MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Lussemburgo

109 Collaboratori
  • Monumenti
    9 posti
  • Paseggiate
    8 posti
  • Musei
    5 posti
  • All'aperto
    7 posti

52 cose da fare a Lussemburgo

Monumenti Storici di Lussemburgo
Casematte del Bock
(13)
Le Casemates du Bock erano le antiche mura della città di Lussemburgo. Sono stati costruite intorno al 1000 e nel 1994 sono state dichiarate patrimonio mondiale dell'UNESCO. Attualmente sono aperte al pubblico dal 1 marzo al 31 ottobre e si possono visitare al prezzo di due euro per gli adulti e mezzo euro per i bambini. Un luogo essenziale da visitare in Lussemburgo, ripercorrendo passaggi nascosti e immaginando la vita dei suoi antichi abitanti. Da non perdere anche la splendida vista. Astenersi claustrofobici.
Villaggi di Lussemburgo
Lussemburgo
(9)
È la sede di numerose istituzioni e organismi internazionali. A Lussemburgo ci sono anche numerosi castelli medievali. Durante il mese di ottobre c'è la festa della noce con un mercato in cui potrete comprare tutte le delizie culinarie preparate con le noci. Il periodo migliore per visitare il Granducato è il mese di giugno: il 23 giugno si celebra la festa nazionale. Ci sono concerti all'aperto e festival, come quello mostrato nella foto, sia nella capitale sia nelle altre città del paese.
Di interesse culturale di Lussemburgo
Parlamento Europeo a Lussemburgo
(3)
Il Lussemburgo è un piccolo paese caratterizzato da una tendenza della moderna capitale al lusso e all'ostentazione. Se si arriva in treno ci si troverà in una stazione che si presenta come preludio alla città, che è dominato da una grande strada centrale che corre da un estremo all'altro della stessa. Se ci addentriamo in questa enorme corsia all'interno del Lussemburgo troveremo un gran numero di edifici istituzionali, i negozi di prodotti tecnologici a prezzi esorbitanti e un buon numero di bordelli di lusso, una scena degna di un film di David Lynch. È interessante da visitare, almeno per ammirare i vari edifici istituzionali, molti dell'Unione Europea. Un esempio è la Segretaria Generale del Parlamento Europeo.
Cattedrali di Lussemburgo
Cattedrale di Santa Maria di Lussemburgo
(5)
Questa cattedrale è la chiesa più importante e più grande del paese, in quanto è la cattedrale dell'Arcidiocesi di Lussemburgo. La storia della cattedrale è legata a quella della Compagnia di Gesù. Nel 1594, i gesuiti si stabilirono nella città di Lussemburgo, che allora faceva parte dei Paesi Bassi appartenenti alla Spagna. Hanno aperto una università nel 1603. Il rapido sviluppo delle attività pastorali e spirituali della città portò alla decisione di costruire una grande chiesa. Il 17 ottobre 1621, la chiesa fu solennemente consacrata dal vescovo di Treviri, Georg von Heiffenstein, e fu dedicata all'Immacolata Concezione. Il palazzo del secolo XVII è una chiesa che appartiene al periodo tardo-gotica. Nel portone principale di stile barocco primitivo si trova la statua della Vergine Maria circondata dagli apostoli Pietro e Paolo, e da Ignazio di Loyola e Francesco Saverio, fondatori della Compagnia di Gesù. In seguito una statua di San Nicola ha completato l'insieme di statue. Tra le opere esposte nella cattedrale, le più importanti da ricordare: - le grandi finestre del coro creato da Luis Barril di Parigi - le finestre della galleria del Granducato di Monaco - le finestre di Emile Probst, in cui sono rappresentate scene bibliche. - Un quadro, l'Adorazione dei Magi, da Jacques Nicolai, che apparteneva alla scuola di Rubens - due corpi ... Tra le altre cose. La cattedrale rappresenta un esempio di stile gotico, tuttavia, possiede alcuni elementi rinascimentali. Alla fine del XVIII secolo, la chiesa ha ricevuto l'immagine miracolosa di Maria Consolatrix Afflictorum (che in latino significa, Maria, la consolatrice degli afflitti), la santa patrona della città e del ducato.
