MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Pompei?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Pompei

43 Collaboratori
Siti Archeologici di Pompei
Foro di Pompei
(12)
5 attività
Siti Archeologici di Pompei
Casa del Poeta Tragico
(6)
3 attività
Siti Archeologici di Pompei
Antica Pompei
(6)
3 attività
Siti Archeologici di Pompei
I Granai del Foro
(4)
3 attività
Siti Archeologici di Pompei
L´Orso Ferito Casa
Siti Archeologici di Pompei
(1)
2 attività

18 cose da fare a Pompei

Rovine di Pompei
Le Rovine di Pompei
(65)
Le storie sulla distruzione di Pompei dovuta all’eruzione del vulcano Vesuvio è davvero appassionante, ma, al giorno d’oggi grazie alla moderna tecnologia, si è potuto esattamente conoscere como accaddero gli eventi registrati nel 71 d.C. e molti dettagli su come vivessero i suoi 20.000 abitanti. Questa città fu fondata vari secoli prima dell’era cristiana dagli Oschi, però la sua epoca migliore fu durante le ultime decadi dell’epoca romana. Situata in un punto centrale e molto vicina alla foce del Sarno, era circondata da vaie fattorie e dalle case estive dei cittadini di Roma e Napoli. Quando venne distrutta, in città c’erano un mercato, una taverna, piccoli ristoranti, case per appuntamenti e anche un anfiteatro. Questo sito storico venne dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1997 e tutto quello che racchiude viene conservato per definire usi e costumi dell’epoca. Un lavoro archeologico recente ha dimostrato che la zona di Pompei veniva regolarmente colpita da terremoto e molti edifici venivano rinforzati per evitare danni: in molti edifici si sono trovate delle targhe commemorative in onore di chi aveva pagato i lavori di restauro. Un altro dato importante è che le rovine rimasero nascoste per circa 1.500 anni e, anche una volta scoperte, sono dovuti passare altri 150 anni prima che il re di Napoli Carlo VII commissionasse le prime spedizioni in campo nel 1759. Da allora fino a pochi anni fa, questo sito non venne conservato né protetto accuratamente e, allo stesso tempo, non vi erano stati destinati fondi per la ricerca e il mantenimento. Finora si sono recuperati 2.000 corpi che vengono studiati con una tecnica che permette di vedere le espressioni dei volti, riempiendo gli spazi vuoti. Visitare queste rovine è davvero un’esperienza incredibile e una meta obbligata per tutti gli amanti di storia, cultura e archeologia.
5 attività
Siti Archeologici di Pompei
Foro di Pompei
(12)
Uno dei luoghi più importanti che si possono visitare dell'antica città di Pompei è il Foro. Questo grande spazio aperto serviva come luogo di incontri di lavoro e dove si svolgevano la maggior parte delle attivitá quotidiane. Intorno al Foro ci sono i resti degli importanti edifici politici e religiosi come il Tempio di Apollo, il Macellum, La Basilica di Pompei, il Tempio di Giove, i granai del Foro, ecc. Del tempio di Apollo si conservano ancora alcune colonne doriche e ioniche che lo circondavano e che suggeriscono l'importanza di questo luogo per Pompei giorno per giorno. É stato sicuramente il centro dell'attività quotidiana della città per i terribili eventi che si sono verificati presso il vulcano in eruzione del Vesuvio (79 dC)
5 attività
Di interesse culturale di Pompei
Resti degli ultimi abitanti di Pompei
(18)
Il 24 agosto del 79 d.C., uno strato di magma ricoprì Pompei, riuscendo così a conservare i resti della città e degli abitanti sino ad oggi. L'archeologo Giuseppe Fiorelli riuscì a ideare un sistema per ottenere le figure degli ultimi abitanti di Pompei che rimasero sepolti tra le macerie: in alcune delle figure che oggi si possono vedere, i dettagli sono impressionanti e lasciano intravvedere la sofferenza..
