Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Condividi
Ti piace Il Quartiere Albayzín?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Il Quartiere Albayzín

info
salva
Salvato

93 opinioni su Il Quartiere Albayzín

17
Guarda le foto di Carlos Olmo
17 foto

Il tramonto migliore?

orse la frase che definisce meglio Granada è "non c'è peggior disgrazia che esser ciechi a Granada", oltre allo slogan turistico più recente dell'ex presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton, il quale affermò che il tramonto visto dall'Albaicin è il più bello del mondo.

Consiglio di visitare l'Alhambra al mattino presto per dedicare il pomeriggio a osservare il tramonto dal belvedere di San Nicolás, e proseguire fino al Sacromonte, il quartiere delle case-grotta e dell'arte della "zambra" (musica e ballo tipico di origine araba).

L'Albaicín mantiene sia la sua fisionomia urbana originale che vari edifici medievali. I tre elementi acquisiscono un valore complementare nel suo insieme e riescono a creare un significato unico e universale.

L'Albaicín fu la corte dei re Ziridi nel XI secolo ed è considerato l'ultimo baluardo arabo prima che fossero espulsi da Granada. Oggi l'Albaicín è un sobborgo residenziale della città da cui è possibile vedere l'Alhambra, dove si conservano ancora resti del muro arabo e delle porte come la Puerta Elvira o qualche palazzo in stile almohade.
Carlos Olmo
16
Guarda le foto di meninha
16 foto

Una passeggiata per l'albaicín

Il quartiere dell'Albaicín è senza dubbio uno dei luoghi da non perdere quando si viaggia a Granada, non per niente è Patrimonio dell'Umanità. La parola Albaicín ha diversi significati, ma per noi quello che più si avvicina alla realtà è "quartiere in salita"; per questo scegliemmo di utilizzare il minibus che parte dalla fermata accanto al monumento alla regina Isabella la Cattolica.

Ci portò fino al centro dell'Albaicín dove si trova l'Arco de las Pesas, la porta che separa il quartiere dell'Albaicín da quello dell'Alcazaba. Qui giacciono diversi resti archeologici iberici, romani e musulmani. La cisterna di Trillo fu la prima delle cisterne che visitammo, anche se naturalmente non avemmo il tempo di visitarle tutte.

Assorti dal dolce aroma di gelsomino, passammo a fianco della chiesa in stile mudéjar di San Juan de los Reyes, fino al belvedere di San Nicolás, da cui si goder della migliore vista dell'Alhambra. Da qui si arriva anche alla piazza Larga, dove trovammo un vivace mercato di strada, e ad altre piazzette con resti arabi e diverse cisterne. Ci fermammo per un aperitivo presso il ristorante El Ladrillo, ma dato che era troppo presto per pranzare continuammo il nostro tour alla scoperta di questo affascinante quartiere arabo.

Finimmo nella piazza di San Miguel Bajo, dove ci sono molti ristoranti con tavoli all'aperto. Dopo averne comparato alcuni decidemmo di prender posto al Mesón El Yunque, specializzato in pesce fritto. Dopo pranzo ci avvicinammo al belvedere di San Cristóbal, da cui si vede l'intera Granada. Scendemmo quindi al palazzo dei Cordova, di cui si possono apprezzare i giardini, una vera oasi di tranquillità.

Proseguimmo infine lungo la discesa del Darro, la casa di Chirimias, la chiesa di San Pedro (di cui non potemmo vedere gli interni in quanto chiusa), la casa del Castril (nota per la sua facciata plateresca, oggi è museo archeologico), la porta di Tableros(sotto la quale passava il fiume Darro, e che collegava le mura dell'Alhambra e il quartiere dell'Alcazaba) e infine il bagno arabo El Bañuelo.
meninha
24
Guarda le foto di B.Perán
24 foto

Case decadenti, abbracciate dai color...

Case decadenti, abbracciate dai colori dei suoi brutti graffiti. Il freddo che non ti consente di uscire, che ti spinge a ibernare. Un aggressiva umidità che si afferra alle ossa delle persone meno protette. Luci di via vecchie non illuminano nemmeno a Dio nelle notti d' inverno, che non riscaldano le strade gelide. In un labirinto infinito di strade, uguali, strette, bianche come la neve che le osserva dall' alto. Una città fredda, ma non morta ... Lì i miei battiti sono più forti, li' mi sento più viva che mai. È possibile scollegarsi, ma non in questa città. La città meraviglia... la mia astrazione perfetta. (Firmato: Una cordobesa)
B.Perán
8
Guarda le foto di Dónde vamos Eva
8 foto

Il fascino di granada

Potrei continuare a camminare per ore e ore in quello che io considero uno dei quartiere più magici di Spagna. Sotto ogni punto di vista l'Albaicín contiene in sé tutto ciò che un viaggiatore imperterrito cerca in un luogo: bellezza, fotogenia, persone meravigliose, angoli nascosti, colori, gioia, divertimento e soprattutto un modo di vivere unico, eccezionale.

