MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Istria?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Istria

224 Collaboratori
  • Monumenti
    23 posti
  • All'aperto
    12 posti
  • Spiagge
    8 posti
Attività a Istria
GetYourGuide
(13)
31,14
GetYourGuide
(7)
64,11
GetYourGuide
(9)
64,11
GetYourGuide
(9)
42
Il più visitato a Istria
Monumenti Storici di Pula
Anfiteatro di Pula
(15)
Villaggi di Rovinj
Rovigno
(9)
Città di Pula
Pula
(7)
Villaggi di Pisino
Montona d'Istria
(1)
Monumenti Storici di Pula
Templi romani di Pola
(5)
Informazione Turistica di Pula
Ufficio turistico
Palazzi di Pula
Palazzo Comunale
(1)
Riserve Naturali di Pula
Parco Nazionale Brijuni
(2)
Insenature di Premantura
Penisola di Premantura
(6)
Chiese di Parenzo
Basilica Eufrasiana
(3)
Strade di Pula
Rijeka - Pula
Monumenti Storici di Pula
Muraglia romana
(1)
Monumenti Storici di Pula
Monastero di San Francesco di Assisi
Monumenti Storici di Pula
Foro Romano
(1)
Castelli di Pula
Castello di Pula
Giardini di Rovinj
Punta dorada
(1)
Monumenti Storici di Pula
Anfiteatro di Pula
(15)
Monumenti Storici di Pula
Templi romani di Pola
(5)
Monumenti Storici di Pula
Muraglia romana
(1)
Monumenti Storici di Pula
Monastero di San Francesco di Assisi
Monumenti Storici di Pula
Foro Romano
(1)
Monumenti Storici di Pula
Porta Aurea
(1)
Monumenti Storici di Pula
Tempio di Augusto
(4)
Villaggi di Rovinj
Rovigno
(9)
Villaggi di Pisino
Montona d'Istria
(1)
Villaggi di Brseč
Brsec
Villaggi di Grisignana
Grisignana
(3)
Villaggi di Umag
Salvore
(1)
Villaggi di Bale
Bale
Villaggi di Buje
Buie
Villaggi di Rovinj
Villaggi di Pula
(1)

80 cose da fare a Istria

Monumenti Storici di Pula
Anfiteatro di Pula
(15)
L'Arena è il monumento più importante e più conosciuto di Pola, nella punta meridionale dell'Istria, Croazia. Un tempo questa regione formava parte dell'Impero Romano e proprio i Romani costruirono quella che oggi è conosciuta come Arena di Pola. Lì si svolgevano le lotte dei gladiatori. Fu costruita nel primo secolo, al tempo dell'imperatore Vespasiano, contemporaneamente a un'altra costruzione dello stesso tipo, ma più famosa: il Colosseo di Roma. Ha forma ellittica, l'asse maggiore misura 130 metri, quello minore 100 metri. Al centro, vi è uno spazio pianeggiante, che serviva da arena per i combattimenti. In totale, più di 20.000 persone potevano entrare e assistere agli spettacoli gladiatori. L'edificio è costruito in pietra calcarea e si conserva molto bene. Viene oggi utilizzato per eventi estivi, per il festival del cinema, per la stagione lirica, per il festival equestre, per concerti ... ma attualmente, per misura di sicurezza, può ospitare solamente 5000 persone. È possibile visitarlo durante il giorno, ma la visita non mi è sembrata molto interessante: da fuori si vede quasi tutto. Però assistere a uno spettacolo che si tiene all'interno dev'essere tutt'altra cosa.
