Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Córdoba?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Córdoba

1.331 Collaboratori
Attività a Córdoba
Civitatis
(6)
17
Il più visitato a Córdoba
Moschee di Cordova
Moschea di Cordova
(293)
4 attività
Ponti di Cordova
Ponte romano di Córdoba
(149)
2 attività
Monumenti Storici di Cordova
Alcázar de los Reyes Cristianos
(133)
1 attività
Cortili di Cordova
Patii de Córdoba
(104)
Rovine di Cordova
Madinat al-Zahra
(92)
Quartieri di Cordova
Il quartiere ebreo a Córdoba
(60)
3 attività
Monumenti Storici di Cordova
Corte degli Aranci di Cordoba
(44)
Giardini di Cordova
(34)
Piazze di Cordova
Plaza de la Corredera
(45)
Città di Cordova
Strade di Cordoba
(7)
Templi di Cordova
Sinagoga di Cordova
Di interesse culturale di Cordova
(25)
Stabilimento Balneare di Cordova
Bagni arabi del Alcazar de Córdoba
(17)
1 attività
Piazze di Cordova
Plaza del Potro
(27)
Musei di Cordova
(13)
Palazzi di Cordova
Palazzo dei marchesi di Viana
(20)
1 attività
Rovine di Cordova
Resti romani a Cordoba
(18)
Monumenti Storici di Cordova
Alcázar de los Reyes Cristianos
(133)
1 attività
Monumenti Storici di Cordova
Corte degli Aranci di Cordoba
(44)
Monumenti Storici di Cordova
(10)
Monumenti Storici di Cordova
Mura di Cordoba
(16)
Monumenti Storici di Cordova
Piazza de los Abades a Cordoba
Monumenti Storici di Priego de Córdoba
Fontana del Re a Cordoba
(12)
Monumenti Storici di Cordova
(7)
Monumenti Storici di Cordova
(5)
Monumenti Storici di Cordova
(1)
Monumenti Storici di Cordova
(3)
Monumenti Storici di Cordova
(5)
Monumenti Storici di Cordova
(4)
Monumenti Storici di Cordova
(4)
Monumenti Storici di Cordova
(3)
Monumenti Storici di Aguilar de la Frontera
(3)
Monumenti Storici di Cordova
Monumenti Storici di Cordova
Monumenti Storici di Alcaracejos
(3)
Monumenti Storici di Alcaracejos
(4)
Monumenti Storici di Aguilar de la Frontera
(2)
Villaggi di Priego de Córdoba
(20)
Villaggi di Zuheros
(10)
Villaggi di Priego de Córdoba
Il quartiere della Villa a Priego de Córdoba
(6)
Villaggi di Iznájar
(2)
Villaggi di Iznájar
(4)
Villaggi di Carcabuey
(3)
Villaggi di Villanueva del Duque
(5)
Villaggi di Rute
(8)
Villaggi di Almodóvar del Río
(8)
Villaggi di Cordova
(10)
Villaggi di Pozoblanco
(2)
Villaggi di Pedroche
(9)
Villaggi di Cabra
(3)
Villaggi di Baena
(3)
Villaggi di Almedinilla
(2)
Villaggi di Hornachuelos
Villaggi di La Carlota
(4)
Villaggi di Montoro
(4)
Villaggi di Espejo
(1)
Villaggi di Rute
(1)
Musei di Cordova
(13)
Musei di Cordova
(9)
Musei di Cordova
Musei di Rute
(7)
Musei di Cordova
(55)
Musei di Rute
(4)
Musei di Cordova
Musei di Rute
(7)
Musei di Cordova
(1)
Musei di Cordova
Musei di Cordova
(3)
Musei di Rute
(2)
Musei di Villaralto
(2)
Musei di Baena
Musei di Cordova
Musei di Cordova
(1)
Musei di Hinojosa del Duque
(2)
Musei di Rute
(1)
Chiese di Cordova
Chiese di Priego de Córdoba
Chiesa di San Francesco di Priego de Córdoba
(6)
Chiese di Montoro
(7)
Chiese di Priego de Córdoba
Chiesa di San Pietro a Priego de Cordoba
(1)
Chiese di Rute
(3)
Chiese di Palma del Río
(7)
Chiese di Cordova
(1)
