MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Budapest

884 Collaboratori

305 cose da fare a Budapest

Di interesse culturale di Budapest
Distretto del castello
(1)
Passeggiare per la strada Tamok Utca nel vecchio quartiere del castello a Budapest, soprattutto sul far della sera, è un'esperienza fantastica e irripetibile. Percorrendole si possono vedere tra le altre cose: la pensione più antica della città, case in stile neobarocco, una farmacia di origine medievale, per giungere alla fine della a Szentháromsag Ter, piazza in cui si trova la Chiesa di San Matteo e il famoso Bastione dei Pescatori. Il luogo prende il suo nome dal gruppo di pescatori del Danubio che hanno il compito di difenderlo. Costruito tra il 1895 e il 1902 su disegno di Frigyes Schulek, si tratta di una terrazza sul Danubio di stile neogotico e neoromanico con sette torri. L'originalità della costruzione e le magnifiche vedute di Pest ne fanno un posto incomparabile. Nella stessa piazza si trova la statua di re Stefano I costruita da Alajos Strobl ed eretta nel 1906. Si tratta di una visita obbligata per chi viene a Budapest, pur essendo abbastanza turistica.
Di interesse culturale di Budapest
Parco della Memoria
(4)
Si tratta di un parco progettato dall'architetto Akos Eleöd ed inaugurato ufficialmente il 29/06/1993 in occasione del secondo anniversario del ritiro dell'esercito russo dal territorio ungherese. E' caratterizzato dalla presenza di 42 opere, alcune delle quali sono gigantesche. All'interno si possono vedere una copia degli stivali di Stalin, ritrovati in un monumento distrutto durante la rivoluzione e le statue di Lenin, Marx, Engels, ecc..Ciò che mi ha colpito è il monumento in ricordo alle Brigate Internazionali che parteciparono alla Guerra Civile Spagnola. Consiglio di andare a visitare il parco in auto perché in autobus il servizio è molto più lento.
1 attività
Palazzi di Budapest
Palazzo Reale
(21)
Uscendo dalla funicolare ci si trova proprio davanti alla piazza su cui si affacciano il palazzo neoclassico del conte Sandor e l'ingresso del Palazzo Reale. Il primo sguardo che si dà al Palazzo Reale è catturato dal grande cancello d'ingresso, decorato a motivi floreali, risalente all'inizio del '900, opera del fabbro ferraio Gyula Jungfer. Il Palazzo Reale è un grande edificio, circondato da ampi giardini, che domina la collina di Buda. Edificato grazie a Re Sigismundo e rimaneggiato dopo i bombardamenti del 1945, ospita oggi diverse esposizioni e la Galleria Nazionale, la più grande collezione d'arte del Paese. L'impressione personale che ho avuto di questo Palazzo è stata assolutamente positiva per quanto riguarda l'esterno: i giardini sono molto belli, nonostante le statue che lo arricchiscono siano poco curate, a causa della mancanza di fondi per la loro pulizia e manutenzione; tuttavia sono rimasta delusa dalle sale del Palazzo. Forse avevo fatto correre troppo la fantasia, ripensando al Palazzo della Principessa Sissi a Vienna, mentre a Budapest non è possibile visitare le stanze del Palazzo, che non sono neppure arredate e sono soltanto frutto di una ricostruzione avvenuta dopo la guerra.
16 attività
Di interesse turistico di Budapest
Funicolare di Budapest
(24)
La funicolare di Budapest collega il Ponte delle Catene al Palazzo Reale, situato nella parte più alta della città. Il percorso è veramente molto breve, si tratta di un tragitto di soli 95 metri, che si effettua in cabine in legno che hanno una buona capienza, e ciò evita il crearsi di lunghe file. E' sicuramente la via più comoda e caratteristica per raggiungere il quartiere del Palazzo Reale.
Stabilimento Balneare di Budapest
Bagno termale Gellèrt
(8)
Questo fantastico scenario monumentale, in grado di dilettare tutti i nostri sensi, è situato vicino alla Plaza St. Gellért. In passato si pensava che le sue acque fossero in grado di guarire dalle malattie, e forse avevano ragione! Si tratta di un posto davvero interessante, il migliore di Budapest.
