MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Goa

256 Collaboratori
  • Monumenti
    40 posti
  • Spiagge
    16 posti
  • Shopping
    11 posti
  • All'aperto
    11 posti
Spiagge di Goa
Spiaggia di Goa
(1)
Spiagge di Arambol
Le spiagge di Arambol
Spiagge di North Goa
Colva Beach
(4)
Spiagge di Goa
Spiaggia di Anjuna
(3)
Spiagge di Goa
Spiaggia di Palolem
(2)
Spiagge di Mapusa
(2)
Spiagge di Siolim
Ashvem Beach Inn
(1)
Spiagge di Benaulim
Spiagge di Mandrem
Spiagge di Benaulim
Spiagge di Candolim
(1)
Spiagge di Margao
Spiagge di Goa
(1)
Spiagge di Arambol
Spiagge di Mandrem
Spiagge di Goa

95 cose da fare a Goa

Città di Panaji
Panaji
(3)
Panaji è la capitale di Goa. Qui la dolcezza portoghese si somma al calore indiano creando un mix quasi brasiliano. È raggiungibile in autobus (vedere la stazione degli autobus Panjim-Kadamba Bus Terminus); è una città particolarmente famosa per le terme di Goa. La vita notturna è vivace e le persone sono molto simpatiche. È piacevole camminare lungo le strade della città bassa e di quella alta e scoprire le antiche case portoghesi.
Mercatini di North Goa
Anjuna Market
(2)
Questo è uno dei mercatini settimanali più famosi e importanti di Goa. Una volta era il ritrovo di hippie, ma adesso sono attrae tutti i tipi di turisti e per questo è necessario contrattare e girare un po' prima di comprare. Detto questo qui il primo prezzo proposto dai venditori era spesso la metà di quello che ci è stato chiesto nelle spiagge più a Nord, quindi alla fine si riesce ad ottenere dei prezzi piuttosto vantaggiosi. Ad esempio alcune camicie e magliette partono da 350 ma si scende velocemente a 200, così per alcuni oggetti in pietra e altri souvenir. Quindi secondo noi è un buon posto per fare compere, dato l'enorme numero di banchi se un prezzo non vi convince basta passare a quello successivo. L'unica cosa a cui dovete essere preparati è la continua richiesta di fermarsi a quello o a quell'altro banco, ma se siete in vena di shopping non ve ne pentirete!
Chiese di Goa
Chiesa della Immacolata Concezione
(2)
Nossa Senhora da Imaculada Conceição, Nostra Signora dell'Immacolata Concezione, è la chiesa principale della città di Panaji, in India. Panaji, una volta conosciuta come Nova Goa, era la capitale dello stato di Goa al tempo delle colonie portoghesi. L'occupazione portoghese in India durò più di 450 anni e, proprio durante questo periodo, i portoghesi costruirono molte chiese e cattedrali nella regione, lasciando così testimonianza del proprio passaggio e della propria fede. La chiesa è molto ben conservata, è molto bianca, con scale laterali che, da ogni lato, portano fino alla cima. Sono scale scolpite e con molte aperture; sull'estremità vi sono lampade che servono a illuminare il percorso. La Vergine è posizionata al centro della scala, su un piedistallo, e anche al di sotto del campanile della chiesa. La chiesa non è molto imponente, ma è graziosa; il bianco le conferisce purezza e fa sì che si sposi bene con il resto della città, che è molto pulita e ordinata. Di stile barocco, la chiesa è ancora usata e ogni domenica vi si celebra una messa in portoghese.
Città di Goa
Goa Vecchia, zona delle Chiese
(2)
Old Goa non offre moltissimo oltre alle tantissime chiese che ne testimoniamo il lustre passato. Noi ne abbiamo viste due, ma in quanto europei, non ne siamo rimasti particolarmente colpiti. Ovviamente dopo due mesi in India ci ha fatto piacere ritrovare l'architettura tipica delle nostre terre, ma sicuramente per un credente questo piccolo agglomerato di chiese assume un significato ancor maggiore. La cosa che invece mi è piaciuta molto è stato arrivare fin qui in scooter, autonomamente. La strada che da Panaji porta a Old Goa costeggia il fiume ed è davvero piacevole da percorrere!
