Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Le Rovine di Pompei?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Le Rovine di Pompei

info
salva
Salvato

60 opinioni su Le Rovine di Pompei

2
Guarda le foto di ilopdie
2 foto

Le storie sulla distruzione di pompei...

Le storie sulla distruzione di Pompei dovuta all’eruzione del vulcano Vesuvio è davvero appassionante, ma, al giorno d’oggi grazie alla moderna tecnologia, si è potuto esattamente conoscere como accaddero gli eventi registrati nel 71 d.C. e molti dettagli su come vivessero i suoi 20.000 abitanti. Questa città fu fondata vari secoli prima dell’era cristiana dagli Oschi, però la sua epoca migliore fu durante le ultime decadi dell’epoca romana. Situata in un punto centrale e molto vicina alla foce del Sarno, era circondata da vaie fattorie e dalle case estive dei cittadini di Roma e Napoli. Quando venne distrutta, in città c’erano un mercato, una taverna, piccoli ristoranti, case per appuntamenti e anche un anfiteatro. Questo sito storico venne dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1997 e tutto quello che racchiude viene conservato per definire usi e costumi dell’epoca. Un lavoro archeologico recente ha dimostrato che la zona di Pompei veniva regolarmente colpita da terremoto e molti edifici venivano rinforzati per evitare danni: in molti edifici si sono trovate delle targhe commemorative in onore di chi aveva pagato i lavori di restauro. Un altro dato importante è che le rovine rimasero nascoste per circa 1.500 anni e, anche una volta scoperte, sono dovuti passare altri 150 anni prima che il re di Napoli Carlo VII commissionasse le prime spedizioni in campo nel 1759. Da allora fino a pochi anni fa, questo sito non venne conservato né protetto accuratamente e, allo stesso tempo, non vi erano stati destinati fondi per la ricerca e il mantenimento. Finora si sono recuperati 2.000 corpi che vengono studiati con una tecnica che permette di vedere le espressioni dei volti, riempiendo gli spazi vuoti. Visitare queste rovine è davvero un’esperienza incredibile e una meta obbligata per tutti gli amanti di storia, cultura e archeologia.
ilopdie
8
Guarda le foto di MELITHA BLASCO
8 foto

Etruschi e greci ricoprirono un ruolo...

Etruschi e Greci ricoprirono un ruolo importantissimo nella fondazione di Pompei, ai piedi del Vesuvio. Da subito la città mostrò un aspetto ellenico e lo stile decorativo di Pompei marcò il passo. Si costruirono grandi case e, grazie all'acquedotto, derivato dall'acquedotto di Serino, arrivò l'acqua. Di conseguenza si installarono molte fontane, non solo nelle case ma anche nelle strade pubbliche. Le fontane delle case private erano sontuose, decorate da mosaici colorati, mentre quelle delle strade, in pietra, erano più modeste ma significavano un gran passo avanti per l'epoca, poiché fornivano acqua anche ai cittadini più poveri. La decorazione di case e edifici pubblici era formata anche dalle statue, che grazie agli scavi archeologici oggi si possono ammirare.
MELITHA BLASCO
4
Guarda le foto di giusy29934
4 foto

Pompei

Lupa in latino significa prostituta, e le lupanare erano le case di piacere dove andavano le persone comuni. I signori le ricevevano nelle loro ville o si divertivano con le loro serve. Sui muri ci sono disegni erotici che erano di ispirazione, e lamentele da parte dei clienti che avevo contratto malattie veneree, per colpa delle ragazze. Esse non potevano indossare le vesti lunghe, che erano esclusivamente per le matriarche, le signore rispettabili di Pompei- teatro grande e teatro piccolo
giusy29934
1
Guarda le foto di Mariella Rosso
1 foto

Pompei, il piccolo cane disperato

Qui a pompei sono capitata per caso, ero in una gita organizzata quel giorno si doveva andare in barca e per mia fortuna il mare era mosso, ho proposto pompei a tutto il pullman e cosi è stato fatto, abbiamo anche avuto la guida turistica a disposizione tutto il giorno. e vi consiglio vivamente di prenderla vi racconterà tutto e protrete farle tante domande curiose saprà rispondervi! la foto parla di un piccolo cane che è stato trovato in questa posizione perchè stava cercando di ripararsi dalle ceneri e mori cosi tutto rannicchiato dal dolore. la storia mi è rimasta inpressa e scattai una foto
Mariella Rosso
Leggi altre 10
Pubblica
1
Guarda le foto di anna leva
1 foto

Sicuramente saprete quanto è importan...

Sicuramente saprete quanto è importante conoscere il resti di Pompei e quindi vi offro la mia esperienza come guida turistica qui. Vi posso dimostrare quanto fosse ben organizzata la vita quotidiana 2000 anni fa e lasciare un po ' di curiosita' su ciò che andremo a visitare.
anna leva

Stupende!

