Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Bruxelles?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Bruxelles

993 Collaboratori
Le destinazioni più popolari

382 cose da fare a Bruxelles

Piazze di Bruxelles
Grande Place
(148)
Devo dire che all'entrare in questa piazza sono rimasto senza parole: non mi aspettavo forse una tale magnificenza. Pur trattandosi del cuore turistico di Bruxelles, con i pregi e difetti del caso, la Grand Place o Grote Markt rimane la tappa obbligatoria della visita alla città: obbligatoria sia di giorno che di notte! Ogni singolo edificio ha un valore ed una storia. Tra essi spicca senza dubbio il Municipio o Hotel de Ville, l'edificio più alto, costruito nel XV secolo e ricostruito dopo i bombardamenti francesi del 1695; il museo della città; le case delle corporazioni; la Maison du Roi. Dal 1998 è patrimonio UNESCO.
Monumenti Storici di Bruxelles
Atomium
(110)
Capitale del Belgio e sede politica dell'Otan, è conosciuta soprattutto per il Grand Palace, il Manneken Pis e l'Atomium, ma ha anche altri luoghi di grande interesse come il Palazzo Reale, il Teatro Reale La Monnaie, il museo del fumetto (aperto tutti i giorni tranne il lunedì) e la cattedrale di Saint Michael. Il Manneken Pis è il simbolo di Bruxelles, si tratta di una statua in bronzo di circa 50 cm che raffigura un bambino nudo mentre orina nella fonte, e su di lui ci sono una marea di leggende. E' così famoso che ne fanno maschere di tutti i tipi visibili nel museo della città. Al museo del fumetto c'è un ristorante in cui vale la pena provare il piatto del giorno, però bisogna andarci in tempo perché questi menù vanno a ruba. Se ti piace il cioccolato questa è la città perfetta, dal momento che ci sono tantissimi negozi con alcune vetrine in cui si trovano delle enormi fontane di cioccolato, da rimanerci a bocca aperta. Vale la pena provare il cioccolato di questo paese. Il più famoso è quello di Godiva. Io sono stato in un negozio che si chiama Chocopolis dove, comprando qualcosa, ti danno un ticket da presentare la prossima volta per avere uno sconto del 10%. C'è un ponte da cui godere della vista di tutta la città, ma io ci sono arrivato per caso camminando, per cui...Camminate!
Statue di Bruxelles
Manneken Pis
(82)
È l'immagine simbolo di Bruxelles: la statua di un bambino che fa pipì dentro una fontana. Chiunque inserirebbe il Manneken Pis tra le tappe fondamentali di una visita alla città! Ma è minuscolo! Sarà che il cancello tiene lontani turisti e curiosi, sarà che si trova in alto, ma quei 50 cm di altezza sembrano pure meno, tanto che i souvenir (innumerevoli le copie del bimbo ovunque) arrivano anche ad essere prodotte ad altezza naturale. Sulla nascita della leggenda ci sarebbero varie ipotesi, io preferisco quella un po' fantasiosa di un bimbo che spense con la pipì una bomba che avrebbe distrutto Bruxelles. La statua risale invece agli inizi del Seicento. Da anni lo si trova ignudo o vestito con più di 800 costumi, da Elvis a Mandela, conservati nel Museo della Città. Solo recentemente gli è stata data una 'famiglia' comprendente la bimba Jeanneke ed il cane Zinneke.. Speriamo che non si continui!
Pub di Bruxelles
Delirium Café
(54)
Uno dei posti culto del Belgio, Paese specializzato in due prodotti: cioccolato e birra. Tra i molti bar della capitale belga, si segnala il Delirium, degli stessi produttori della birra Delirium Tremens. Il menù del bar permette di scegliere tra una lista di 2.040 diverse birre, provenienti dai cinque continenti: imperdibile! Proprio di fronte si trova il Floris, locale specializzato in assenzio.
