Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Gerusalemme?
Dillo a tutto il mondo!
Condividere esperienza
Accedi con Google Plus
s
Masada Indirizzo
Salva posto
Salvato

9 opinioni su Masada

Cristina Benini

Masada, israele: agli appassionati di...

Masada, Israele: Agli appassionati di storia antica, forse questo nome non sarà nuovo. Qui, infatti, attorno al 70 dopo Cristo, un migliaio di ebrei tenne in scacco l’esercito romano prima di capitolare. Quasi duemila anni dopo, Masada è diventato un luogo turistico e, al tempo stesso, isolato, tanto da entusiasmarmi fin da subito.
A Masada non c’è praticamente nulla, ed è proprio questo il bello. Siamo a pochi chilometri dalle rive del mar Morto, e tutt’attorno vi sono soltanto sassi ed arbusti. Fanno eccezione due costruzioni: La prima è l’ostello Masada, che in realtà di ostello ha ben poco, visto che in realtà è un vero e proprio resort con tanto di piscina. La seconda è il centro turistico, da cui parte la funivia che porta alla fortezza di Masada, dove si trovano i resti della cittadella che, molti secoli fa, aveva ospitato i ribelli. Da lassù si gode di un panorama ineguagliabile, e il sito archeologico stesso non manca di appassionare.

Leggi tutto
Chiara Basso

Massada, le sragioni di una scelta

Due sono le strade che portano a Massada. Una, a est, sul versante della rocca che si affaccia sul Mar Morto. L’altra, a ovest, in pieno deserto. Sul lato del Mar Morto vi è il camminamento che prendevano gli Zeloti quando uscivano di notte per approvigionarsi o incontrare messaggeri venuti da Gerusalemme. Dall’altro lato, vi è il percorso effettuato una volta sola dai Romani, alla fine dell’assedio di sette anni mosso contro la fortezza.
I romani, in realtà avrebbero potuto lasciar perdere. Era estremamente arduo immaginare di entrare a Massada. Un’impresa ai limiti del possibile. Massada non è altro che una roccia alta e squadrata nel nulla del deserto. All’inizio i romani avevcano tentato di prendere la fortezza in modo tradizionale, di notte, con i soldati che si arrampicavano lungo la roccia per raggiungere la cima e penetrare entro le mura. Ma agli Zeloti bastava lanciare una pietra per farli cadere. A volte aspettavano che il legionario di turno giungesse fino in cima e là lo sgozzavano a colpi di spada. Il loro capo, Eleazhar, era un buon soldato. E in più, aveva la fede. La fede non va mai sottostimata quando si dà battaglia ! E poi gli Zeloti non avevano nessuna via d’uscita. Oggi li chiameremmo fanatici, o terroristi, ma, chissà, forse era solo gente che aveva paura. Paura che le sue donne finissero prostitute nelle mani dei romani, per esempio. O che i suoi figli finissero schiavi nella casa degli occupanti.

Leggi tutto
Héctor www.mibauldeblogs.com

6+
Vedi l'originale
Almuguena

7+
Vedi l'originale
Guyer

Eccellente
3+
Vedi l'originale
Ignacio Izquierdo

12+
Vedi l'originale
noiou

4+
Vedi l'originale
Miguel Egido

5+
Vedi l'originale
ImaginaunViaje Tempo Tours

16+
Vedi l'originale
Leggi altri 4
Conosci questo posto?
Aiuta gli altri viaggiatori a scoprire con la tua esperienza e foto