Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Jokursarlon?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus
Dove vuoi andare?

Cosa vedere a Jokulsarlon

4 Collaboratori

2 cose da fare a Jokursarlon

Laghi di Jokursarlon
Lago Jökulsárlón
(24)
La laguna glaciale di Jokulsarlon si è formata soltanto 75 anni fa e costituisce un posto incredibile, dove siamo rimasti affascinati e in assoluta adorazione! Fate come noi: arrivate qui verso le 17.30 (noi ci siamo andati in agosto) e rimaneteci per 3 ore! Non ve ne pentirete! Prendetevi il tempo per camminare lungo la spiaggia dove incontrerete ben poche persone, ammirate queste vere e proprie sculture di ghiaccio e divertitevi a indovinarne la somiglianza con qualche animale! Sarete immersi in un silenzio surreale, interrotto soltanto da qualche sterna artica, dallo scricchiolio del ghiaccio e dal fragore che ogni tanto qualcuna di queste sculture di iceberg fa schiantandosi in acqua e prendendo così la via dell'oceano! Proprio qui abbiamo potuto godere uno dei più bei tramonti che abbia mai visto in 30 anni di vita! Ci siamo poi spostati nel punto di raccordo tra laguna e oceano,proprio dove gli iceberg, che si staccano dal Breidamerkurjokull, seguono la corrente e procedono lentamente verso l'oceano! Uno spettacolo assolutamente incredibile e impedibile! A malincuore, verso le 2115 quando ormai il sole aveva fato capolino dietro il ghiacciaio, abbiamo dovuto salutare questo posto e dirigerci verso Hofn dove ci attendeva la nostra guesthouse!
Cascate di Jokursarlon
Cascata Svartifoss
(5)
Di sicuro tra le meno spettacolari delle più fotogeniche cascate d'Islanda, la Svartifoss offre però un'unica caratteristica, quella di precipitare da una drammatica parete di basalto dall'origine vulcanica, che rende il luogo altamente spettrale. Non per nulla la Svartifoss è denominata la cascata nera. A differenza delle altre cascate islandesi, queste sono più difficilmente raggiungibili: Si parte dal Visitor Center del Parco Nazionale di Skaftafell e si prosegue in salita seguendo un sentiero di circa 30 minuti che porta ad un punto panoramico sulle cascate, offrendo anche vedute sugli sterminati Sandur. Da qui il sentiero prosegue fino alla base della cascata.