Musei di Lussemburgo
MUDAM - Museo di Arte Moderna
(2)
Il museo d'arte moderna "Mudam" si trova all'interno del complesso "Kirchberg", 3 Park Dri Eechelen L-1499 Luxembourg. È il primo e unico museo d'arte contemporanea in Lussemburgo. Vale la pena visitarlo per conoscere le opere di circa un centinaio di artisti. La particolarità di questo museo è che dà carta bianca agli artisti per creare opere originali e diverse.
Spettacoli di Lussemburgo
Sfilata delle Mucche a Lussemburgo
(1)
Hai mai visto una mucca in qualche vetrina? Nel Nord dell'Europa sono molto famose, sono dappertutto: aeroporti, edifici amministrativi, magazzini e centri commerciali. L'idea iniziale di 'Cow parade', nome con cui si conosce la mostra di mucche dipinte da artisti acclamati e insoliti, era quella di pubblicizzare gli autori dei disegni. Da lì si è passati a vendere per beneficenza le opere e poi è cominciata l'ultima moda del Lussemburgo: avere una vacca nel giardino. La questione è: quanto più grande è la vacca, più soldi ti costa, il che implica una maggiore solidarietà. Il Lussemburgo è il paese più ricco d'Europa per reddito pro capite. Le sue vie sono una grande sfilata di sportivi e i suoi abitanti hanno in media più di un telefono cellulare a persona. Perfino il Grande Duca, figura simile a quella del re, è padrone di una banca. Io sono stata lì a visitare e le mucche mi sono piaciute moltissimo. Immagino che quelle di dimensioni reali che danno il benvenuto dal giardino dei loro padroni debbano costare parecchio. Ma sono lì, nel giardino. Sembrano dire: "guarda che solidali sono i miei padroni". Solidali o ostentazione di solidarietà?.
Di interesse culturale di Hollenfels
Hollenfels
Sono andata a Hollenfels per caso. Era di strada durante il mio viaggio in Interrail (che ho fatto 2 estati fa). Siamo passati dal Lussemburgo ed avevamo prenotato un albergo che si trovava fuori città, visto che non avevamo un albergo nel Lussemburgo, meravigliosa casualità. Dopo esserci fermati alla stazione di Mersch, la più vicina al nostro albergo, abbiamo preso un taxi (20 € in quattro) e siamo arrivati a Hollenfels. Era già l'imbrunire e ciò che tutti noi ricordiamo è l'immagine di un luogo idilliaco: un albergo con davanti un bosco ed un castello perfettamente conservato alla sua destra. Non avevo mai visto un posto migliore per rilassarsi in tutta la mia vita. L'unico rumore fu quello di alcuni bambini che giocavano in un parco vicino la mattina dopo. Un mio amico ed io, dopo cena, abbiamo ascoltato della musica, ai piedi del castello, nella più assoluta tranquillità. Era come se fossimo lontani dal mondo, al riparo da tutti i rumori della città (sebbene nella città di Lussemburgo non ce ne siano troppi). È stato come una sosta per ricaricarsi di energia durante il nostro viaggio. Decisamente consigliato per un viaggio movimentato in Interrail.
Città di Lussemburgo
Grund
(4)
Il Grund è il quartiere di Città del Lussemburgo che comprende la parte bassa della città, nella valle che divide il centro storico dalla città moderna. Il quartiere è attraversato dal fiume Alzette e comprende numerosi edifici pittoreschi e stradine caratteristiche. Il Grund è accessibile solo a piedi ed è collegato al centro da un ascensore collocato sulle Rue du Saint Esprit che permette di coprire il dislivello del promontorio roccioso sul quale si trova il centro storico. Il simbolo del quartiere è senza dubbio rappresentato dalla svettante guglia della Chiesa St-Jean, ben visibile dal belvedere del centro storico. Il quartiere è caratterizzato da un’intensa vita notturna, con locali alla moda quali Oscar Wilde in the Grund, un pub irlandese molto frequentato durante i week end.