Zone di Shopping di Bruxelles
Gallerie Reali di Saint-Hubert
(50)
Le Gallerie reali di Saint-Hubert sono delle impressionanti ed elegantissime arcate che si trovano in centro a Bruxelles e che hanno preceduto (1847) altri esempi in Europa come la nostra Galleria Vittorio Emanuele II di Milano. I due tratti, spezzati da Rue des Bouchers, corrono tra splendidi edifici in stile rinascimentale, ricoperti da una meravigliosa cupola di vetro. Il primo impatto è stato sicuramente di grande effetto. All'interno si susseguono una serie di negozi di prodotti tipici, soprattutto di cioccolata, e locali molto raffinati, forse pure troppo. Le due sezioni, di oltre 100 metri ciascuna, sono dette Galleria del Re e della Regina; vi è in realtà un tratto laterale più piccolo, la Galleria dei Principi. È comunque uno dei posti più lussuosi di Bruxelles, quindi non ho avuto il piacere di fermarmi!
Cattedrali di Bruxelles
Concattedrale di San Michele e Santa Gudula
(33)
La Concattedrale di Bruxelles, dedicata ai Santi Michele e Gudula, in stile gotico brabantino, venne fatta costruire dal Duca di Brabante Enrico I nel XIII secolo sulla base di una chiesa romanica del XI secolo. Ci vollero 300 anni per completare l'impresa. Inizialmente dedicata a San Michele Arcangelo, aggiunse il secondo nome quando vennero qui deposte le reliquie di Santa Gudula. Molto belle le vetrate, molte delle quali rappresentano il cosiddetto Miracolo Eucaristico: nel 1370 dei profanatori rubarono delle ostie e le pugnalarono, ma da esse salì del sangue. Essendo il templio maggiore della cristianità di Bruxelles, qui si tengono le maggiori cerimonie religiose legate alla Corona. L'entrata è gratuita, si paga 1 euro per visitare i resti romanici, 1 euro per il Tesoro della Cattedrale o 2,50 per la cripta.
Statue di Bruxelles
Jeanneke Pis
(30)
Jeanneke Pis è la sorellina di Manneken Pis, il bimbo che orina più celebre al mondo. Contrariamente a questo tuttavia si tratta di un'invenzione commerciale del 1987 di un ristoratore che voleva dare fama e lustro al suo locale. Chiuso il locale, chiuso pure il 'rubinetto'. Ma la bimba resta appollaiata lì, con uno sguardo beffardo, protetta dalle grate. Di fronte, in questo stesso minuscolo vicolo, si trova il celebre locale Delirium, una delle birrerie da guinness (inteso come record) per il numero di birre.
Parchi a Tema di Bruxelles
Mini Europa a Bruxelles
(17)
Da non perdere per chi va a Bruxelles sicuramente l'Atomium, il Palazzo Reale, Notre Dame de la Chapelle, ma anche Buckingham Palace, la Tour Eiffel, l'Acropoli... No, non ho preso un abbaglio; a Bruxelles si può visitare tutta l'Europa, anche se solo in miniatura :-) Ai piedi dell'Atomium si trova infatti il parco della Mini Europa, in cui sono stati riprodotti, in scala 1:25, i monumenti più belli di circa 80 città dell'Unione Europea. A rendere credibile questa Europa lillipuziana contribuiscono, oltre alla qualità e alla cura con cui sono stati realizzati edifici, piazze e paesaggi sin nei minimi dettagli, anche le diverse animazioni, talvolta messe in funzione dagli stessi turisti, che fanno sembrare questi posti realmente abitati. E se sul Canal Grande a Venezia scivolano le gondole, in Olanda si muovono le pale dei mulini a vento, a Berlino si abbatte il Muro, in Francia corrono lungo i binari i TGV ed in Campania il Vesuvio torna a eruttare. Il divertimento è assicurato e certamente non solo per i bambini, a giudicare dalle comuni espressioni allegre e meravigliate dei visitatori anche più grandi, che si aggirano tra i monumenti come delle sorta di King Kong. Un catalogo esaustivo di informazioni guida il turista alla scoperta dei luoghi del caro Vecchio Continente, insomma divertendosi si impara.
