Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Moschea Blu?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Moschea Blu

info
salva
Salvato

123 opinioni su Moschea Blu

19
Guarda le foto di Ciro
19 foto

Blu come il cielo

Meravigliosa, superba, una stupenda opera d'arte e d'ingegneria! E al tramonto diventa un'icona romantica, tutta da godersi nello skyline cittadino. Il nome deriva naturalmente dal colore azzurro delle 21 mila piastrelle utilizzate per dare questo bellissimo effetto. Si dice che al tempo in cui fu costruita,nel XVII secolo, scatenò delle ire per la superbia con cui vennero aggiunti i sei minareti, un numero superiore a tutte le altre moschee e troppo 'vicino' ai sette della Mecca.
Ciro
12
Guarda le foto di lamaga
12 foto

Anche conosciuta come la moschea di s...

Anche conosciuta come la moschea di Sultanahmet, è una meraviglia dell'architettura, è la moschea più grande di Istanbul. Il luogo scelto per la sua costruzione fu il centro della città in un punto dove anticamente vi era un ippodromo romano. Uno de i motivi per la scelta del posto era che si trovava vicino al Palazzo Topkapi. Le 21.043 piastrelle utilizzate nella sua costruzione sono state confezionate nei laboratori del palazzo.
lamaga
9
Guarda le foto di Lorenzo
9 foto

Grande e bellissima

La Moschea Blu, situata davanti ad Hagia Sophia, nel centro di Istanbul, è la più grande moschea utilizata tuttora per pregare in città. L'ingresso non è a pagamento, basta togliersi le scarpe. L'interno è strabilliante, totalmente affrescato con colori intorno al blu (da questo deriva il nome). Gli enormi lampadari sono tenuti un pò bassi rispetto all'enorme cupola, ma non riescono comunque a rovinare l'imponenza che trasmette stare all'interno di questa moschea. La quale è aperta ai turisti ad intervalli regolari, perché a determinate ore è usata dai praticanti per pregare. Trovarla è molto semplice chiedendo in giro, seguendo i cartelli oppure cercare con lo sguardo i suoi sei caratteristici minareti. La visita è obbligata se si passa da Istanbul.
Lorenzo
1
Guarda le foto di Angela Varricchio Fotografa
1 foto

Luci in sultan ahmet camii (moschea blu)

Sultan Ahmet Camii e' un luogo di preghiera e silenzio. Le luci creano un'atmosfera magica ed intensa
Angela Varricchio Fotografa
Leggi altre 10
Pubblica

Turchia

Istanbul la città della perdizione, locali notturni che si alternano ogni due metri con musica ad altissimo volume e fino alle 7 del mattino. Per le vie principali non si riesce neanche a parlare da quanta confusione di gente c'è. Le moschee bellissime, la vita diurna e notturna è uno spettacolo che non finisce mai, nel gran bazaar, il primo mercato coperto dove ci si può trovare di tutto, ci si perde anche da quanto grande è.
Alessandra Zampolin
1
Guarda le foto di Luca Vivan
1 foto

Gatto che riposa

Gatto che riposa
Luca Vivan
3
Guarda le foto di Luca Zanutel
3 foto

Istanbul

Istanbul
Luca Zanutel
1
Guarda le foto di Enrico Orsenigo
1 foto

Istanbul

Istanbul
Enrico Orsenigo
1
Guarda le foto di Matteo Turri
1 foto

Skyline

Skyline
Matteo Turri

Priva

Priva
Gianni Muriana

Istanbul

Istanbul
Andrea Piersante
renzo
1
Guarda le foto di viajesyfotografia
1 foto

La moschea blu dal mare di mrmara

La Moschea Blu è una delle gemme di Istanbul. Scavando dentro di farlo in una delle opere capolavoro di architettura ottomana. Con i suoi 6 minareti, la cupola di 43 m. arredamento di alta e squisita in blu a base di oltre 20.000 piastrelle di Iznik vi lascerà con la bocca toni aperti. Sedersi in un angolo su uno dei grandi tappeti rossi che coprono il pavimento per ammirare questa opera unica costruita con cupole sovrapposte e mezze cupole di toni bianchi bluastri sostenute da enormi colonne. I suoi interni eleganti e la difficoltà di coprire l'intera vista moschea dall'esterno perché le pareti che la circondano, costringendo il visitatore a mettere via per ammirare l'eleganza delle proporzioni esterne. Una delle migliori viste si ottiene dalle navi che entrano nel Mar di Marmara per le isole Buyukada. Così ho preso questa immagine. La Moschea Blu è uno di quei luoghi essenziali di Istanbul.

La mezquita azul desde el mar de mármara

La Mezquita Azul es una de las joyas de Estambul. Adentrarse en su interior supone hacerlo en uno de las obras obra cumbre de la arquitectura otomana. Con sus 6 minaretes, su cúpula de 43 m. de altura y la exquisita decoración en tonos azulados a base de más de 20.000 azulejos de Iznik te dejará con la boca abierta.

Siéntate en un rincón sobre alguna de las grandes alfombras rojas que cubren el suelo para admirar esta obra única construida a base de superponer cúpulas y semicúpulas de tonos blanco azulados sustentadas por unas enormes columnas.

