MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Ciudad Bolivar?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Ciudad Bolivar

53 Collaboratori

19 cose da fare a Ciudad Bolivar

Belvedere di Ciudad Bolivar
Tepui Roraima
(8)
Raggiungere la cima del Roraima è un'avventura, un viaggio attraverso la giungla, un arrampicata sulla roccia, chilometri di percorsi incredibili per raggiungere la cima di uno dei luoghi più insoliti del pianeta. E 'come essere in un altro mondo, circondati da antiche rocce di infinite forme. Essere lì dà l'impressione che il tempo si sia fermato in un'epoca preistorica e in qualsiasi momento, possa passare un dinosauro. Roraima è così enigmatico e sorprendente, è come essere su un altro pianeta.
Di interesse culturale di Ciudad Bolivar
Centro Storico di Ciudad Bolívar
(5)
La Ciudad Bolivar è, a mio parere, la più bella città del Venezuela. E' un piacere per gli occhi percorrere le vie del suo centro storico in quanto è pieno di casette dalle tonalità pastello. Le sue strade sono abbastanza ripide. E' una città molto calda, sia di giorno che di notte, quindi si raccomanda di fare un pisolino dopo pranzo su un'amaca appesa in un portico arioso. La cosa migliore - il tramonto sul fiume Orinoco dal belvedere Angostura. Purtroppo, dopo il tramonto, le strade del centro sono deserte per la paura della diffusa delinaquenza.
Fiumi di Ciudad Bolivar
Fiume Orinoco
(7)
L'imponente e famoso fiume Orinoco si apre dinnanzi a noi. Si tratta di uno dei più importanti canali di tutto il mondo, nonché uno di quelli con uno dei più bei panorami. E' lungo più di 2.100 chilometri, due terzi dei quali si trovano in Venezuela, mentre la parte restante scorre in Colombia. Nasce nello stato di Amazonas e il suo corso procede tortuoso fino all'Atlantico. In corrispondenza del delta del fiume ci sono splendidi paesaggi. Il fiume si dipana in centinaia di ruscelli che formano una specie di grande laguna. Ci troviamo a nord est di Ciudad Bolivar. Nel momento in cui sfocia nell'Atlantico, l'acqua assume due colori distinti: quella dell'oceano è blu, mentre quella del fiume è marroncina. A poco a poco i due colori si mescolano formando uno degli angoli più suggestivi del fiume: la cosiddetta "bocca del drago". Si chiama così perché il delta di questo fiume sembra la bocca di un drago che sta sputando fuoco (le fiamme sarebbero le acque marroni del fiume). Se vi capita di vedere questo posto verso mezzogiorno rimarrete stupiti dalle sue luci e dai suoi colori. Un altro importante punto del fiume è il "salto del Angel", la cascata più grande del mondo (se non è la prima, allora è la seconda). Si trova nel parco naturale di Canaima, nello stato Bolivar. Misura circa 1000 metri di altezza. Se ne avete la possibilità, visitatela! Mi dispiace non poter allegare foto, ma avevo dimenticato la macchina fotografica sulla barca. La città più importante lungo il corso del fiume è Ciudad Bolivar, in Venezuela. Il fiume passa anche per altre città meno importanti, ma i punti più suggestivi sono quelli in cui scorre attraverso dei piccoli villaggi. Piccole case costruite in legno, bambini che giocano sulle sponde senza oggetti tecnologici, canoe che navigano sul fiume e che vengono utilizzate per spostarsi o per pescare. Questi villaggi sembrano perduti e dimenticati dal tempo. La gente vive con poche cose, non disturba nessuno e non vuole essere disturbata. Di solito nelle varie città vengono organizzati dei piccoli tour lungo il fiume che costano poco. Non dovreste lasciarvelo scappare se visitate il Venezuela. E' una visita obbligatoria.
Piazze di Ciudad Bolivar
Piazza Bolivar in Venezuela
(3)
E' una piazza molto carina con un bel giardino, al centro della quale si trova la statua di Simón Bolívar che vuole rappresentare i 5 paesi che liberò, ovvero Bolivia, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela. La piazza è circondata da case basse di colori pastello e tra queste si trovano un'interessante libreria, la Casa de los Gobernadores de la Colonia e la Casa del Congreso de Angostura. Potrete inoltre visitare la Catedral de Nuestra Señora de las Nieves, in cui venne ucciso Manuel Piar. Di fronte vi è il Museo Piar chiuso il lunedì.
Fiumi di Ciudad Bolivar
Ristorante Mirador Angostura
(4)