Spiagge di Goa
Spiaggia di Goa
(1)
Goa è uno stato al sud ovest dell'India, le cui spiagge hanno la reputazione internazionale di essere paradisi terrestri, e attirano da anni numerosi turisti, da numerosi parti del mondo, iniziando dai primi hippies degli anni 60 che vi arrivarono con un fugone dall'Europa e non tornarono più a casa, arrivando agli innamorati in luna di miele o i viaggiatori zaino in spalla che si fermano a riposare in queste spiagge prima di ripartire. Quando si arriva a Goa ci si rilassa. Tutto è molto più tranquillo. Gli hippies degli anni 50 ti indicano dove poter affittare un bungalow e, con qualche euro, si può ottenere una preziosa capanna sulla spiaggia, una gioia, spiaggia bianca, mare turchese, palme da cocco per poter godere dell'ombra e birre economiche. E' difficile spendere più di 15 euro al giorno, tutto incluso. Il cibo è molto saporito, con curry e pesce fritto o alla griglia, si mangia pochissima carne in India. La regione si divide tra nord e sud del Goa. E' un antica colonia portoghese, ma l'unica influenza che si riscontra è la chiesa di Goa Vecchia. Le spiagge più alla moda, che si vedono nei film, sono nel centro della regione, come Anjuna, Palolem, Patnem o Dona Paula.
Boschi di Goa
Albero di baniano
A 32 km a nord ovest di Mapusa (che è la stazione ferroviaria più vicina), a Goa, c'è il villaggio di Arambol, un luogo ancora molto tranquillo (soprattutto rispetto al flusso di turisti di Goa) e un paio di belle spiagge. Camminando circa 10 minuti attraverso una giungla di piccole dimensioni (che non è difficile da attraversare indossando scarpe sportive, sconsigliati i sandali ), si raggiunge il Banyan Tree, un albero massiccio e impressionante), un luogo di pace .... Di solito troverete là qualcuno che fa posaceneri di cocco o che sta cospargendo di incenso le statue del mini-tempio di Shiva, o semplicemente che sta seduto a contemplare.
Spiagge di Arambol
Le spiagge di Arambol
A circa 30 km dalla città di Mapusa, nel Goa settentrionale, si trova il villaggio di Arambol, un posto dove poter dimenticare il resto del mondo. La spiaggia principale è abbastanza grande e dispone di ristoranti economici (molto semplici, ma che offrono cibo delizioso). La popolazione si dedica soprattutto alla pesca. Ci sono pochi hotel, ma è facile trovare alloggio in case o capanne di proprietà dei ristoranti. Nella parte settentrionale del villaggio, giusto dietro ad una delle spiagge più tranquille e remote, si trova un lago di acqua dolce, che fa da confine con la giungla.
Città di Arambol
Arambol
(1)
Il periodo migliore per visitare Arambol è dai primi di dicembre a fine febbraio. Ai primi di dicembre non c'era ancora molta gente, e abbiamo trovato un posto molto tranquilla (cosa che non è successa al ritorno, a Capodanno, quando ho avuto difficoltà a trovare alloggio e i prezzi erano aumentati, per non parlare della quantità di persone). Stavamo pagando circa 150 rupie per una stanza di grandi dimensioni in una zona scarsamente abitata e super silenziosa, il bagno era in comune, ma l'ambiente era pulito e perfetto. In alta stagione si può pagare fino 800rps dipendendo dal posto, la sistemazione sulla spiaggia per esempio è più costosa. In città si trova una quantità considerevole di piccoli ristoranti di ogni genere, tibetano , indiani, tipico della zona, pesce molto fresco nei ristoranti di Cliff. Ci sono molti negozi di artigianato a buon prezzo, bisogna contrattare (normale nei negozi gestiti dai tibetani). Ci sono molti posti per la connessione a internet, bar, ristoranti, saloni, ...
Spiagge di North Goa
Colva Beach
(4)
Goa è un angolo di India scoperto e colonizzato dagli hippy. Oggi la sua eredità sono le spiagge di sabbia piene di palme che si trovano feste ricche di alcol, marijuana e altre droghe. Si trova qualcosa di più tranquillo sulla spiaggia di Colva. Non ci sono molte strutture e non è tanto affollato. Ci sono alcuni bar in riva al mare, dove ci sono i pochi turisti bruciati dal sole che bevono birra, alcuni offrono una vista su tramonti spettacolari. I bambini che lavorano negli scavi a lato della strada sono una costante in India.