Su elegante interior y la dificultad de abarcar con la vista toda la mezquita desde el exterior debido a los muros que la rodean, obligan al visitante a poner distancia para poder admirar la elegancia de las proporciones exteriores. Una de las mejores vistas se obtiene desde los barcos que se adentran en el mar de Mármara hacia las islas Buyukada. Así obtuve esta imagen. La Mezquita Azul es uno de esos rincones imprescindibles de Estambul.
viajesyfotografia
Traduci
Vedi l'originale
22
Guarda le foto di Roberto Gonzalez
22 foto

L'esplosione di istanbul

Gli avversari?, Inconciliabile nemico, o complici centenari? Penso sempre. In piedi nel parco di Sultanahmet tra i due. Da una parte la forza della fede, l'incomparabile Santa Sofia, dall'altra schiumato architettura, luminoso come le piastrelle che ornano l'esterno e avvolti con quell'aura che sembra emanare da tutti i santuari musulmani, la Moschea blu. Inserisci è di lasciare che la fantasia, tornare indietro nel tempo di permanenza nella stessa stanza, entrare nella storia e vedere come i governanti Allah restituito i doni e benefici che sono stati concessi sotto forma di palazzi di fede. Le cupole sembrano allontanarsi da noi, verso l'alto, sfidando per scoprire i dettagli dei suoi mosaici e per dire quante sono la meraviglia delle sue mura. Profano, panno coperto occidentale onorare la nostra nudità, abbiamo camminato attraverso il tempio non può chiudere la bocca, gli occhi e le orecchie, o anche tutti i sensi allerta tutti catturati in aria. Andiamo, facciamo la meraviglia lontano da lussi e glitter, per svolgere la sua funzione, per onorare Allah

La maravilla estambulí

¿Oponentes, enemigas irreconciliables, o cómplices centenarias? Siempre lo pienso. Parado en el parque de Sultanahmet, entre las dos. Por un lado la fortaleza de fe, la inigualable Santa Sofía, por otro la arquitectura hecha espuma, brillante como los azulejos que la adornan por fuera y envuelta con ese aura que parece emanar de todas los templos musulmanes, la Mezquita Azul.
Entrar en ella es dejar que la imaginación vuele, retroceder en el tiempo quedando en el mismo espacio, entrar en la historia y ver como los gobernantes devuelven a Alá las mercedes y bondades que les han sido concedidas en forma de palacios de fe.
Las cúpulas parecen alejarse de nosotros, hacia arriba, retándonos a que descubramos los detalles de sus mosaicos y a que digamos cuantos forman la maravilla de sus paredes.
Profanos, cubiertos por telas que honran nuestra desnudez occidental, paseamos por el templo sin poder cerrar la boca, ni los ojos ni siquiera los oidos, atentos todos a cada sensación captada en el aire.
Salgamos, dejemos que la maravilla, lejos de lujos y brillos, cumpla su función, honrar a Alá.
Roberto Gonzalez
Traduci
Vedi l'originale
3
Guarda le foto di Chris
3 foto

La maggior parte moschea stunning di istanbul

Ok, quindi la Basilica di Santa Sofia era incredibile troppo, ma che stava prendendo la sua età, la dimensione e importanza storica in considerazione anche. Per puro splendore visivo, la Moschea del Sultano Ahmed (o Moschea Blu) prende la torta. L'interno è vuoto tranne che per i tappeti e qualche basso appendere lampadari, che dà il corsivo per la vera star dello spettacolo: le piastrelle. Le pareti sono bianche, di questa moschea enorme sono rivestiti in piastrelle ridicolmente intricati tutti, non a caso, in blu. Curiosità: lo sapevi la parola "turchese" deriva dalla parola francese antico turco? Le variazioni senza fine in piastrelle sono semplicemente travolgente e non possono perdere. Beware Women, foulards e "abiti modesti" sono necessari. Fare attenzione a mostrare un certo rispetto anche, è un luogo religioso, dopo tutto (cioè non sdraiarsi a terra per vedere il tetto, come alcuni turisti ha fatto, con grande guardie di sicurezza 'dispiacere). Note pratiche a parte, la Moschea Blu è uno dei più sconvolgenti posti in tutta Istanbul, se non del mondo.

Istanbul's most stunning mosque

Ok, so the Hagia Sofia was stunning too, but that was taking its age, size, and historical importance into account too. For sheer visual splendor, the Sultan Ahmed Mosque (or Blue Mosque) takes the cake. The interior is empty except for carpets and a few low-hanging chandeliers, which gives added emphasis to the real star of the show: the tiles. The white plaster walls of this enormous mosque are covered in ridiculously intricate tiles all, not surprisingly, in blue. Trivia: did you know the word "turquoise" comes from the Old French word Turkish? The never-ending variations in the tile are simply overwhelming and can't be missed. Women beware, head scarfs and "modest clothing" are required. Take care to show some respect too, it's a religious place after all (i.e. don't lie down on the ground to see the roof, as some tourists did, much to the security guards' displeasure). Practical notes aside, the Blue Mosque is one of the most mind-blowing places in all Istanbul.
Chris
Traduci
Vedi l'originale
Pubblica
Leggi altre 10

Informazioni Moschea Blu

Numero di telefono Moschea Blu
+90 212 518 13 19
+90 212 518 13 19
Indirizzo Moschea Blu
Sultanahmet, 222
Sultanahmet, 222
Sito web Moschea Blu
http://www.sultanahmetcami.org
carica altro