Chiese di Bujalance
Chiese di Espiel
Chiese di Priego de Córdoba
(1)
Chiese di Montilla
(4)
Chiese di Montilla
(5)
Chiese di Cabra
Chiese di Baena
(1)
Chiese di Palma del Río
(4)
Chiese di Hornachuelos
(5)
Chiese di Lucena
(1)
Chiese di Aguilar de la Frontera
(1)
Chiese di Hinojosa del Duque
(1)

493 cose da fare a Córdoba

Moschee di Cordova
Moschea di Cordova
(293)
Forse l'edificio più bello e affascinante di tutta Cordova, la Mezquita è un luogo unico al mondo. Questa fusione perfetta fra una cattedrale e una moschea è simbolo della convivenza pacifica fra le religioni, musulmana e cristiana. Costruita dai musulmani nel 711 poco lontano dal Guadalquivir, veniva condivisa da entrambi i religiosi e solo in seguito la parte cristiana fu distrutta, per far spazio all'imponente struttura architettonica musulmana di ben 180 metri con nove navate al suo interno. Le decorazioni interne furono fatte da artisti bizantini e in seguito, con la riconquista dei cristiani nel 1236 subì gli influssi gotici e rinascimentali . Salva dalla distruzione delle opere non cristiane grazie alla cappella cristiana al suo interno questo luogo è da molti descritto come la "foresta di colonne", ognuna riciclata e finemente decorata con inciso il nome del suo cesellatore. Unica costruzione nel suo genere, con richiami fortemente arabeggianti, è una moschea imperdibile e opera simbolo per la città di Cordova.
4 attività
Ponti di Cordova
Ponte romano di Córdoba
(149)
Uno dei simboli più importanti di Córdoba è senza dubbio il suo ponte romano. Sedici arcate e una lunghezza di circa 350 metri compongono questo magnifico ponte sul Guadalquivir. È situato di fronte alla Moschea e sormontato dalla Torre de la Calahorra; questo fa sì che sia uno dei posti preferiti dai turisti. Risale al I secolo d.C. e fu l¡unico punto di accesso alla città per molto tempo. A metà circa vi è una scultura dedicata a San Rafael, dell'anno 1651. L'imponente Guadalquivir, che passa da Siviglia per sfociare nell'Atlantico, scorre sotto le sue arcate.
2 attività
Monumenti Storici di Cordova
Alcázar de los Reyes Cristianos
(133)
Sebbene non sia famoso e spettacolare come il Real Alcazar di Siviglia o la ben piú nota Alhambra di Granada, anche la fortezza di Cordoba costituisce un prezioso esempio storico e architettonico. Costruito durante la dominazione araba su resti che furono giá romani e visigoti, fu il luogo preferito come residenza dai diversi governanti della cittá. Quando la cittá passó in mano ai cristiani nel 1236, con la conquista di Fernando III il Santo, l'edificio fu completamente devastato. Fu poi Alfonso X il Saggio a promuovere il suo restauro. In seguito l'edificio fu utilizzato come sede della santa Inquisizione e anche come carcere (all'inizio del XIX secolo). Oggi è un intricato complesso di torrioni e corridoi, attraverso i quali si puó salire a interessanti terrazze panoramiche sulla cittá, ma sicuramente degni di nota sono i giardini, curati con decine di specie di fiori e piante diverse e con fontane che offrono nelle occasioni di festa giochi d'acqua e di luci.
