Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Città del Vaticano?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Città del Vaticano

89 Collaboratori
Le destinazioni più popolari

39 cose da fare a Città del Vaticano

Musei di Città del Vaticano
Musei Vaticani
(90)
La bellezza del museo, delle opere racchiuse non si discute, si rimane a bocca aperta per tutto il percorso. L’organizzazione però non è sicuramente degna del luogo. Partiamo con l’aspetto ristorazione. Io e il mio ragazzo abbiamo mangiato un toast (che era praticamente solo pane) a testa e una lattina di coca cola a testa spendendo non meno di 15€, con personale scortese e disattento. I visitatori di questo museo sono irrispettosi, come se non si rendessero conto del’importanza di quello che stanno vedendo, soprattutto nella Cappella Sistina, dove sono tutti più impegnati a provare fotografarla (nonostante sia assolutamente vietato) che ad osservarla veramente; questo porta i guardiani ad urlare costantemente pregando di non fare foto, facendo perdere tutta la magia di tale opera. Non dimentichiamoci che per entrare nei Musei Vaticani c’è un’etichetta da seguire: l’abbigliamento che prevede di non essere troppo scoperti, ma anche qui i visitatori non fanno altro che ignorare tale regola creando disagi durante il percorso. Infine a noi non è stato permesso passare per la Cappella Sistina per andare dentro San Pietro, cosa riservata a coloro che godono della visita guidata; come sempre più paghi più hai, anche nei luoghi dov’è questa regola non dovrebbe essere contemplata.
3 attività
Piazze di Città del Vaticano
Piazza San Pietro
(112)
La notte è magica che ti fa sognare. Consiglio a tutti anche di andare a visitare i musei vaticani uno dei più belli che io abbia mai visto ed è uno dei migliori al mondo.
Cattedrali di Città del Vaticano
Basilica di San Pietro
(154)
Spettacolare. Questa è la parola che definisce l'interno della chiesa più grande della cristianità. L'insieme è sorprendente, si può restare un'ora a a percorrere interno della Basilica senza stancarsi. Semplicemente sentendosi una piccola parte di questa basilica, che è, senza dubbio, una delle più belle realizzate dall'umanità. Percorrete l'enorme corridoio centrale, sedetevi un po' in una delle panche ai lati per ascoltare la musica, sostate davanti alla "Pietà" di Michelangelo, guardate in alto, verso la cupola. Anche voi siete parte di questo incredibile edificio, che sembra essere stata costruito con l'energia e lo sforzo di tutta la civiltà occidentale.
Di interesse culturale di Città del Vaticano
The Vatican
(65)
Se decidete di visitare il Vaticano, ricordatevi sempre di calcolare le 2 o 3 ore di coda che inevitabilmente dovrete farvi! Quindi consiglio di armarvi di una buona dose di pazienza e filosofia! E' infatti il momento più adatto per stringere nuove amicizie..ma per ridurre le ore di attesa potreste ad esempio invertire il classico tour Musei Vativani - Basilica di San Pietro. Se infatti iniziate dalla Basilica, l'affluenza sarà molto più ridotta. Altro consiglio: se potete, evitate di visitare il Vaticano durante le ultime domeniche del mese (gratuite) e durante il periodo pasquale.
Chiese di Città del Vaticano
La Cappella Sistina
(73)
Ingaggiato dal papa Giulio II ed incoraggiato da Bramante, Michelangelo fu l'addetto a dipingere l'affresco di tutto il soffitto dell'immensa Cappella Sistina. Tardò quattro anni per completare i mille metri quadrati del soffitto con trecento figure! L'insieme risulta impressionante. Entrando nella Cappella si percepisce la respirazione ritmata delle mille persone che la stanno visitando. Dovuto all'enorme affluenza di pubblico è proibito fare foto e parlare troppo forte. Le scene del soffitto rappresentano il tema della creazione e la caduta nella tentazione dell'uomo. Nel suo centro si trovano rappresentate le tre scene che resero necessaria la venuta di Cristo: la creazione dell'uomo, quella della donna ed il peccato originale. Giusto attorno, le rappresentazioni dei profeti, la salvazione del paese ebreo, i predecessori di Cristo... È difficile ricordare tutti i dettagli di questa monumentale opera maestra. Più che quello che vi ha rappresentato Michelangelo, si rimane con la sensazione che trasmettono nell'insieme. In questa sala, il Vaticano prende le decisioni più importanti, come per esempio l'elezione del Papa. Nell'insieme, sembra che questa stanza sia stata creata per far sorgere nell'uomo una sensazione di inquietudine. Malgrado nelle sue pitture Michelangelo volesse parlare della grandezza di Dio, è la grandezza dell'uomo ciò che traspirano queste mura dipinte.
