MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Settentrionale?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Settentrionale

125 Collaboratori
  • Monumenti
    14 posti
  • All'aperto
    11 posti
  • Paseggiate
    6 posti
Attività a Settentrionale
GetYourGuide
(41)
56,78
GetYourGuide
(34)
44,88
GetYourGuide
(88)
21,06
GetYourGuide
(54)
36,63
GetYourGuide
(46)
27,47
GetYourGuide
(16)
24,73
GetYourGuide
(9)
32,97
Il più visitato a Settentrionale
Spiagge di Mugiarro
Gnejna Bay
(2)
Spiagge di Mugiarro
Golden Bay
(9)
Villaggi di San Pawl il-Bahar
Bugibba
(3)
Golfi di San Pawl il-Bahar
Salina Bay
Monumenti Storici di Mosta
Cupola della chiesa di Mosta
(5)
Porti di Mugiarro
Mgarr
Monumenti Storici di Mellieha
St Agatha's Tower (The Red Tower)
(2)
Monumenti Storici di Mosta
Dwejra Lines
(3)
Città di Mosta
Mosta
Scogliera di Mellieha
Cape and cliffs of Il-Qammieh
Belvedere di Mellieha
Viewpoint on Ghadira Bay
Monumenti Storici di Mellieha
Mellieha Air Raid Shelter
(2)
Chiese di Mugiarro
Parish Church of Mġarr
Di interesse turistico di Mellieha
(1)
Parchi a Tema di Mellieha
Monumenti Storici di Mosta
Cupola della chiesa di Mosta
(5)
Monumenti Storici di Mellieha
St Agatha's Tower (The Red Tower)
(2)
Monumenti Storici di Mosta
Dwejra Lines
(3)
Monumenti Storici di Mellieha
Mellieha Air Raid Shelter
(2)
Monumenti Storici di Mellieha
(1)
Monumenti Storici di Mellieha
(1)

50 cose da fare a Settentrionale

Parchi a Tema di Mellieha
Popeye's Village - Il Villaggio di Braccio di ferro
(10)
Creato negli anni ottanta per girare il film di braccio di ferro divenne poi un parco giochi per bambini
Spiagge di Mugiarro
Gnejna Bay
(2)
Questa spiaggia, sulla costa nord-ovest di Malta, è una delle poche spiagge di sabbia del paese. Si trova vicino a Golden Bay (molto più nota, ma più con ambiente urbanizzato). Si tratta di una spiaggia tranquilla con non troppi bagnanti. Per arrivarci, seguite le indicazioni per Golden Bay. Prima di deviare verso quella spiaggia c'è Ghajn Tuffieha. C'è un parcheggio per chi arriva in auto, vicino a una delle torri difensive, tipiche di Malta. Per accedere alla spiaggia, si va giù per una scala (c'è anche una strada tortuosa). Vicino alla spiaggia c'è un ristorante per uno spuntino o un drink rinfrescante al tramonto dopo un buon bagno. c'è servizio di noleggio amache.
Spiagge di Mugiarro
Golden Bay
(9)
Tra le numerose spiagge che è possibile visitare a Malta, io consiglierei in particolare questa, dove il mare è calmo e fresco e la sabbia fine e dorata. I piccoli monti che la circondano la rendono un angolo indimenticabile ed unico, da scoprire e fotografare. Trascorrete una giornata fantastica, in una spiaggia animata, con gente giovane e in cui troverete bar per ristorarvi.
Villaggi di San Pawl il-Bahar
Bugibba
(3)
Bugibba è situata lungo un promontorio della costa maltese ed è una località molto popolare fra i giovani e non solo. In estate Bugibba è sempre molto affollata ma in inverno conserva un po' del fascino maltese originario ed è un luogo abbastanza vivibile nonostante non sia il più bello e caratteristico dell'isola. Dal centro si possono effettuare diverse passeggiate oppure si può scegliere di rilassarsi lungo le spiagge della baia di Mistra. Questa cittadina è ricca di negozi, alberghi (anche economici) , ristoranti e caffetterie. Bugibba è facilmente raggiungibile se arrivate su Malta dal porto di Mgarr o dalla capitale La Valletta con l'autobus adeguato.