Vie di Lussemburgo
Plateau du Saint Esprit
(4)
Un'intera città dedicata alla giustizia con una serie di edifici destinati agli uffici giudiziari e ai tribunali. E' un splendido, bianco, incontaminato. Ci sono dei maestosi edifici intorno ad una piazza in stile barocco. Anche se si tratta di edifici amministrativi, vale la pena visitare questa parte della città. Noi ci siamo passati dopo aver visto il Ponte Vecchio o di Adholpe. Nel complesso questo gruppo di costruzioni ha attirato subito la nostra attenzione, ma devo dire che ciò che mi è più piaciuto è stato osservare il fiume Alzette e la valle Pétrusse da questo punto. Qui inizia il percorso turistico che si dirige fino al centro storico di Lussemburgo, in particolare alla Parte Alta, dichiarata Patrimonio dell'Umanità. Qui cominciano, anche, le sorprese che sarà in grado di riservarvi questa bellissima città (per noi è stata una vera scoperta)!.
Giardini di Lussemburgo
Parco Dräi Eechelan
(3)
Il parco di Dräi Eechelan, situato vicino all'altopiano di Kirchberg, a Lussemburgo, si trova vicino al Museo Mudam. Il giardino è stato trasformato e ospita edifici contemporanei. Qui troverete anche la maggior parte dei vecchi edifici storici (fortezze) del XVIII secolo perfettamente restaurati.
Musei di Lussemburgo
MNHA - Museo Nazionale di Arte e Storia
(1)
È bello camminare per il centro storico della città di Lussemburgo, soprattutto quando si trovano gioielli quali il Museo Nazionale di Storia, in cui sono esposti reperti archeologici e strumenti appartenenti a differenti popolazioni che sono passate da qui. L'edificio in sé è molto bello (era l'antico Mercato del Pesce) ed è stato recuperato per esser adoperato come spazio pubblico. Il museo dispone di sei piani in cui vi sono esposti reperti di diverse epoche; ci sono poi sale tematiche, una caffetteria, un auditorium... Sono entrata al museo perché mi aveva colpito l'esterno, un bellissimo edificio moderno e al tempo stesso antico, con un'enorme finestra che ha attirato la mia attenzione. Detto questo, Lussemburgo è una città che riserva un sacco di sorprese. Orari: Martedì-Domenica 10:00-18:00- Prezzo: 5 €.
Boschi di Lussemburgo
Bosco Berdorf
(2)
È la seconda volta che andiamo a far visita ai nostri amici Emi e Jean-Claude a Lussemburgo, e hanno sempre qualche sorpresa preparata per noi. Questa volta ci hanno portati al bosco di Berdorf ed è stato meraviglioso; si respirava un'aria pura e una tranquillità rilassante, non vediamo l'ora di tornarci.
Stazioni Ferroviarie di Lussemburgo
Stazione Centrale
(2)
Un edificio monumentale che sembra più un palazzo che una stazione ferroviaria! Bella facciata con torre dell'orologio. Costruita agli inizi del XX secolo, questa stazione sostituì una vecchia stazione in legno. Ciò che richiama maggiormente l'attenzione è il dipinto che si trova nella hall principale e che è opera dell'artista locale Armand Strainchamps. È il primo edificio a Lussemburgo che colpisce i turisti che, come me, arrivano in treno. Arrivare in treno è l'opzione migliore per arrivare in città, visto che la stazione è collegata con tutte le principali capitali europee. All'interno troverete i tipici negozi e ristoranti che ci sono in tutte le stazioni, nonché un piccolo ufficio turistico che vi fornirà una mappa e dei preziosi consigli. Una volta usciti potrete iniziare la vostra visita a questa splendida città e camminare, camminare e camminare...