Si cammina per una città romana!
Valentino Ferrari
21
Guarda le foto di Txaro Franco
21 foto

Famiglia pompei: una lezione della storia

A mio parere, ma nella mia esperienza, la maggior parte delle posizioni può essere opportuno per la mia famiglia, però, se si viaggia con bambini troppo piccoli, è necessario fare alcune concessioni, come le visite alternati con altri momenti della spiaggia piscina, parco giochi, parchi tematici ... Abbiamo fatto il primo viaggio del genere quando le nostre figlie erano solo cinque anni, ma dal momento che molto tempo fa, quindi non ho fotografie su carta e solo le diapositive, lasciare quel viaggio per un'altra volta . Ora sto andando a concentrarsi su uno di quei posti che tutti conoscono. Chi non ha mai visto un documentario su Pompei, anche un film. Ma niente di tutto questo ha a che fare con l'esperienza di essere lì, camminando per le strade, scrutando nelle loro case e vedere ancora le porte carbonizzati, culla bruciate, negozi e taverne come erano quasi duemila anni fa ... i resti di persone e animali intrappolati dalla cenere vulcanica del Vesuvio durante il sonno ... La terribile eruzione del Vesuvio del 24 agosto del 79 la città preservata da erosione e saccheggi per quasi 2000 anni, quindi è facile ottenere un idea di ciò che la vita quotidiana nell'Impero Romano. Pompei è stato un grande nella grande città secolo piena di attività, così oggi mostra ancora un sacco di macchie tipiche di una grande città al momento: si può passeggiare attraverso il teatro, l'Odeon, la basilica, agora, palestra, immettere nobili o viaggiare strade delle vacanze case più modeste, con le loro "patter" alti, taverne o locali che vendono cibi preparati, alcuni dei quali sono ancora visibili cartelloni , i bagni ... un ottimo modo per i bambini ei giovani interessati alla storia. Siamo andati quando le nostre figlie erano 15 anni e io non ci dimentichiamo facilmente quel viaggio. Per accedere alle rovine di Pompei, ha soggiornato nella splendida località turistica di Salerno, presso l'ostello della gioventù, situato nel centro storico. Questa posizione ci ha dato altre interessanti escursioni nella zona che parlerò un'altra volta.

Pompeya en familia: una lección de historia

En mi opinión, pero también según mi experiencia, la mayoría de los destinos pueden ser apropiados para ir en familia, aunque, si se viaja con niños y niñas demasiado pequeños, se deban hacer algunas concesiones, como alternar visitas con otros momentos de playa, piscina, columpios, parques temáticos... Nosotros hicimos el primer viaje de estas características cuando nuestras hijas tenían tan sólo 5 años, pero como de eso hace mucho tiempo, tanto que sólo tengo fotografías en papel y diapositivas, dejo ese viaje para otra ocasión. Ahora me voy a centrar en uno de esos lugares que todo el mundo conoce. ¿quién no ha visto alguna vez un documental sobre Pompeya, incluso una película. Pero nada de eso tiene que ver con la experiencia de estar allí, recorrer sus calles, asomarse a sus casas y ver todavía las puertas carbonizadas, los catres quemados, las tiendas y tabernas tal como eran hace casi dos mil años... los restos de personas y animales atrapados por la ceniza volcánica del Vesubio mientras dormían... La terrible erupción del Vesubio el 24 de agosto del año 79 preservó la ciudad de la erosión y el saqueo durante casi dos mil años, de manera que es fácil hacerse una idea de cómo era la vida cotidiana en el imperio romano. Pompeya era una ciudad importante en el siglo I, grande, llena de actividad, por eso hoy en día todavía nos muestra infinidad de rincones propios de una gran ciudad de la época: se puede pasear por el teatro, el odeón, la basílica, el ágora, el gimnasio, entrar en casas nobles o recorres las calles de las casas más modestas, con sus "pasos de cebra" elevados, las tabernas o establecimientos de venta de comidas preparadas, en algunas de las cuales todavía se pueden ver los carteles publicitarios, las termas... una manera estupenda de lograr que los niños y jóvenes se interesen por la historia. Nosotros fuimos cuando nuestras hijas tenían 15 años y creo que no olvidarán fácilmente ese viaje. Para acceder a las ruinas de Pompeya nos alojamos en el bonito pueblo turístico de Salerno, en el albergue juvenil que se encuentra en el casco antiguo. Esta ubicación nos facilitó otras interesantes excursiones por la zona que comentaré en otra ocasión.
Txaro Franco
Traduci
Vedi l'originale
24
Guarda le foto di José María Pérez Muñoz
24 foto

