Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Córdoba?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Cordoba

694 Collaboratori

302 cose da fare a Córdoba

Cattedrali di Cordoba
La cattedrale di Cordoba in Argentina
(50)
La Cattedrale Moschea di Córdoba, considerata come la terza moschea nel mondo, ha una facciata chiusa da solide mura, con influenze visigote, siriane persiane e perfino bizantine che definiscono lo stile dell'arte ispano mussulmana. Si differenzia dalle altre moschee poichè è ubicate in direzione di Damasco e non della Mecca, ha dei bellissimi cortili , porte in bronzo, tantissime colonne di marmo e granito di diversi colori, ricchi soffitti a cassettoni, suontuose arcate con archi strutturali a tutto sesto e svariati mosaici sul pavimento. Vi si incontrano anche un altare di marmo rosso e il Tesoro della Cattedrale. Il formidabile risultato di tutto ciò ci mostra un edificio che unisce stili molto diversi tra loro come il gotico finale, il plateresco, il rinascimentale e il barocco. La Cattedrale Moschea si è convertita in uno stile eterogeneo e mescolato che integra e sintetizza i valori orientali e occientali lasciano un complicato riassunto della storia di Cordoba.
Parchi di Divertimento di Cordoba
Parco Sarmiento
(36)
La Ruota Eiffel del Parco Sarmiento, nella città di Cordoba, si trova all'interno di una struttura metallica quasi abbandonata. Serviva per viaggiare in giro per il mondo ed era in funzione nella stessa epoca in cui era fruibile il parco divertimenti: adesso è solamente un'attrazione come un'altra. Solo pochi abitanti del posto sanno che questa struttura è stata progettata da Gustav Eiffel e che fu acquistata nel 1910 dal governo della Provincia di Tucumán. Questa non è l'unica opera della città che proviene dalla bottega del costruttore dell'icona francese. Nel quartiere "Nueva Cordoba" si trova la Villa Eiffel, una casa costruita interamente in ferro e che passa spesso inosservata. Ho caricato questa foto perché mi ricorda quando ero bambino e andavo al parco divertimenti. Più di una volta mi ricordo di aver visto la città dal punto più alto della ruota.
Di interesse turistico di Cordoba
Le Alte Vette
(28)
Percorsi il sentiero delle "Alte Vette" quando raggiunsi San Marcos Sierra partendo da Nono. E' un percorso tra le colline completamente asfaltato, da dove si può godere di una bella vista delle montagne più alte della provincia di Córdoba. Nelle vicinanze si trova il Parco Nazionale Quebrada del Condorito, la cui visita è assai consigliata; qui si lavora per la conservazione della specie del condor andino.
Boschi di La Cumbrecita
La Cumbrecita
(18)
Meno male che per arrivare a Cumbrecita non è più necessario transitare per i 45Km di ghiaia, dato che oggi circa l'80-90% del tragitto è stato asfaltato. Solo in alcuni punto di percorso il suolo non è asfaltato, però vi posso assicurare che oggi arrivare a Cumbrecita è questione di pochi minuti rispetto a un tempo quando ci volevano diverse ore.
Giardini di Cordoba
La Cañada
(34)
La Cañada è un ruscello che scorre attraverso il centro della città, è canalizzato con pietre e costituisce un viale circondato dalla natura caratteristica della zona. E' molto bello in questo momento visto che li sta cominciando la primavera. E' davvero un bel paesaggio da conoscere e godere......!