Monumenti Storici di Città del Vaticano
Cupola di San Pietro
(54)
La chiesa di San Pietro, nel Vaticano, è la chiesa più imponente e colossale del cattolicesimo. Quando arrivi di fronte resti senza parole, è impressionante la sua maestosità, le sue dimensioni, la sua struttura, tutto. L'entrata a questo gigantesco tempio è gratuita, però c'è una zona, la più spettacolare a parer mio, a pagamento, che però vale davvero la pena. Si tratta della maestosa Cupola di San Pietro. Si può accedere da uno dei muri laterali dell'edificio. Per salire ci sono due opzioni, o salire delle scale senza fine o usare un ascensore che ti porta fino alla parte più alta del tempio e dunque, in questo modo solo ti restano la metà delle scale da salire. Se visiti questo posto in inverno non puoi scegliere, dato che ti permettono solo di accedere alla cupola con l'ascensore. La parte alta della chiesa è spettacolare, da questa si ammira tutto il recinto e inoltre, si possono vedere da vicino i mosaici superiori, che sono di una bellezza impressionante e sono conservati impeccabilmente. Dopo aver visto i mosaici bisogna iniziare a salire delle scale abbastanza ripide che inoltre alla fine hanno le pareti laterali completamente piegate verso l'interno, così che è facilissimo avere nausea e addirittura disorientarsi. Quando finalmente si arriva alla cupola è qualcosa di incredibile perché puoi godere di una vista magnifica su tutta la città e inoltre puoi vedere da vicino le maestuose e imponenti figure che si trovano nella parte superiore della facciata del tempio. Vi consiglio di continuare a visitare questo posto perché è unico, impressionante.
1 attività
Musei di Città del Vaticano
Scala a chiocciola nei Musei Vaticani
(39)
Oltre ad aver disegnato la nuova basilica di San Pietro, Donato D'Angelo Bramante disegnò la scala a chiocciola del Museo Vaticano che oggi viene utilizzata per portare i visitatori all'uscita del Museo. E' composta da minuscoli gradini che praticamente ci danno la sensazione di non esistere e che al posto di essere una scala sia una rampa.
1 attività
Statue di Città del Vaticano
La Pietà di Michelangelo
(46)
Fu il cardinale Jean Bilhere che ha chiesto a Michelangelo di consegnargli la più bella opera in marmo esistente a Roma a quell'epoca. Certo, è difficile confrontare i diversi stili degli scultori dell'epoca, Bernini, Michelangelo, Rafaello, ma questa scultura in marmo, insomma, è il caso di dire che è semplicemente superba. Questa è ancora oggi una delle più belle opere d'arte della Basilica di San Pietro a Roma, sempre circondata da molti turisti, bersaglio di moltissimi flash che per un momento che cercano di catturare la sua bellezza, la sua delicatezza e fragilità, anche se l'armonia può difficilmente essere trasmessa da una foto. I segni della passione di Gesù, la scena in cui la vergine prende il figlio crocifisso tra le braccia, i suoi piedi bucati e sanguinanti, le mani lacerate, il dolore dei due protagonisti... tutto questo è ridotto al minimo. Sembra che la Vergine Maria abbia la stessa età di suo figlio. La ricerca di una bellezza ideale, all'interno del platonesimo, è l'obiettivo di Michelangelo. Un curioso aneddoto narra che Michelangelo fosse furioso furioso perché le persone attribuivano la Pietà a un scultore. Quindi una notte, di nascosto, è entrato per scolpire il suo nome sulla statua. Questo è il motivo per cui questa è la sola statua che sia mai stata firmata.