Essi rivelano imponenti rovine

Insieme a Ercolano, Pompei fu sepolta sotto le ceneri dell'eruzione del Vesuvio del 79 dC; rimasto così fino al 1748 quando è stato riscoperto. Uno dei più grandi piloti del accertamenti successivi è stato re Carlo III di Spagna. In realtà la scoperta avvenuta 150 anni prima, nel 1550, dall'architetto Fontana Aragonese in cerca di un corso alternativo per il fiume Sarno. La città si ritiene sia stata fondata nel VII secolo aC ed è cresciuto in un centro per il passaggio delle merci che arrivano nel modo mediterraneo di Roma grazie al porto marittimo che è stato costruito nel golfo di Napoli. Gli scavi hanno portato alla luce numerosi edifici, alcuni quasi intatta, e murales; alcuni curiosi come si trova nella Casa del Fauno, un bordello in cui le immagini hanno mostrato le preferite utenti posture che hanno scelto di adottare le prostitute. Le persone che sono morte per le esalazioni di gas tossici prima della violenta eruzione poi seppellire tutto. Prova di ciò sono gli stampi di persone che hanno incontrato le posizioni in cui si trovavano in quel momento; anche una donna incinta. Lo scavo rivela il sistema di vita e la costruzione di quel tempo: le fonti dedicati a divinità servito come riferimento per trovare le case; un fallici stakeholder segno portato alla casa del piacere; le strade principali, e piastrellato, avevano intarsiato tavole di marmo bianco o conchiglie a brillare di notte al chiaro di luna o fiaccole. Gli edifici su Main Street sono stati effettuati con il criterio di un negozio o ristorante accanto a una casa; che possedevano cisterna, l'acqua incanalata attraverso tubi di piombo, caldaie, riscaldamento esecuzione. Avevano anche un anfiteatro per le arti dello spettacolo, combattono campo per gladiatori, templi, Grand Hotel 1000 m2; un forum ... Pompei è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità dall'UNESCO nel 1997 ed è uno dei luoghi preferiti in Italia il turismo.

Impresiona lo que revelan sus ruinas

Junto con la ciudad de Herculano, Pompeya fue enterrada bajo las cenizas de la erupción del Vesubio en el año 79 de nuestra era; así permaneció hasta 1.748 en que fue redescubierta. Uno de los mayores impulsores de los hallazgos posteriores fue el Rey Carlos III de España. En realidad el descubrimiento tuvo lugar 150 años antes, en 1.550, por el arquitecto aragonés Fontana que buscaba un curso alternativo para el río Sarno. La ciudad se cree que fue fundada en el siglo VII A.C. y llegó a convertirse en en centro de paso de las mercancías que llegaban por el Mediterráneo camino de Roma, gracias al puerto marítimo que se construyó en la bahía de Nápoles.
Las excavaciones han descubierto numerosos edificios, algunos casi intactos, y pinturas murales; algunas curiosas como las encontradas en la Casa del Fauno, un lupanar en el que las imágenes mostraban las posturas preferidas que elegían los usuarios para que adoptaran las prostitutas. Los habitantes fallecieron como consecuencia de las emanaciones de gases tóxicos previas a la violenta erupción que enterraría después absolutamente todo. Muestra de ello son los moldes de personas que se han encontrado con las posturas en que estaban en ese momento; incluso una mujer embarazada.
La excavación revela el sistema de vida y construcción de aquella época: las fuentes dedicadas a deidades servían de referencia para encontrar las casas; un signo fálico dirigía a los interesados a la casa de placer; las calles principales, además de embaldosadas, llevaban incrustaciones en las juntas de mármol blanco o de conchas marinas para que de noche brillaran a la luz de la luna o de las antorchas. Las construcciones en la calle principal se hacían con el criterio de una tienda o casa de comidas junto a una vivienda; éstas disponían de algibe, agua corriente canalizada por tuberías de plomo, hornos, calefacción. También disponían de anfiteatro para representaciones artísticas, campo de lucha para los gladiadores, Templos, un Gran Hotel de 1000 m2; un foro...
Pompeya fue declarada Patrimonio de la Humanidad en 1.997 por la UNESCO y es uno de los lugares de Italia preferidos por el turismo.
José María Pérez Muñoz
Traduci
Vedi l'originale
10
Guarda le foto di Viajantes
10 foto

È possibile scrivere tupompeia una vo...

