MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Zanzibar?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Zanzibar

56 Collaboratori
Attività a Zanzibar
GetYourGuide
(9)
25,32
GetYourGuide
(1)
28,48
GetYourGuide
(1)
40,35
GetYourGuide
84,65
GetYourGuide
30,06
GetYourGuide
(2)
37,18
GetYourGuide
28,48
GetYourGuide
63,29

28 cose da fare a Zanzibar

Spiagge di Zanzibar
Zanzibar
(10)
Zanzibar... L'isola delle spezie... è un'isola magica e meravigliosa che ti rapisce il cuore!! Sto scrivendo di lei nel mio blog qui su Minube, ma se non aveste voglia di leggere...Pubblico qui qualche immagine perché anche voi poossiate lasciarvi rapire dalla sua bellezza (a cui le mie foto peraltro non rendono grande giustizia). Comincio con qualche foto della bianchissima spiaggia dove, pur standovene comodamente sdraiati a rilassarvi, potrete scattare foto pittoresche....
Città di Zanzibar
Stone Town - Mji Mkongwe
(9)
La capitale dell' "Isola delle Spezie" merita una tappa obbligatoria durante il vostro viaggio a Zanzibar, in quanto si tratta di una città che offre numerose attrazioni: da un lato vi è un'architettura caratterizzata da numerose influenze, da quella portoghese a quella araba, a quella swahili, che impone la maggioranza della popolazione attuale. Stone Town è celebre in particolare per i dettagli di numerose costruzioni, le quali testimoniano il fiorente periodo dell'indipendenza del regno. Potrete visitare tranquillamente la città in un paio di giorni, venendo dall'aeroporto di zanzibar o il traghetto da Dar es Salam.
Spiagge di Zanzibar
Spiaggia di Kiwengwa
(7)
Jambo!!! Questa è un'esperienza che m'ha dato molto.bellissimo il posto con queste spiagge enormi che diventano immense con la bassa marea un effetto della natura splendido da vivere. Bello il modo di vivere di questa gente, pole pole hakuna matata, rilassato e tranquillo come appunto ripetono sempre ( piano piano nessun problema)....
Di interesse culturale di Zanzibar
Porte di Stone Town
(6)
Se c'è qualcosa di famoso a Stone Town sono le porte che adornano molte delle sue case storiche. Sono belle e sono sparse in tutta la città vecchia e le sue delicate preziose sculture in legno sono il ​​riflesso di un passato prospero. Purtroppo, questa prosperità deriva dai tempi in cui Stone Town era il centro di un lucroso commercio di schiavi all'interno dell'Africa. Una volta che la schiavitù è stata abolita nei territori britannici, la di Stone Town prosperità svanì , e ora a testimonianza sono rimaste quasi solo le sue belle porte.
Di interesse turistico di Zanzibar
Spice Tour
(5)
Un tour alla scoperta degli odori e dei sapori delle tante spezie caratteristiche di questa isola. Escursione molto bella anche perché consente di visitare anche un villaggio di pescatori e venire quindi in contatto con la gente del luogo.
Isole di Zanzibar
Mwemba island
(5)
Un'altra isola paradisiaca, Mnemba si trova sulla costa nord di Zanzibar, nelle vicinanze di Nungwi, dove ho vissuto quattro mesi, facendo immersioni in questa zona perché molto ricca di coralli e specie marine. Intorno a quest'isola ci sono numerosi posti d'immersione ed è molto facile vedere i delfini. Su quest'isola non puoi che trovare relax e natura, ed è possibile praticare una grande varietà di sport d'acqua come snorkeling, immersioni, windsurf, kayak...
Mercati di Zanzibar
Darajani market
(1)
Un angolo di Stone Town che merita di essere visitato è il vivace mercato della Città Vecchia, il Mercato di Darajani. Si tratta di un mercato che si svolge da più di 100 anni e che è davvero storico. Oltre all'inevitabile presenza di banchetti che vendono spezie per turisti, qui troverete anche prodotti tipici e locali. Hanno catturato la mia attenzione soprattutto le bancarelle in cui si vendeva il pesce. Probabilmente le condizioni igieniche non sono impeccabili, ma il pesce sembrava davvero fresco.
Monumenti Storici di Zanzibar
Monumento agli schiavi
(4)
La cattedrale anglicana fu costruita sull'ex mercato degli schiavi. Pagando il biglietto d'ingresso alla Cattedrale è anche possibile visitare l'edificio che si trova di fronte, nel cui seminterrato si conservano le "celle" degli schiavi. Anche se è tutto in lingua inglese, il significato è comprensibile. All'esterno c'è un monumento commemorativo contro la schiavitù che, a mio parere, è più bello di quello che si trova sull'isola Goreé, in Senegal.
Spiagge di Zanzibar
Paje Beach
In questo luogo ci si può rendere conto in quante tonalità diverse può presentarsi il blu..! Qui il fenomeno della marea propone ogni giorno un paesaggio diverso dove i colori mutano continuamente. In certe ore della giornata non è facile fare il bagno propio a causa delle maree ma si può supplire a questo piccolo disagio facendo delle bellissime passeggiate lungo la bianchissima spiaggia. Qui le donne vengono a raccogliere le alghe che poi venderanno. Con la bassa marea si presentano anche tanti uccelli che banchettano con molluschi e piccoli pesciolini.
Porti di Zanzibar
Traghetto da Zanzibar a Dar es Salaam
(2)
Naturalmente il mezzo più comodo per arrivare a Zanzibar è l'aereo, ma vi è una fitta rete di traghetti che collegano l'isola alla terraferma e dobbiamo riconoscere che utilizzare questo servizio, per entrare o uscire Zanzibar, è più conveniente. Ma dobbiamo essere consapevoli che il viaggio è in mare aperto e le condizioni di navigazione possono essere un po' dure (nel nostro caso per esempio quasi tutti i passeggeri hanno sofferto il mal di mare). Sono 3 o 4 ore di barca che possono essere interminabili.
Isole di Zanzibar
Prison Island - Changuu Private Island
(6)