2 attività
Musei di Città del Vaticano
Grotte Vaticane a Roma
(23)
Nelle cripte del sottosuolo della Basilica di San Pietro, a Roma, si trovano le tombe dei Papi. Sono quasi tutti sepolti qui, anche Giovanni Paolo II, l'ultimo Papa ad essere stato sotterrato in questi spazi. La tomba che attira l'interesse dei fedeli di tutto il mondo è però quella di San Pietro. Apostolo di Gesù, San Pietro fu scelto da quest'ultimo per battezzare la sua chiesa e portare la religione cristiana nel mondo: è stato lui infatti a iniziare l'evangelizzazione della fede cristiana, che è ancora oggi quella con più fedeli al mondo. La tomba di Pietro è anche il motivo principale per la costruzione delal Basilica di San Pietro in questo luogo, che porta il suo nome ed è la più grande chiesa del mondo cristiano. Molti ricercatori e studiosi hanno riconosciuto l'autenticità del corpo di Pietro e della tomba in cui è riposto. Per i cristiani questo è un luogo di intensa spiritualità e di contemplazione. La tomba è molto semplice, e si trova in una cripta decorata con mosaici che porta il suo nome, in stile paleocristiano. Un posto da non perdere.
2 attività
Monumenti Storici di Città del Vaticano
Il baldacchino di Bernini
(21)
Nell'abside della basilica di San Pietro si trova il monumento alla cattedra dell'apostolo San Pietro, opera del Bernini creata nella sua maturità, realizzata da un gran trono di bronzo, sostenuta per le statue di quattro dottori della Chiesa, due dell'occidente: Sant'Agostino e Sant'Ambrogio e due dell'oriente: San Giovanni Crisostomo e Sant'Anastasio. Quest'opera prende il nome di "Gloria" ed è utilizzata come cornice di fondo per le principali eucarestie celebrate nella Basilica. Spettacolare per la sua solennità e bellezza. La "cattedra" o governo di Pietro sui cristiani servì come argomento per il Bernini per realizzare un insieme di bellezza e grandezza solo adatto al Vaticano. Vi raccomando di soffermarvi a contemplarla un momento seduti in una panca e se avete fortuna al suono di un coro che intona il "Gloria", alquanto emozionante.
2 attività
Di interesse culturale di Città del Vaticano
La guardia svizzera in Vaticano
(23)
La guardia svizzera è un corpo militare fondato nel 1506 e composto da circa 100 individui(tra cui due suonatori di tamburello e un cappellano)incaricata della sorveglianza della Città del Vaticano, insieme alla Polizia Italiana. I suoi membri vengono reclutati tra giovani svizzeri di un'età compresa tra i 19 e i 30 anni, celibi, cattolici e con un'altezza superiore a 1,74 mt.Portano una vistosa uniforme di colore rosso,giallo e blu, originariamente disegnata da Michelangelo. E'caratterizzata da maniche e pantaloni bombati, ghette regolabili sopra le scarpe e un copricapo simile e quello che indossavano i soldati spagnolo nel XVI secolo.
1 attività
Giardini di Città del Vaticano
Giardini del Vaticano
(8)
La visita a questi giardini deve essere prenotata con almeno una settimana di anticipo, via fax. Nonostante tutto vale la pena poter ammirare le aiuole francesi di fiori, il giardino italiano, il bosco inglese e le grotte, nonchè l'orto destinato al consumo del Papa. Le visite guidate si svolgono i martedí, giovedí e sabato alle 11, da marzo ad ottobre. Da novembre a febbraio i giardini sono aperti al pubblico soltanto il sabato, alle 11. Il prezzo del biglietto è di 18€ per gli adulti e 14€ per i bambini.
1 attività
Di interesse culturale di Città del Vaticano
La biblioteca dei Musei Vaticani
(10)
Il Salone Sistino era l'antica sala di lettura della Biblioteca Vaticana, fondata da Papa Niccolò V nell'anno 1450. Le sue due navate di 70 metri di lunghezza e 15 di larghezza ospitano una collezione di un milione e mezzo di volumi della biblioteca apostolica. Per raggiungere questo posto dovrai seguire il percorso che propongono I Musei Vaticani (dieci minuti dopo essere passati per la Cappella Sistina).