3 attività
Di interesse culturale di Pompei
Mosaici e affreschi a Pompei
(5)
Gli scavi che portarono alla luce i resti della città di Pompei, distrutta dall'eruzione del Vesuvio, mostrano il grado di raffinatezza e decorazione di pareti, pavimenti e fontane, che ostentano fastosi affreschi e bellissime figure create con mosaici multi-colore. Le pareti delle case, dei templi e degli edifici pubblici erano dipinte con stucchi policromati, imitando l'effetto che fa il marmo, mostrando giardini ed edifici immaginari. Si utilizzavano anche piccoli mosaici colorati per il fondo delle fontane o per fare da sfondo a gruppi scultorei. I pavimenti erano decorati con mosaici bianchi e neri, con motivi geometrici. La raffinatezza della società dell'epoca era tale che avevano a disposizione l'acqua in casa, grazie agli allacciamenti all'acquedotto.
3 attività
Siti Archeologici di Pompei
Casa del Poeta Tragico
(6)
La Casa del Poeta Tragico è molto ben ubicata a Pompei, da cui si puó accedere con facilitá alle molte altre attrazioni della città, come il Foro, le terme, ecc. ed anche se non é un edificio di grande importanza sono molto suggestivi i dipinti che si trovano in alcune delle sue camere. Si può facilmente vedere alcune scene della mitologia greca, nonostante il loro stato di conservazione dovuro al tempo ed alla terribile eruzione del Vesuvio. Un atrio o cortile serve a distribuire tutti i soggiorni. Pur essendo una piccola casa rispetto ad altri più rilevante si pensa che apparteneva a una famiglia con vero potere economico. Poco altro si sa della famiglia che vi abitava, ma merita una visita per scoprire un po 'più come era la vita degli abitanti di Pompei.
3 attività
Siti Archeologici di Pompei
Antica Pompei
(6)
Un saluto ai viaggiatori! Uno dei punti di maggior interesse all'interno delle rovine archeologiche di Pompei sono sicuramente le terme del Foro. Non sono le uniche he si trovano all'interno del complesso archeologico infatti ci sono altre piú grandi come le Terme si Stabiano o quelle Centrali che si trovano in uno stato di conservazione che fanno si che questa visita valga la pena. Sono stati costruiti intorno all'anno 80 aC, con divisioni per uomini e donne separatamente. All'interno si possono trovare rilievi di alta qualità realizzati in stucco rappresentazioni mitologiche che sono state fatte intorno all'anno 60 dC Tra le camere che erano nei bagni avevano guardaroba, bagni freddi, vasche calde e caldo, con grande un riscaldatore pietra enorme, ecc Si trova a nord del Foro di Pompei e sono conoscenza comune, essendo il periodo più congestionato del primo pomeriggio.
3 attività
Città di Pompei
Pompei oggi
(10)
L'attuale città di Pompei, è costruita ad ovest delle rovine di Pompei, nella pianura del fiume Sarno, ai piedi del Vesuvio. L'attuale pompei nasce e si sviluppa nel XIX secolo e nel 2007 aveva 27.000 abitanti. Inizialmente chiamata Valle di Pompei, e si è sviluppata intorno al santuario della Vergine del Rosario, uno dei centri di pellegrinaggio più importanti del sud Italia. La Basilica del Rosario è stato fondata dal beato Bartolo Longo, motivo per il quale la bella piazzetta di fronte ad essa porta questo nome. Dopo aver visitato le rovine di Pompei, davvero meravigliose, vi consiglio un giro per la nuova Pompei, lo merita.
Monumenti Storici di Pompei
La basilica di Pompei
(5)
Un saluto ai viaggiatori! Nella città antica di Pompei nella zona degli scavi archeologici, tra le strutture che si possono visitare e che sono ancora in piedi c'è la basilica di Pompei. Appartenente al II secolo a.C. si situa su un lato del Forum. Sebbene il soffitto é andato perduto, il gran numero di colonne che ci sono ci offre la possibilitá di immaginare come anticamente era la sua struttura. Le rovine che vediamo appartenevano ad una basilica protetta, coperta con circa 40 colonne e conservano ancora le basi stesse sono state poste in antichità. Per accedere alla Basilica di Pompei si accedeva da una piccola scala dal forum. Da questo punto si arriva a un lungo corridoio circondato da colonne che arrivano al di sopra della struttura principale è stato il tribunale in cui, se si guarda solo sei colonne che tengono il tetto che rimane oggi. In linea di principio si ritiene che questo luogo era il luogo dove si amministrava la giustizia e le operazioni economiche sono state eseguite. E 'forse uno dei luoghi più suggestivi della città e si può ottenere una buona idea della sua struttura originaria.
