Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Nepal?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Nepal

787 Collaboratori

375 cose da fare a Nepal

Di interesse culturale di Pashupatinath
Cremation in Nepal
(3)
Il Tempio di Pashupatinat è il più importante tempio induista del Nepal e il luogo più sacro per gli indù secondo solo al Varanasi, in India. È dedicato al dio della creazione e distruzione, Shiva. Pashupatinah si trova sulle rive del fiume Bagmati, affluente del sacro Gange, sulle sue sponde sono edificate diverse piattaforme (ghat) per cremazioni, durante le quali, prima i familiari rendono e girano intorno alla salma prima di accendere il fuoco, le donne piangono e gli uomini preparano tutto l'occorrente per la cremazione. I figli si vestono a lutto, rasandosi i capelli e indossando abiti bianchi e il figlio maggiore ha il privilegio di accendere il rogo. La mattina in cui siamo andati in visita al tempio abbiamo visto varie cremazioni sulle rive del fiume, dalla riva opposta e dal ponte, si possono scattare foto a condizione che si mantenga una certa distanza e che non si disturbi la famiglia in un momento così intimo, la verità è che impressiona vedere sia i preparativi che le cremazioni. Contemporaneamente nel fiume, in mezzo a fiori e le stoffe che gettono i parenti del defunto, ci sono i bambini che giocano o fanno il bagno. A fine febbraio è il giorno Santo di Shivaratri, arrivano a Pashupatinah migliaia di indù da tutta l'India e dal Nepal, tra cui molti santoni per adorare Shiva e purificarsi nel fiume sacro Bagmati.
Di interesse culturale di Pokhara
Lumbini, dove è nato Buddha
A Lumbini, vicino Kapilavastu, si trova il punto preciso in cui è nato Siddhartha Gautama, Buddha. Oggi, intorno alla pietra su cui sua madre gli diede la luce, si trova costruito un modesto tempio a cui giugono visitatori da tutto il mondo in pellegrinaggio. Nelle vicinanze, da ogni albero penzolano delle corde in cui sono attaccati dei fazzoletti gialli, verdi, rossi, bianchi e azzurri con su scritte delle preghiere.
Piazze di Bhaktapur
Durbar Square
La Piazza di Durbar si trova in Nepal. Qui si possono incontrare le cose piú diverse, è pieno di gente, pieno di colori. È incredibile. Ci sono alcuni gioielli (ok, non molto buona qualità) sorprendente. I personaggi che compaiono in questa foto è dedicata a rappresentare e vivere delle elemosine che le persone danno loro. In questo momento, sembra che stanno assumendo un siestilla :)
Aeroporti di Kathmandu
Aeroporto Internazionale Tribhuvan
(2)
In questo aeroporto ci si deve armare di pazienza, perché per ottenere il visto è necessario compilare formulari su formulari, pagare 25$ e consegnare una fototessera. La foto la potrete fare lì stesso in una cabina automatica. La fila che c'è per fare il visto è interminabile... C'è uno sportello per il cambio-valuta in aeroporto: cambiate i soldi prima di fare il visto, in modo da poter pagare con la moneta locale. OCCHIO! Allo sportello non rilasciano lo scontrino dell'operazione, quindi fate attenzione. Tenete in conto che le rupie indù hanno maggior valore di quelle nepalesi. Noi abbiamo avuto qualche problema con il cambio, per cui il resto del denaro lo abbiamo cambiato direttamente in hotel.
Riserve Naturali di Kathmandu
Campo Base Everest
(4)
Il campo base dell'Everest è il punto d'arrivo per i molti trekkisti che camminano nella regione del Khumbu, ma è al contempo il punto di partenza per le spedizioni di alpinisti che tentanto di scalare l'Everest fino alla vetta. Il campo, a meno di due ore dall'ultimo rifugio, è un vero e proprio villaggio durante i mesi della stagione alpinistica, con centinaia di tende colorate che formano i quartieri delle diverse spedizioni. Qui gli alpinisti vivono per settimane prima di acclimatarsi ed è un'atmosfera interessante anche per chi non è un appassionato. Durante i mesi di bassa stagione questo è un luogo meno vivace, ma la vista del Khumbu Glacier rimane impressionante.
Ponti di Prithivinarayan
Mugling Bridge
I ponti sono sempre ottimi punti di vista, questo di Mugling non poteva essere da meno. Da qui si vede il villaggio in lontananza, si può vedere la confluenza di due fiumi piuttosto grandi, che è l'inizio del Grande Fiume Narayani, spettacolare! Il ponte è anche un punto strategico per vigilare per l'esercito nepalese, essendo l'unica strada di accesso dall'autostrada tra Kathmandu e Pokhara, le due più grandi città, per raggiungere Gorkha. Nei decenni degli anni '80 e '90 è stata la culla dei cosiddetti ribelli "maoisti", che già oggi occupano posizioni importanti grazie alla loro tenacia e lotta. Qui i militari ti controllano il passaporto e se hai qualcosa nello zaino ...