È possibile scrivere tuPompeia una volta era una antica città dell'Impero Romano trovano a 22 km di Napoli moderna in Italia, all'interno della città attuale di Pompei. L'antica città fu distrutta nel corso di una grande eruzione del Vesuvio il 24 agosto dell'anno 79 dC Le vicine città di Ercolano e Stabia sono stati anche colpiti. L'eruzione del vulcano ha provocato un intenso bagno di cenere che seppellì completamente la città, che è rimasto nascosto per 1600 anni prima di essere riscoperta per caso da un agricoltore che, mentre lavorava nella regione, che si trova una cinta muraria. Nel corso dei due secoli successivi, la città è stata scavata dagli archeologi. Case, edifici pubblici, acquedotti (sistema di conduzione dell'acqua), teatri, centri benessere, negozi e altri edifici sono stati trovati. Gli archeologi hanno trovato anche oggetti e fresco che ha rivelato aspetti importanti della vita quotidiana di una tipica città dell'Impero Romano. Ma ciò che più ha colpito i ricercatori sono stati i corpi pietrificati in posizione di protezione, che sono stati colpiti da lave vulcaniche. Da allora, gli scavi hanno fornito un importante sito archeologico, che permette una vista dettagliata della vita in una città di epoca romana Antiga.Actualmente, le rovine del sito archeologico di Pompei è visitata da migliaia di turisti da tutto il mondo. Camminare a Pompei è una miscela di sentimenti ed emozioni, perché da una parte migliaia di morti vittime dell'eruzione del vulcano e molti sono stati pietrificati, pensiamo che non abbiamo visto al museo non sono più in grado di fare, ma per il resto È affascinante vedere l'organizzazione di questa città e la gente del posto 1930 anni fa e immaginare un giorno il loro giorno, Pompei era più organizzata e completa di molte città sono now'd marina, mercato, negozi, teatro colosseo, foro, le terme, le strade , tour delle case e sono stati tutti bellissimi, come le rovine degli edifici sono molto ben mantenuto per anni che sono stati sepolti si può vedere i dipinti in case e negozi, le voci con le immagini di case sul terreno, le fonti erano alle porte delle case, tutte le strade hanno nomi, qualche casa sono identificati chi fossero, è davvero affascinante. Ma è poco 01:30 di vedere Pompei, le rovine della città sono enormi e ognuno richiede attenzione ed era così tanto da vedere, ma come abbiamo intenzione di tornare in questa zona è certo di tornare a Pompei per concludere la nostra visita e anche vedere Ercolano pensi che da quello che leggiamo ancora più ricca. Consigliamo questo viaggio a tutti, è impossibile spiegare a parole solo andare lì e vedere con i propri occhi e sentire questo mix di emoções.do quello che vuoi, quello che ti piace di più, la tua esperienza personale ... Tutto!

Passear em Pompeia é um misto de sentimentos e emoções, porque por um lado milhares de pessoas morreram vitimas da erupção do vulcão e muitas ficaram petrificadas, nós isto não vimos pensamos que estejam na parte do museu que já não conseguimos visitar, mas por outro lado é fascinante ver a organização desta cidade e do povo há 1930 anos atrás e imaginar a o dia á dia deles, Pompeia era mais organizada e completa do que muitas cidades são agora, tinha marina, mercado, lojas,teatro coliseu, fórum, termas, estradas, passeios e as casa eram todas elas lindissimas, como as ruinas dos edificios estão bastante bem conservados para os anos que estiveram soterrados consegue-se ver as pinturas nas casas e nas lojas, as entradas das casas com figuras no chão, as fontes que tinham na entrada das casas, todas as ruas tem nomes, algumas casa estão identificadas de quem eram, é realmente fascinante.

Mas 1h30 é pouco para ver Pompeia, as ruinas da cidade são enormes e requer atenção a cada uma e portanto muito ficou para ver, mas como tencionamos voltar a esta zona é certo que voltaremos a Pompeia para terminar a nossa visita e ver também Herculano, que pelo que lemos penso que ainda era mais rica.

Recomendamos esta visita a todas as pessoas, é impossivel explicar mais por palavras só indo lá e vendo com os próprios olhos e sentir este misto de emoções.do o que quiser: o que você mais gostou,a sua experiência pessoal... Tudo!
Viajantes
Traduci
Vedi l'originale
8
Guarda le foto di victoria nuñez
8 foto

Un viaggio indietro

L'Italia è, come tutti sappiamo o abbiamo sentito, un viaggio nel passato. Essere tra le rovine è stato visto come vedere i libri di storia per la vita, testimoniando tutto ciò che vediamo nei film e pensare un po 'di più in quelle panzane che avevamo in classe di gladiatori e fanciulle. E 'un mondo magico, diverso alla vita in Uruguay, e tutto ciò che è epico, tutto è speciale e prezioso, l'obiettivo è sempre la conservazione. Senza preavviso, come in altre capitali del mondo, la necessità di costruire sempre di più, per avere la tecnologia in ogni angolo, ma piuttosto a conservare ciò che è già stato fatto, la sua attrazione principale non è il futuro ma il passato perché unico al mondo, e in molti casi la miscela è sia. Mi resi conto che ogni roccia significa migliaia di anni di storia, e il lavoro di decine di scienziati per scoprire tutti i dettagli. Certo, nonostante la sua essenza storica e ancestrale, è una molto sistematizzata per il turismo, il che è comprensibile. Tutti dovrebbero andare (e tornare nel mio caso), sa che una parte della storia vive a meno, molto di ciò che abbiamo imparato nella nostra mente un senso. Il turista che apprezza veramente ciò che si vede, non preoccupatevi, gli italiani riconoscono la distanza da colui che cerca semplicemente la foto su Facebook, e lo fanno preavviso. Voglio credere che io faccio parte della prima categoria ed è per questo che ho trovato gli italiani, caldo e disponibile persone che sono senza dubbio consapevoli del valore che gli stranieri significa per il vostro business. Non è un cammino comune è una passeggiata di un mondo bello, unico, speciale, creato per far rivivere quello che abbiamo appena ascoltato. Senza più, un vero e proprio viaggio nel passato.