2 attività
Siti Archeologici di Pompei
I Granai del Foro
(4)
Un saluto a tutti i viaggiatori! Uno dei punti di interesse della città di Pompei è l'Horreum o più comunemente chiamato Forum fienili. Si trova sul lato del Foro, ma oggi viene utilizzato per contenere antichi resti archeologici e in epoca antica questa struttura serviva per conservare gli alimenti. Ci sono molte opinioni in relazione ai prodotti che erano conservati in questo luogo. Si è anche detto che era un posto dove si conservavano non solo i prodotti come cereali, olive, frutta, ecc. ma per tutti i tipi di prodotti che si potevano deperire. L'influenza romana nel nostro paese permette di trovare in luoghi come nella zona settentrionale della Galizia, Cantabria, Asturia, ecc alcuni di questi edifici che in molti casi sono diventati il patrimonio culturale del territorio. Essi sono visti nelle pareti dietro il fienile qualche buco piccolo nella roccia che serviva da prodotti per la ventilazione per meglio conservarlo e evitare che l'umidità all'interno.
3 attività
Rovine di Pompei
La Villa dei Misteri, Pompei
(4)
La Villa dei Misteri è uno degli edifici suburbani di Pompei, situato a circa duecento metri dalla Porta di Ercolano, al di fuori della città. Fu costruita nella prima metà del II secolo a.C. ed è stata ristrutturata e ampliata più volte. Mentre quasi tutte le sue pareti sono decorate con dipinti, si staccano una serie di grandi affreschi che si suppone rappresentino l'iniziazione delle mogli ai misteri dionisiaci. E'senza dubbio una delle case aperte al pubblico che conserva in modo spettacolare le porte, gli affreschi e le stanze originali della vita quotidiana a Pompei; viene la pelle d'oca al pensiero che più di 2200 anni fa vivevano lì intere famiglie e che si possono vedere in maniera esatta a quelle le pareti che videro crescere i bambini romani.
3 attività
Siti Archeologici di Pompei
L´Orso Ferito Casa
Altri luoghi da non perdere quando si visita l'antica città di Pompei è ferito la Casa dell'Orso Ferito. Situato in Via degli Augustali che prende il nome da un mosaico in cui si rappresenta un orso ferito, ed é possibile che stava a significare che la casa era un luogo per i malati e feriti. Si compone di varie stanze con finestre quadrate che danno al patio centrale (sala principale), dove si trova un serbatoio per la raccolta dell'acqua (impluvium) ed una fonte dalla quale molti dettagli sono ancora conservati. Nel sorgente si possono vedere le figure di Venere e Nettuno in mosaico dipinte con colori vivaci anche se piuttosto stanco oggi. La Casa Dell'Orso ferito ha avuto anche una taverna dove scoprì che punto iscrizioni ad un invito a gustare un bicchiere di vino che indica ciò che si spenderebbe per la qualità. Lo scavo di questa casa è stato condotto nel 1865 e 1868 e ha ancora molti dettagli nei loro pavimenti, pareti e stanze che servono per imparare la vita un po 'più nella città di Pompei.
Monumenti Storici di Pompei
Santuario della Beata Vergine del Rosario
(4)
Santuario dal grosso impatto emozionale. Camminare tra i corridoi di questa enorme chiesa permette a tutti di toccare con mano cosa significa essere devoti ad una fede. Svariate testimonianze di miracoli, o per meglio dire, di grazie ricevute in nome della Madonna. Anche dal punto di vista architettonico questo Santuario si pone tra i più importanti, con stupende opere d'arte ed una navata centrale che è un tripudio di colori.
