Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Condividi
Ti piace Piazza della Transalpina?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Piazza della Transalpina

info
salva
Salvato

1 opinioni su Piazza della Transalpina

5
Guarda le foto di Simonetta Di Zanutto
5 foto

Il luogo del confine che non c'è più

Questa piazza ha da sempre un fascino tutto particolare. Fino al 2004 era fisicamente tagliata a metà da un muro, che divideva l'Italia dalla Slovenia. Non un semplice confine, questo muro, ingombrante anche dal punto di vista estetico, era in realtà il simbolo della guerra fredda.

La cosiddetta "cortina di ferro" è stata buttata alle spalle il 1° maggio 2004 con una grande festa, in cui italiani e sloveni si sono ritrovati e hanno abbattutto la rete e il muro che separava fisicamente la piazza, divisa a metà fra Gorizia e Nova Gorica: la fine dell'ultimo confine dell'est europeo. L'ultima barriera poi è crollata il 21 dicembre 2007 con l'entrata della Slovenia nell'area Schengen (anche in questo caso le feste a base di musica e vino non sono mancate).

La piazza è molto suggestiva, con la stazione dei treni di Nova Gorica sullo sfondo (guardando dall'Italia). A memoria del confine che non c'è più, oggi rimane una targa sul terreno, su cui è tracciata la linea che separa il territorio sloveno e italiano, per cui ormai è tipico venire qui per stare letteralmente "con un piede in Italia e uno in Slovenia" e passare da uno stato all'altro senza problemi.
Ai bordi della piazza si può ancora vedere un pezzo del muro con la rete di ferro e il cippo n°57/15 che identificava la linea di confine. Numero ripreso dal mosaico sul pavimento della piazza, realizzato realizzato dal triestino Franco Vecchiet in occasione dell'ingresso della Slovenia in Europa.
Simonetta Di Zanutto
Pubblica

Informazioni Piazza della Transalpina