Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Delos?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Delos

info
salva
Salvato

7 opinioni su Delos

18
Guarda le foto di dicanius
18 foto

La città degli dei

L'isola di Delo (in greco Δήλος, Dilos, che significa "stabile e visibile"), è una delle isole greche più piccole delle Cicladi, si trova nel Mar Egeo ed è anche nota come Lagia, l'isola delle lepri, Ortigia, l' isola delle quaglie, Cintera, Chlamydia, Cintos, Pirpile e Pelasgia. Amministrativamente appartiene all'unità periferica di Mikonos.

Secondo la mitologia greca era inizialmente un'isola galleggiante, poi Zeus la immobilizzò e la fece diventare stabile per permettere a Latona di partorire Apollo e Artemide lontano dall'ira di Era.

E' uno dei luoghi più sacri della Grecia. Secondo il mito, l'isola emerse dalle acque grazie al tridente di Poseidone, ma fu una semplice isola galleggiante fino a che Zeus non la immobilizzò, legandola al fondo del mare attraverso delle catene, in modo da consentire a Latona di sfuggire dall'ira di Era e concepire Apollo e Artemide. In quanto luogo di nascita del dio Apollo, l'isola fu uno dei principali centri di culto di questa divinità che, tra l'altro, ne era anche proprietaria, avendola presa in cambio da Poseidone.

Oggi è uno splendido museo archeologico a cielo aperto, ma in tempi antichi ospitò una città di 50.000 abitanti con vere e proprie opere d'arte greca. Case di lusso, banche, negozi, piazze, templi: il tutto risale a più di due millenni fa. Approfittatene per fare mille foto, io mi sono divertito.

L'isola di Delo (greco Δήλος, Dilos, che significa "stabile e visibile"), è una delle isole greche più piccole delle Cicladi, si trova nel Mar Egeo, chiamata anche Lagia, l'isola delle lepri; Ortigia, l'isola delle cotornici, Cintera, anche Clamidia, Cintos, Pirpile e Pelasgia. Dal punto di vista amministrativo appartiene alle unitá periferiche di Mykonos. Nella mitologia classica si racconta che fu un'isola galleggiante, ma Zeus volle farvi la sede di Latona, che al momento era perseguita da Hera, sia Apollo che Artemide nacquero lì. É stato uno dei luoghi più sacri della Grecia. Secondo la Mitologia greca si racconta che emerso attanagliata dal tridente di Poseidone, ma era un'isola galleggiante fino a quando Zeus non la legó con delle catene al fondo del mare per convertirla in un luogo sicuro donde Leto poteva viviere, lontano dalla gelosia di Hera, per la nascita Apollo e Artemide. Come luogo di nascita di Apollo era uno dei luoghi in cui si venerava questo dio, e Poseidone dal momento che la formazione dell'isola dipese da questo dio. Oggi ospita un tesoro archeologico, a quel tempo era una città di 50.000 abitanti e ci restano vere e proprie opere d'arte greca. Case di lusso, banche (denaro), negozi, piazze, templi, tutto risale a più di due millenni, guardare le foto, mi sono divertito.
dicanius
23
Guarda le foto di Roberto Gonzalez
23 foto

Museo all'aperto

Il sito archeologico di Delos è forse unico in quanto si trova in una piccola, piccola isola a soli cinque chilometri di lunghezza e 1.300 metri di larghezza. Anche se l'isola è una assoluta aridità, brilla la luce solare che la maggior parte, in parte per il candore delle sue formazioni rocciose e resti archeologici in contrasto con il mare blu profondo. L'altezza massima dell'isola è Kynthos (112 m) che è adiacente al santuario di Apollo e sua sorella Artemide ed era il centro di Helena. Già nell'Odissea e l'Inno omerico ad Apollo, la città è stato nominato come uno dei centri religiosi più famosi dello Ionio. A quel tempo il potere della regione ha monopolizzato l'isola di Naxos, che si è rivelata superiore in edifici Delos erigere come Naxeos casa, la gigantesca statua di Apollo resta ancora conservati nel museo di Delo, e terrazza affacciata sul Lago Lions Sacro e Santo Palmera dove, secondo il mito, la Titan Leto ha dato alla luce Apollo. A Naxos, Paros è successo al potere, che ha portato ad un cambiamento radicale. Una città di circa 30.000 persone che si sviluppò intorno al santuario nel periodo ellenistico, diventando grande dell'Egeo porta, anche se il destino in serbo sarà distrutto da Mitridate, re del Ponto. E su questi resti si deve camminare una volta il traghetto che ci porta da Chora, capoluogo di Mykonos, e per il viaggio di 17 € tutto, abbiamo lasciato la minimuelle che sorge accanto a un piccolo centro interpretativo con un negozio che vende riproduzioni delicati dei risultati ad un prezzo ottimo. Vi consiglio la spesa a lungo, in linea di principio, il resto prima e andare rapidamente a vedere la Terrazza dei Leoni e l'area vicino ad esso, quindi visitare il Museo, contiuando l'area teatro e le case circostanti, ricchi mosaici raffinati e fattura colonne e finiscono nei detriti lasciati in un primo momento. Questa è la mia opinione, perché è in contrasto con il percorso che guida fare, sia a livello locale come la crociera, e ci permette di vedere più cose e più solitarie, rendendo la maggior parte di questa isola e dei suoi tesori, come se si gli unici visitatori ...