Monumenti Storici di Bruxelles
Arco del trionfo di Bruxelles
(2)
Non ho idea di quale vittoria celebra, né il perché hanno fatto così i suoi archi. Ma posso dirvi che i prati che si trovano ai suoi piedi sono la gioia dei piccoli gruppi di persone che s'incontrano lì per mangiare un panino prima di tornare al lavoro. Inoltre, nessuno dice che bisogna lasciare questa bella cornice per una pioggia improvvisa. Se la notte è serena, è probabile che dopo aver mangiato un pacchetto di patatine fritte tipiche del Belgio, si può passeggiare nel parco in buona compagnia. È probabile che, con l'illuminazione dell'arco, ottieni il tuo proprio successo e che, con il freddo che fa, perché mantenere le distanze?
Musei di Bruxelles
Centro belga del fumetto
(14)
La collezione di Comics dell’edificio non è male, però quel che più mi piace è la sua architettura, progettata da Victor Horta, eminente architetto belga di stile modernista. Mi piacciono soprattutto le colonne e i corrimano, contorti e in movimento. Nel visitare Bruxelles si possono seguire diversi itinerari, uno dei quali è quello del comic in cui troverete immagini di comic belga nelle facciate degli edifici, l’altro è quello dell’art nuveau o modernismo. Non vi perdete quest’ultimo, edifici con facciate ed elemeni decorativi molto belli se vi piace l’architettura. La Grand Place o Grotte Mark, quella che sarebbe la Piazza Principale è impressionante e la sera ci sono spettacoli di luce sulla facciata del Palazzo del Comune, anche se non so se durante tutto l’anno. Quando vi trovate di fronte a questo edificio guardate bene se vedete qualcosa di strano; su un lato ci sono più finestre che sull’altro, secondo la leggenda l’architetto non si rese conto finchè l’edificio non fu terminato e per l’errore commesso salì sulla torre e si tirò. Quel che si chiama perfezionismo estremo.
Di interesse culturale di Bruxelles
The European tree (European Parliament)
(16)
Prima un breve ripasso.. Il Parlamento Europeo detiene la funzione di discutere e approvare le normative, controllare le altre istituzioni UE e discutere il bilancio UE. Eletto direttamente dai cittadini ogni cinque anni, è la seconda più grande assemblea parlamentare al mondo dopo quella indiana. Le tre sedi si trovano a Bruxelles, Strasburgo e Lussemburgo. L'edificio di Bruxelles è ubicato nel quartiere di Leopold, primo sovrano belga, e prende appunto il nome di Espace Léopold. Si compone in realtà di vari edifici, tra cui l'Altiero Spinelli (quello che si vede entrando, adornato da una amplia arcata circolare) e il Paul-Henri Spaak (dove si trova l'emiciclo e l'ufficio del Presidente, circondato dalle bandiere dell'Unione). Devo dire che non mi ha particolarmente impressionato, ma è bello conoscere l'importanza di questo luogo.
Monumenti Storici di Bruxelles
Municipio di Bruxelles
(16)
Il Palazzo del Municipio (Hôtel de Ville) di Bruxelles è uno dei monumenti storici della città che racchiude una fondamentale importanza storica, culturale, artistica e sociale. Si trova nella stupenda Grand Place, di cui costituisce la perla più preziosa. Fu costruita in stile gotico brabantino tra il 1402 e il 1455. A quanto pare, la particolare asimmetricità della struttura si deve al fatto che.. non sono stati dentro le misure! La decorazione è stupefacente, sarebbe da portarsi dietro un binocolo: pinnacoli, statue di dichi, santi e profeti, figure allegoriche etc. Purtroppo il famoso bombardamento del 1695 provocò gravi danni, soprattutto all'interno a causa di un incendio. La 'tour inimitable' è considerata da molti la torre civica più bella al mondo. Si deve all'architetto Jan van Ruysbroeck e con i suoi 96 metri si vede da ogni punto di Bruxelles.
