MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Zara?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Zara

84 Collaboratori
Attività a Zara
GetYourGuide
(9)
56,35
GetYourGuide
(45)
36,36
GetYourGuide
(2)
154,52
GetYourGuide
32,72
GetYourGuide
(2)
9,54

42 cose da fare a Zara

Città di Zara
Zadar
(7)
L'organo marino di Zara si presenta come una gradinata di pietra che scende dalla riva verso il mare. In realtà, al di sotto dei gradini, ci sono delle canne (simili a quelle dei veri organi da chiesa) che suonano grazie al movimento delle onde del mare. Un'esperienza unica per sentire il vero suono del Mare!
Chiese di Zara
Chiesa di San Donato
(1)
La Chiesa di San Donato a Zara (Sv. Donat), così chiamata in onore del Vescovo fondatore, è stata costruita nel IX secolo, in epoca bizantina, sopra al preesistente foro romano. La chiesa è a pianta circolare con tre absidi, ben visibili dall'esterno. La costruzione in pietra è decorata da arcatelle cieche per tutta l'altezza dell'edificio. Un maggiore senso di austerità è dato dal fatto che ci siano pochissime finestre e aperture. La caratteristica fondamentale di San Donato, è che è stata costruita riutilizzando i materiali del foro romano: Alla base dell'edificio sono ben visibili alcune basi di colonne e varie lapidi. La chiesa è circondata da una vasta piazza lastricata (ciò che rimane del foro romano) dove spesso è improvvisato un mercatino di oggetti artigianali e souvenir.
1 attività
Chiese di Zara
Chiesa di Sant'Anastasia
(2)
Ha sostituito nel XII secolo una basilica cristiana a tre navate. La facciata non è di certo la cosa più bella. È stata costruita nel XIII secolo con influenza toscana. La navata ha delle dimensioni notevoli. La cattedrale è a tre navate, divise da pilastri su cui poggiano le arcate. Ha due rosoni magnifici: quello più basso è in stile romanico, mentre quello più alto in stile gotico. Gli stalli del coro sono riccamente decorati in pieno stile tardo gotico, proprio degli inizi del Quattrocento. Da segnalare anche il cimborium e il mosaico cristiano della sacrestia.
Rovine di Zara
Foro Romano
(1)
Il Foro Romano si trova nel cuore della città di Zara. Fu costruito tra il primo e il terzo secolo d.C. ed è dedicato all'imperatore Augusto; delimita il territorio della regione. All'interno del foro si trovano i templi di Giove e di Minerva e gli alloggi degli ufficiali, costruiti al di sopra di negozi e uffici sotterranei. Si tratta del foro più grande della costa orientale dell'Adriatico. La maggior parte delle pietre utilizzate per gli edifici del foro vennero poi smantellate e impiegate nei lavori di edificazione delle fortificazioni della città; sopra il foro vennero costruite le chiese di San Donato e di Santa Maria. Zara anticamente era una bellissima città, con pavimenti in marmo, grandi colonne; ancora oggi, al di fuori della città, è possibile vedere quel che rimane dell'acquedotto che portava l'acqua da una fonte vicina fino alla città. Non è un posto da visitare con una guida né un posto chiuso in cui c'è da pagare l'ingresso. Le rovine sono parte integrante della città e le persone vivono tutto intorno a esse, come nulla fosse.
Chiese di Zara
Monastero San Francesco
(1)
E' la più antica chiesa gotica del paese. Il monastero è un monastero cattolico, fondato nel XIII secolo, intorno al 1220, e fu consacrato nel 1282. Nel corso dei secoli, è diventato il punto focale religioso della città di Zara. C'era una scuola francescana, che è oggi l'università della città. È possibile visitare il monastero, ma ora è in fase di restauro. Hanno una grande collezione di immagini e documenti. Si trova nella parte occidentale della città, vicino al punto in cui le persone fanno il bagno. Vicino all'altare, che è del 1672 ci sono vecchie poltrone decorate nel XIV secolo da Giacomo SA Borgo. E'stato nella sacrestia che è stato firmato il Trattato di Zara, dove i veneziani hanno lasciato la regione e rendendo indipendente la città, che ha potuto così far parte del Regno di Croazia.