Museo al aire libre

El sitio arqueológico de Delos es quizá único, en cuanto a que está asentado en una pequeña y estrecha isla de apenas cinco kilómetros de largo por 1.300 metros de ancho.
Aunque la isla es de una aridez absoluta, resplandece a la luz del sol como pocas, debido en parte a la blancura de sus formaciones rocosas y restos arqueológicos que contrastan con el profundo azul del mar.
La altura máxima de la isla es Kynthos (112m) junto al que se encuentra el santuario de Apolo y su hermana Artemisa y que era el centro de la ciudad helena.
Ya en la Odisea y en el Himno a Apolo de Homero, se nombra la ciudad como uno de los más famosos centros religiosos del Jónico.
En esa época el poder de la región lo acaparaba la isla de Naxos, que demostró su superioridad erigiendo en Delos edificios como la casa de los Naxeos, la gigantesca estatua de Apolo de la que aún se conservan restos en el museo de Delos, y la terraza de los Leones frente al Lago Sagrado y la Palmera Sagrada donde, de acuerdo con el mito, la titana Leto dio a luz a Apolo. A Naxos, sucedió en el poder Paros, lo que llevó a un cambio radical.
Una ciudad de alrededor de 30.000 personas creció alrededor del santuario en el periodo Helenístico, convirtiéndose en puerto importante del Egeo, aunque el destino le deparaba ser destruida por Mitrídates, rey de Ponto.
Y sobre estos restos debemos de caminar una vez que el ferry que nos lleva desde Chora, capital de Mykonos, y por 17 euros ida y vuelta, nos deja en el minimuelle que se levanta junto a un pequeño centro de interpretación con una tienda que vende delicadas reproducciones de los hallazgos a muy buen precio.
Recomiendo pasar de largo; en principio, de los primeros restos e ir rapidamente a ver la Terraza de los Leones y la zona inmediatamente próxima a ella, luego visitar el Museo, contiuando con la zona del Teatro y las casas que lo rodean, ricas en mosaicos y columnas de fina factura y acabar en los restos que dejamos al principio. Esta es mi opinión porque es la ruta contraria a la que hacen los guías, tanto de la zona como los de los cruceros, y nos permite ver más cosas y de manera más solitaria, disfrutando al máximo de esta isla y sus tesoros como si fuéramos los únicos visitantes...
Roberto Gonzalez
Traduci
Vedi l'originale
31
Guarda le foto di E.Sonia Requejo Salces
31 foto

Santuario, dove si trovava l'oracolo.

Uno dei piccoli e abbastanza rida isole a sud ovest di Mykonos un autentico santuario disabitato greca, che è stata vietata la nascita e la morte. Tenan per passare a Rina, un'isola vicino Delos; dichiarata patrimonio dell'umanità, per la sua ricchezza di siti archeologici. In tutta l'isola si trovano i resti, vestigia del glorioso passato, remoto. Alcuni ben conservati, altri invece si trovano tra le erbacce e le piante infestanti che ci vuole per portarli a vedere loro, qualcosa che dà oggi con i turisti che la visitano e il prezzo di ingresso non capire molto incuria, l'abbandono. Grande importanza per sviluppare il culto degli dei "Artemis, la luna" e "Apollo, luce, dio della musica," figli di Zeus e Leto. Sul pianerottolo in sacra porto a trovare il posto che è accoglie il vecchio mercato, l'Agorà ah inizia il sentiero che ci a "I tre templi e santuari di Apollo", il "Camino de los Leones porta, del 16 che aveva lasciato 5 leonesse, gli originali sono il Museo di Delos "aspettava di trovare nelle migliori condizioni, una vergogna. Una delle case più antiche sono la Naxos o la Casa dei Tritoni, templi o colonne prticos dedicate solo alle diverse divinità. Mosaici in templi, più male indossati con scarsa sicuramente li hanno protetti meglio così che sono scolorito. La migliore è la casa del "Dolphin" Un Tritone avvitata un'ancora, un giaguaro, con disegni triangolari, simbolo di Delos. Siamo saliti in cima alla collina scale di pietra "L'ombelico del mondo" nel Mar Egeo; il cui sforzo non vale la pena, perché la vista è come dal basso e senza rovine. Passeggiando tra i vicoli, si potrebbe pensare che un piccolo posto nella grandezza dei tempi antichi della storia, le preoccupazioni che i suoi abitanti sono stati impegnati, a quanto pare abbastanza argomenti di arte, musica e soprattutto il culto del dio della luce solare.

Santuario , donde estaba el oráculo .

Una de las islas mas pequeñas y bastante árida, al suroeste de Mykonos un autentico santuario griego deshabitada, en la que estaba prohibido nacer y morir.

Tenían que trasladarse a Rinía, una isla cercana a Delos; declarada Patrimonio de la Humanidad, por la riqueza de sus yacimientos arqueológicos.