1 attività
Monumenti Storici di Città del Vaticano
Vaticano Egyptian Obelisk
(18)
Questo obelisco presiede Piazza San Pietro. Fu commissionato dal Papa Sisto V nel XVI secolo. È un blocco senza iscrizioni proveniente dall'Egitto che stava al centro del circo romano di Nerone, lo stesso dove San Pietro fu crocifisso. Per questo motivo è chiamato "silenzioso testimone". Un curioso aneddoto: Quando l'obelisco venne collocato nella piazza, il Papa disse a i suoi assistenti di rimanere in silenzio, pena la morte. Ma le corde che reggevano l'obelisco stavano per rompersi e pertanto uno gridò di bagnarle. Ciò salvò l'obelisco. Il Papa, come ricompensa per il coraggio, lo perdonò e gli diede una ricompensa.
1 attività
Di interesse culturale di Città del Vaticano
Galleria delle Carte Geografiche
(6)
Durante la nostra visita ai Musei Vaticani, siamo passati attraverso la Sala delle carte geografiche. È chiamato così per la quarantina di carte dipinte in affresco sui muri, che rappresentano le regioni italiane e dei beni della Chiesa, al momento del Papa Gregorio XIII. Anche se può sembrare noioso per il suo nome vale la pena dare un'occhiata agli affreschi, dipinti con grande maestria.
1 attività
Statue di Città del Vaticano
Gruppo scultoreo Laocoonte e i suoi figli
(2)
Questo museo è stato creato grazie ai papi Clemente XIV (1769-1774) e Pio VI (1775 -1799), al fine di raccogliere i più importanti capolavori greci conservati in Vaticano. Il famoso gruppo del Laocoonte, è una copia romana del I secolo dC di un originale greco in bronzo del II secolo aC, opera di Hagesandros, Athanadoros e Polidoro, trasferito a Roma, nel 1506, sul colle Esquilino. Il gruppo ben presto è stato ammirato da Michelangelo, ed è stato acquistato da Giulio II, per conservarlo in Vaticano. La scultura raffigura il sacerdote troiano Laocoonte. Il sacerdote mise in guardia i suoi concittadini circa l'inganno del cavallo di legno lasciato dai Greci, scatenando l'ira di Atena, che lo condannò a morire insieme con i suoi figli, vittime di serpenti usciti dal mare.
1 attività
Musei di Città del Vaticano
Museo Pio-Clementino
(7)
Questo museo è stato creato grazie ai papi Clemente XIV (1769-1774) e Pio VI (1775 -1799) al fine di riunire i più importanti capolavori greci conservati in Vaticano. Il celebre gruppo del Laocoonte è una copia romana del primo secolo d.C. di un originale bronzeo greco del II secolo a. C., opera di Hagesandros, Athanadoros e Polidoro, trovato a Roma nel 1506, sul colle Esquilino. Il gruppo ha goduto subito di grande ammirazione da Michelangelo, ed è stata acquisito da Giulio II, che lo fece portare in Vaticano. La scultura raffigura il sacerdote troiano Laocoonte. Il sacerdote ha avvertito i suoi concittadini dell'inganno del cavallo di legno lasciato dai Greci, scatenando l'ira di Pallade Atena, che lo condanna a morte con i suoi figli, vittime di serpenti che emergono dal mare.
1 attività
Di interesse culturale di Città del Vaticano
Udienza settimanale del Papa a Roma
(6)
Se sei cattolico e ti trovi a Roma, io non esiterei ad andare ad ascoltare l'Udienza Settimanale del Papa, ogni mercoledì mattina nell'aula Paolo VI alle ore 11.00. Così come durante ogni domenica del mese in cui il Papa si affaccia alla finestra per benedire i fedeli riuniti in Piazza San Pietro. Queste Udienze tendono a riempire l'auditorium, quindi consiglio di cercare di trovare posto per sedersi. Ovviamente l'entrata è gratuita