Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Tamil Nadu?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Tamil Nadu

374 Collaboratori
Il più visitato a Tamil Nadu
Città di Chennai
Chennai
(6)
Templi di Thanjavur
Brihadishwara Temple
(2)
Templi di Kanchipuram
Ekambareshvara Temple
(1)
Rovine di Mamallapuram
Mahabalipuram
(1)
Spiagge di Chennai
Spiaggia Marina di Chennai
(5)
Di interesse culturale di Madurai
Tempio di Meenakshi
Di interesse turistico di Mamallapuram
Krishna's Butterball
(3)
Di interesse turistico di Mamallapuram
rjuna's Penance or Descent of the GangesPenArjuna o El
Di interesse culturale di Mamallapuram
Krishna Mandapam
Spiagge di Mamallapuram
Mamallapuram Beach
(1)
Templi di Kanchipuram
Kailashnatha Temple
Templi di Chennai
Tempio Kapaleeshwarar
(2)
Cattedrali di Chennai
Saint Thomas Cathedral
(1)
Di interesse culturale di Coimbatore
Looms in Kerala
Templi di Mamallapuram
Varaha Cave Temple
Di interesse culturale di Chennai
ONG Hand in Hand
Palazzi di Thanjavur
Royal Palace
Stazioni delle Corriere di Thanjavur
Bus station
(1)
Templi di Thanjavur
Brihadishwara Temple
(2)
Templi di Kanchipuram
Ekambareshvara Temple
(1)
Templi di Kanchipuram
Kailashnatha Temple
Templi di Chennai
Tempio Kapaleeshwarar
(2)
Templi di Mamallapuram
Varaha Cave Temple
Templi di Chidambaram
Sabhanayaka Nataraja Temple
Templi di Mamallapuram
Templi di Kanchipuram
Shiva temple
(5)
Templi di Kallidaikurichchi
Kailasanatha Temple
Templi di Chitlapakkam
Chidambaram Temple
Templi di Mamallapuram
(1)
Templi di Rameswaram
Templi di Kanchipuram
Templi di Kumbakonam
Templi di Chidambaram
Templi di Mamallapuram
(1)
Templi di Tiruchirapally
(1)
Templi di Thanjavur
Spiagge di Chennai
Spiaggia Marina di Chennai
(5)
Spiagge di Mamallapuram
Mamallapuram Beach
(1)
Spiagge di Kanyakumari
(2)
Spiagge di Auroville
Spiagge di Rameswaram
Spiaggia sacra
Spiagge di Rameswaram
Spiaggia Dhanushkodi
Palazzi di Thanjavur
Royal Palace
Palazzi di Madurai
Thirumalai Nayakar Mahal
Palazzi di Auroville
Palazzi di Auroville
Palazzi di Thanjavur

156 cose da fare a Tamil Nadu

Città di Chennai
Chennai
(6)
La città di Chennai, con i suoi 5 milioni di abitanti si trova nella parte sud-orientale dell'India. È raggiungibile dall'Europa con volo Lufthansa da Francoforte o con AirFrance in cooperazione con Delta Airlines da Parigi, con 10 ore circa di volo. Si consiglia un volo diretto alla città in quanto i collegamenti in India sono lenti per motivi burocratici. Si consiglia di visitare la zona durante il periodo invernale a causa del caldo particolarmente intenso e di munirsi di indumenti leggeri e di protezione solare. Inoltre è utile viaggiare accompagnati da una persona del luogo per evitare di essere disturbati visto che gli occidentali sono piuttosto riconoscibili! La città di Chennai è sovrappopolata e il traffico risulta uno spettacolo incredibile: Taxi, bus, auto, camionette, moto con ragazze senza casco che indossano indumenti tipici hindù, biciclette. Tutto questa accompagnato da continui rumori di clacson. I cibi sono pittosto piccanti, quindi è utile chiedere al cuoco che non vengano aggiunte spezie al piatto, anche se sarebbe come chiedere in Italia di non mettere il sale nella pasta! La birra per eccellenza è la King Fisher mentre i vini sono generalmente importati e troppo cari. Per quanto riguarda i materiali e gli oggetti tipici della zona, è consigliabile acquistare seta, articoli in pelle e spezie, tutti a buon mercato.
