Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Brindisi?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Di interesse turistico a Brindisi

10 di interesse turistico a Brindisi

Di interesse turistico di Brindisi
Monumento al Marinaio d'Italia
(1)
Nel quartiere Casale c'è un monumento dedicato agli oltre 6000 caduti durante la grande guerra: il Monumento al Marinaio. Con oltre 68 metri di altezza, il monumento a forma di timone domina il porto di Brindisi. Una volta saliti in cima è possibile ammirare anche buona parte della città, tra cui la scalinata Virgilio e la colonna romana. L’accesso alla terrazza superiore è riservato ai maggiorenni. C’è un ascensore, ma nell'ultima parte sarà necessario salire una decina di scalini. L'edificio ospita anche un piccolo museo e una cripta. L'ingresso è gratuito. Controllate bene gli orari di apertura perché variano a seconda della stagione. Vi consiglio di salire verso sera, al tramonto.
Di interesse turistico di Brindisi
La corte degli Artigiani
La Corte degli Artigiani è uno tra i più bei set delle numerose iniziative culturali e non della città di Brindisi. Ex sede del convento delle scuole pie, questa corte ospita spesso concerti, degustazioni, manifestazioni, mercatini di artigianato e molto altro ancora, soprattutto in estate. Il lunedì, quando arrivano le navi da crociera, la corte si anima di turisti in cerca delle prelibatezze enogastronomiche del territorio brindisino. Visitando l'interno della corte è anche possibile ammirare la splendida cupola della chiesa annessa all'ex convento. Anche qui l'ingresso è gratuito, ma informatevi sugli orari di apertura e sulle iniziative organizzate durante il vostro viaggio.
Di interesse turistico di Brindisi
Loggia Balsamo
Quando arriverete in Piazza Duomo alzate lo sguardo, perché pochi si accorgono di questo piccolo capolavoro. Si dice che il palazzo fosse sede della zecca angioina; ora vi è una carinissima libreria di libri usati: Culturando. Il balcone è di epoca angioina e si pensa che facesse parte di un palazzo più grande che doveva occupare l'intero isolato. E' caratterizzata da nove mensole con rappresentazioni di figure allegoriche. Il palazzo prende il nome dalla famiglia Balsamo, storica proprietaria dell'edificio, tutt'ora residente qui.
Di interesse turistico di Brindisi
Portico dei Cavalieri Templari
Il nome deriva da un'errata attribuzione settecentesca: si pensava, infatti, che il portico fosse parte di una chiesa dei Cavalieri dell'Ordine dell'Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme. E' comunque vero che porto di Brindisi vi erano cantieri navali dove arrivavano imbarcazioni templari come la Santa Maria dei Templari. In realtà probabilmente si tratta di una loggia del primo palazzo arcivescovile della città. Secondo altre fonti il palazzo appartenne alla famiglia di De Cateniano, sindaco di Brindisi nel '500. Oggi questa loggia/portico costituisce l'ingresso del Museo archeologico provinciale Francesco Ribezzo.
Di interesse turistico di Brindisi
Fontana Tancredi
Sulla Strada Provinciale per San Vito, dopo Via Appia, si trova la famosa Fontana Tancredi, tra le più belle fontane nel territorio brindisino. Chiamata anche Fonte Grande, fu costruita nel 1192 da Tancredi di Sicilia per gli animali da trasporto e carico che venivano da fuori città, ma anche per irrigare i campi. In realtà fonti accreditate sostengono che la fontana sia romana e che Tancredi la fece soltanto restaurare in occasione del matrimonio del figlio. La fontana subì molti altri rimaneggiamenti nel corso dei secoli, fu più volte ingrandita e vennero aggiunti altri stemmi da chi si occupò dei restauri. Fino a qualche tempo fa la fontana era chiusa e si poteva vedere solo attraverso un'inferriata. Ora è spesso aperta e la si può visitare più da vicino (gratuitamente, certo).
Di interesse turistico di Brindisi
Porta Lecce
(2)
Bellissimo monumento poco valorizzato
Di interesse turistico di Brindisi
Lungomare Vespucci
(1)
Oltre al più conosciuto lungomare di viale regina Margherita, sul lato opposto, nel quartiere Casale, si trova il lungomare Amerigo Vespucci. E' un posto poco trafficato dove poter fare una piacevole passeggiata romantica, specialmente al tramonto. Qui i pescatori lasciano le proprie imbarcazioni, quindi l'unico movimento che vedrete potrebbe essere quello dei pescatori alle prese con il proprio pescato e le proprie barche. Il quartiere Casale, nei pressi dell'aeroporto di Brindisi, è un quartiere residenziale dove però potrete ammirare varie chiese e monumenti tra cui la chiesa di Santa Maria del Casale, la Chiesa Ave Maristella e il Monumento al Marinaio, tutti ad ingresso gratuito.
Di interesse turistico di Brindisi
Porta Mesagne
Porta Mesagne, detta anche Porta Napoli, è il più antico ingresso della città di Brindisi, costruita in epoca romana da Marco Antonio per difendere la città. Nella parte superiore è possibile ammirare resti di affreschi medievali. La seconda e più piccola porta fu aperta, invece, nel 1930. Il bastione fu edificato in epoca aragonese e ristrutturato in età spagnola, nel 1551, per volere di Giovan Battista Loffredo. La struttura presenta una pianta pentagonale, con tre cannoniere sui fianchi. All'interno spesso vengono qui organizzate mostre ed eventi culturali. Su via Cristoforo Colombo sono visibili i resti delle vasche dell'impianto idrico di età romana.
Di interesse turistico di Brindisi
Fontana dell'Impero
La Fontana dell'Impero fu costruita in marmo verde nel 1940 dell'Architetto Iginio Grassi di Brindisi per dedicarla a Benito Mussolini. Per questo motivo la Fontana reca un'epigrafe con la dedica al Duce e un'aquila, uno dei simboli del fascismo. Inoltre sui lati della costruzione si possono notare lo stemma della città e della provincia di Brindisi. La fontana imperiale si trova sotto il Belvedere di Piazza Santa Teresa, nei pressi del Lungomare Regina Margherita. Questo non è il solo monumento di epoca fascista: Mussolini a Brindisi fece costruire nel 1932 anche il Monumento al Marinaio, che si trova sul lato opposto del porto.
Di interesse turistico di Brindisi
Villaggio Pescatori
Con la sua forma a corna di cervo, il porto di Brindisi è uno dei porti naturali più sicuri e belli di tutto l'Adriatico. Nei pressi del quartiere casale si trova il villaggio dei pescatori, un posto caratteristico dove attualmente attracca il battello che porta da una parte all'altra della città, attraversando il porto (il biglietto costa 1 euro e si fa a bordo). Recentemente la zona è stata riqualificata ed è una delle tappe turistiche da non perdere. Durante i festeggiamenti di San Teodoro e San Lorenzo è qui che viene lasciata per una notte intera la statua della Madonna Ave Maris Stella.