2 attività
Di interesse culturale di Budapest
Pest
(10)
Pest è la città dove vive la maggior parte della popolazione di Budapest e si nota. Le sue strade sono piene di gente, di macchine e di tram; negozi, bar, rovine e ristoranti. Stiamo parlando di una città moderna che ha saputo ricostruirsi dopo aver sofferto moltissimo nel periodo delle due guerre tanto che ancora oggi vi si possono incontrare molti edifici distrutti. La sua grande capacità è stata quella di sapersi trasformare in una città moderna e cosmopolita
Castelli di Budapest
Labirinto del Castello di Buda
(13)
Nel sottosuolo di Budapest esistono più di duecento grotte delle quali oggi se ne possono visitare solo quattro. All'uscita del quartiere del Castello, nella sua parte posteriore, scorgemmo per casualità l'entrata a questa del Palazzo Reale che ha più di dieci chilometri di gallerie che formano un labirinto e delle quali si possono visitare solo 4 chilometri. Questo labirinto di grotte con le sue acque termali, veniva usato dalle popolazioni primitive come rifugio e territorio di caccia. Durante l'invasione turca servirono per unire le cantine delle case del quartiere e furo adibite come base di obiettivi militari. All'entrate delle grotte ti danno delle lucerne accese che si aggiungono alle luci poste al suolo e che indicano il cammino.
Stazioni Ferroviarie di Budapest
Metropolitana di Budapest
La miglior maniera di muoversi a Budapest è attraverso i mezzi pubblici. Si può comprare un pacchetto di 10 biglietti a 8,25 € (2007), utilizzabili per autobus, tram, trolebus e metropolitana. La prima stazione della metro di Budapest fu Vörösmarty, aperta nel 1896, che fa parte della linea 1 delle 3 disponibili. Si tratta della prima linea sotterranea d'Europa. Tutte le stazioni sono state ristrutturate per recuperare il loro aspetto storico in occasione del centenario dell'inaugurazione.
Belvedere di Budapest
Collina di Gellert
Un'elevazione rocciosa di 235 metri incoronata da una fortezza e dal monumento della libertà, eretto nel 1947 per commemorare la liberazione di Budapest dalle truppe sovietiche, simbolo ufficiale della città. Attira maggiormente per la splendida vista che offre della città, dalla sua cima.Prende questo nome in onore a San Gellert, vescovo missionario che arrivò in Ungheria invitato dal re Stefano I attorno al 1000, con l'idea di aiutare gli ungari a convertirsi al cristianesimo. La leggenda racconta che alcuni capi pagani che non volevano questa conversione catturarono San Gellert e lo fecero rotolare dalla collina incatenandolo dentro un barile. La collina offre insuperabili viste del Palazzo Reale e del Danubio, con tutti i suoi ponti e, nel lato di Pest, risalta la cupola dell'edificio del Parlamento Ungaro. Per me la collina di Gellert è un belvedere privilegiato a Budapest, e se non è il migliore, è senza dubbio uno degli imprescindibili e assolutamente non si può non visitarlo.
Vie di Budapest
Andrássy Utca
(5)
Budapest è spesso definita "la Parigi dell'est" e gli Champs-Elysées ungheresi sono rappresentati da viale Andrassy, che collega il centro della città (la zona della basilica di Santo Stefano) a Piazza degli Eroi. La zona più prossima al centro è ricca di negozi, a mio parere i più belli della città, mentre l'ultima parte del viale è ricca di ville degne di nota, architetture pregiate, molte delle quali ospitano ambasciate di diversi paesi.