Belvedere di Zara
Campanile di Santa Anastasia
(1)
Situato dietro la Cattedrale di S. Anastasia e dopo la chiesa di San Donato, è possibile salirci per circa 10 kunas (biglietto per gli adulti) o 5 kunas (bambini). È il punto panoramico per eccellenza della città, con una magnifica vista del foro e di tutti i monumenti del centro storico. Preparatevi psicologicamente a salire le scale. Sappiate però - come potete vedere dal video e dalle foto- che ne vale la pena.
Chiese di Zara
Chiesa di Nostra Signora della Salute
(1)
Si tratta di una chiesa piccola, ma bella che ospita un dipinto della Vergine di Blaz Jurjev di Trogir che risale al 15 ° secolo (oggi fa parte della mostra permanente di Arte Ecclesiastica). È molto popolare tra gli abitanti di Zara. Situata nel tranquillo quartiere storico di Kampo Kaštelo. Costruita nel 1703 sul sito occupato antecedentemente da due chiese molto più antiche.
Di interesse turistico di Zara
Parcheggio a Zadar
(1)
Abbiamo raggiunto il centro storico della città dopo aver lasciato il porto sulla destra. All'ingresso della città murata, vicino alla porta di Zara, c'è un parcheggio lungo il muro che è a pagamento e sembra che vi siano soltanto turisti. Chiedo a colui che controlla i parchimetri se è possibile parcheggiare il camper e, dopo un ripensamento, mi risponde in italiano che ciò è possibile, ma che si deve pagare inserendo le monete nella macchina. Dico che per me va bene e pago, 15 kune che poi si rivelarono insufficienti, perché il paese merita un'ora in più dell'ora e mezza che vi abbiamo trascorso. Il parcheggio era il numero N 44 06 706. Il numero E 15 13 816 e è la migliore opzione per lasciare l'auto ed esplorare il centro storico.
Chiese di Zara
Chiesa di Santa Maria
(1)
La chiesa di Santa Maria di Zadar è una delle più belle chiese nei pressi del Foro Romano, vicino alla grande chiesa di San Donato. E 'stata costruita nei primi anni del cristianesimo, ma quello che è ora è una facciata del XVI secolo. Mantiene degli elementi del XI secolo, como questo campanile, è un convento, una chiesa ortodossa costruita sopra un tempio romano, che probabilmente contiene la migliore collezione di oggetti storici di Zadar. Nascosti dalle monache benedettine in tempo di guerra, la collezione presenta gli oggetti d'oro e d'argento di epoca bizantina di opulenza, come quadri, reliquie, croci che hanno più di un migliaio di anni. La torre del campanile, a volte chiamata la torre di Koloman in onore del re ungherese di Croazia, è stata costruito nel 1110. La chiesa è stata duramente colpita dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, quando l'Italia invase la Croazia, e ci sono voluti 30 anni per ristrutturarla. Apre solo per la messa, ma si può vedere un po'all'interno attraverso le finestre.
Monumenti Storici di Zara
Porta Zara o Terraferma
(1)
Della città antica rimane ben poco (dopo i bombardamenti degli Alleati nel 1944) e le uniche cose che vale la pena di vedere sono: la Porta di San Chrysogono, la Porta di Zara (detta anche Porta Terraferma) e la famosa chiesa di San Donato a Zadar, nell'area del "Foro Romano". Zara era l'antico nome di Zadar e questa porta è un residuo di quando i dalmati italiani chiesero aiuto alla Repubblica di Venezia perché li difendesse da ungheresi e croato. Il Leone di San Marco, simbolo di Venezia, ricorda proprio questo evento.
Piazze di Zara
Trg Pet Bunara - Piazza dei cinque pozzi
(1)
Vicino alla Porta di Terraferma, che collega la penisola del centro storico al resto della città, si trova la Torre Medievale (Bablja Kula) di Zara. Proprio accanto alla Torre, si possono vedere i resti delle antiche mura che circondavano Zara e, davanti a queste, le cinque fontane (Pet Bunara) che servivano a distribuire l'acqua in città.