Di interesse turistico di Pompei
Scavi Di Pompei
(3)
Pompei, ricca di monumenti, racconta la sua storia sotto i nostri occhi, ogni momento vissuto come turista ti darà la sensazione di trovarti sospeso nel tempo tra sogno e realtà. Sarà difficile resistere al suo fascino, alla sua ricca storie che verrà svegliata seguendo uno scenario davvero surreale. Anche se non hai molto tempo a disposizione, vedrai Pompei perché lo desideri. Ti consiglio arrivare a Pompei scavi la mattina presto, sarà per te una delle più belle giornate della tua vita. Mi piacerebbe consigliarti una visita anche al Museo archeologico di Napoli per completare la visita a Pompei. Guarda la pianta del sito, seguila e ascolta con attenzione l'audioguida. Ogni angolo, dal Foro e il Tempio di Apollo, centro economico, culturale e religioso della città al Anfiteatro dove si arriva subito, troverai una storia che vive ancora. Si ami la storia antica, la Casa del Fauno testimonia la vita della nobiltà romana, i pavimenti rivestiti da mosaici, bel lavoro nello stile pompeiano, decorazione ci fa pensare alla Piazza Armerina che consiglio visitare in un altra giornata. Il Teatro Grande, ancora oggi molto attivo con spettacoli di grande valore, che ne dici, non vuoi passare una serata qui in compagnia di Puccini? E solo una proposta! Non dimenticare di guardare il Vesuvio e per domani, sali fino in alto, ce anche un passaggio a piedi, goditi questo spettacolo, vivrai un immensa emozione!
1 attività
Rovine di Pompei
(2)
2 attività
Informazione Turistica di Pompei
Le lune di Pompei
(1)
Pompei era la meta prediletta dai miei insegnanti delle scuole elementari per le nostre gite scolastiche. In quel periodo mia madre era troppo apprensiva e spesso non mi permetteva di andare anche se c'erano i professori a vigilare. Da grande però sono riuscita a visitare i famosi Scavi anche più di una volta. E ogni volta era sempre una scoperta. Questa estate ho voluto sperimentare qualcosa di nuovo e ho prenotato una visita notturna agli Scavi di Pompei. L'iniziativa prende il nome di "LE LUNE DI POMPEI", le visite si effettuano da luglio ad ottobre durante i fine settimana e dal 12 al 21 agosto tutte le sere. Il costo a persona è di € 20, per i possessori di Campania Artecard € 14 e per le famiglie di 4 persone con due ragazzi fino a 16 anni € 40.Si può prenotare sul sito gratuitamente selezionando la data desiderata. Il percorso è guidato si articola in 8 tappe principali e la durata complessiva è di circa 90 minuti. Sul sito consigliano di indossare scarpe comode, indicazione da seguire scrupolosamente perché il percorso è un pò accidentato e si rischia di cadere e anche la visibilità non è perfetta. Poi quando ti capita una guida come la mia, abbastanza veloce, per seguirla dovevi camminare a passo sostenuto. Il viaggio è affascinante e l'atmosfera che si crea in notturna è particolarmente suggestiva. A rendere più dinamica e interessante la visita contribuiscono giochi di luci, ologrammi, voci fuori campo, tra queste quella di Luca Ward il famosissimo doppiatore de "IL GLADIATORE", e attori che interagiscono con i visitatori. Ci si incammina per sentieri contrassegnati da fiaccole luminose e sfere sospese che simboleggiano la Luna. Ed ecco che ci si imbatte nelle tombe degli antichi abitanti di Pompei e le voci guida che provengono dagli antichi mausolei illustrano il culto dei morti per i pompeiani. Successivamente l'attenzione si sposta al di là di un parapetto, nel piazzale sottostante una simpatica sagoma in cravatta nera fa riscoprire i fasti della Pompei di un tempo: le ville patrizie, il Foro, l'Arena. Si prosegue verso L'ORTO DEI FUGGIASCHI. Questo luogo è