel centro. È stato molto curioso vedere come il fumo usciva dalle bocchette naturali senza accumularsi. Il piano terra ha una sala dove prendere il tè con 36 tappetini. È molto accogliente, soprattutto se fuori piove, nevica o fa freddo. La Kanda-ke non ha quasi nessuna decorazione, in modo che potete vedere perfettamente la struttura. Il biglietto d'entrata costa ¥ 300 ed le visite sono aperte dalle ore 9-17.
Di interesse culturale di Takayama
Yoshijima-ke
(1)
Situato a nord del quartiere popolare Sanmachi, si trova questa Yoshijima-ke. Si tratta di uno degli esempi più notevoli di case di mercanti presenti in Takayama durante il periodo Edo. Yoshijima-ke non risalta solo per la sua ornamentazione, ma piuttosto per la sua struttura. Di fatto, è una tradizione nelle riviste giapponesi di architettura. L'ingresso ci è costato 500 yen e all'interno occorre andare scalzi. L'elevazione del tetto e il lucernario sono una favola. Se avete molto tempo a disposizione non vale la pena svagarsi troppo a lungo all'interno delle stanze. Se vi piace l'architettura assaporerete le sue linee e la sua distribuzione.
Musei di Takayama
The tea Ceremony Museum
(1)
Il museo si raggiunge in autobus dalla città di Hida Takayama. Si tratta di circa 15 minuti (vi daranno tutte le informazioni all'ufficio turistico). Il biglietto del Museo costa ¥ 1000, ma se include la degustazione matcha con dolce giapponese arriva a 1800 yen. Il museo è costituito da due edifici, uno più moderno dell'atro ma nello stile di architettura tradizionale giapponese. Tra i due edifici c'è un giardino zen con lanterne di pietra, alberi di pino tagliati, ecc. Un edificio è per le cerimonie del tè (ha stanze sia piccole che molto più grandi). L'altro edificio è la sala espositiva. E' disposto due piani in cui sono esposti non solo i contenitori di tè, ma tutti i tipi di strumenti per la cerimonia del tè e anche accessori, quadri e paraventi. Museo altamente raccomandato, anche se molto costoso, se si è interessati alla cerimonia del tè e a tutto ciò che lo riguarda.
Feste di Takayama
(1)
Mercati di Takayama
Di interesse culturale di Takayama
Aldea Tradicional Hida no Sato
(1)
Villaggio che ospita alcune case tipiche della zona (circa 30) dei secoli XVIII e XIX. L'interno conserva gli stessi strumenti e gli utensili del tempo. Essi sono situati in una splendida posizione tra le montagne vicino a Takayama. Vale la pena di passarci una mattina o un pomeriggio.
Villaggi di Magome
Magome
(3)
Un antico villaggio samurai Magome è un bellissimo paese samurai dalle strade in salita, della prefettura di Gifu. Per arrivarci la cosa migliore è prendere l’autobus JR Bus che arriva fino a Nagoya e la fermata è Chuodo-Magome (accanto all’autostrada). È un viaggio diurno che dura circa 4 ore e costa 7000 yen. Dalla fermata ci sono le indicazioni per arrivare al paese: bisogna prima attraversare l’autostrada, camminare e attraversare una piccola vallata in cui già troviamo i primi meravigliosi paesaggi verdi in contrasto con l’azzurro del cielo. L’entrata al paese è indicata da una torretta di origine samurai. Il villaggio è una strada in salita sui cui lati sono costruite delle case di legno che risalgono all’epoca Edo. Molti degli edifici sono abitazioni, negozi di souvenir o ristoranti tipici. Una perpendicolare di questa strada arriva a un monte su cui c’è un piccolo tempio dal quale possiamo vedere un panorama fantastico. Su questa strada, passeggiando tra le case, risalta il colore dei fiori. senza dubbio la cosa più interessante di Magome sono i sentieri dei dintorni. Il più importante è quella di Nakasendo che attraversa l’isola da Edo (Tokio) fino a Kioto, ed era usato dai mercanti e dai samurai. Una parte di questo sentiero esiste ancora oggi. Se si visita Magome bisogna fare un cammino di 7,7 km percorrendo uno di questi sentieri fino ad arrivare a un altro villaggio samurai: Tsumago. Nei dintorni ci sono vastissimi campi di riso. Raccomando soggiornare nel minshuku Tajimaya (pensione giapponese tradizionale) e il giorno successivo recarsi a Tsumago. Consiglio vivamente si fare una passeggiata sulla via principale via di pietra di Magome di sera: si accendono tutte le lampade giapponesi, è impressionante. Magome è un delizioso villaggio samurai, con strade ripide, e si si trova nella Prefettura di Gifu. Per arrivarci, la migliore opzione è l'autobus. JR Bus offre viaggi fino a Nagoya con fermate a Chuodo-Magome (vicino all'autostrada). Si tratta di un giorno di viaggio, di circa 4 ore, ad un prezzo di 7000 yen. Dalla fermata, la strada per il villaggio è segnalata: dobbiamo prima di attraversare la strada, a piedi, poi proseguire per pochi isolati e, infine, dobbiamo attraversare una piccola valle in cui troviamo già i primi paesaggi che vi stupiranno con il loro verde che contrasta con il cielo blu. L'ingresso al villaggio è indicato da una torre di guardia di origine samurai. La città è fondamentalmente una ripida strada acciottolata sui cui fianchi si trovano le case in legno del periodo Edo. Molte delle case di questa città sono alloggi tradizionali, negozi di souvenir e ristoranti di cucina locale. Un incrocio della strada principale porta a un piccolo tempio di montagna che offre una vista spettacolare sul posto. Lungo queste strade e sulle case che circondano la strada principale si distinguono gli incredibili colori dei tanti fiori. Ma senza dubbio, la cosa più interessante di Magome sono i sentieri e le strade circostanti. La più importante è quella di Nakasendo che partiva dall'isola da Edo (Tokyo) verso Kyoto, e che è stata utilizzata da mercanti e samurai. Una parte è ancora conservata. E senza dubbio, se si visita Magome si deve assolutamente fare il percorso di 7,7 km da una di queste strade a un altro villaggio samurai: il villaggio di Tsumago. Intorno a queste strade si possono vedere meravigliose risaie. Per alloggiare consiglio di farlo nel minshuku (locanda tradizionale giapponese) a Tajimaya e, il giorno dopo, andare a Tsumago. E 'davvero consigliabile fare una passeggiata attraverso la lastricata via principale di Magome,di notte, quando tutte le lampade giapponesi sono accese. E' davvero impressionante!
Vie di Takayama
(2)