Un viaje atras

Italia es, como todos sabemos o hemos escuchado, un viaje al pasado. Estar en las ruinas fue ver como ver los libros de historia tomar vida, presenciar todo lo que vemos en las películas y creer un poco mas en aquellos cuentos exagerados que nos contaban en clase sobre gladiadores y doncellas.
Es un mundo mágico, distinto a la vida en Uruguay, y todo allí es épico, todo es especial y valioso, el objetivo es siempre su preservación. No noto, como en otras capitales del mundo, una necesidad de construir mas y mas, de tener tecnología de punta en cada rincón, sino mas bien de preservar lo que ya esta hecho, su atractivo mayor no es el futuro, sino el pasado porque es único en el mundo, y en muchos casos la mezcla se ambos. Me hice consciente de que cada roca significa miles de años de historia, y la labor de docenas de científicos para averiguar cada detalle.
Sin duda, a pesar de su esencia histórica y ancestral, es un lugar muy sistematizado para el turismo, lo que es comprensible. Todos deberíamos ir (y volver en mi caso), conocer esa parte viva de la historia que sin ella, mucho de lo que hemos aprendido no cobra sentido en nuestra mente. El turista que realmente aprecia lo que ve, no molesta, los italianos reconocen a la distancia a éste de aquel que simplemente busca la foto para Facebook, y lo hacen notar. Quiero creer que formo parte de la primer categoría y por eso mismo he encontrado en los italianos, personas cálidas y serviciales que sin duda son conscientes del valor que los extranjeros significan para su negocio.
No es un paseo común, es un paseo a un mundo hermoso, único, especial, creado para revivir aquello que simplemente hemos escuchado. Sin mas, un verdadero viaje al pasado.
victoria nuñez
Traduci
Vedi l'originale
44
Guarda le foto di ana schwarz
44 foto

Grazie alle moderne tecnologie, a pom...

Grazie alle moderne tecnologie, a Pompei è stato in grado di sapere esattamente come gli eventi è stato registrato l'anno 71 dell'era cristiana, e molti dettagli che rivelano lo stile di vita delle 20.000 persone che avevano in quel momento importante per la città l'Impero Romano. Questa città è stata fondata molti secoli prima dell'era cristiana da Oscos, ma ha trascorso i suoi anni migliori in età romana, in particolare, durante i suoi ultimi decenni. Situato in una posizione centrale, vicino alla foce del fiume Sarno, vicino a luoghi di grande movimento ha avuto come aziende agricole e di soggiorno dove i cittadini di Roma e di Napoli, trascorrevano le loro vacanze. Al momento della distruzione della città aveva un grande mercato, una taverna, piccoli ristoranti, bordelli e persino un anfiteatro. Questo sito storico, il luogo è stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità nel 1997, e tutto visto qui è estremamente importante definire usi e costumi del suo tempo. Qualcosa di interessante è emerso che recenti scavi archeologici, è che Pompei fu regolarmente colpita da terremoti di varia intensità, e di conseguenza molti dei suoi edifici restaurati Esteban armato e anziani per evitare danni, e anche piccole placche sono stati trovati in edifici pubblici , che mostra chi o che erano stati i benefattori di storie rimodellamento, tra cui, si sostiene che prima dell'eruzione finale, era stato rinnovato diverse aree elettorali con interesse dalla vicinanza delle elezioni. Un altro fatto interessante è che le rovine sono rimasti nascosti per quasi 1500 anni, eppure già scoperto, ci sono voluti 150 anni per poi re di Napoli Carlo VII (Carlo III di Spagna) i promotori delle prime spedizioni archeologiche nel anno 1759. Da allora, qualche anno fa, queste rovine che non era stato adeguatamente mantenuto e protetto, né aveva stanziato risorse sufficienti per la ricerca e la conservazione. Attualmente, hanno recuperato i corpi di circa 2.000 con una tecnica che permette di riempire gli spazi in cui sono state trovate ossa umane, e questo ha permesso fino a vedere le espressioni sui volti delle vittime. L'esperienza fornita da questi formidabili rovine è straordinario, per questo motivo le rovine di Pompei è attualmente una delle principali attrazioni della provincia di Napoli, e un must per gli appassionati di storia, archeologia e cultura.