Mercati di Lussemburgo
(3)
Negozi di Lussemburgo
Negozio del MUDAM
Mudam Luxembourg, Musée d’Art Moderne Grand-Duc Jean È il museo di arte contemporanea di Lussemburgo e ospita molte opere artistiche di diverso genere e provenienza. La sua collezione e il suo programma riflettono le attuali tendenze del design e danno spazio allle nuove pratiche artistiche che si stanno diffondendo a livello nazionale e internazionale. L'edificio, progettato dall'architetto cino-americano Leoh Ming Pei, è uno spettacolare esempio di come l'architettura possa dialogare con un contesto naturale e storico. Costruito sopra le vestigia della Fortezza Thungen, seguendo la linea delle antiche mura, troverete il Parco Dräi Eechelen (disegnato dal paesaggista Michael Desvigne) che offre una magnifica vista sulla città antica e si trova a pochi passi del quartiere europeo di Kirchberg.
Piazze di Lussemburgo
Place Clairefontaine
(2)
Dopo aver attraversato le strade strette della città vecchia, ci siamo imbattuti nella prima delle numerose piazze della città. In pieno quartiere governativo, questa piazza è circondata dagli edifici amministrativi del Lussemburgo. Il nome della piazza deriva dall'antica Abbazia de Clairefontaine, demolita nel 1933. L'intera piazza è molto speciale, con angoli molto eleganti e con un certo tocco romantico che sembra uscito direttamente da una favola con principi e principesse ;-) Su un lato della piazza c'è anche la Cattedrale di Nostra Signora. Al centro della piazza c'è la statua della Granduchessa Charlotte, opera dello scultore parigino Jean Cardot.
Cimiteri di Lussemburgo
Cimitero Americano di Lussemburgo
Questo cimitero è stato costruito il 29 dicembre 1944 dalla Terza Armata Statunitense comandata dal generale George S. Patton Jr., come campo di sepoltura temporanea dei soldati uccisi nella battaglia delle Ardenne, a nord di questa zona. Nel frattempo che l'esercito combatteva circa 50 km più a nord, un distaccamento della Terza Armata si occupò di costruire questo cimitero con semplici strutture in legno. Lo stesso generale Patton fu sepolto qui il giorno della vigilia di Natale del 1945, tre giorni dopo la sua morte in un incidente stradale. Nel 1946 le truppe americane, aiutate dai prigionieri di guerra tedeschi, costruirono una cappella, un edificio per gli uffici e altre strutture, come a esempio sentieri in pietra che corrono lungo le 28 parcelle di tombe che esistevano all'epoca. Tutte le strutture attuali del Cimitero sono state costruite nel decennio degli anni 50. Negli anni 50 le croci originali in legno furono sostituite da nuove croci in marmo portato direttamente dalle Dolomiti, nel nord-ovest d'Italia. Queste croci vennero installate su travi in ​​cemento che occupano un'area di più di 10 km e che si trovano al di sotto del curatissimo prato del cimitero. Su entrambi i lati si costruirono due piloni su cui sono riportate le mappe delle varie battaglie e i nomi dei 371 soldati dispersi. Tra i soldati sepolti qui 118 sono ebrei e le loro lapidi sono a forma di stella di Davide, 22 sono fratelli e amici sepolti l'uno a lato dell'altro su richiesta delle famiglie e c'è anche la tomba di una donna, un'infermiera dell'esercito.
Negozi di Lussemburgo
Elephant Parade
Siamo venuti a Lussemburgo e improvvisamente abbiamo cominciato a notare nella maggior parte delle strade e dei monumenti delle sculture divertenti a forma di elefanti. Fino ad allora mi era capitato di vedere "cow parade" e "pig parade", ma era la prima volta che mi capitava di vedere una "elephant parade". Praticamente questa iniziativa sposa la causa della protezione degli elefanti. Dietro all'iniziativa c'è un bel negozio situato nel cuore del centro storico. E' interessante poter fare un giro per questo "laboratorio" per poter vedere "in situ" come realizzano i vari pezzi; in più potrete acquistare dei modellini di elefanti completamente in bianco e decorarli voi stessi. Il negozio dispone di più piani e è sempre pienissimo: è una delle attrazioni della città vecchia di Lussemburgo!