Golfi di San Pawl il-Bahar
Salina Bay
La Baia di San Paolo (in maltese "San Pawl il-Baħar") è una città nel nord-est di Malta, a 16 km dalla capitale Valletta. Il suo nome si riferisce al naufragio di St. Paul (St. Paul) nel suo viaggio verso Roma, come è scritto nella Bibbia. È per questo motivo che i maltesi credono che sia stato St. Paul, che pose le basi del cristianesimo sull'isola. La località nel suo complesso (alcune città che la formano sono: Qawra, Bugibba e Xemxija) ha una superficie di 14,47 km ². Anche se il posto stesso è una zona piuttosto turistica con un sacco di bar e altro, e ci sono alcuni angoli naturali come questa baia, che gli conferiscono un tocco speciale. Vi consiglio di bere qualcosa a Veccja, in un bar in pieno porto con vista sulla baia. Tanto al tramonto come durante notte, è molto bello vedere le luci riflesse nell'acqua.
Monumenti Storici di Mosta
Cupola della chiesa di Mosta
(5)
L'isola di Malta è piena di chiese. Mosta è una piccola città dell'interno, ma ha una chiesa con una spettacolare cupola. Vale la pena visitarla perché se l'esterno è bello, l'interno lo è ancora di più. Il resto della città non è molto bello ma la chiesa risalta da lontano. Vi raccomando di recarvi li con i famosi autobus maltesi, solo salirvi è una avventura (non hanno le porte, il capanello per prenotare la fermata è una corda ecc..). Come curiosità, durante la Seconda Guerra Mondiale vi cadde una bomba all'interno, durante la celebrazione della Messa, ma non esplose. La bomba è conservata all'interno della chiesa.
Porti di Mugiarro
Mgarr
Questa è la città che ospita il traghetto che arriva più volte al giorno da Malta. Il breve viaggio in barca che si fa per raggiungere questa localitá é breve e piacevole. Anche l'ingresso al porto è molto bello. Poi ci sono due opzioni molto interessanti che si possono scegliere. La prima é quella di prendere un autobus per un'altra parte dell'isola. La seconda é quella di andare a visitare un piccolo villaggio di pescatori che si trova sulla destra, o andare al centro del paese che è a 5 minuti. Ideale per chi vuole provare una buona colazione mezza italiana, maltese e l'inglese.
Monumenti Storici di Mellieha
St Agatha's Tower (The Red Tower)
(2)
La torre di Sant'Agata, forse più comunemente conosciuta come Red Tower, Torre Rossa, si trova fra la cittadina di Mellieha e il porto di Cirkewwa da dove partono i traghetti per l'isola di Gozo. In posizione ottimale per dominare il basso promontorio su cui si erge, la torre a pianta quadrata fu costruita per difendere questa parte dell'isola di Malta e fu quindi fornita di quattro cannoni. Il nome con il quale è conosciuta è dovuto alla tinta con la quale sono state ricoperte le mura. Questa antica torre risale al 1649 ma oggi è ormai un'attrazione di Malta aperta ai curiosi. Per raggiungerla potete intraprendere una passeggiata dal porto o dalla città di Mellieha.
