Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Peñíscola?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Punta del Pebret

+8
Salva posto
Salvato

1 opinioni su Punta del Pebret

PierLuigi Galliano

Il sentiero del Pebret, a pochi chilometri da Peniscola

Pedalando lungo la costa verso ovest dalla cittadina di Peniscola, dopo aver oltrepassato la Torre Badum, ci troviamo nel Parco Naturale della Sierra de Irta ed incontriamo l’area ricreativa del Pebret. Da qui parte un itinerario che ci consente di ammirare la costa del Parco, una delle poche ancora incontaminate, protette e conservate di tutta la costa spagnola che si affaccia sul Mar Mediterraneo. Lungo il percorso andremo alla scoperta di luoghi incantevoli alternati da calette di roccia e calette di sabbia, che contengono la spiaggia del Russo e la spiaggia del Pebret. Possiamo osservare la ricca vegetazione che padroneggia il litorale sotto la forza del vento marino, e tra le rocce sarà facile scorgere cormorani che vivono tranquilli in questa zona meravigliosa ed inviolata. Il percorso si snoda su passerelle in legno e parte dalla caserma dei carabinieri, un edificio che ebbe il suo massimo splendore fino alla metà del XX secolo. Da questa postazione la Guardia Civile vigilava la costa da possibili attacchi dei contrabbandieri che a quel tempo commerciavano abusivamente tabacco e liquori. Poco distante possiamo ammirare la duna del Pebret, una delle pochissime dune di tutta la provincia di Castellon. Si tratta di una duna che si eleva da una base rocciosa, interamente ricoperta da una fitta vegetazione dichiarata Microriserva della Flora dal 2008. Le dune sono un ecosistema molto importante poiché contribuiscono al mantenimento delle spiagge con la conseguenza di perdita inutile di sabbia, sabbia che è assolutamente importante per essere l’habitat ideale per la nidificazione di molte specie di uccelli.

Leggi tutto
+9
PierLuigi Galliano

L’itinerario sottomarino del Pebret, affascinante e misterioso

L’itinerario sottomarino del Pebret è stato collocato nella parte sud dell’omonima spiaggia, e rientra nella Riserva Naturale Marina di Irta. In questo tratto di costa che va dalle scogliere della Torre Badum alla spiaggia Pebret, importanti scoperte hanno confermato la presenza di falde acquifere, chiamate Maestrazgo, risalenti ai tempi giurassici, ancora sotto stretta osservazione di studi scientifici. Il percorso è lungo 400 metri e raggiunge una profondità massima di 3 metri, lo si può percorrere in soli trenta minuti, incontrando una difficoltà piuttosto bassa. Prima di avventurarsi in questo tratto di mare è opportuno assicurarsi delle condizioni meteorologiche e naturalmente indossare occhialini e scarpe in plastica o pinne. Il fondo sabbioso è abitato da una fitta popolazione di pesci come il polpo, detto Octopus vulgaris, la seppia e l’orata.

Leggi tutto
Conosci questo posto?
Aiuta gli altri viaggiatori a scoprire con la tua esperienza e foto