Templi di Kathmandu
Hiranya Varna Mahavira (Golden Temple)
(2)
Patan si trova a meno di cinque chilometri da Kathmandu. Io direi addirittura che fa parte della città, visto che risulta separato solamente dal corso del fiume Bagmati. Se amate camminare potete arrivare da Kathmandù a Patàn in meno di un'ora. Patàn è molto più tranquillo di Kathmandù e non ha niente da invidiarle. E' abitato da una popolazione che per la maggior parte è buddhista e il suo tempio più famoso è quello di Hiranya Varna Mahavira (il tempio dorato). Si trova in Piazza Durbar, ma rimane un po' nascosto, quindi - se avete intenzione di visitarlo - vi consiglio di chiedere a qualcuno del posto quale sia la porta d'entrata. All'interno del tempio ci sono molte decorazioni tipiche buddhiste: le bandiere, le statue di Buddha, le tartarughe sacre in cortile, ecc. In questo tempio vivono dei bambini che studiano buddhismo per tre mesi... durante quei tre mesi di studio i bambini non possono fare il bagno... ci sono dei rituali religiosi davvero strani...
Piazze di Kathmandu
Piazza di Bodnath
(2)
Passeggiare per la piazza che circonda la Stupa di Bodnath è un'esperienza da non perdere se siete in Nepal. La piazza è circondata da tipiche case nepalesi i cui piani inferiori ospitano dei negozi di artigianato e oggetti religiosi. Fatevi portare in piazza da un taxi e poi prendetevi un po' di tempo per visitarla tutta, osservando i monaci che pregano e portano le offerte. Quando ci sono stata io c'era una pioggia sottile (piuttosto frequente a Kathmandù) e in sottofondo una musica tibetana che ha reso l'esperienza quasi mistica... Om manì padme hum...
Giardini di Pokhara
Terraces on Annapurna
(1)
La topografia del Himalaya permette appena di coltivare la terra. Ecco perché devono lavorare in sezioni, formando scaloni o terrazze dove si può piantare e trattienere l'acqua piovana. Le colture sono principalmente riso e formano un paesaggio del tutto singolare. Una terrazza, un altra e un altra e poi un altra, fino a quando tutta la montagna assume l'aspetto di una piramide.
Templi di Kathmandu
Tempio di Manakamana
(1)
Per arrivare a questo tempio di più di 700 anni di antichità, si deve salire una strada tortuosa strada di 12 km e arrivare fino sulla cima del monte dove si trova il paese di Mankamana. Si trova a 100km all'ovest di Kathmandù e vi si può arrivare facilmente dalla capitale in bus. Si arriva alla stazione della funivia, che si eleva tra le nubi. Io ci sono andato in un giorno in cui c'era una cerimonia per una divinità indiana. La religione più professata è il buddismo anche se convivono in armonia sia buddismo che induismo.
Fiumi di Kathmandu
Fiume Bagmati
(2)
Il fiume Bagmati è uno dei più importanti del Nepal, le sue acque vengono utilizzate durante i riti funebri che si svolgono presso il tempio indù di Pashupatinath. Su una sponda del fiume ci sono i ghats e le cremazioni, mentre dall'altra ci sono un sacco di scimmie. Le scimmie del fiume Bagmati sono abituate al contatto con gli esseri umani: si muovono in piccoli gruppi e la guida ci ha spiegato che di solito litigano sempre tra di loro, a volte per questioni territoriali e altre volte per difendere i propri cuccioli. Ai turisti viene sempre raccomandato di non dare da mangiare alle scimmie. Il fiume Bagmati è inquinato e le scimmie non sono animali molto puliti, quindi è meglio non tirare fuori del cibo in loro presenza per evitare di essere morsi o graffiati.
Villaggi di Nagarkot
Nagarkot
Nagarkot si trova nella valle di Kathmandu, a circa un'ora in autobus. La distanza in chilometri è breve, ma si passa dal trambusto della città alla pace infinita delle montagne in pochi secondi. Il tragitto è piuttosto accidentato, come le strade sono per le capre e gli autobus nepalesi non spiccano per il loro sistema di trazione. In una delle curve ripide abbiamo deciso di scendere e fare l'ultima tappa del viaggio a piedi. Quasi si capovolge. Nonostante questo piccolo incidente, il percorso è spettacolare. Curva a curva in salita fino a raggiungere le montagne. La strada è bella. Verdi vallate piene di campi di riso. Sicuramente un sogno e grazie alle nuvole ci sentivamo molto vicini al cielo. Appena scesi dall'autobus si respira aria pura di montagna. Il luogo si trova a più di 2.500 metri sul livello del mare. La gente del posto ha detto che in realtà si è molto più in alto. C'è un belvedere per ammirare l'Himalaya. Peccato che le nubi monsoniche ci hanno privato di una vista fantastica. Detto questo, se si va in Nepal, non perdetevi questa zona. Scenograficamente ne vale la pena e vi permetterà di allontanarvi dalla routine quotidiana.
