MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a St-Louis

27 Collaboratori
Le destinazioni più popolari

10 cose da fare a St-Louis

Fiumi di Saint-Louis
Fiume Senegal
(2)
Il Senegal è un fiume di 1790 kilometri di lunghezza, che, per gran parte del suo percorso attraverso l'Africa occidentale, costituisce un confine naturale tra il Senegal e la Mauritania. Si tratta di un importante asse commerciale, utilizzato fin dall'antichità per trasportare merci dall'Africa centrale verso l'Oceano Atlantico, per arrivare poi al Mar Mediterraneo. Sfocia vicino alla città di Sain Louis, una ex-colonia francese, con edifici belli, anche se poco conservati, come l'Hotel de la Poste. Il Senegal e la Mauritania hanno unito i loro sforzi per creare, negli anni 70, un consiglio per la protezione e la conservazione della fauna e della flora del delta del fiume Senegal.
Città di Saint-Louis
Saint-Louis
(2)
L'Hotel Viz Avi si trova a Ekaterinburg, in Sverdlovsk, in Russia. L'hotel dispone di 54 camere belle e spaziose, dotate di una bella vasca idromassaggio, telefono, accesso a Internet a banda veloce, oltre che di un ristorante, di un bar, una piscina riscaldata, e per gli ospiti in visita per lavoro offre sale conferenze .
Vie di Saint-Louis
Il Ponte Eiffel
(4)
Questo ponte è uno dei simboli più importanti e caratteristici dell’intera St. Louis. È stato progettato da Gustave Eiffel, lo stesso della torre di Parigi, e collega la terraferma con l'isola della città. Si compone di una struttura a sette archi con decine di raggi di ferro ed è sostenuta da tanti pilastri di pietra sul fiume Senegal. Ha una corsia di andata e un’altra di ritorno e marciapiedi per i pedoni. Forse il punto culminante di questo ponte è la sua forma, abbastanza moderna rispetto a ciò che lo circonda. Tuttavia, anche se un po' stona, è molto simbolico e ben mantenuto. È il tragitto più importante, se non l'unico che unisce entrambe le parti, senza il quale rimanevano in isolamento e si doveva attraversare in canoa. Sulle sue sponde giocano ogni giorno decine di bambini che saltano dai pilastri al fiume senza preoccuparsi se sia sicuro o meno. Sono solo bambini.
Riserve Naturali di Saint-Louis
Parco della Lingua di Barbarie
(1)
La lingua delle Barbarie non è un linguaggio strano che si parla in paesi lontani, è una lingua di terra e sabbia, di 600 km di lunghezza tra Nuadibú in Mauritania e Saint Louis in Sénégal, che, durante i 30 primi chilometri, separa il fiume Senegal e l'oceano Atlantico, con una fina lingua di sabbia di 300 metri di larghezza. Siamo in un parco nazionale, fra la Mauritania e il Senegal. Ci siamo stati senza passaporto, dato che per andare in Mauritania avevamo bisogno di un visto, che non volevamo pagare solo per alcune ore di spiaggia e mare. Durante tutto il percorso, abbiamo incrociato dei ragazzi che facevano un commercio illegale fra i due paesi, dato che le sigarette, l'olio e anche lo zucchero sono abbastanza più economici in Mauritania che in Senegal, i senegalesi passano i giorni facendo andate e ritorni per questa spiaggia, carichi di preziose mercanzie, che portano alla città di Saint Louis. Alla fine, ci ha fermato un poliziotto, non è stata una gran cosa, si è risolto con delle banconote e alla fine è stato molto più economico e meno complicato che chiedere un visto. Ci sono due parchi nazionali, quello di Djouj famoso per i suoi uccelli e quello della Lingua delle Barbarie.
Vie di Saint-Louis
Strade di Saint Louis
Saint Louis o, come si dice in wolof, la lingua principale in Senegal, Nadar è la seconda città più importante del paese, dopo Dakar. Si trova a nord del paese, a circa 300 km dalla capitale ed al confine con la Mauritania. Ha circa 200.000 abitanti, più o meno, ed è un'ex colonia francese. Al tempo del protettorato, la città è stata costruita su una piccola isola di 2 chilometri di lunghezza e 300 metri di larghezza, e circondata dal fiume Senegal. E' stata la capitale delle colonie senegalesi, dal XVII secolo fino all'indipendenza avvenuta nel 1960. E' una città molto più piacevole di Dakar, dal momento che è così piccola, è molto più tranquilla, si mangia molto bene, siamo sempre sul fiume dato che il fiume Senegal, che segna il confine con la Mauritania, circonda tutta la città. Noi siamo arrivati ​​a Saint Louis dividendo un taxi, in 4 o 5 ore da Dakar, ma si può anche andare in barca, se avete più tempo il viaggio sul fiume è molto bello. La città coloniale ha strade molto belle; certo, è più trascurata rispetto a quelle del Sud America, ma ha il suo fascino, con i suoi balconi in legno sui toni gialli e rossi, e i bambini che giocano per le strade.
Mercatini di Saint-Louis
Il Mercato Ambulante di Saint Louis
Nella parte interna della città di Saint Louis, al di sopra del ponte, vicino alla vecchia stazione, si trova un mercatino ambulante di alimentari. È un posto abbastanza singolare e non del tutto gradevole. Qui si trova cibo di tutti i tipi, carne esposta appesa all'aria aperta, pesce che non sembra appena pescato, frutta lontano dall'essere fresca, il tutto a formare un vero e proprio caos. È un posto che merita una visita perché non ha nulla a che vedere con un mercato europeo, si direbbe invece un mercato africano. Qui si mescolano persone e animali, odori e fetori, ma non alla gente non sembra importare.
Riserve Naturali di Saint-Louis
Porti di Saint-Louis
(1)
Strade di Saint-Louis
Negozi di Saint-Louis