Templi di Thanjavur
Brihadishwara Temple
(2)
È stato costruito tra gli anni 1003 e 1010 sotto il regno di Rajaraja I, fondatore dell'impero Chola che conquistò tutto il sud dell'India e le regioni limitrofe, è stata costruita per essere tempio reale mostrando quindi il potere dell'imperatore. È dedicato al dio Shiva, di cui ci sono molteplici rappresentazioni. La muraglia che circonda il tempio è coronata da una moltitudine di tori (Nandi), dal momento che questo animale è il veicolo di Shiva Dopo la costruzione è stata estesa ad altri edifici fino al XVII secolo, altri santuari, torri. È costruito in granito e mattoni ed a differenza della maggior parte dei templi del sud dell'India non è dipinto a colori. Distacca alla sua entrata un gopuran o torre alta 30 metri e nel soffitto ci sono delle pitture bellissime e molto conservate, al suo interno vi è un'enorme statua del toro Nandi, di 25 tonnellate, è una delle più grandi statue di Nandi che esistono in India ed è scolpita in un unico pezzo. Sia l'interno che l'esterno hanno una decorazione con rilievi che raffigurano le 108 posizioni di danza classica indiana rappresentata da Shiva. All'ingresso del tempio, come in molti altri templi di questa zona, vi è un elefante, se si dà una moneta all'elefante (l'elefante con la proboscide la prende e la dà al suo addestratore), vi benedice toccandoti con la proboscide la testa
Templi di Kanchipuram
Ekambareshvara Temple
(1)
Kanchipuram è molto famosa per i suoi sari di seta, ma è anche una città piena di templi e di pellegrini che si recano lì. In verità abbiamo passato una giornata fantastica, dopo 2 ore in pullman traballante, polvere e calore, ronzii e tante strombettate di clacson, un paio di spaventi su strada (sorpasso impossibile, in pratica)... Ripetuti più volte, ovviamente. :-) Fra tutti i templi, quello che ci ha regalato una esperienza indimenticabile è stato il Tempio di Ekambareshvara, perché quel giorno era festa, e quando siamo arrivati ​​era pieno di gente, le donne vestiti con i loro sari di seta e con colori vivaci, i bambini... Non avevamo idea, andavamo senza una guida, e siamo entrati come gli altri... Entrando, si nota che ci sono diversi bar di "chicche" nel cortile del tempio stesso, palloncini, ecc. Eravamo gli unici turisti, e la gente ci guardava sorridendo, e quando bisognava tirare fuori la macchina fotografica... Beh, molti volevano posare, ci hanno anche chiesto quante rupie chiedevamo per le foto, come se noi avessimo delle polaroid, ovvio (e mi è dispiaciuto non averla, per dargliele, vista la loro illusione... non per venderle :-)). Questo tempio è il più grande di Kanchi (così la chiamano i suoi abitanti), e nel centro c'è un laghetto sacro dove la gente fa il bagno e beve, in cerca di purificazione. Tutto è dipinto con colori vivaci, tipo Disney, caratteristica dei templi del Sud dell'India. La sua gopura (caratteristica torre di questi templi), dipinta di giallo-beige, è alta almeno 60 m. Un po' più avanti, vi è un enorme albero di mango, che rappresenta l'albero dove Shiva e Kamakshi si sposarono, e dove le donne vanno a chiedere la fertilità, facendo tre giri intorno al tronco. Chiedono inoltre fortuna per i problemi finanziari, o di trovare un marito per le loro figlie... La gentilezza della gente, l'allegria e la commozione non intenzionata provocata dal perdersi in questo angolo, ha marcato la differenza di questo tempio.
Rovine di Mamallapuram
Mahabalipuram
(1)
Mahabalipuram, chiamato anche Mamallapuram, è una città indiana del Tamil Nadu, la cui capitale è Chennai (meglio nota come Madras). Mahabalipuram fu un porto commerciale nel VII secolo, sotto la dinastia dei Pallavas, e il suo nome deriva dal re Pallava, Mamalla. Quando si visita la città, ovunque ci sono templi, monumenti e resti del vecchio porto. Il sito è nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Tra i monumenti, si trova un tempio dedicato a Vishnu, il Thirukadalmallai, che fu costruito per conservare le sculture del Pallavas, la discesa del Gange, un enorme basso rilievo all'aperto, scolpito in un solo blocco di pietra. Le sculture sono come gli dèi scesi in terra dal fiume sacro, si dice infatti che le acque hanno un potere soprannaturale. C’è anche Arjuna, un altro monolite ricoperto da bassorilievi, che misura 30 metri per 10 di alto. Un'altra curiosità è la "palla di burro" di Krishna, una grande roccia in equilibrio pericoloso su una montagna, che fa ombra, se avete il coraggio di sedervi sotto. Il sito si trova a 60 km da Madras, è meglio prendere un taxi ce ne sono diversi, il bus richiede più tempo.
Spiagge di Chennai
Spiaggia Marina di Chennai
(5)
Chennai, la capitale del Tamil Nadu, ha la spiaggia più grande dell'India e la seconda in tutto il mondo. È immensa comunque la si guardi; una passeggiata sul lungomare per bagnarsi i piedi può durare ore. È una spiaggia di sabbia fine e molto liscia, ideale per far volare gli aquiloni, giocare una partita a calcio, pallavolo o per praticare qualsiasi altro sport. Viste le dimensioni non c'è nessun problema di affollamento ed è ideale per rilassarsi.