Spiagge di Goa
Spiaggia di Anjuna
(3)
La spiaggia di Anjuna non è più hippie come una volta, ma offre ancora un ottimo punto d'appoggio per chi ha voglia di musica, di shopping a buon mercato, buon cibo a prezzi contenuti e una spiaggia mista a scogli bassi e rossi con acqua pulita. Qui abbiamo anche assistito alla sepoltura di una bellissima tartaruga di mare, il cui corpo senza vita si era arenato su questa spiaggia. Il giorno migliore per visitare questa spiaggia è quello del mercoledì in cui si tiene il Flea market, un'enorme mercato di souvenir, teli, tattoo e molto altro. Sulla spiaggia poi troverete diversi lettini in affitto per 50 rupie a lettino (a volte li offrono gratis se mangiate nel locale a cui appartengono i lettini) e l'unica cosa che può rovinare un pomeriggio qui è il continuo fermarsi di venditori e massaggiatori. In questo momento quasi tutta Goa è stracolma di russi, ma qui sono così tanti che spesso troverete cartelli in inglese e in russo... a volte, ad occhi chiusi, ci si potrebbe domandare se si è sempre in India o meno!!!
Spiagge di Goa
Spiaggia di Palolem
(2)
Uno degli ultimi paradisi ancora tranquilli del Goa...la natura è rigogliosa e governa ancora i ritmi e l'ambiente anche se il turismo comincia a farsi sentire sempre di più...
Villaggi di Goa
Riserve Naturali di Goa
Risaie
(1)
Con alberi di cocco all'orizzonte, le risaie di Goa sono un paesaggio particolarmente bello. Lo potete vedere arrivando fino all'intestate 17 in direzione di Margao. È sempre uno spettacolo per noi occidentali vedere i teneri germogli verdi e le contadine al lavoro. A dicembre i campi erano coperti d'acqua e sembravano specchi.
Cattedrali di Goa Vieja
Spiagge di Mapusa
(2)
Posti insoliti di Panaji
Quartiere di Fontainhas
(2)
Questo quartiere che si sviluppa sul terreno collinare a est della città di Panaji conserva intatti i palazzi portoghesi, le sue stradine e la piccola cappella di San Sebastiano costruita nel 1818. A metà novembre qui si tiene una vivace fiera per la festa della Madonna. Questo quartiere è però imperdibile durante tutto l'anno perché le sue stradine e i suoi balconi vi catapultano in una atmosfera così lontana dall'India e da Goa, che vorreste passare delle ore tra i suoi vicoli. Qui ci sono anche molte soluzioni per il pernottamento e nel caso doveste fermarvi a Panaji noi consigliamo di dormire in una delle guesthouse nel quartiere di Fontainhas!
Statue di Panaji
Statua di Abbé Faria
(2)
Abbè Faria (Faria Abade in portoghese) nacque il 30 maggio 1746 a Candolim (figlio di due monaci) e divenne una delle figure più enigmatiche di Goa. Questo personaggio aleggiava ai margini dei più grandi eventi del 18° secolo e flirtò con i suoi attori principali (la famiglia reale portoghese, Robespierre, Maria Antonietta, Napoleone sono solo alcuni di loro), in qualche modo accattivandosi ogni regime successivo, pur rimanendo un outsider sfuggente, immerso in un mondo di magia nera ed esoterismo. E' stato considerato il "padre dell'ipnosi moderna" per le sue spiegazioni sul potere della suggestione - un territorio inesplorato, al tempo. Aveva portato avanti il suo studio scientifico sull'ipnotismo, sulla scia dal lavoro di Franz Anton Mesmer, ma a differenza di Mesmer, il quale sosteneva che l'ipnosi è mediata dal "magnetismo animale", Faria aveva capito che funzionava esclusivamente attraverso il potere della suggestione. Nel 19° secolo, introdusse l'ipnosi orientale a Parigi. Con questa statua Goa ha reso omaggio a uno dei suoi pochi abitanti che divenne famoso in Europa.
Spiagge di Siolim
Ashvem Beach Inn
(1)
Questa spiaggia non è soffocata dallo sviluppo di strutture turistiche come quelle di Anjuna e Calangute. Qui sentirete solo il rumore del mare e quello del vostro respiro. La spiaggia è davvero molto ampia e ci sono pochi lettini a giusta distanza l'un dall'altro. L'unica insidia, che abbiamo provato sulla nostra pelle è quella delle abilissime commercianti che lavorano sulla spiaggia. Adottano un approccio molto amichevole e solo dopo una bella conversazione vi chiederanno di vedere la vostra merce. Solitamente noi non ci perdiamo in molte compere, ma questa signora che abbiamo incontrato sulla spiaggia di Ashvem ci aveva davvero conquistato. Il suo prezzo di partenza per una camicia di cotone era di 650 rupie e poi con grande difficoltà siamo riusciti a scendere a 500 per poi scoprire che al mercatino di Anjuna, che si tiene ogni mercoledì, la stessa camicia era, come prezzo di partenza, a 350 rupie. Consigliamo però di passare una giornata qui anche solo per poi pranzare o cenare al meraviglioso "La Plage".