En toda la isla se encuentran restos, vestigios de aquel pasado glorioso, remoto. Algunos bastante bien conservados, otros sin embargo yacen entre maleza y maleza que cuesta llegar a ellos para verlos, algo que a día de hoy con el turismo que lo visita y el precio de la entrada no entiendo tanta dejadez, abandono.

Con gran importancia se desarrollo el culto a los dioses "Artemisa, la luna" y "Apolo, la luz, dios de la música", hijos de Zeus y Leto.

Al desembarcar en el puerto sagrado te encuentras con el lugar que acogía al antiguo mercado, el Agora de ahí parte el camino que nos acerca a "Los tres Templos o Santuarios de Apolo" el "Camino de los Leones, de los 16 que había quedan 5 leonas, las originales se encuentran el el museo de Delos" los esperaba encontrar en mejores condiciones, una pena.

Una de las Casas mas antiguas son la de Naxíos o la Casa de los Tritones, Templos con pórticos o columnas solamente dedicados a diferentes dioses. Mosaicos en templos, la mayoría muy desgastados con falta de haberlos protegido mejor seguramente por lo descoloridos que están.

El mejor el de la casa de los "Delfines" un tritón enroscado en un ancla, un jaguar, junto a dibujos
triangulares, símbolo de Delos.

Subimos a lo alto de la colina por escaleras de piedra "El Ombligo del Mundo "en el Egeo; cuyo esfuerzo no merece la pena, pues la vista es similar desde abajo y no hay ruinas.

Paseando por sus avenidas, te imaginas un poco la grandiosidad del lugar en tiempos remotos de la historia, sus inquietudes a que se dedicaban sus habitantes, parece que bastante a temas de arte, música y sobre todo al culto del dios de la luz solar.
E.Sonia Requejo Salces
Traduci
Vedi l'originale
6
Guarda le foto di GERARD DECQ
6 foto

Si tratta di delos che leto ha dato a...

Si tratta di Delos che Leto ha dato alla luce Apollo e Artemide. Delos è un'isola museo non è residente. Solo i diportisti vengono a passare la notte, un po 'fuori. Da visitare, le barche partono da Mykonos, deve ancora Eolo non era troppo aperto per via meltemi. Un sito archeologico di andare senza moderazione, con il mare sullo sfondo. Sottolineare il quartiere dei teatri, per il luogo stesso e le case circostanti mosaici. Al fondo della vasca, le rane cantano molto "brékékékex coassiale coassiale", come notato da Aristofane. E, naturalmente, non dimenticate i leoni vialetto.

C'est à Delos que Leto mit au monde Apollon et Artémis. Delos est une île musée : on n'y réside pas. Seuls les plaisanciers arrivent à passer la nuit, un peu au large.
Pour la visite, les bateaux partent de Mykonos ; encore faut-il qu'Eole n'ait pas trop ouvert l'outre du meltemi.
Un site archéologique à parcourir sans modération, avec la mer en toile de fond. Privilégier le quartier du théâtre, pour le lieu lui-même et les demeures qui l'entourent : mosaïques. Au fond des citernes, des grenouilles chantent bien encore "brékékékex coax coax", comme l'a noté Aristophane. Et bien sûr, ne pas oublier l'allée des lions.
GERARD DECQ
Traduci
Vedi l'originale
Leggi altre 3
Pubblica
3
Guarda le foto di Jesus Manuel Prieto Diaz
3 foto

Nel mio viaggio a mykonos fatto un'es...

Nel mio viaggio a Mykonos fatto un'escursione all'isola di Delos, è uno dei più piccola delle isole Cicladi nel Mar Egeo. E 'solo un piccolo museo e altri sono rovine della città vecchia, nella mitologia si dice che sono emerse stringendo il tridente di Poseidone e che era un isola galleggiante fino Zeus legato con catene al mare e in è nata Artemide e Apollo, che è stato adorato. C'è stato un tempo che non poteva essere nato o muoiono in esso e gli Ateniesi presero tutte le tombe, le donne in gravidanza sono stati inviati alle isole vicine come l'isola è rimasto ben purificata.

En mi viaje a Mykonos hice una excursión a la isla de Delos , es una de las más pequeñas de las islas cicladas del mar Egeo. En ella solo se encuentra un pequeño museo y lo demás son ruinas de su antigua ciudad, en la mitología se dice que emergió agarrada al tridente de Poseidón y que fue una isla flotante hasta que Zeus la ató con cadenas al fondo del mar y que En ella nació Artemisa y Apolo, al cual se le rendía culto. Hubo una época que no se podía nacer ni morir en ella y los atenienses sacaron todas las tumbas, a las mujeres embarazadas se les enviaba a otra isla vecina ya que así la isla se mantenía purificada .
Jesus Manuel Prieto Diaz
Traduci
Vedi l'originale
13
Guarda le foto di Julián Nieves Camuñas
13 foto
Julián Nieves Camuñas
Traduci
Vedi l'originale
2
Guarda le foto di Raul Justiniano
2 foto
Raul Justiniano
Pubblica
Leggi altre 3

Informazioni Delos