Monumenti Storici di Mosta
Dwejra Lines
(3)
CAMMINANDO PER LA STORIA Si conosce come Dwejra Lines, al settore occidentale della Victoria Lines, una serie di fortificazioni che percorrono la larghezza dell'isola di Malta. Approfittando di un pendio naturale, i britannici hanno costruito questa linea difensiva lungo 12 chilometri alla fine del XIX secolo. I resti di queste fortificazioni possono essere visitati partendo dalla rotonda sulla periferia della città di Mosta e dirigendosi verso ovest. A duecento metri si trovano quelle che furono le batterie di Targa, attualmente utilizzate dai contadini della zona. Continueremo camminando per un sentiero non molto transitato, quindi bisognerà stare attenti ai rami. Un grande fossato ci accompagna alla nostra sinistra e scopriamo alcuni ingressi a tunnel che non furono mai stati murati. Le pareti del fossato furono distrutte dalla forza della natura nel corso degli anni. La flora e la fauna sono abbondanti e si può vedere, con sorpresa, qualche esemplare di camaleonte comune. Al termine delle linee ci troveremo a Bingemma Gap, dove si può entrare in qualche tomba punica e camminare sopra la muraglia. La passeggiata si conclude davanti alla cappella di Bingemma e continua verso Mgarr per prendere l'autobus.
Città di Mosta
Mosta
Siamo stati a La Valletta e avevamo già completato il programma che avevamo preparato. Quindi siamo andati a Mosta per vedere la grande cupola della chiesa. Abbiamo preso l'autobus e in breve tempo siamo arrivati in città. La chiesa era chiusa. Ho chiesto a una guardia di sicurezza del parcheggio e ci ha detto che avrebbe riaperto alle 4 del pomeriggio, per cui abbiamo deciso di riposare seduti alla terrazza di un bar per uno spuntino. Alle 3 e mezzo aveva già aperto. Siamo entrati e davabti a noi c'era uno spettacolo magnifico. La cupola è immensa. È sostenuto da otto colonne enormi e sembra impossibile che sia stato costruito qualcosa di così grande. Ha un diametro di circa 26 metri. E ' gigantesca. Come in tutte le chiese maltesi ci sono bellissimi affreschi, immagini enormi e durante la Settimana Santa fanno a gara per decorare il tabernacolo. Durante questa settimana, come tutte, espone le cosa più preziosa che ha la gilda in questione.
Golfi di Mellieha
Pwales Beach and Xemxija Bay
È un peccato che la spiaggia di Pwales, per lo meno nel periodo in cui ci siamo stati noi, non era adatta per farsi il bagno. La sua posizione al vertice della Baia di Xemxija è perfetta, l'acqua è apparentemente pulita e il paesaggio incornicia cada lato della baia con le tipiche file di case costruite in stile maltese, con questo tocco di antico che ha un fascino particolare, allo stile Cuba. Per quanto riguarda l'intorno, ovviamente non me lo posso spiegare, però, devo dire che quando ci siamo stati, la spiaggia era coperto da una specie di alghe o detriti di notevoli dimensioni e spessore, in realtà non si poteva vedere nemmeno la poca sabbia che ha questa stretta spiaggia. Può essere per questo motivo che il bagno non si può fare in questa zona, forse anche per la questione delle imbarcazioni nei porti vicini ... la verità è che non lo so, ma come ho detto, è un peccato perché questa potrebbe essere davvero una spiaggia carina. Il fatto è che la passeggiata Xemxija lungo la strada, con la sua lunga curva a forma di conchiglia, è un buon modo per conoscere in prima persona la spiaggia di Pwales e rimanere incollato alla ringhiera ammirando questa bellissima baia. Dal belvedere sulla baia di Xemxija che si trova in alto sulla strada è molto suggestivo, ma guardando dalla ringhiera, quasi a filo, questo incantevole baia ha anche il suo fascino. Piccole rocce, insenature, moli in cemento e qualche altro mini striscia di sabbia punteggiano la baia, così come molte barche che galleggiano tranquillamente nelle splendide acque di mille mila tonalità blu. È l'immagine tipica del posto di mate rilassante in cui fare un servizio fotografico dopo l'altro, senza fermarsi. Sono molto interessanti le foto in cui si vede il mercato dove i locali hanno le loro barche da pesca, porte dipinte di mille colori che danno un po' di allegria al giallo chiaro di quasi tutte le facciate delle case di Xemxija, e di Malta. Detto questo, in mancanze della disponibilità della spiaggia, passeggiata sul lungomare e rimanere stordito con vista sulla baia da diverse angolazioni è una scelta eccellente per rilassarsi, come ho detto, molto "fotogenico". Per tutta la passeggiata ci sono parcheggi a sufficienza, quindi se sia per la Valletta a Mellieha, questa baia a forma di conchiglia è un must per le immagini obbligatori.