Villaggi di Rovinj
Rovigno
(9)
bellissima località di mare in croazia
Città di Pula
Pula
(7)
Pola è la città più importante e più famosa dell'Istria. Ogni anno centinaia di turisti la visitano, attirati dall'anfiteatro romano, che si trova nel centro storico della città. Ci sono anche altri resti del passato romano, come le muraglie, che costituiscono il confine orientale dell'antica Pola, o l'impressionante arco di trionfo di Sergio. L'arco fu costruito nel 27 a.C. in onore alla famiglia dei Sergio, una delle più influenti di Pola. Si trova in buonissimo stato di conservazione e si apprezzano gli ornamenti delle colonne. Era questa l'antica entrata della città. Un altro vestigio romano è il tempio di Augusto, che fu costruito nel 2 a.C. e poi ricostruito nel 1947, dopo i bombardamenti della seconda guerra mondiale. Non bisogna perdersi il pavimento romano con mosaici di Sergijevaca. È un pavimento del III secolo ed i mosaici sono in ottimo stato di conservazione. Oltre alle rovine romane si può vistare la Cattedrale, del V secolo, che combina diversi stili. Anche la cattedrale ha di bellissimi mosaici e un campanile che fu eretto usando le pietre dell'anfiteatro. È abbastanza interessante il Museo Archeologico, dove sono custoditi i resti di tutta l'Istria e c'è un giardino con enormi sculture. Tralasciando la storia e l'archeologia, la città non è molto bella e nei dintorni la morfologia del territorio produce ambienti piani e aridi. Edifici e vie sono quelli tipici di una città invasa dal turismo di massa.
Villaggi di Pisino
Montona d'Istria
(1)
Montona d'Istria è un piccolo villaggio nel centro della regione Istria nel nord della Croazia. Istria si dice che sia la nuova Toscana. Una terra di bei villaggi pieni di storia e bellissimi edifici con cibo delizioso e, soprattutto, un mare con l'acqua a 25 gradi. Montona si trova a 45 minuti d'auto dalla città di Parenzo. Non più di 500 abitanti, e molti di loro ancora parlano l'italiano come prima lingua. Il villaggio si trova su una collina alta 300 metri e domina la regione, che offre una bella vista. E 'un tipico esempio di architettura coloniale veneziana. L'ingresso della città è databile al quindicesimo secolo, e nelle pareti degli edifici si possono ammirare gli stemmi delle famiglie veneziane che si sono avvicendate nel corso dei secoli. Per arrivarci, si deve lasciare l'auto all'entrata del paese, pagando 3 euro per il parcheggio. C'è solo un hotel, ed è di lusso, ma vale la pena per fare un escursione di un giorno per la costa.
Monumenti Storici di Pula
Templi romani di Pola
(5)
Il Tempio di Augusto, ed i resti del tempio di Diana, del Campidoglio e della Basilica, o quelli che furono integrati al palazzo comunale medievale, rappresentano il complesso architettonico più importante della parte storica di Pola. È l'unico complesso di questo tipo così ben conservato in Croazia, qualcosa di poco comune in tutta l'Europa. I fori, dominati dai templi e dalle basiliche, costituivano il centro delle città romane ed erano gli spazi sociali di maggior rilievo. Il tempio del Campidoglio, probabilmente dedicato a Ercole, patrono della città di Pola, dominava il foro. La basilica non era un monumento religioso, al contrario, componeva le parti giudiziali, amministrative e commerciali della città. C'erano poi due templi gemelli, il Tempio di Diana a Est e quello di Augusto a Ovest, dei quali solo rimane il tempio di Augusto nella piazza.
Informazione Turistica di Pula
Ufficio turistico
L'ufficio turistico di Pula è installato all'interno del Foro Romano. La piazza, che è sempre stata la piazza storica della città, oggi è uno dei posti più carini di Pola. L'ufficio turistico fornisce mappe della città e vi potrà aiutare ad organizzare il vostro viaggio nella bellissima regione dell'Istria. L'indirizzo di posta elettronica è: tz-pula@pu.htnet.ht. È possibile contattarli prima dell'arrivo per avere le informazioni necessarie per l'alloggio e il trasporto. Parlano bene l'inglese. Molte persone arrivano a Pula in aereo con Ryanair o da Trieste, in Italia. All'ufficio turistico vi forniranno contatti utili, vi spiegheranno dove e come noleggiare una macchina e quali sono i punti di interesse in tutta la regione. L'ufficio d'informazioni turistiche è installato a sua volta in un edificio di interesse storico. Si tratta di un bellissimo castello medievale, costruito a suo tempo da una delle più potenti famiglie di Pula. Pola faceva parte dell'impero veneziano e fu un importante porto commerciale dell'Adriatico.