Di interesse culturale di Madurai
Tempio di Meenakshi
E' dedicato a Meenakshi e Sundareshvara (ossia Parvati e suo marito Shiva), e secondo la leggenda Madurai è il luogo dove si sono sposati. Si tratta di uno dei luoghi di pellegrinaggio più visitati in tutto il Sud dell'India. Il tempio originale fu costruito da Kulasekara Pandya, ma raggiunse maggior fama durante la dinastia dei Nayaks che governarono dal XVI al XVIII secolo. E' rettangolare, circondato da alte mura che misurano circa 254x237 metri e la superficie totale è di circa 60.000 m2. Qui vivono 60 sacerdoti (in una zona non accessibile al pubblico) che vigilano il tempio. All'interno ci sono molti corridoi, sale enormi e uno stagno sacro circondato da colonne e affreschi del XVII secolo. Le torri principali che indicano i quattro ingressi al tempio (4 punti cardinali) sono decorate con più di 1000 figure, dipinte con colori vivaci, che vengono restaurate e completamente dipinte ogni 12 anni. L'edificio più famoso di questo tempio si chiama Sala delle Mille Colonne, anche se sono 985, tutte scolpite in stile dravidico. Questa sala viene utilizzata come museo, con sculture e dipinti.
Di interesse turistico di Mamallapuram
Krishna's Butterball
(3)
È una gigantesca roccia naturale che è sul lato di una collina, anch'essa in pietra. Secondo la leggenda rappresenta una palla di burro persa da un Krishna bambino, da qui questo nome curioso. Fa una grande ombra, però fa un po' paura essere al riparo sotto di essa, sembra che possa iniziare a rotolare da un momento all'altro. I bambini lo usano come trampolino di lancio per scivolare giù. Sotto c'è un grande prato dove le persone riposano e prendono qualcosa, questo sì, con le interruzioni delle scimmie che vengono a rubare il cibo.
Di interesse turistico di Mamallapuram
rjuna's Penance or Descent of the GangesPenArjuna o El
REPERTO DI GANGE Si tratta di un immenso bassorilievo scolpito nel VII secolo in un grande masso di granito (lungo 27 metri e alto 9); è il più grande reperto d'arte indiana e una delle più importanti opere di scultura antica. Rappresenta uno dei passaggi più spettacolari della mitologia indù: La discesa del Gange (fiume sacro) sulla terra dal cielo. E' composto da rappresentazioni di elefanti, di angeli e di creature mitologiche. Nelle banconote da 10 rupie compaiono le figure di questo spettacolare bassorilievo.
Di interesse culturale di Mamallapuram
Krishna Mandapam
RILIEVI I "Mandapams" sono grotte scavate nella roccia. Questa in particolare è tra le prime scavate e la più grande. Si trova proprio accanto al grande murale della Penitenza di Arjuna, alla sua sinistra. All'ingresso del tempio c' è una fila di pilastri e dentro, nel muro di pietra, ci sono vari rilievi di grande realismo. Il principale mostra una scena della vita di Krishna che solleva il monte Govardhana per proteggere la sua famiglia dalla collera di Indra. Un altro rilievo mostra scene di vita quotidiana come una mucca che sta per essere munta e sta leccando il suo vitello.
Spiagge di Mamallapuram
Mamallapuram Beach
(1)
Mamallapuram possiede oltre 20 km di costa, è un villaggio di pescatori e le spiagge sono abitate da reti da pesca e barche. Sono spiagge in costante movimento, le barche vanno e vengono, oltre alla gente, sia residenti che turisti che si avvicinano a godersi il mare. Godersi la spiaggia in questa zona è un concetto molto diverso da quello che abbiamo in Occidente, qui praticamente nessuno si fa il bagno, tranne che nella zona degli stabilimenti balneari. La gente passeggia, si bagna i piedi sulla riva, e se qualcuno si bagna un pò di più, lo fa vestito, le donne con il sari e gli uomini con i pantaloni, non esiste neppure il concetto di "prendere il sole". Sulla sabbia ci sono tanti pesci morti lasciati dai pescatori. Nella zona più vicina al villaggio ci sono i ristoranti, letteralmente ficcati nella sabbia, dove si possono ordinare piatti di pesce. Questi locali furono distrutti dallo tsunami del 2004, ma sono stati riutilizzati ed ora sono pienamente operativi.