Scogliera di Mellieha
Cape and cliffs of Il-Qammieh
Seguendo la strada al di là della famosa Torre di Sant'Agata o Torre Rossa, attraverso una strada piena di buche, che gira su una specie di altopiano, si raggiunge il punto più alto di questa specie piuttosto lunga di collina conosciuta come Marfa Ridge; sinceramente non credo che si possa definire "cordigliera" ;-). Si tratta di un promontorio roccioso dove ci sono ancora oggi le rovine di quella che fu un'importante stazione radio e di controllo in tempi non troppo lontani, un punto di comunicazione strategico nel periodo agitato che visse a Malta durante le Guerre mondiali. Storia a parte, il fascino della zona risiede nell'aspetto selvaggio, rurale e solitario di questo promontorio, una specie di cima dalla quale inizia una ripida discesa qualsiasi direzione si scelga, prima tra prati verdi e macchie, dopo in modo sempre più brusco, fino a giungere nelle acque del Mediterraneo, creando in questo ultimo scorcio scogliere veramente ripide e verticali, continuamente erose dal mare, soprattutto in inverno. Noi ci siamo stati a dicembre e l'immagine calda che tutti avevamo di Malta qui svanì di colpo, perché essendo un punto molto esposto, abbiamo trovato una giornata molto grigia e chiusa, con pioggerella e un vento molto molto forte, anche se non sembra vero, si sentivano le onde infrangersi contro le scogliere dalla cima del promontorio, giuro che non mi sembrava proprio il Mediterraneo, ma piuttosto il Mare del Nord :S. Vedute spettacolari sulle ripide scogliere della costa da sinistra, vista sul Mellieha e sulla Baia di Ghadira verso dietro e l'isola di Gozo leggermente verso destra, qualsiasi direzione non ha prezzo. Leggo inoltre che questa zona collinare di Marfa è una zona adatta per le persone che amano studiare la geologia e minerali; sono anche famose le immersioni subacquee che si realizzano alla base del promontorio, la zona deve avere un ricco fondale marino. Il promontorio Il-Qammieh, forse per la giornata grigia che trovammo, è stato un angolo che mi ha dato la sensazione di solitudine, rabbia, furia, ed è per questo che mi sono creato l'immagine del posto ideale per stare su una roccia "seduti all'indiana", staccarsi dal mondo e meditare da solo, e perché no, se necessario, urlare, gridare ai quattro venti per rilasciare la tensione accumulata o quel problema che ci tormenta. Dopo questa tempesta liberatoria, arriva la calma e il relax, proprio quando il cielo si apre e il sole splende sul promontorio di Il-Qammieh e sulle sue cogliere ;-).
Belvedere di Mellieha
Viewpoint on Ghadira Bay
L'aggettivo "belvedere" glielo metto io.. perché lo merita ;-), dato che non è un punto da cui guardare formale come tale, cioè, non è riconosciuto o qualcosa di simile. Appena dietro l'imponente chiesa parrocchiale di Mellieha, vicino al cimitero, c'è una piccola radura e un parco con altalene per i bambini, è una zona abbastanza esposta situata sulla cima di una specie di collina, su cui si trova questa parte di Mellieha, e anche se non sembra, ha abbastanza altezza rispetto al vicino mare. Il parco ha un piccolo muro di pietra, sembra lì pronto perché le persone posino sopra di esso con la Baia di Ghadira come sfondo. Inoltre, a parte la panoramica sopra questa baia a forma di conchiglia, è da notare la vista che si ottiene, zoommando, sulla vicina isola di Gozo e il tono di case "giallognolo" dei quartieri di Mellieha che si affacciano sulla baia, un tono molto caratteristico e peculiare di Malta, che occhio, ha molto ma molto incanto. In breve, un belvedere inaspettato sull' eterno baia di Ghadira, a cuui non costa nulla avvicinarsi dopo la visita alla chiesa principale di Mellieha, una delizia per gli occhi e i sensi è per voi servita, e la foto con la posa sul muretto, quasi pronta. Inoltre, per chi non ama il posto o si annoia, ha una soluzione perché offre anche la possibilità di rivivere i ricordi d'infanzia sulle altalene ;-).