Gracias a la tecnología moderna, en Pompeya se ha podido conocer con exactitud cómo fue que ocurrieron los hechos registrados el año 71 de la era cristiana, y muchísimos detalles que revelan la forma de vida de los 20.000 habitantes que tenía en ese momento esta importante ciudad del Imperio Romano.
Esta ciudad fue fundada varios siglos antes de la era cristiano por los Oscos, pero vivió sus mejores años en la época romana, específicamente, Durante sus últimas Décadas.
Situada en un punto central muy cerca de la desembocadura del Río Sarno, muy cerca tenía lugares de gran movimiento como granjas y la estancia donde Ciudadanos de Roma y Nápoles pasaban sus vacaciones. En el momento de la Destrucción la ciudad Tenía un gran mercado, una taberna, restaurantes pequeños, casas de citas y hasta un anfiteatro.
Este sitio histórico, la FUE DECLARADO Patrimonio de la Humanidad el año 1997, y todo lo que ahí se observa Es sumamente Importante para definir usos y costumbres de su época.
Algo interesante que ha revelado el trabajo arqueológico reciente, es que era de Pompeya regularmente azotada por terremotos de distintas intensidades, y por ello muchas de sus edificaciones restauradas Esteban REFORZADAS y mayores para evitar daños, e incluso, se encontraron pequeñas placas en los edificios públicos, que mostraban quién o quienes habían sido los benefactores de cuentos remodelaciones, inclusive, se afirma que antes de la erupción final, se habían remodelado varias áreas con un interés electoral por la cercanía de las elecciones.
Otro Hecho interesante, es que las ruinas permanecieron escondidas por cerca de mil quinientos años, aún y ya descubiertas, tuvieron que pasar 150 años más para que entonces el Rey de Nápoles Carlos VII (Carlos III de España) patrocino las primeras expediciones arqueológicas en el año 1759.
Desde esa fecha, hasta hace pocos años, estas ruinas que no habían sido cuidadas y protegidas adecuadamente, ni tampoco se había Destinado suficientes recursos para su investigación y conservación.
Actualmente, se han recuperado al rededor de 2.000 cuerpos con una técnica que permite rellenar los espacios donde fueron encontrado huesos humanos, y esto ha permitido hasta poder ver las expresiones en los rostros de las victimas.
La experiencia que brindan estas formidables ruinas es extraordinaria, por esa razón la ruinas de Pompeya es en la actualidad, uno de los puntos más visitados de la provincia de Nápoles, y visita obligada para los amantes de la historia, la arqueología y la cultura.
ana schwarz
Traduci
Vedi l'originale
9
Guarda le foto di Juan Carlos Milena
9 foto

Come arrivare da roma a pompei

Visita Pompei dura solo un giorno, ma meraviglioso. La città ha molte case ed edifici con quasi duemila anni. E 'sorprendente come si può camminare per le strade di empredado, vedere le tracce di carrozze e davanti alle porte dei suoi palazzi antichi. Primo, è molto facile da ottenere. Basta prendere un treno da Roma a Napoli a Termini, poi prendere Circumvesuviano, un piccolo treno / metropolitana che ti porta lì. Solo alla porta. Una volta dentro hai da perdere Pompei. A volte è meglio aspettare un po 'per fare progressi in tutto il mondo per godersi il silenzio solo i piedas. Immaginate come vivevano, come si riferivano. La parte migliore era sicuramente la sera, ma, naturalmente, poi giocato con una torcia elettrica a piedi per evitare di inciampare. Vi consiglio di non perdere l'anfiteatro, i mosaici, e il bar / ristorante, avrete bisogno di recuperare le forze, ma si può prendere il cibo che si desidera.

Cómo llegar desde roma a pompeya

Visitar Pompeya apenas te lleva un día, pero es maravilloso. La ciudad mantiene muchas casas y edificios con casi dos mil años de vida. Es impresionante cómo puedes recorrer el empredado de sus calles, ver las huellas de los carruajes y pararte ante las puertas de sus antiguos palacios. Lo primero, es muy fácil llegar. Basta con coger un tren desde Roma a Nápoles en Términi, para después tomar el Circumvesuviano, un trenecito/metro que te lleva hasta allí. Justo hasta la puerta.
Una vez dentro de Pompeya te tienes que perder. A veces es mejor esperar un rato a que avance todo el mundo para disfrutar a solas del silencio de las piedas. Imaginarte cómo vivian, cómo se relacionaban. Lo mejor fue sin duda el atardecer, aunque claro, luego tocaba andar con una linterna para no tropezar. Recomiendo no perderse el anfiteatro, los mosaicos, ni el bar/restaurante, que te hará falta para reponer fuerzas, aunque te puedes llevar la comida que quieras.
Juan Carlos Milena
Traduci
Vedi l'originale
6
Guarda le foto di Antonio Athayde
6 foto