Questo posto è ideale per passare il giorno osservando la zona del fiume Orinoco, soprattutto al tramonto. In lontananza è il più lungo di soli tre ponti sul fiume lì. Quando la visibilità è buona, si può vedere da questo punto di vista uno dei tramonti più spettacolari.
Riserve Naturali di Ciudad Bolivar
San jose de bolivar
San Josè de Bolivar è un villaggio immerso tra brughiere, montagne, fiumi, lagune e una ricca vegetazione. Passeggiare per le sue strade è un'esperienza davvero piacevole. Le facciate degli edifici, le strade lastricate, la Chiesa e la piazza Bolivar... sono tutte cose che davvero vale la pena vedere. Allo stesso tempo, se volete allontanarvi dal centro abitato, potrete ammirare personalmente le ricchezze naturali e i meravigliosi paesaggi montani dell'area. Questa zona ha degli importanti caseifici e vanta una cascata spettacolare, quella de Los Paujiles, che è alta più di 60 metri. L'acqua non è fredda, ma - se non ve la sentite di farvi il bagno - potete semplicemente guardare le cascate in tutta la loro bellezza. I più avventurosi possono accamparsi nei dintorni e rimanere lì fino a quando ne hanno voglia. C'è un'altra cosa che vale la pena vedere, ma che è ancora più rischiosa e gratificante da raggiungere: El Pàramo La Cimarronera, che si trova nel Parco Nazionale Juan Pablo Peñaloza, e che è un'area con oltre un centinaio di lagune periglaciali. Coloro che desiderano raggiungerlo possono contattare l'Ufficio Turistico del Comune, che si trova accanto al Municipio. All'ufficio si organizzano escursioni di gruppo in base alla disponibilità degli interessati. San José de Bolivar è senza dubbio una località che consiglio a tutti coloro che desiderano rilassarsi e godersi il paesaggio naturale. In città troverete varie strutture in cui pernottare. Purtroppo non ci sono tantissime stanze disponibili, quindi - se siete interessati - prenotate in anticipo, e soprattutto in alta stagione.
Città di Ciudad Bolivar
Museo di Arte Moderna Jesus Soto
(3)
Nel mese di agosto 1973 è stato inaugurato a Ciudad Bolivar il Museo di Arte Contemporanea Jesùs Soto, all'interno di un edificio disegnato da Carlos Raul Villanueva. L'edificio ospita le opere del Maestro Soto, uno dei rappresentati più importanti al mondo dell'arte cinetica. "Nel museo sono esposte opere che Soto realizzò tra gli anni 50 e 60 durante il suo soggiorno in Europa. Vedrete inoltre opere che appartengono a varie tendenze artistiche: strutturalismo, neoplasticismo, arte ottica, cinetica, monocromatica, geometrica e concreta. Due delle sale del museo ospitano esclusivamente opere di Jesus Soto, mentre in un'altra si realizzano laboratori e attività varie". Il museo dipende direttamente dall'Amministrazione di Bolivar e dal Ministero del Potere Popolare per la Cultura. Il presidente della fondazione fu lo stesso Jesùs Soto tra il 1973 fino al momento della sua morte, avvenuta nel 2005. Da allora questo incarico è ricoperto dal figlio Cristobal.
Villaggi di Ciudad Bolivar
San Francisco de Yuruani
(1)
Nella città di San Francisco de Yuruani troverete varie opioni per mangiare e soggiornare se volete visitare la Gran Sabana. Per raggiungerla potete servirvi della segnaletica e del GPS. A San Francisco de Yuruani abitano vari indigeni, per cui ne potete approfittare per conoscere la loro cultura e le loro tradizioni. Nelle vicinanze ci sono anche alcune stazioni termali; dal villaggio partono anche alcune escursioni dirette alle varie zone del parco.
Città di Ciudad Bolivar
La Casa de San Isidro di Ciudad Bolivar
(4)
La Casa de San Isidro si data al XVIII secolo. Fu qui che Simon Bolivar scrisse il suo straordinario discorso pronunciato in occasione del congresso di Angostura e che incitava i legislatori a prendere in mano il destino del paese per il bene della Repubblica. Questo edificio è stato convertito in sede del Governo della Gran Colombia tra il 1818 e il 1820 ed è stato dichiarato Patrimonio Nazionale nell'anno 1963. All'interno dell'edificio sono esposti reperti e opere d'arte risalenti al XIX secolo e cruciali per la storia del Sud America. Si tratta di un edificio di epoca coloniale unico nel suo genere a Ciudad Bolivar. Si trova sul viale Tachira, all'incrocio con il viale 5 de Julio. Funziona come museo sin dal 1962.
Giardini di Ciudad Bolivar
Giardino Botanico del Orinoco