Monumenti Storici di Mellieha
Mellieha Air Raid Shelter
(2)
Fino a quando non visitai Malta non avrei mai immaginato che questa piccola isola del MEDITERRANO fosse stata una delle zone più pesantemente bombardate durante la seconda guerra mondiale. La storia racconta che sono state lanciate più di 17.000 bombe su queste terre. Pertanto, per respingere gli attacchi da parte delle truppe nemiche, a parte utilizzando torri e fortezze di un passato lontano, furono costruiti numerosi bunker per ripararsi dagli attacchi aerei effettuati dalle truppe naziste e dai loro "alleati". Per numero di abitanti e la ricchezza che avevano al momento (e che possiede ora ...) a La Valletta, c'era il più grande bunker di Malta, ma ciò non toglie l'importanza che ebbe il rifugio di Mellieha, ottimamente conservato e riabilitato. Aneddoticamente, dato i significativi bombardamenti che soffriva La Valletta e il rischio per tutti i tesori, durante qualche tempo, alcuni dei grandi tesori gelosamente custoditi nei rifugi, furono portati a questo rifugio di Mellieha, dove una guardia gelosamente li custodiva in una sorta di "stanza del tesoro". Si stima che, quando gli aerei nemici erano visibili in questo rifugio si "affollavano" circa 4000 o 5000 persone, a volte rimanevano per diversi giorni finche' duravano gli attacchi, con uno spazio per ogni persona di 0,6 metri, in seguito esteso a 1,2 metri. Attualmente, questo bunker sotterraneo situato appena fuori la Chiesa Parrocchiale di Melllieha è aperto al pubblico grazie ad una associazione locale, essendo piuttosto simbolico il prezzo dell' entrata, 2,33 euro a persona. Sono più di 500 metri, aperti al pubblico, ma a quanto pare, il labirinto di corridoi e cabine è piuttosto ampio, penso infatti che lo stanno riabilitando. Proprio il giorno che andai a visitarlo io, il sistema audio tipo audioguida che attivano per le visite si era rotto, ma ebbi la possibilità di chiacchierare con il custode del rifugio, un vecchio uomo molto singolare mi ha raccointato e spiegato oralmente e con incredibile dettagli, quello che successe in quel periodo e come le persone vivessero a Mellieha. L'uomo, molto umile, ridusse l' importanza del rifugio, dicendo che Mellieha non fu una zona molto bombardata di Malta, e il periodo più lungo durante il quale la gente del posto dovette rifugiarsi dentro fu di 3 giorni, 3 giorni di pesanti bombardamenti, quasi nulla. La verità è che è stata una esperienza unica visitare il rifugio, sono andato di prima mattina e ho avuto l'opportunità di camminare in queste sale da solo, non c'era nessun altro visitatore, che come vedrete nel video, dà anche un po' di angoscia e "spaventa", soprattutto quando ho cominciato a vedere la "ricreazione" e le figure che non mi aspettavo affatto. Sono corridoi molto lunghi e stretti, hanno 2 metri di larghezza e 2,1 di altezza, e poi ci sono gli ambienti in cui si è ricreata la vita che realizzavano le persone all'interno del rifugio in quel momento, c' era una maternità se nascevano dei bambini, una infermieristica per assistere i feriti, una sala speciale per il sacerdote, ecc, alcune famiglie, poiché appartengono a una classe sociale più elevata, si erano permesse il lusso di costruire "cubicoli privati" per rifugiarsi con un pò di privacy durante gli attacchi, curioso aneddoto per i disagi che hanno dovuto vivere in quei frangenti. Quindi ora sapete, se volete scoprire un posto con molta storia e vivere in prima persona una esperienza da brivido e camminare attraverso questi corridoi stretti che hanno vissuto tante vicende, non esitate a visitare questo rifugio. Raccomando di visitare questo luogo quando non c'e' molta gente, camminare da soli attraverso queste sale e "rivivere" mentalmente la storia del luogo, e' senza prezzo, è un'esperienza unica.