Di interesse culturale di Zara
Porto di Zara
(1)
La zona del Porto è veramente caratteristica e vivace; è situata nello stretto tratto di mare che la separa dalla terraferma, dove si trova la parte moderna di Zara. Da questo lato della città ci sono due mezzi che mettono in comunicazione le due sponde: Il primo è un moderno ponte pedonale, suggestivo soprattutto la sera grazie alla particolare illuminazione. Il secondo è un mezzo più inusuale, che ricorda il periodo di dominazione veneziana: Un gondoliere! Lo si può trovare percorrendo il pontile più esterno del porto, in corrispondenza di un piccolo faro, e in pochi minuti si arriva quasi alla punta della città vecchia e viceversa. In questa zona, la sera, ci sono spesso fontane illuminate in mezzo al mare, locali e buoni ristoranti. La sede storica della fabbrica del Maraschino, ovvero la MARASKA, si trova proprio qui, nella sponda moderna della città, ed è aperta al pubblico.
Monumenti Storici di Zara
Saluto al Sole
Il Saluto al Sole è un'installazione artistica che sorge a Zara. Assieme all'Organo Marino, a detta dell'architetto Nikola Bašić, suo ideatore e costruttore, costituisce un legame simbolico con la natura. Si tratta di una pavimentazione in vetro calpestabile del diametro di 22m. A protezione di una serie di pannelli solari, che la sera si illumina e ed interagisce con i suoni emessi dall'organo marino, azionato dal moto delle onde, che sorge a pochi metri di distanza. L'energia elettrica generata dai pannelli alimenta l'illuminazione serale. Scoperto casualmente durante la trasmissione Superquark, ho approfittato per visitarlo nel corso di un viaggio che avrei affrontato pochi giorni dopo.
Chiese di Zara
Chiesa di San Grisogono
Questa chiesa sorge in uno degli angoli più suggestivi e meglio conservati dell’antico centro storico. Nata sulle rovine dell’emporio romani del VI secolo, adottò l’attuale nome nel 649 quando accolse le spoglie di S. Grisogono. La chiesa attuale è di epoca romanica e fu consacrata nel 1175. La facciata ha linee semplici, movimentata solo nella parte superiore da archetti ciechi che seguono il profilo del cornicione e da una sequenza di otto nicchie semicircolari intervallate da colonnine. La parte più interessante è senza dubbio la bella abside esterna che presenta un raffinato colonnato.
Di interesse turistico di Zara
Porta Marina
Percorrendo l’antico cardo si arriva a questa porta, che conduce al porto vecchio. Fu costruita nel 1573 con elementi architettonici romani, utilizzando un arco sepolcrale eretto da Melia Anniana per il marito defunto. Nella parte superiore si trova una lapide che commemora le truppe dalmate che sconfissero gli Ottomani nella storica battaglia di Lepanto. Sulla porta si nota l’antico simbolo di Zara, il bassorilievo di S. Grisogono a cavallo. La parte esterna è impreziosita da un bassorilievo che raffigura un leone marciano.
Giardini di Zara
Giardino pubblico
È il più antico della Dalmazia il giardino pubblico che si apre sul lato orientale di Zara, subito dopo aver attraversato pochi gradini di una cancellata ottocentesca, presieduta da due copie di lampioni originali. È stato aperto nel 1829 sugli spazi demilitarizzati del bastione Grimani, che per secoli rappresentò uno dei cardini più solidi della cinta muraria realizzata tra il 1537 e il 1574. Il giardino è formato da una serie di romantici sentieri che conducono in cima a una collinetta, tra ombrose fronde. In mezzo al giardino anche un ampio caffè all’aperto. Luogo ideale per una passeggiata o una pausa rinfrescante in pieno centro storico.
Piazze di Zara
Loggia della Guardia
Facilmente riconoscibile per la rosata torre dell’orologio, l’edificio sorge nella piazza principale di Zara ed è stato costruito nel 1562, secondo i disegni dell’architetto Giangirolamo Sanmicheli in stile tardo rinascimentale, mentre la cancellata che la separa dalla piazza è del 1783. Qui ancora si riconoscono, nel basamento di pietra, le due aperture circolari da cui spuntavano i cannoni a difesa dell’edificio. In una nicchia sopra la finestra sulla sinistra, invece, c’è un busto in rilievo di un funzionario veneto con la barba lunga.
Musei di Zara
Museo Archeologico
Il museo archeologico è stato ricavato all'interno di un edificio moderno. Si distribuisce su 3 livelli. L'affascinante collezione del museo contiene molti reperti dalla preistoria ai giorni nostri che riguardano il passato di Zara e delle isole vicine. All'interno troverete anche ceramiche, armi e gioielli dell'epoca di Liburiens. Visita altamente consigliata.