(4)
Creato il 21 Maggio del 1995 in terre che una volta facevano parte del Fundo de San Isidro, residenza di Simon Bolivar negli anni del Congresso di Angostura, il giardino botanico dell'Orinoco si è convertito oggi in un importante centro per lo studio, la classificazione e la conservazione della biodiversità della flora dello stato di Bolivar. Con un'estensione di 60 ettari e alberi lussureggianti, questo giardino viene invaso ogni fine settimana da centinaia di famiglie provenienti dall'intera Ciudad Bolivar. All'interno del giardino vi è l'Erbario Regionale di Guayana, in cui si conservano, catalogano e riproducono varie piante provenienti dai punti più reconditi dello stato di Bolivar, così come anche dal Delta Amacuro e dall'Amazzonia, tra queste vi sono gli ulivi, Inga spuria, querce, fichi d'india e molte altre ancora. Ci sono oltre 4000 specie di alberi, piante e arbusti con dimensioni che vanno da pochi millimetri a più di 20 metri. Nei cataloghi sono inventariati migliaia di campioni e disegni di foglie, fiori e steli di tutte le specie individuati nella regione da esploratori, scienziati, botanici e persino turisti che hanno a volte trovato alcune nuove specie nei loro viaggi attraverso questa zona del paese. Ci sono anche alberi provenienti dall'Africa e dall'Asia che sono stati donati al centro, tra i quali a esempio i i baobab (Adansonia digitata), dal tronco molto spesso e con dei rami corti. Quest'albero è stato descritto nel famoso libro "Il Piccolo Principe", dello scrittore Antoine de Saint-Exupéry. Numerose specie di uccelli utilizzano queste aree come ìluoghi per deporre le uova, nutrirsi e riprodursi indisturbati dall'uomo. Tra gli uccelli che sono di solito visitano questo giardino ricordiamo i tordi, le gazze, gli aironi blu, le ghiandaie d'acqua e gli scriccioli. Molti di questi uccelli sono propri dell'ecosistema fluviale dell'Orinoco, mentre altri sono uccelli migratori provenienti dal Brasile.
Di interesse culturale di Ciudad Bolivar
Penetrable de Jesús Soto
Sarebbe un crimine non "entrare" dentro una delle sculture interattive realizzate da Soto: sarebbe un po' come uccidere il bambino che c'è dentro di noi. Nessuno può resistere alla tentazione di entrare all'interno di queste sculture interattive composte da tubi sottili pendenti. In Venezuela ci sono solamente poche sculture di Soto. Jesùs Soto era venezuelano, ma le sue installazioni si trovano quasi tutte a Los Angeles, Miami, Houston, e non nel paese che gli ha dato i natali. Una delle sculture di Soto si conserva al Museo d'Arte Moderna Jesus Soto di Ciudad Bolivar. E' esposta nel giardino del museo ed è in buone condizioni.
Musei di Ciudad Bolivar
Casa del Congreso de Angostura
Proprio di fronte alla Piazza Bolivar, a Ciudad Bolivar, si trova questa struttura storica del paese. La struttura fu costruita nel 1777 come sede del Collegio e nel 1819 divenne la sede del Congresso di Angostura, congresso in cui Simon Bolivar pronunciò il Discorso di Angostura. Per un po' di tempo fu anche la sede del Correo del Orinoco, un giornale che fu stampato durante la Guerra d'Indipendenza del Venezuela. Attualmente in questo edificio ospita opere di artisti regionali e nazionali; funziona anche come Archivio storico di Guayana. Foto: Raymar Velsquez (@raymarven)
Spettacoli di Ciudad Bolivar
Orinoco Sabor y Aventura
Si tratta di una nuova opportunità riservata a tutti coloro che visitano Ciudad Bolivar. E' stato creato da un gruppo di chef che ha deciso di deliziare cinquanta clienti con uno spettacolo gastronomico sul fiume Orinoco. L'escursione in barca comincia nel porto di O.C.T.M.S. e da lì prosegue lungo il fiume: durante l'escursione i passeggeri potranno degustare un menù di 5 piatti + un dessert elaborato da due cuochi locali con ingredienti della zona. Oltre alla cena, potrete assistere a eventi musicali, teatrali e di danza e contemplare il paesaggio. L'escursione può esser fatta di giorno o di notte. L'intenzione è quella di fare in modo che i turisti possano conoscere un altro lato dell'Orinoco, vivere e sentirlo proprio. Foto: Raymar Velsquez (@raymarven)
Di interesse culturale di Ciudad Bolivar
(2)
Di interesse turistico di Ciudad Bolivar
(1)
Cattedrali di Ciudad Bolivar
(1)
Spiagge di Ciudad Bolivar
Negozi di Ciudad Bolivar