Chiese di Mugiarro
Parish Church of Mġarr
Un'altra imponente chiesa che abbiamo trovato nel nostra visita a Malta, è la chiesa parrocchiale di Mgarr. Come molte delle chiese a Malta è una relativamente nuova, la sue costruzione è iniziata nei primi anni del Novecento e si è conclusa poco prima della metà del secolo, nel 1946. La chiesa è dedicata a Santa Maria Assunta e spicca l'enorme cupola ovale, anche se non raggiunge le enormi dimensioni della cupola della chiesa di Mosta, questa chiesa entra nella prestigiosa lista delle chiese con la cupola più grande del mondo, qualcosa di incredibile per una città non troppo grande, né estesa come Mgarr. Si dice che la forma ovale caratteristica della cupola sia dovuta alla vendita di uova i cui introiti erano destinati alla costruzione della chiesa, che è una replica in miniatura della prestigiosa e famosa chiesa della vicina città di Mosta. La piazza di fronte è come una terrazza sopraelevata ed è un luogo ideale per passeggiare e ammirare le case, le antiche fattorie, campi verdi inclinati verso il basso verso Gnejna Bay e la tranquilla vita di un paese eminentemente dedicato all'agricoltura come è Mġarr. Tra l'altro, il cartello posto sulle scale che portano alla chiesa è imperdibile: "Non parcheggiare di fronte alla chiesa, fatta eccezione per matrimoni e funerali". Si noti come Malta ha ereditato molto bene il sempre complicato ma divertente umorismo inglese ;-).
Chiese di Mellieha
La parrocchia della chiesa di Mellieha
Appena mettete piede a Malta, è impossibile non notare che si tratta di un luogo estremamente religioso: il 95% della popolazione è cristiana e l'85% è praticante. Il fattore religioso si riflette a livello architettonico, per cui ci sono splendide chiese, parrocchie e cappelle sparse per tutto il paese e, tra queste, la chiesa parrocchiale di Mellieha. E' una chiesa relativamente nuova, costruita negli anni finali del 1800 e costellata da numerosi dettagli ornamentali, soprattutto nella parte esterna. Ci sono due torri, 5 campane (ciascuna dedicata a un santo) e una cupola, caratteristica di molte chiese e parrocchie di Malta. La pietra utilizzata per la costruzione è locale e proviene da una cava vicina (da qui il colore giallino): fu trasportata dagli abitanti della zona che desideravano avere una chiesa nuova e moderna. E' situata nella parte di Mellieha affacciata sull'impressionante baia di Ghadira, proprio sopra a una collina, quindi la vista sulla baia è sensazionale. Questa posizione privilegiata e dominante fa sì la chiesa si veda dalla baia di Ghadira e sembri una torre di avvistamento che protegge il popolo di Mellieha da tutti i mali. La piazza rettangolare situata di fronte alla chiesa è abbastanza frequentata: di solito ci si riuniscono molte persone per bere e parlare e i bambini ci giocano. Oltre alla chiesa, ci sono proprio accanto altri edifici religiosi, tra cui un'altra chiesa più piccola con un bel patio ecc. Ciò fa sì che la Chiesa di Mellieha abbia una mole religiosa enorme e questo ci fa capire quanto sia importante la religione per gli abitanti di Mellieha e, in generale, di Malta.
Di interesse turistico di Mellieha
(1)
Parchi a Tema di Mellieha