Palazzi di Pula
Palazzo Comunale
(1)
Il palazzo comunale prima era un tempio romano, il tempio di Diana, ben presto però iniziò ad essere utilizzato come archivio della città e sede delle istituzioni municipali. È testimonianza diretta della continuità con la vita municipale nel foro romano, durante l'epoca successiva alla caduta della repubblica romana. Il palazzo municipale è un mix di diversi stili architettonici: ci sono arte antica, romana, gotica, rinascimentale, barocca e contemporanea. In ogni parete si possono vedere parti della storia di Pola. È da sempre la sede della città, lo era durante l'impero romano, la repubblica di Venezia e lo è ancora oggi con la repubblica croata. La rappresentativa facciata del palazzo comunale in stile gotico, che fa la sua comparsa alla fine del XIII secolo, è una prova della ricchezza della città. All'epoca era un importante porto dell'Adriatico, e la sua sede municipale doveva essere testimone del suo potere. La città allora era indipendente ed il palazzo rispecchiava le ambizioni delle ricche famiglie di Pola. Venne ultimata nel 1296, conservando però parte degli edifici più antichi.
Musei di Pula
Museo storico dell'Istria
Il Museo di Storia dell'Istria si trova nel castello di Pola. In cima alla collina attorno alla quale si costruì la città, si erge il castello difensivo, costruito nel XVI secolo. L'ingresso al museo costa 2 euro, e chiude nel primo pomeriggio. Al suo interno c'è un'incredibile collezione di documenti e foto dell'Istria, così come delle spiegazioni sulla sua complicata storia. Fu parte dell'Impero Romano, della Repubblica di Venezia, dell'Impero Austro-ungarico, francese, della Yugoslavia e adesso è parte della Croazia. C'è una vasta collezione di cartoline che rappresentano la regione attraverso il passare del tempo; le più antiche risalgono a fine XIX secolo/inizi del XX. In totale le cartoline sono 6500, e si è iniziato a raccogliere nel 1991. Il castello venne convertito in museo nel 1955. All'epoca era il museo della rivoluzione, fondato dai comunisti. Oggi è un'istituzione pubblica responsabile della conservazione del patrimonio storico della città, dal Medioevo al giorno d'oggi. Tra le varie sezioni, c'è quella della storia di Pola, storia istriana medievale e collezioni permanenti. Ci sono simboli religiosi, sigilli, monete...in totale 4000 oggetti che spiegano la storia della regione.
Riserve Naturali di Pula
Parco Nazionale Brijuni
(2)
Questo viaggio ha avuto luogo una settimana prima del mio matrimonio, insieme a la donna che sarebbe diventata presto mia moglie. L'arrivo sull'isola è stato bellissimo, idilliaca è la traversata che si fa dalla dalla città di Fasana fino a raggiungere il porto di Brioni Maggiore (che significa Grande Brijun). Brioni è un arcipelago formato da almeno 14 isole, e tra di esse la più importante si chiama Veli Brijun. Queste isole sono passate attraverso l'impero romano, l'influenza veneziana, per poi passare sotto l'Austria-Ungheria, la Jugoslavia ed ora è un parco naturale in Croazia. Durante il giorno, ad un massimo di 400 persone sono sull'isola, così dopo noleggio biciclette o carrelli da golf (nessuna auto tradizionali sull'isola) e dare una mosca intorno all'isola, è molto raro incontrare qualcuno . L'intera costa è formata da rocce che permettono in qualsiasi momento resto della corsa a tuffarsi in acqua dal mare Adriatico. Hanno anche loro safari proprio con gli animali introdotti da tutti gli angoli del mondo per l'ex dittatore della Jugoslavia, Tito. Un'esperienza indimenticabile! Fortemente consigliato!
Insenature di Premantura
Penisola di Premantura
(6)
Questi "fiordi" fanno parte della penisola di Premantura, un immenso safari nel sud dell'Istria. Con le sue spiagge a picco sul mare offrono diversi punti dove potersi cimentare in pirotecnici tuffi da una decina di metri... Solo per i più temerari, ovviamente!