Città fantastica

Pompei, vicino alla città italiana di Napoli, è stato completamente sepolto per oltre 1500 anni fa da fango e cenere derivante dall'eruzione del Vesuvio e le larve, che si trova tra queste due città, e che è dormiente oggi. Dopo molti anni, Pompei è stato riscoperto sotto un sacco di fango, esponendo le sue splendide rovine, che hanno contribuito allo studio delle abitudini di antiche civiltà. Strade strette di pietra, resti di case e anfiteatri e una casa che probabilmente ha servito la prostituzione locale, con il suo letto di pietra e disegni all'ingresso, esponendo le relazioni a disposizione di clienti, come un "menu" di ciò che potrebbe essere fatto in quella casa. E 'davvero un aspetto fantastico che non sarà mai dimenticato da tutti coloro che passano da Pompei

Cidade fantástica

Pompéia, cidade italiana próxima de Nápoles, foi totalmente soterrada há mais de mil e quinhentos anos atrás, pela lama e cinza resultantes da erupção e larvas do vulcão Vesúvio, localizado entre estas duas cidades, e que hoje se encontra adormecido. Depois de muitos anos, Pompéia foi redescoberta abaixo de muita lama, expondo suas belíssimas ruínas, o que contribuiu para o estudo dos hábitos de civilizações antigas. Estreitas ruas de pedras, restos de residências, além de anfiteatros e uma casa que provavelmente tenha servido de local de prostituição, com sua cama de pedra e desenhos na entrada, expondo os relacionamentos disponíveis aos frequentadores, como se fosse um "cardápio" do que se poderia fazer naquela casa.
Antonio Athayde
Traduci
Vedi l'originale
3
Guarda le foto di Rafael Fernández
3 foto

Amore qued

Ciao a tutti, voleva essere uno ms consiglia di visitare Pompei, Qued permeava tutto ciò che riguarda questa antica città, ho recentemente andato indietro più di un anno per realizzare qualcosa che vorrei avere il mio primo Visita: una porta per il passato di Pompei. Mi fu questa volta con un team di esperti del settore, per sviluppare e costruire un'applicazione mobile e compresse che mi dica visivamente come era questa bellissima città. Ho lavorato da sera con la mia squadra e dopo un anno di sforzi, siamo riusciti. Un'applicazione che rappresenta una finestra sul passato con le illustrazioni 3D e immagini di alta qualità. Oltre audiodescripcin e videoregistratori che il trasporto. Nella mia prossima visita (sì, sono un po 'hehe recidivo) il porto con me! ' https://itunes.apple.com/es/app/pompeii-interactive-tour/id907009354?l=es'

Quedé enamorado

Buenas a todos, quería ser uno más en recomendar la visita a Pompeya, quedé impregnado de todo lo relacionado con esta antigua ciudad, que he vuelto a ir hace poco más de un año para llevar a cabo algo que me hubiese gustado tener en mi primera visita: una puerta al pasado en Pompeya.
Me fui esta vez con un equipo de expertos en la materia, para desarrollar y construir una aplicación móvil y para tablets que me dijera visualmente cómo era esta bella ciudad.
Me puse a trabajar día y noche con mi equipo y tras un año de esfuerzo, lo hemos conseguido. Una app que representa una ventana al pasado, con ilustraciones en 3D e imágenes de gran calidad. Además de audiodescripción y vídeos que te transportan.
En mi próxima visita (si, soy un poco reincidente jeje) la llevaré conmigo!
' https://itunes.apple.com/es/app/pompeii-interactive-tour/id907009354?l=es&mt=8'
Rafael Fernández
Traduci
Vedi l'originale
11
Guarda le foto di Maria Cruz Díaz Antunes-Barradas
11 foto