quello che ogni volta mi colpisce nel profondo. Osservare, illuminati da una luce fioca, i calchi di uomini, donne, bambini e animali travolti dalla lava incandescente è davvero toccante. I loro volti rappresentano il terrore e la sofferenza, le loro posture innaturali li fotografano nel momento in cui hanno incontrato la morte. L'atmosfera commovente lascia il posto a una scena ben diversa: la casa del PROFUMIERE, una persona che era riuscita ad ottenere successo grazie alla produzione di essenze profumate, un "imprenditore" che aveva idee molto attuali per essere un uomo del 79 d.c. Qui sono stati ritrovati semi e pollini che hanno consentito di ripiantare le erbe aromatiche utilizzate anticamente. Si prosegue con una visita presso LA CASA DELLA NAVE EUROPA, così chiamata per la perfetta riproduzione su una parete di una nave, e la splendida dimora di OTTAVIO QUARTIONE, ricca di affreschi che richiamano la mitologia, tra questi quello di NARCISO, e di riferimenti al culto della dea ISIDE che ci parla in un bel monologo. Usciti dalla villa si continua la passeggiata per le strade di POMPEI e scritte luminose riproducono antichi graffiti, eh si anche nell'antichità non si poteva fare a meno di dichiarare a tutti di essere innamorati o felici scrivendolo sui muri!!!! Ed ecco che compare una donna, una bravissima attrice che impersonando una pompeiana, riesce a rapire tutti con il suo humour un po' "latino" ;) La visita si conclude nello splendido anfiteatro dall'acustica perfetta, effetto creato da centinaia di anfore collocate sotto le gradinate. Un'esperienza coinvolgente, che incuriosisce e fa venire voglia di ritornare al più presto per ammirare la città, in tutta la sua maestosità, anche alla luce del giorno!!!!
2 attività
Siti Archeologici di Pompei
(1)
2 attività
Chiese di Pompei
Santuario della Madonna di Pompei
Muovendo dal centro della città verso la periferia, s’incontra questa chiesa dalla facciata imponente (realizzata principalmente in mattoni), che domina Piazza Volta. Edificato a partire da un progetto di Spirito Maria Chiappetta, su quello che era un semplice deposito di calce, e aperto al culto nel 1922, il Santuario della Madonna di Pompei è stato recentemente oggetto di lavori di restauro, resi necessari dal degrado provocato delle infiltrazioni d’acqua. I delicati interventi di restauro, conclusi con successo nel 2009, hanno riguardato le parti interne della chiesa e le opere in essa conservate. Tra queste spiccano le grandi vetrate smaltate a fuoco con le raffigurazioni dei santi e i numerosi affreschi, oltre ai dipinti realizzati da Luigi e Carlo Bocca e da Casimiro Ottone, noti pittori locali.
Pub di Pompei
Invidia Lounge bar
L’Invidia è un lounge bar che si trova al centro di Pompei dove vi sono spesso eventi live e i ragazzi provenienti dalle zone limitrofe si radunano per passare una serata in compagnia. A mio avviso, il volume è troppo alto per l’ambiente che si divide in due sale, una dove si suona e vi sono i tavoli per consumare, l’altra destinata ai fumatori dove, quando si accalcano le persone, è davvero impossibile entrare. Sicuramente consiglio di prenotare, altrimenti rischiate di non trovare posto perché i tavoli sono pochi. In caso non riusciate, potete accontentarvi di consumare qualcosa al banco, ascoltando musica in piedi, sorseggiando un drink o vino in calice. Per il parcheggio no problem, vi è un’area proprio a pochi passi, di fronte ai giardinetti del santuario.
Attività a Pompei
Civitatis
(71)
90
Civitatis
(43)
60
Civitatis
(49)
85
Civitatis
(30)
112,50
Civitatis
(41)
70
Migliore Attività
Civitatis
(9)
23
Civitatis
(26)
85
Civitatis
(2)
70
Civitatis
(9)
30
Civitatis
60