Chiese di Parenzo
Basilica Eufrasiana
(3)
E' un capolavoro dell'arte bizantina del VI secolo, tanto che è stata dichiarata Patrimonio dell'Umanità dall'Unesco. La Basilica Eufrasiana di Parenzo è una delle chiese bizantine più belle e meglio conservate di tutta l'Europa. Ad attirare l'attenzione sono soprattutto i mosaici del VI che ricoprono i muri dell'abside e che raffigurano storie della Bibbia, arcangeli e martiri istriani. La basilica fu commissionata dal vescovo Eufrasio, egli stesso raffigurato nei mosaici con un modellino della chiesa in mano. L'ingresso a questo capolavoro artistico è gratuito (si paga soltanto la salita sul campanile).
Strade di Pula
Rijeka - Pula
Da Fiume possiamo raggiungere Pola percorrendo una pittoresca strada a zigzag lungo la costa che attraversa una pineta oppure prendendo l’autostrada, più veloce ma senza nessun fascino. Noi prendemmo la strada bella, che comincia dopo 10 km uscendo da Abbazia (Opatija). Non c’è una vera e propria spiaggia, è il luogo di villeggiatura per i ricchi impresari di Fiume e un bel paese di pescatori, non offre delle belle viste, fino al grande porto di Fiume e i suoi serbatoi di gas e petrolio. Seguendo la strada si sale sulle colline e si vede il mare da una scogliera, non ti puoi fare il bagno ma puoi vedere l’arcipelago di fronte. Alla fine, la strada si mette nella zona interiore e non ci sono più spiagge fino a Pola, un’altra città molto bella con uno dei più grandi anfiteatri romani, meglio conservato del Colosseo. Vale la pena fare la prima strada per i paesaggi che si attraversano; ci si mette più tempo, un’ora in più rispetto all’autostrada, 2 ore e mezzo in tutto.
Monumenti Storici di Pula
Muraglia romana
(1)
Le mura della città qui coincidono con la parte più antica delle mura difensive romane. All'epoca Pola faceva parte dell'Impero Romano e la sua posizione geografica era importante strategicamente perché permetteva di difendersi dalle invasioni. Le muraglia venivano distrutte, si ricostruivano e si miglioravano a ogni ricostruzione. La Porta di Ercole è il più antico monumento di architettura romana di Pola, costruito intorno al primo secolo a.C. Sulla pietra centrale è scolpito il volto di Ercole. Ercole al tempo era il patrono della città di Pola, la Pula romana. Ercole è rappresentato con quello che sembra un cappotto di baseball, che gli serviva per difendersi. L'iscrizione sulla porta indica che la colonia romana di Pola fu fondata intorno all'anno 45 a.C. Si presume, per le caratteristiche che hanno, che le porte gemelle siano del tardo I sec.
Monumenti Storici di Pula
Monastero di San Francesco di Assisi
Prima di essere croata, la piccola città di Pola, nella localitá di Istria, era una colonia romana. Poi è passata sotto il cristianesimo ed il cattolicesimo. Una volta passato la pendenza della collina di Pola, dopo il Foro Romano ci si trova di fronte ad un percorso circolare che porta ad una zona elevata in cui sorge un complesso monastico dedicato a San Francesco d'Assisi, che fu costruito nel XIV secolo. Il luogo in cui è stato costruito il monastero era un luogo di culto per secoli. Lo testimonia l'importanza della comunità francescana di Pola, che si erano stabiliti in città intorno al XIII secolo, la chiesa, costruita nel 1314 in stile tardo romanico. Include alcuni dettagli gotici. Per come era la comunità del santo, la chiesa doveva essere qualcosa di molto semplice e severo, come i francescani, che aveva fatto voto di povertà e umiltà. Ma ancora la finezza del lavoro dei blocchi quadrati utilizzati per costriure le pareti dimostrano la grande abilità e la capacità degli artigiani di quel tempo.