Templi di Kanchipuram
Kailashnatha Temple
Arenaria Rossa Questo è un altro dei 108 templi dedicati a Shiva che esistono, solamente in questa città, questo in particolare è considerato come il più antico, fu costruito nel 700 dC, durante il regno del re Pallava Rayasimha. È circondato da un muro di pietra arenaria. Il tempio è costruito in arenaria rossa. Di fronte all'ingresso principale c'è una grande scultura del toro Nandi, che è come un guardiano. Nei templi di Mahabalipuram i leoni che stavano alle basi delle colonne erano seduti, qui stanno in piedi sulle zampe posteriori, come se fossero pronti a saltare per difendere il tempio. All'interno ci sono piccoli altari in onore di Shiva, a chi è dedicato e anche a Parvati (sua moglie) ed i loro figli Ganesh e Kartik. Nella parte più sacra tempio , non è consentito l'ingresso degli stranieri.
Templi di Chennai
Tempio Kapaleeshwarar
(2)
Il Tempio Kapaleeshwarar è un tempio di Shiva situato a Mylapore. Il tempio è stato costruito intorno al VII secolo in stile dravitico. Il tempio ha molti santuari e all'interno si realizzano vari riti in differenti orari della giornata, dalle 5.30 del mattino fino alle 10 di sera. Qui si svolgono 4 festival all'anno. Se ci andate cercate di parlare con Nagu: lui saprà guidarvi :)
Cattedrali di Chennai
Saint Thomas Cathedral
(1)
Ci sono tre cattedrali al mondo costruite sopra la tomba di un apostolo. San Pietro in Vaticano, Santiago de Compostela e la terza, forse la meno conosciuta, è la Cattedrale di San Tommaso a Madrás (capitale del Tamil Nadu). E 'senza dubbio la più piccolo delle tre, molto più semplice e discreta, ma un elemento rappresentativo del cristianesimo (piuttosto diffuso in questo stato) in India fin dalle sue origini.
Di interesse culturale di Coimbatore
Looms in Kerala
Quando ti trovi dietro alla macchina da presa le cose appaiono diverse. Il lavoro di queste donne non ha prezzo. Quello che mi ricordo di più è il suono dei telai, nell'officina non si sentiva altro, più di una dozzina di donne che lavorano ad un ritmo frenetico. La qualità del tessuto è spettacolare e quando ti rendi conto del prezzo, alla fine di questo mini tour, a mio parere non equivale, la mano d'opera con il prezzo, nel senso che vale molto di più. Sulla parte esterna se non ci sono fili di cotone appesi, uno non si rende conto che ad un paio di metri vi è questo mondo.
Templi di Mamallapuram
Varaha Cave Temple
Si tratta di un piccolo tempio, monolitico, scavato nella roccia, questo tipo di templi sono chiamati "Mandapams". Risale al VII secolo ed è stato costruito durante la dinastia Pallava. E' dedicato al dio Vishnu e alla dea della terra Bhumi. L'ntrata ha colonne e semi-colonne con leoni alla base. All'interno le pareti sono decorate con bassorilievi, esempi d'arte naturalistica della dinastia Pallava.
Di interesse culturale di Chennai
ONG Hand in Hand
VISITA ORGANIZZATA HAND IN HAND ( http://www.hihindia.org/ ) Questa ONG è sostenuta da cinque colonne portanti che la aiutano a salvare piccoli villaggi dalla loro condizione e a renderli sostenibili, puliti, ecc. Tutto questo cominciò con delle donazioni, principalmente da un uomo d'affari svedese, ma ora l'associazione riesce a finanziati in gran parte con gli interessi da microcredito. Se qualcuno vuole visitare la ONG, qui vi è la mia e-mail: alejandro@grupo2013.com http://www.hihindia.org/handinhand/our_model/the_five_pillar_programme/
Palazzi di Thanjavur
Royal Palace
Questo palazzo risale al 1550 e fu costruito dal Nayak di Madurai. Attualmente ospita un museo dove troviamo una galleria d'arte della dinastia Chola, con una collezione di figure in bronzo. C'è anche una biblioteca con vecchie copie in diverse lingue, libri di poesia, scienza e medicina, nonché alcuni disegni di paesaggi e diverse città indiane (non si possono scattare foto). Al piano superiore vi è un enorme scheletro di balena, la verità è che non capisco cosa ci faccia qui, ma è così. Si differenzia la sala del trono che ha le pareti decorate con dipinti. La manutenzione generale dell'edificio è piuttosto precaria.
Stazioni delle Corriere di Thanjavur
Bus station
(1)
Passeggiando per la città ci ritrovammo alla stazione degli autobus, un vero e proprio brulichio di persone, autobus, bambini e mucche. Alla stazione ci sono molte bancarelle di cibo, per rendere l'attesa più sopportabile. Noi non abbiamo preso un autobus, ma deve essere piuttosto complicato in quanto tutti i cartelli sono scritti in hindi e le biglietterie sono sparse qua e là. Degni di nota anche i bagni pubblici al ...