Musei di Cordoba
Rocsen Museo Polifacético di Córdoba
(12)
Il museo Rocsen fu fondato da John Bouchon, proprietario e direttore, nato a Nizza, Francia, il 3 luglio 1928. Realizzò studi di antropologia, belle arti ed arti applicate all'Industria di Parigi, è autodidatta nel campo delle scienze naturali e tutte queste discipline vengono applicate nel suo Museo. Il suo interesse per l'antropologia si sveglia alla tenera età di tre anni, quando scavando nella Anfiteatro di Cimiez, a Nizza, dissotterra la statua di un soldato romano di terracotta di 2000 anni. Visse gli orrori della seconda guerra mondiale e si trasferì in Argentina nel 1950 per lavorare nella sezione turismo dell'Ambasciata di Francia, tenendo mostre in tutto il Paese. Dopo aver chiesto la radicazione in Argentina, nel 1959 si stabilì in campagna, a Nono, Cordoba, a soli 5 chilometri dal punto in cui si trova il museo. Lo stesso che fu fondato, nel 1969, come una piccola e semplice casa di pietra, oggi presenta una superficie di 1.530 m2 e si progetta di ampliarlo di ulteriori 3000 metri. Sembra un viaggio nella storia della vita umana, in quanto possiede più di 20.000 pezzi provenienti da tutto il mondo e dalle più svariate discipline: archeologia, antropologia, etnologia e storia, che riassumono l'evoluzione umana in tutto il suo sviluppo estensivo. Sulla facciata ci sono 49 statue, realizzate dallo stesso Bouchon come messaggio di pace, che rappresentano i mistici, i filosofi, gli scienziati e gli artisti, il Cristo è posto al centro, rappresentato nella sua frase "Lasciate che i bambini vengano a me". Per Bouchon "Solo la cultura, la pace e l'amore porranno fine alla sofferenza umana". All'interno del Museo ci sono otto sale, in cui, tra l'altro, è stato ricreato un "Angolo Creolo" dell'operaio agricolo, un Magazzino, carrozze, automobili, orologi di diverse epoche, scheletri, insettari, oggetti relazionati con la stampa, la fotografia ed il cinema. Il Museo è diventato una tappa obbligatoria di tutti coloro che percorrono il circuito di Traslasierras. È aperto 365 giorni l'anno, dalle 09:00 del mattino fino al tramonto. Si trova a 5 km da Nono ed a 13 km da Mina Clavero..
Città di Villa Carlos Paz
Villa Carlos Paz
(21)
Viaggiai a Villa Carlos Paz per andare a trovare un amico che era in tour con un musical. Questa città di Cordoba ha una gran tradizione di spettacoli, soprattutto in epoca di vacanza. Per coloro che vivono in una capitale come Buenos Aires, fuggire in un posto come questo è meraviglioso in quanto il livello di tranquillitá è ottimo ed è bilanciato bene con l'accesso alle cose a cui uno è abituato, come chioschi, mercati, ristoranti , bar, cinema, teatri, gallerie, ecc ... Tutto questo a pochi minuti da meravigliosi luoghi all'aperto dove è possibile connettere con la natura, laghi, colline, corsi d'acqua. Altamente raccomandato, se il tempo aiuta si possono passare mattinate molto belle e fresche, incredibili pomeriggi di sole e eccellenti nottate. É degna di nota l'aria fresca che si respira ... davvero rivitalizzante.
Comuni di Cordoba
Il Municipio di Córdoba
(26)
Si tratta della sede delle autorità dell'antica colonia, che tempo fa ha ospitato persone considerati schiavi, durante la recente dittatura militare (negli anni Settanta), e che divenne anche un luogo di detenzioni, torture e omicidi. Molto interessante vedere i piccolissimi spazi situati nel seminterrato del palazzo, dove tempo fa, venivano ammucchiati molti schiavi neri.
Università di Cordoba
Università di Cordoba
(26)
Si tratta di uno degli edifici situati all'interno del complesso dei Gesuiti, dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Questo complesso comprende gli edifici della Compagnia di Gesù, chiese e cappelle di quest'ordine religioso (Gesuiti), il Rettorato dell'Università di Cordoba, la Biblioteca Principale, il Collegio Nazionale di Monserrat e la Facoltà di Scienze Esatte, Fisiche e Naturali. Cordoba (Argentina), per la presenza di tutti questi edifici, è anche definita come la "città dotta".
Chiese di Cordoba
Iglesia del Sagrado Corazón Córdoba Argentina
(23)
Fondata in memoria dei Padri Cappuccini che si trovavano in questa zona, questa chiesa in stile neogotico risale alla fine del XX secolo e occupa praticamente l'intero isolato. Si trova nelle vicinanze del Paseo del Buen Pastor. Ha un'altezza davvero impressionante. Vivamente consigliata.