1 attività
Cortili di Cordova
Patii de Córdoba
(104)
Bello
Rovine di Cordova
Madinat al-Zahra
(92)
La settimana scorsa è uscita sui giornali una grande notizia: il museo di Medinat al-Zhara è stato insignito del premio di architettura più prestigioso del mondo arabo, l'"Aga Khan". Quando ho visitato le rovine di Medina Azahara credo che il museo non fosse ancora stato costruito, però mi sono innamorato del luogo. Finora è stata scavata solo una decima parte di quella che fu la capitale di Al-Andalus del X secolo, e corrisponde al settore centrale dell'Alcazar, dove si trovano gli edifici del governo e di rappresentanza e un settore privato di abitazioni delle persone più importanti del palazzo. Vale davvero la pena visitarla, ed è a soli 8 km da Córdoba. Se non volete o non potete guidare, esiste un servizio di autobus del Comune di Córdoba con due o tre fermate in città e con partenze circa ogni ora (almeno quando sono andato io). È comodissimo, non molto caro e si è liberi di tornare con il bus che si vuole, senza la sensazione di dover rispettare degli orari. Visitare questo sito archeologico è un bellissimo modo per impiegare una mattinata, o un pomeriggio, se si stanno trascorrendo alcuni giorni a Córdoba. Le rovine sono di grande bellezza, e la visita complementa quella fatta alla Mezquita. Si possono ammirare edifici di rappresentanza e privati, decorazioni spettacolari e molto ben conservate, specialmente nel salone di Abderraman III. Il tutto circondato dai campi di Córdoba. In primavera o in autunno è molto più spettacolare e piacevole che in estate.
Quartieri di Cordova
Il quartiere ebreo a Córdoba
(60)
Il quartiere ebreo di Córdoba è situato attorno alla moschea, nel centro storico. Nelle sue strette strade e case, vi si trovano le immagini più popolari della città. Tra i secoli X e XI, Córdoba è stato un esempio di pacifica convivenza tra le religioni più importanti dell'epoca: cristiana, ebrea, mussulmana. Quasi tutta la comunità ebrea viveva sotto il governo dell'Islam e da quel momento si è creata un grande simbiosi tra i due popoli. Durante il governo Omayyadi il popolo andaluso era il più colto d'Europa, grazie alle sue attività culturali e commerciali e Córdoba diventó la capitale del Califfato, creando il mecenatismo di poeti e filosofi, letterati e scienziati, tra cui Maimonide, pensatore ebreo del XII secolo. Di quest' epoca di splendore, oggi resta un intricato sistema di strade irregolari e di piazzette piene di fiori. Nel quartiere ebreo c'è la sinagoga, centro vitale della comunità e quasi nascosto. A Fianco alla sinagoga, si trova la nota via dei fiori, da cui si vede la torre della moschea, che è molto turistica per l'enorme quantità di geranei che la caratterizza,
3 attività
Monumenti Storici di Cordova
Corte degli Aranci di Cordoba
(44)
Un angolo di pace nel cuore di Cordoba. È curioso che uno dei posti più rilassanti di Cordoba si trovi nel centro delle attività turistiche della città. È conosciuto come "corte degli Aranci" e altro non è che il cortile d'accesso all'antica moschea. Presenta, infatti, la stessa disposizione e uso dei patii d'accesso a molte moschee islamiche attuali. Si entra e si lasciano fuori non solo le scarpe, ma anche i problemi e lo stress della giornata; le fontane, le bellissime viste della torre della Cattedrale, il profumo degli aranci fanno si che il tempo si fermi e che si possa trovare un po' di tranquillità.
Giardini di Cordova
(34)
Piazze di Cordova
Plaza de la Corredera
(45)
Sembra quasi di stare in Plaza Mayor a Madrid.... Solo che i bar, las tascas, e i piccoli ristoranti sono un po' più alla mano! L'ho trovata poco turistica e per questo vale la pena fermarsi anche solo il tempo di un caffe
Città di Cordova
Strade di Cordoba
(7)
La mia esperienza a Cordoba è stata molto piacevole perché dal momento in cui si mette un piede sulla terra ho notato qualcosa di speciale. Cordoba mi piace, ma quello che più ho apprezzato è stato lo stupendo palazzo in rovina di Medina Azahara. La fiera è una festa di colori che ti mettono di buon umore, come pure sono incantevoli la moschea e il ghetto ebraico.