Cose da visitare e da fare a Ciudad Bolivar

State cercando cosa vedere a Ciudad Bolivar? Allora siete nel posto giusto. Questa città venezuelana è la capitale dello Stato di Bolivar, sud est del Venezuela. La città prende il nome dalla sua posizione nella Guayana venezuelana, in particolare a sud del fiume Orinoco. Ogni gita potrebbe partire dalla piazza principale, Plaza Bolivar. Nel mezzo troverete una statua di Simon Bolivar che rappresenta i cinque paesi liberati: Bolivia, Colombia, Ecuador, Perù e Venezuela. Intorno possiamo trovare diversi negozi, bar e ristoranti. Continuando il giro del centro storico della città, noterete subito che tutte le strade sono ripide, con case e ville di diversi colori. Fare due passi nel centro della città e mangiare in uno dei tanti ristoranti, è una delle prime cose da fare a Ciudad Bolivar oggi.

Il belvedere di Angostura vi permetterà di osservare gran parte del percorso del grande fiume Orinoco, che passa attraverso la città. Appena fuori dal centro della città troverete San José de Bolivar, un luogo di pianure e montagne che vi incanterà. Nei dintorni troverete molti chilometri di sentieri che vi porteranno in diverse aree boschive.

Infine tra le cose da fare a Ciudad Bolivar, non potete mancare di visitare il Museo Jesús Soto, così come San Francisco de Yuruani. Il giardino botanico del fiume Orinoco è un altro dei luoghi da non perdere.