Un viaggio nel passato

Abbiamo viaggiato a Pompei nel Circumvesuviano, il treno che corre lungo la baia da Napoli a Sorrento. In quella calda Domenica di giugno è stato napoletani affollato rumorosa, felice di andare al mare in vacanza. Siamo entrati nel sito archeologico di Pompei Porta Marina, che un tempo collegava la città con il porto. Da qui si può raggiungere il forum, il centro di tutta città romana con il mercato, la basilica e il tempio di Giove. In questa zona ci sono molti gruppi, che seguono fedelmente la sua guida con la bandiera. Ma la cosa meravigliosa di Pompei è perso nelle sue strade che hanno ancora il pavimento originale, con le tracce dei solchi di auto e attraversamenti pedonali rialzati, o visitare i numerosi edifici, alcuni con elettorale verniciato o advergames nelle loro facciate. Ci sono tutti i tipi, ho amato i negozi, soprattutto i bar o Thermopolium dove si può appoggiarsi sulla barra come nei nostri bar, ma ci sono le lavanderie a secco, forni e bordelli numerosi. Gli edifici pubblici sono straordinari, nei bagni principali della spa dipendenze caldi, caldi e freddi, che dimostrano il culto del corpo è gli antichi romani avevano. Tra i due teatri, il piccolo stand mantiene in marmo originali. A titolo di ABUNDANZA anfiteatro è raggiunto alla fine della città, e se ci si siede in tribuna e chiudere gli occhi, si può quasi sentire il pubblico urlando con sanguinosa combattimenti tra gladiatori. Ville romane erano molto lussuoso, con i suoi giardini, patio con colonne e fontane, numerose sale affrescate dove i mosaici predomina il colore rosso e bello. Di questi il ​​più mi ha colpito è stata la Villa dei Misteri, che si trova al di fuori delle mura della città. Un palazzo grande nel suo periodo di massimo splendore aveva una vista sul mare, dispone di numerose camere, di cui è decorata con affreschi triclinio magnifica che sembrano rappresentare i riti di iniziazione di una donna. In uno dei corridoi è una teca di vetro con il corpo di una ragazza che si trova a faccia in giù, con le mani che coprono il viso. Si tratta di uno dei più famosi calchi degli abitanti di Pompei, che è morto a causa della terribile eruzione del Vesuvio nel 79 dC, che distrusse completamente la città. Il corpo è stato decomposto con il passare del tempo, ma è stato il suo sottile strato sagomatore di cenere consolidata, molti secoli più tardi gli archeologi riempito di gesso, lasciando una perfetta immagine della ragazza al momento della sua morte.

Un viaje al pasado

Viajamos a Pompeya en el Circumvesuviano, el tren que recorre toda la bahía desde Nápoles a Sorrento. En ese domingo caluroso del mes de junio iba abarrotado de ruidosos napolitanos, alegres por ir a la playa en el día festivo.
Entramos en el recinto arqueológico de Pompeya por la puerta Marina, que antaño comunicaba la ciudad con el puerto. De ahí se llega rápidamente al foro, el centro de toda ciudad romana con el mercado, la basílica y el templo de Júpiter. En esa zona hay muchos grupos de turistas, que siguen fielmente a su guía con la banderita.
En cambio lo maravilloso de Pompeya es perderse por sus calles que aún conservan el pavimento original, con las huellas de las rodadas de los carros y los pasos de cebra en relieve; o bien visitar los numerosos edificios, algunos incluso con pintadas de propaganda electoral o anuncios de juegos en sus fachadas. Los hay de todo tipo, me encantaron los comercios, sobre todo los bares o thermopolium donde uno puede apoyarse en la barra como en nuestros bares; pero también hay tintorerías, hornos de pan y numerosos burdeles. Los edificios públicos son extraordinarios, en las termas principales hay dependencias de baños calientes, templados y fríos, lo que demuestra el culto al bienestar del cuerpo que tenían los antiguos romanos. De los dos teatros, el pequeño conserva la grada de mármol original. Por la vía de la Abundanza se llega al anfiteatro en el extremo de la ciudad, y si uno se sienta en la grada y cierra los ojos, casi puede sentir rugir al público ante un combate sangriento de gladiadores.
Las villas romanas eran de gran lujo, con sus jardines, patios con columnas y fuentes, numerosas habitaciones decoradas con frescos donde predomina el color rojo y mosaicos bellísimos. De todas ellas la que más me impresionó fue la villa de los Misterios, situada fuera de las murallas de la ciudad. Una enorme mansión que en su época de esplendor tenía vistas al mar; posee numerosas habitaciones, de las cuales el triclinium está decorado con frescos magníficos que parecen representar los ritos de iniciación de una mujer . En uno de los pasillos se encuentra una urna de cristal con el cuerpo de una joven tumbada bocabajo, con las manos cubriéndose el rostro. Es uno de los más famosos moldes de los habitantes de Pompeya, que murieron debido a la terrible erupción del Vesubio en el 79 AD que destruyó totalmente la ciudad. El cuerpo se descompuso con el paso del tiempo, pero quedó su molde en la capa de finas cenizas consolidadas; muchos siglos después los arqueólogos lo rellenaron con escayola, dejando una imagen perfecta de esa muchacha en el momento de su muerte.
Maria Cruz Díaz Antunes-Barradas
Traduci
Vedi l'originale
Pubblica
Leggi altre 10

Informazioni Le Rovine di Pompei

Indirizzo Le Rovine di Pompei
Via Traversa Andolfi 20, 80045 Pompeya, Italia
Via Traversa Andolfi 20, 80045 Pompeya, Italia
Sito web Le Rovine di Pompei
http://www.pompeiisites.org/
carica altro