Templi di Cordova
Sinagoga di Cordova
Insieme a Santa María la Blanca e al Tránsito de Nuestra Señora (entrambe a Toledo), la Sinagoga di Córdoba è una delle più significative di tutta la Spagna. In confronto alle altre è di dimensioni piuttosto ridotte, il che può significare che le autorità cristiane che comandavano in quell'epoca imposero delle restrizioni alla sua costruzione. Di stile "mudejar", la Sinagoga non ha accesso diretto alla strada. Vi si arriva attraverso un piccolo cortile con le pareti imbiancate a calce, molto bello. Qui si trovava una piccola vasca per le abluzioni delle mani e dei piedi, tipica della religione musulmana. All'interno della sinagoga, da questo lato, ci sono delle scale che portano al matroneo, dove le donne si riunivano per assistere alla funzione. Secondo l'iscrizione che ci è giunta, l'edificio fu costruito da Ishap Moheb nel 1315 (anno 5075 del calendario ebraico). Dopo l'espulsione degli ebrei spagnoli nel 1492, la sinagoga fu trasformata in un ospedale destinato a curare la rabbia. Più tardi ancora, nel 1588, sarebbe diventata una cappella dedicata ai Santi Crispino e Crispiano, protettori della corporazione dei calzolai. Una croce sulla parete occidentale della Sinagoga ci da oggi la conferma dell'utilizzo cristiano di questa costruzione ebraica. Nel XIX secolo passa a essere una scuola materna, e il suo valore artistico viene scoperto nel 1885, anno in cui è dichiarata Monumento Nazionale. Un monumento che merita essere visitato se si va a Córdoba.
Di interesse culturale di Cordova
(25)
Vie di Cordova
Viuzza de las Flores a Cordoba
(30)
Uno dei panorami più belli di Cordoba lo produce questo angolo, proprio a fianco della Cattedrale. La via, strettissima, è piena di vasi di fiori e termina in una piccola piazza con vista alla torre della Cattedrale. È una via molto affollata e che presenta personaggi coloriti, come l'Affilatore di coltelli.
Stabilimento Balneare di Cordova
Bagni arabi del Alcazar de Córdoba
(17)
Questi bagni, rinvenuti nel 1903 e restaurati solo tra il 1961 e il 1964, si trovano nella piazza antistante l'Alcazar, anche se presumibilmente appartenevano a un Alcazar della dinastia omeya ormai andato distrutto. Risalenti al X secolo, erano all'epoca sicuramente tra le installazioni pubbliche piú importanti della cittá, essendo le abluzioni e la cura del corpo una parte essenziale della cultura araba del tempo. I bagni, divisi nelle diverse sale di acqua fredda, acqua tiepida e calda, erano un luogo di riunione politica e sociale. Numerosi eventi di importanza storica hanno avuto come cornice questi luoghi, tra cui anche eventi drammatici come l'assassinio di due califfi del regno Taifa nel 1018 e nel 1024.
1 attività
Piazze di Cordova
Plaza del Potro
(27)
Vedo per la prima volta questa piazza in giorno di pioggia e mi sembra un posto davvero romantico.... La piazza si stringe e si chiude verso il fiume, ma prima ci sono vari bar e ristoranti tra cui anche il Museo della Tapa y Vino
Musei di Cordova
(13)
Palazzi di Cordova
Palazzo dei marchesi di Viana
(20)
E' un palazzo signorile perfettamente conservato, costituito da dodici patii che hanno lo scopo di rinfrescare la casa e di pemettere a coloro che passano di riposarsi..se devo fermarmi a chiaccherare con qualcuno, rimango nel Patio del Los Naranjos (Patio degli Aranci), in cui si sente un fantastico aroma d'arancia nell'aria...Il palazzo si trova nella parte nord del quartiere storico della città e l'entrata costa 4 euro a persona.
1 attività
Rovine di Cordova
Resti romani a Cordoba
(18)
L'attuale città di Cordoba è un chiaro esempio di sovrapposizione, nel senso che sotto la città odierna sono sepolti i resti di altre città: medievale cristiana, musulmana e romana. Ci sono pochi esempi di tali vestigi che sono conservati nei loro luoghi d'origine. Interessi politici e economici hanno remato contro la creazione di un parco archeologico dedicato alle rovine. Dall'altra parte, Cordoba è disseminata di resti romani in ogni angolo, anche dentro la moschea. Un altro esempio delle difficoltà amministrative risiede nella conservazione del Palatium di Cercadilla, scoperto per la necessità di costruire una nuova stazione dei treni. Il dilemma tra la soddisfazione delle necessità congiunturali della società e la conservazione del patrimonio storico è aperta. I resti romani offrono colonne e mosaici come quelli dell'Alcazar, nel quale il ciclope Polifemo dichiara il proprio amore alla ninfa Galatea.