Cattedrali di Pula
Cattedrale dell'Assunzione della Vergine Maria
(1)
La Cattedrale dell' Assunzione della Vergine Maria di Pula, rappresenta una tipica costruzione episcopale adriatica. Esistono molte chiese simili a questa nella regione dell' Istria. Durante la prima fase della sua costruzione nel quarto secolo, la cattedrale fu edificata sulle fondamenta di un antica costruzione, quella parte della cattedrale laterale alle mura della costa. Fu realizzata nello stesso periodo, della chiesa di San Tommaso, nel V secolo, trasformata in una basilica a tre navate, un'altra caratteristica classica di architettura dell' Adriatico del nord. Il battistero a forma di croce e' costruito accanto alla corte vescovile, entrambi distrutti nel XIX secolo, quando la sede religiosa si trasferì a Parenzo nel 1828. Dopo una serie di trasformazioni medievali, all'inizio del XVIII secolo, durante il governo del vescovo Bottari, iniziarono la ricostruzione della basilica intera e della torre barocca, completate nel 1924. Ora la cattedrale occupa una parte centrale della città, si ubica nella grande piazza di Pula, una area pedonale. Il cortile che era il monastero e' aperto, con un giardino sulla piazza.
Monumenti Storici di Pula
Foro Romano
(1)
La piazza centrale della Pola antica e medievale si trova ai piedi della collina della città, sul lato ovest, vicino al mare. Ma la sua costruzione è vecchia come l'epoca in cui si data e cioè il I secolo, quando questa parte della costa adriatica è stata conquistata e ampliata dai romani per avere disposizione una superficie piú grande e poter conquistare cosí delle terre lontane. Il Foro Romano era la sede di tutte le funzioni civili, religiose, amministrative, giudiziarie ed economiche. Nel nord, c'erano due templi e un centro dedicato a Minerva e Giunone. Dei tre, ha solo constrvado Mentre il tempio di Augusto, mentre il secondo tempio è stato parzialmente utilizzato in seguito, in epoca medievale, per costruire il municipio e il palazzo comunale. I resti del Foro Romano sono apparsi durante la costruzione di nuovi edifici e si puó considerare come il sito archeologico piú importante della cittá e l'ultimo rinvenimento è stato il tempio di Agrippina del I secolo d.C. Il luogo è ancora più vivace centro della città, la piazza è stata coperta per proteggere le rovine del forum, anch'esse ricoperte, e per fare terrazze con caffè e ristoranti.
Castelli di Pula
Castello di Pula
La città di Pola è costruita intorno ad una collina, ma in centro, non ci sono le case della gente, ma un castello enorme. Questo servva per difendere la città,all'epoca italiana, dagli attacchi dell'Impero austro-ungarico, e più tardi da quelli francesi. Si può raggiungere facilmente il Kastel, il Castello di Pola, ci vogliono circa 10 minuti a piedi, e sopra vi è un piccolo museo, all'interno al castello. Dal percorso circolare superiore, c'è una strada che ti porta in cima alla collina, dove, nel 1630, fu costruita una fortificazione a pianta quadrata con un bastione difensivo. Fu costruita su progetto dell'architetto militare francese Antoine de Ville, commissionato dal governo veneziano. A quell'epoca, Pola era parte dell'impero veneziano, e la sua posizione strategica la rendeva più vulnerabile contro il nemico. Il castello doveva difendere la città ed il porto, considerando la sua grande importanza per il traffico marittimo nel Mar Adriatico settentrionale. In cima alla collina, prima di questa, c'era un'antica fortificazione, di epoca pre-romani pre, ma di questa non resta nulla. Le costruzioni di Istria erano le più all'avanguardia dell'epoca.
Giardini di Rovinj
Punta dorada
(1)
La punta d'oro, o Zlatni rt, è una punta di terra che si trova di fronte alla città di Rovigno, nella regione del Veneto, non molto distante da Istria ed in una zona a nord della Croazia, nei pressi del confine con la Slovenia e l'Italia. Quasi tutti parlano italiano, infatti prima della seconda guerra mondiale la regione era italiano. È possibile raggiungere questa cima a piedi, ma è un poco lontano dal centro della città. É preferibbile noleggiare una bicicletta o una moto. Da questo storico parco, con bellissimi alberi, e campi per giocare a calcio e potersi rilassare, si può avere una splendida vista sulla città di Rovigno, che si trova proprio di fronte. C'è un lago, ma a volte sembra che chiudono il bacino. Per nuotare, si deve passare dal porto in quanto vi è la sabbia sul fondo ma solo rocce. Comunque il mare era delizioso e con questa vista meravigliosa vale la pena arrivare sino alla punta dorata. C'erano molte persone in città, perché era una domenica, che si fermavano per un pic-nic nel parco.