Di interesse culturale di Lalitpur
Patan, Nepal
Patan si trova situata nella valle di Kathmandu, appena mezz'ora dal centro di Kathmandu, Patan e Durbar Square. Viene considerato, ed allo stesso tempo fa parte del patrimonio mondiale dell'UNESCO e consiste in un complesso di templi con un tipi di architettura molto affascinante e che le da una bellezza tutta particolare all'intera zona. Da sempre é stato considerato il luogo per eccellenza della produzione di bigiotteria e della intellettualità del Nepal, che raccomando vivamente.
Di interesse culturale di Bhaktapur
Bhaktapur: Rice harvest
(1)
Una delle antiche "città-stato" meglio conservate della valle di Kathmandu consiglia la visita dei turista attenti, nei mesi di ottobre e novembre per osservare un rituale locale único (oltre alla sua architettonica e culturalita') per assistere al lavoro delle persone locali durante la raccolta del riso, che lo depositano nel centro del paese per la sua essicazione. Da non perdere
Di interesse culturale di Kathmandu
Sādhu di Pashupatinah
(3)
Pashupatinah produce emozioni forti, contrastanti, indimenticabili, a volte ripugnanti. In questa città convivono etnie provenienti da tutto il Nepal, si realizzano le cremazioni dei defunti e vivono i sadhus, i santoni. Nemmeno a Varanasi o a Rishikesh, in India, ci sono tanti sadhu come a Pashupatinah. La maggior parte dei sadhu sono anziani. I nepalesi li considerano come dei veri e propri santi. Cercate di avvistarne uno e scattategli una foto.
Templi di Bhaktapur
Vatsala Durga Temple
(1)
Strette e tortuose stradine acciottolate ci accolgono dopo aver varcato la soglia con pagamento di circa 700 rupie nepalesi, che ci permette l'accesso al centro storico di Bhaktapur. Sentieri di terra ocra ci conducono attraverso un paesaggio di altri tempi verso la Piazza Durbar, attorno alla quale, ci sono alcuni degli edifici più importanti di Bhaktapur: il Palazzo Reale, il tempio di Vatsala e quello di Nyatapola. Insieme alla statua d'oro di Bupathindra Malla, seduto su una colonna di pietra alta e guardando la Dhoka Sole o porta d'oro attraverso la quale si entra nel Chowk Taleju e Chowk Kumasi, sorge il tempio di Vatsala. E' un edificio costruito nel XVIIº secolo dal re Jagat Prakash Malla e spicca per il delicato lavoro della pietra stessa in stile shikhara in cui si riconosce. Alla base del tempio sorge un piccolo campanile che è popolarmente conosciuto come la " campana abbaiante ", eretta da Bupathindra Malla (quello della statua d'oro) ... si dice, che quando la campana suona tutti i cani abbaiano e gemono incessantemente ... ..
Scalata di Pokhara
Campo Base di Annapurna
(1)
L'ultima tappa della scalata l'abbiamo fatta di notte per arrivare alle prime ore del mattino. La nostra destinazione era il campo base di Annapurna. A quell'ora non c'è un cammino segnato nella neve ed eravamo noi a doverlo aprire, con la luce delle nostre piccole lanterne e con l'aiuto della luce della luna, amplificata dal biancore della neve. Ha iniziato a fare chiaro quando abbiamo messo i piedi sul campo base, a più di 4.000 metri di altezza compensandoci di aver fatto mattina. Le ombre delle cime (superiori ai 7.000 metri) si fanno di volta in volta più affilate fino a che finalmente spunta il sole che inizia a scaldare la valle. Probabilmente l'alba più bella della mia vita.
Templi di Bharatpur
Stupa di Bhratpur
Si tratta di una delle stube buddiste più famose del Nepal. Nella città di Bharatpur ve ne sono varie, ma questa è sicuramente la più grande al mondo! Gli occhi del Buddha vigilano dall'alto del tempio e numerosi credenti camminano in continuazione attorno ad esso, in direzione contraria alle lancette dell'orologio, intonando le preghiere. Nei dintorni ci sono vari ristoranti interessanti, dalle cui finestre è possibile vedere la piazza ed il tempio.