Granada ti cattura con la semplicità dei suoi quartieri e ti lascia ko con posti come questo, come l'Alhambra, con luoghi come Cármenes, che ti trasmettono la gioia di vivere, la gioia di divertirsi e il sogno effimero di vivere in una favola delle mille e una notte;) Cosa si può dire oggettivamente di un luogo di cui sei innamorato?

E per concludere, gli incredibili panorami che ci regala la collina di Sarika, dove non si può dire se e l'Albaicín che osserva con sguardo fiero l'Alhambra, o se questa osserva con ammirazione il quartiere. Non resta altro che sospirare, come quel berbero che ha perduto questo bel tesoro, e lasciarti invadere da una profonda malinconia.

La malinconia di volerci tornare appena possibile e appartenere per sempre a questo posto! Evidentemente, Granada per me è unica.
Dónde vamos Eva
Leggi altre 10
Pubblica
4
Guarda le foto di Blaise
4 foto

Al fondo di calle elvira, una delle s...

Al fondo di Calle Elvira, una delle strade del centro di Granada tipica per i suoi locali di tapas, inizia un quartiere tutto da scoprire, sia per le sue strade, i suoi edifici, i negozietti, le teterie e i ristoranti: Il quartiere del Albayzín, di origine e di sapore arabo.

L'origine araba si ritrova nelle vie strette e intricate, l'atmosfera la danno ancora oggi i tanti piccoli negozi di artigianato marocchino, dove comprare vestiti e pantofole da mille e una notte, pouf di pelle che vengono riempiti di carta di giornale, pashmine e arazzi coloratissimi decorati con pietre e specchietti.
Una moltitudine di colori in una cornice di case completamente bianche arroccate sulla montagna e addossate le une alle altre.

Ma non da meno sono i sapori, ancora una volta tipicamente mediorientali, da provare assolutamente le teterie.

E quando si sta avvicinando il tramonto, si raggiunge la piazza alla sommitá del quartiere e da lí si puó ammirare una spettacolare vista dell'Alhambra, la fortezza araba costruita sulla collina di fronte, e sullo sfondo le montagne della Sierra Nevada.
Blaise
12
Guarda le foto di Pedro Jareño
12 foto

Bohémien, ricco di storia, grotte e artisti

Pochi posti hanno lo stesso fascino del quartiere di Albaicín. Soprattutto se visti dagli spettacolari punti panoramici sull'Alhambra. È un quartiere bohemien e con una lunga storia, un quartiere hippie, di artisti e di grotte, di flamenco e di arte. Dalla cima dell'Alhambra al tramonto poco si può dire: si deve restare ad osservare, rendendosi conto di presenziare uno di quei momenti che non si dimenticano più. Da lassù uno si accorge anche che l'Alhambra si trova nel cuore della città ed è circondata ovunque da belvedere, ma questo è quello che preferisco.
Pedro Jareño
34
Guarda le foto di Sabine Isambert
34 foto
Sabine Isambert
2
Guarda le foto di Chris Pearrow
2 foto
Chris Pearrow
2
Guarda le foto di patojo
2 foto
patojo
8
Guarda le foto di Benoit Penant
8 foto
Benoit Penant
9
Guarda le foto di Ana Maria Beatrice Ifrim
9 foto
Ana Maria Beatrice Ifrim
7
Guarda le foto di Marilo Marb
7 foto
Marilo Marb
9
Guarda le foto di Cristina Serrano
9 foto
Cristina Serrano
19
Guarda le foto di Konkavo
19 foto
Konkavo
11
Guarda le foto di macmuseo
11 foto
macmuseo
Pubblica
Leggi altre 10

Informazioni Il Quartiere Albayzín

Indirizzo Il Quartiere Albayzín
Calle de la Calderería Nueva, 30
Calle de la Calderería Nueva, 30
Sito web Il Quartiere Albayzín
http://www.andalucia.org/es/turismo-cultural/visitas/granada/otras-visitas/albaycin-antiguo-barrio-arabe/
carica altro