Musei di Bruxelles
Museo degli Strumenti Musicali
(7)
Ben poco posso dire del Museo, in quanto era chiuso quando ci sono stato. Il palazzo che lo ospita tuttavia merita menzione a sé. L'edificio, noto come Old England, è infatti il maggior esempio di art nouveau a Bruxelles, opera dell'architetto Paul Saintenoy del 1899. Il palazzo, in acciaio e vetro, è veramente un gioiello. L'accesso all'edificio e alla terrazza, raggiungibile con un ascensore dell'epoca, è gratuito. In cima vi potrete trovare un ristorante molto caro e raffinato, mentre dalla terrazza esterna (per la verità non tenuta proprio bene) si può ammirare un esteso panorama con vista diretta sull'area dei musei e la piazza reale.
Di interesse culturale di Bruxelles
Borsa di Bruxelles
(17)
La Borsa di Bruxelles, opera dell'architetto Léon Suys, è uno degli edifici più impressionanti della città. Fu costruita tra il 1867 ed il 1873, in stile paladino, con bassorilievi sulla facciata e due stupende figure sotto le colonne, opera di Jacques de Haen, a raffiugurare il bene ed il male. Ci sono anche immagini che simbolizzano l'Africa e l'Asia, che si crede siano state create dallo scultore Auguste Rodin. Alcune sezioni dell'edificio sono aperte al pubblico.
Chiese di Bruxelles
Notre Dame du Sablon a Bruxelles
(25)
La chiesa di Notre Dame du Sablon è stata costruita nel 1304 dagli arceri della città in una piazza deserta ed è stata ricostruita nel XV secolo. Attualmente la chiesa è presa come riferimento in tutto il Belgio dello stile ogivale. All'interno si possono ossevare 11 vetrate di 15 metri di altezza.
Giardini di Bruxelles
Parco del Cinquantenario
(16)
Il parc du cinquantenaire è uno dei tanti polmoni verdi della città il più apprezzato dai cittadini e non solo. Passeggiando all'interno troviamo bellissime statue, da qui è visibile anche la moschea Islamica; il palazzo che ospita il museo dell'esercito e della storia e il padiglione delle passioni umane visitabile su appuntamento e opera di Victor Horta considerato il più grande architetto belga dell'art nouveau.
Piazze di Bruxelles
Place Flagey a Bruxelles
(5)
La Place Flagey è una della mie piazze favorite di Bruxelles, ovvio, dopo la Grand Place. Situata nel quartiere di Ixelles, è un nodo molto importante a livello di traffico e trasporti pubblici; ci convergono numerose strade importanti come il chaussée d'Ixelles, la strada Lesbroussart, il chaussée di Vleurgat, il viale Di Gaulle... Il suo nome rende omaggio ad Eugene Flagey, un avvocato e politico che fu sindaco del quartiere di Ixelles dal 1936 al 1956. Nella piazza risalta l'Edificio della Radio la cui costruzione cominciò nel 1930 sotto il nome di Istituto Nazionale Belga di Radiodiffusione. Si tratta di un'opera di Joseph Diongre, in stile art nouveau, lo stile tipico di Bruxelles e fu terminato nel 1938. Dopo anni di funzionamento fu rimodellato e reinaugurato nel 2002 con il nome di Lui Flagey, con una funzione più culturale -si organizzano cicli di cinema, concerti, conferenze ed esposizioni. Inoltre, al pian terreno si trova il Caffè Belga, una delle caffetterie più alla moda della capitale belga.
Stazioni Ferroviarie di Bruxelles
Stazione Centrale di Bruxelles
(11)
Questa stazione è essenziale per il trasporto della città, dal momento che collega la stazione di Midi con la stazione Nord. È la stazione più conosciuta del Belgio. Per chi arriva dalla Francia, Thalys, il treno non ferma in questa staziona, si deve scendere a Midi e prendere qualsiasi treno diretto a Nord del Belgio. Si consiglia di prestare molta attenzione agli oggetti personali, vista la grande quantità di scippi che si registra. Gli edifici art-deco che circondano la stazione sono molto interessanti e furono disegnati da Victor Horta.