La nostra escursione a Stone Town (acquistata nel villaggio che ci ospitava) è terminata con la visita a "Prison Island", localmente chiamata "Chole" o anche "Changuu", che merita un giretto sia per la vecchia prigione (peraltro mai utilizzata come tale) sia per fotografare le grosse tartarughe terrestri che vi risiedono e a cui deve un altro dei nomi con cui è conosciuta: "l'isola delle tartarughe". Appartenuta ad un ricco negriero arabo che la utilizzava nel secolo scorso per isolare gli schiavi più recalcitranti, fu poi acquistata da tal Sir Lloyd Mathews che nel 1893 vi fece costruire una prigione in pietra corallina (materiale usato per la costruzione della maggior parte degli edifici di Stone Town, detta infatti la "città di pietra"). La prigione, come dicevo, non ospitò mai nessun detenuto e l'isola divenne in seguito quarantena grazie all'aggiunta di un altro edificio adibito ad ospedale per le malattie infettive. Le grosse tartarughe che la abitano non sono tipiche di zanzibar, ma furono importate dall'arcipelago delle Mascarene. Se volete raggiungerla "fuori-escursione organizzata" potete affittare una delle caratteristiche barchette di legno a Stone Town ad un modico prezzo. In quel caso vi consiglio di fermarvi un pochino di più per regalarvi un fantastico bagno di sole sulla bellissima lingua di sabbia bianca affacciata sulla città... con la raccomandazione di stare molto attenti alla marea che in breve tempo la sommerge. Potete infatti notare la velocità con la quale la marea sale e scende da due foto che ho pubblicato dello stesso punto dell'isola... completamento cambiato nel giro del breve tempo necessario alla nostra visita.
Aeroporti di Zanzibar
Aeroporto internazionale di Zanzibar
(1)
L'aeroporto di Zanzibar - Kisauni è uno degli aeroporti più piccoli della Tanzania. L'aeroporto si trova a 6 km da Zanzibar. La gente arriva a Zanzibar - Kisauni per trascorrere le vacanze estive, ma anche per brevi soggiorni durante tutto l'anno. Le compagnie aeree indicano l'aeroporto di Zanzibar - Kisauni con il codice ZNZ. Tutti i voli commerciali partono dallo stesso terminal. Ci sono compagnie aeree che operano voli nazionali, internazionali e intercontinentali dall'aeroporto di Zanzibar - Kisauni. Tra le linee aeree che effettuano voli a ZNZ ci sono Condor, Jetairfly e Meridiana.
Cattedrali di Zanzibar
Cattedrale di San Giuseppe
In un angolo del mondo come Stone Town, dove si sono incrociate tante culture, non dovrebbe essere sorprendente trovare una imponente chiesa cattolica, anche se siamo in un'isola dalla cultura un po' africana e un po' araba. La cattedrale cattolica di Zanzibar è stata costruita dai missionari francesi nella metà del XIX secolo, ed è senza dubbio uno di riferimento dei visitatori al loro arrivo presso l'isola, soprattutto se l'arrivo è in barca, poiché le torri della cattedrale sono chiaramente visibili dal mare.
Di interesse sportivo di Zanzibar
Immersione a Zanzibar-Aquarium
All'isola di Mnemba si arriva in barca dal centro immersioni situato a Nunwi. Il viaggio in barca dura un'ora. Profondità: 16-22 metri. Grandi coralli. Luogo in cui è possibile vedere molte tartarughe (Green & Hawkbill) e varie specie marine. Per piacere, NON TOCCATE LE TARTARUGHE: potete dargli fastidio e ritardare la loro risalita in superficie... se non prendono aria in tempo potrebbero anche morire.
Di interesse culturale di Zanzibar
Furgoncini Dalla Dalla
(2)
I "Dalla Dalla" sono i tipici furgoncini che a Zanzibar effettuano una specie di servizio autobus. La nostra guida ci ha spiegato che questo nome deriva dalla storpiatura della parola "dollar" poichè una volta il biglietto costava un dollaro e gli autisti gridavano a squarciagola "one dollar..one dollar..." Come in tutti i paesi più poveri questi piccoli "autobus" girano stipati all'inverosimile...e in un paese dove la "guida a destra" è un eufemismo (nel senso che si occupano indistintamente entrambe le corsie senza problemi)...e tutti i conducenti si sentono dei piccoli Shumacker col complesso di non voler essere a nessun costo il secondo della fila... beh... io vi consiglierei un taxi per i vostri spostamenti in autonomia. E' comunque economico, ma leggermente più sicuro!!!!
Di interesse turistico di Zanzibar
Navigare intorno a Unguja
Per visitare i vari punti della costa settentrionale, apprezzarne le splendide spiagge e la vegetazione con fitte mangrovie, consiglio di noleggiare una barca. Nel corso della visita potrete vedere anche le isole fantasma che - pare - appaiano solo per qualche istante quando la marea si abbassa. Potrete inoltre immergervi in acque cristalline e vedere tantissime piante rare e pesci. Naturalmente queste barche tradizionali non sono dotate di scalette: scendere è facile, salire... non tanto!
Palazzi di Zanzibar
Museo del Palazzo - Beit el-Sahel
Questo palazzo è uno dei punti di riferimento storici di Zanzibar. Era la residenza del sultano dell'Oman fino al 1964 e oggi è un museo in cui si ripercorre la storia del Sultanato. Abbiamo deciso di entrare e apprendere qualcosa in più sulla storia di questa città. Il museo può essere visitato liberamente ed è permesso fare fotografie. Purtroppo molti pezzi non sono ben conservati, ma l'edificio merita ugualmente una visita.
Di interesse sportivo di Zanzibar
Immersione a Wattabomi
Si arriva in barca dal centro immersioni di Nungwi; si trova sull'isola di Mnemba. Grande barriera corallina e amplia varietà di specie marine. Profondità: tra 6 e 40 metri. Temperatura dell'acqua: 28-30 gradi. ATTENZIONE all'attrezzatura: i coralli non sono delle pietre, sono creature vive e molto fragili.