Giardini di Budapest
Parco Városliget
(6)
Questo parco forma uno spazio aperto di quasi 1 km2 e ospitò la maggior parte degli atti di celebrazione del Millenario di Ungheria del 1896. Oltre ad essere un posto per riposare e fare sport, il parco Városliget è un luogo dove ci sono cose interessanti da vedere e fare. Se si viaggia con bambini, può essere molto divertente dato che offre uno zoo, un circo e delle giostre. Noi ci siamo concentrati soprattutto su due luoghi d'interesse: il Castello Vajdahunyad e, visto che era il nostro ultimo giorno a Budapest, ci siamo rilassati nei magnifici Bagni Széchenyi. Il Castello Vajdahunyad è stato concepito in occasione delle celebrazioni del Millenario, quindi è stato prima costruito in legno e poi ricostruito in pietra e s'ispira in una fortezza transilvana. All'interno del castello c'è una piccola chiesa che si chiama Cappella di Ják e vicino una stata di un anonimo cronista sconosciuto della corte del Re Béla III, che dicono che tutti gli scrittori e aspiranti toccano con la penna per ispirarsi. Dopo la visita al castello e ai dintorni, abbiamo raggiunto i Bagni Széchenyi dove abbiamo trascorso un divertente e rilassante pomeriggio tra le sue numerose saune e piscine termali interne ed esterne. La cosa migliore: il bagno nelle enormi piscine esterne di notte con l'acqua tra i 36° e i 38° quando la temperatura esterna era tra 0° e -2°. Un'esperienza meravigliosa, ve la consiglio. Per arrivare al parco, ci sono due stazioni di metro della linea 1: Hosök tere y Széchenyi fürdo.
2 attività
Statue di Budapest
Statua della Libertà
(10)
È l'unica delle sculture monumentali in stile comunista a essere rimasta a Budapest. Dopo la caduta del regime, tutte le sculture sono stati rimosse e successivamente esposte al Memento Park, nella periferia della città; tutte tranne questa, che rappresenta la libertà del popolo. Si trova sulla cima di una collina di Buda. Dalla collina potrete ammirare l'intera città, con il Danubio che separa le due parti della capitale dell'Ungheria.
Pub di Budapest
(1)
Di interesse culturale di Budapest
Mercatini di Natale
(5)
Dopo averne visitati altri, stavolta è toccato a quelli di Budapest, che si sondano tra le vicine piazze di Vorosmarty ed Erzsebet. Il più grande si trova nella prima, ed è formato da alcune file esterne di banchi di oggettistica e dolciumi che circondano un corpo centrale composto da altri stand, tutti uniti, in cui si può mangiare di tutto. Mi hanno colpito subito una casetta fatta di glassa e biscotti e un centrotavola dell'Avvento, ovviamente presi entrambi. Molto bella anche la fila di banchi sulle due strade che collegano le due piazze. Se il mercato delle piazze è caratterizzato da luci dorate e colori caldi, in quello lungo le strade prevalgono il bianco, l'argento e forse un pizzico di raffinatezza in più. Bello anche un caratteristico albero fatto con pezzi di legna, purtroppo ancora in fase di costruzione.
Aeroporti di Budapest
Aeroporto Ferihegy di Budapest
(15)
Non mancano bar, caffè e ristoranti. Tutto molto luminoso grazie alle grandi vetrate da dove si possono vedere direttamente le piste. Wi-fi e prese corrente nei posti di attesa al piano superiore.
Musei di Budapest
Museo nazionale ungherese (Magyar Nemzeti Muzeum)
(7)
Interessante
Stazioni Ferroviarie di Budapest
Stazione Ovest di Budapest
(1)
Questo magnifico edificio è oggi conosciuto come Stazione Ovest. Budapest è l'unione tra due grandi città Buda e Pest, che presentavano infrastruttura propria ed erano divise dal Danubio. Ci sono, pertanto, diverse stazioni centrali e questa è una di quelle. Conserva ancora la struttura antica, la fermata del tram e si trova nella stessa via di sempre, oggi circondata da edifici moderni. Una zona chiassosa con un sapore autenticamente ungherese, nel centro della città.
Pub di Budapest
A38
Budapest è una città molto animata e questo mi ha lasciato molto sorpreso. Non c'è un angolo che non abbia un bar o un pub. E non c'è nessun locale vuoto. Uno dei siti che più mi ha sorpreso è stato A38, una nave ormeggiata sulle rive del Danubio (a Budapest), che è stata trasformata in una specie di pub in cui si organizzano anche concerti dal vivo. È spettacolare. Si tratta di una vecchia nave ucraina che è stato acquistata per essere convertita in un locale. Meraviglioso.