Città di Cordoba
Blocco Gesuita
(18)
Una tra le attrazioni turistiche principali della città è il complesso gesuita, nominato nel 2000 Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO. Data l'importanza culturale di questa città (capitale americana della cultura nel 2006) e della sua università (fondata nel 1613), Cordoba è anche conosciuta come "La dotta". Vi consiglio un tour con guida del Complesso Gesuita, in modo che possiate apprezzare dettagli importanti e particolari interessanti dei vari edifici, conventi e chiese.
Piazze di Cordoba
Plaza España a Cordoba
(19)
Accompagnata dal mio migliore amico, ho camminato per la città per fare fotografie e così ne sono riuscita a scattare qualcuna di questa piccola piazza situata in una rotonda dove convergono le principali vie di Cordoba. Nonstante si trovi in un luogo trafficato, i rumori si sentivano appena e nella piazza sembrava che il tempo si fosse fermato...
Di interesse culturale di Villa Carlos Paz
San Roque Dam
(11)
Nel 2009 abbiamo visitato la Provincia di Cordoba - in Argentina. Con i suoi laghi, dighe e montagne, si offre al turismo con una variegata gamma di ristoranti, hotel, alloggi, artigianato. Abbiamo visitato la Diga di San Rocco, l'Alta Gracia, il cosquin, Jesus Maria, il fiume Ceballos e tanti altri luoghi. Visitate Cordoba! Per l'intera famiglia!
Fiumi di Mina Clavero
Mina Clavero River
(12)
IL FIUME MINA CLAVERO è un corso d'acqua naturale che scende dalle alte vette in provincia di Córdoba Argentina, fino alla valle de Traslasierra. È formato da diversi corsi d'acqua che scendono dalla Pampa de Achala, tra i quali si trovano la Cornetita, Potero de los Blancos e Cerrito Blanco. L'acqua è fredda e cristallina e dicono abbia proprietà curative. Al raggiungimento della parte bassa della Valle de Traslasierra, attraversa la città di MinaClavero, dove forma alcune piccole spiagge.
Villaggi di Villa General Belgrano
Villa General Belgrano
(4)
Questo villaggio della provincia di Cordoba è sorprendente..sembra un piccolo paese tedesco in Argentina in quanto si celebrano la Festa della Birra, la Festa del Cioccolato Alpino o il Carnavale Tirolese, eventi che gli abitanti della città festeggiano regolarmente da quando arrivarono nel 1932. In quell'anno infatti iniziò una corrente migratoria centroeuropea a causa della guerra e delle persecuzioni ideologiche in alcuni paesi come la Germania.
Di interesse culturale di Cordoba
(18)
Mercatini di Cordoba
Paseo de las Artes
(13)
L'angolo preferito di Cordoba è il Paseo de las Artes: un mercatino che apre tutti i fine settimana e in cui è facile trovare artigiani che vendono recipienti per il mate fioderati di cuoio, allo stesso modo di giovani disegnatori che espongono i loro ultimi modelli, banchetti di antichità e oggetti da collezionismo e modernariato (dalle macchine fotografiche Polaroid alle bambole di porcellana); oppure semplici venditori ambulanti di "empanadas" fatte in casa. Il Paseo de Las Artes apre il venerdì, sabato e domenica dalla 16,30 alle 21,30 e durante queste ore è veramente sovraffollato. Risulta infatti difficile riuscire a fare più di due passi di seguito in mezzo a una multitudine che si sposta da un banchetto all'altro, tra tante curiosità che mettono a dura prova anche il più avaro. E' comunque impossibile annoiarsi, anche senza acquistare nulla. Il Paseo de las Artes rappresenta uno di quei mercatini ancora autentici in cui è possibile dimenticarsi dell'ora semplicemente passeggiando tra i banchi illuminati, scattando fotografie a destra e sinistra. A questo si somma la allegria e la atmosfera speciale che normalmente si respira in Argentina.
Villaggi di La Cumbre
La Cumbre
(6)
La Cumbre è una località della Valle di Punilla, nella Provincia di Cordoba. C'è un interessante Cristo e la casa dello scrittore argentino Manuel Mújica Lainez (si consiglia la visita guidata). La casa si chiama "El Paraíso" (Il Paradiso) e realmente è un luogo incredibile, tanto per gli oggetti esposti quanto per i giardini disegnati da Thays.