Cose da visitare e da fare a Zanzibar

La prima delle cose da vedere a Zanzibar è Stone Town, il centro storico della città dichiarato patrimonio mondiale dell'UNESCO nel 2000. Si tratta di una delle due aree in cui la città è divisa ed è conosciuto appunto come la città della pietra di Zanzibar.

Tra i luoghi da vedere oggi a Zanzibar, in questo vecchio quartiere, c'è il Palazzo del Sultano, la Casa delle Meraviglie, i giardini Forodhani, e la Cattedrale di San Giuseppe.

Camminando per le strade di Stone Town possiamo scoprire luoghi incantevoli come i bazar, le moschee e le case di stile arabo. Questi luoghi sono fatti apposta per stimolare la vostra curiosità e i vostri sensi, per l'insieme dei colori e dei profumi offerti dalle verdure fresche, dai pesci e dalle spezie che vi si vendono.

Un altro luogo da visitare a Zanzibar è il quartiere di Ng'ambo, molto più grande e dove possiamo trovare moderni edifici per uffici e grandi condomini, come anche nella vicina Michenzani.

Tra le cose da vedere oggi a Zanzibar non potete perdere la moschea Kizimkazi, a nord-est della città. L'isola di Pemba è un altro di questi luoghi imperdibili. Qui potete grogiolarvi sotto il sole stesi sulle immense spiagge di sabbia blanca.

La città non dispone di un vasto patrimonio architettonico, così la maggior parte delle cose da fare a Zanzibar sono collegate con l'ambiente naturale e le sue spiagge. Le sue acque color turchese e la sabbia bianca delizieranno i visitatori.