MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Bucarest?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Bucarest

261 Collaboratori
  • Monumenti
    49 posti
  • All'aperto
    17 posti
  • Musei
    8 posti
  • Shopping
    6 posti
  • Paseggiate
    6 posti
Attività a Bucarest
GetYourGuide
(31)
77,84
GetYourGuide
(35)
22,89
GetYourGuide
(15)
54,95
GetYourGuide
(36)
206,06
GetYourGuide
(1)
237,20
GetYourGuide
(1)
35,72
Il più visitato a Bucarest
Città di Bucarest
Il quartiere antico di Bucarest
(4)
Palazzi di Bucarest
Palazzo del Parlamento
(19)
Monumenti Storici di Bucarest
Arco di trionfo
(15)
Musei di Bucarest
Museo Satului a Bucarest
(9)
Laghi di Bucarest
Parco Herăstrău
(9)
Zone Locali Notturni di Bucarest
Passaggio Macca Villacrosse a Bucarest
Giardini di Bucarest
Parco Carol I a Bucarest
(4)
Giardini di Bucarest
Parco Cismigiu a Bucarest
(5)
Monumenti Storici di Bucarest
Athenaeum rumeno
(5)
Musei di Bucarest
Museo di Storia Nazionale
(1)
Monumenti Storici di Bucarest
Il Senato della Romania
(2)
Musei di Bucarest
National Museum of art
(2)
Pub di Bucarest
Baraka
(1)
Chiese di Bucarest
Biserica Doamnei
Monumenti Storici di Bucarest
Piazza Charles de Gaulle
(7)
Stazioni Ferroviarie di Bucarest
Metropolitana di Bucarest
(4)
Mercati di Bucarest
Mercato di Calea Victoriei
(1)
Pub di Bucarest
Galleron Cafe
(1)
Monumenti Storici di Bucarest
Arco di trionfo
(15)
Monumenti Storici di Bucarest
Athenaeum rumeno
(5)
Monumenti Storici di Bucarest
Il Senato della Romania
(2)
Monumenti Storici di Bucarest
Piazza Charles de Gaulle
(7)
Monumenti Storici di Bucarest
Curtae Veche di Bucarest
(2)
Monumenti Storici di Bucarest
Casa Presei Libere
(2)
Monumenti Storici di Bucarest
(2)
Monumenti Storici di Bucarest
Monumenti Storici di Bucarest
(1)
Monumenti Storici di Bucarest
Monumenti Storici di Bucarest
Monumenti Storici di Bucarest
(2)
Monumenti Storici di Bucarest
(1)
Monumenti Storici di Bucarest
Monumenti Storici di Bucarest
Monumenti Storici di Bucarest
Monumenti Storici di Bucarest
Musei di Bucarest
Museo Satului a Bucarest
(9)
Musei di Bucarest
Museo di Storia Nazionale
(1)
Musei di Bucarest
National Museum of art
(2)
Musei di Bucarest
Museo Nazionale d'Arte
Musei di Bucarest
(1)
Musei di Bucarest
(2)
Musei di Bucarest
Chiese di Bucarest
Biserica Doamnei
Chiese di Bucarest
Chiesa Crețulescu
Chiese di Bucarest
Chiesa del Patriarcato
Chiese di Bucarest
(3)
Chiese di Bucarest
Chiese di Bucarest
(2)
Chiese di Bucarest
Chiese di Bucarest
(1)
Chiese di Bucarest
(1)
Chiese di Bucarest
Chiese di Bucarest
Chiese di Bucarest
Chiese di Bucarest
Chiese di Bucarest
Chiese di Bucarest
(1)
Chiese di Bucarest
(1)
Giardini di Bucarest
Parco Carol I a Bucarest
(4)
Giardini di Bucarest
Parco Cismigiu a Bucarest
(5)
Giardini di Bucarest
(1)
Giardini di Bucarest
(2)
Giardini di Bucarest
(2)
Giardini di Bucarest
Giardini di Bucarest
(1)
Giardini di Bucarest
Giardini di Bucarest

97 cose da fare a Bucarest

Città di Bucarest
Il quartiere antico di Bucarest
(4)
Da el Hanul Lui Manuc, ti puoi perdere nelle vecchie vie di Bucarest, camminare dove ti portano i piedi, osservando successivamente queste vecchie case che continuano ad appartenere alla stessa famiglia da secoli, che furono rinnovate dai giovani per farne un caffè alla moda, i negozi che continuano a vendere bottoni e beni di consumo così vecchi che nessuno li vuole più...Un vicinato di costruzioni tenute male per mancanza di soldi, bar, ristoranti e negozi d'arte. Il comune sta aiutando il quartiere alla sua rinascita, contribuendo al rifacimento delle strade, che sicuramente non hanno visto alcun operaio dalla seconda guerra mondiale. Le strade si rimettono in buono stato, le fogne si puliscono e il prezzo delle case sale all'improvviso. Le vie Sepcari, Covari o Gabroveni, che erano le antiche vie medievali di affari, si percorrono guardando i particolari architettonici o i negozi di design. La famosa via Lipscani ha conservato alcune belle facciate in stile Art Nouveau, come al numero 72. Al 63, si trova la porta che ti conduce al vecchio hotel mercantile Hanul Cu Tei, del quale sfortunatamente non rimane molto; le sue antiche stanze sono ora gallerie d'arte.
Palazzi di Bucarest
Palazzo del Parlamento
(19)
Il palazzo del parlamento è il campione di tutte le categorie di un pessimo utilizzo del denaro derivante dalle tasse dei poveri Rumeni durante la dittatura. Un enorme edificio di pietra, che ha la triste particolarità di essere il secondo edificio più grande del mondo, giusto dopo il Pentagono di Washington. È il più famoso e il più discusso degli edifici ufficiali della città. Fu costruito durante la dittatura di Ceaucescu, tra il 1984 e 1989, e furono circa 400 architetti e 20mila operai che lavorarono alla costruzione, scavando ogni giorno di più il deficit dello stato rumeno. Questo nel frattempo non aveva soldi per costruire scuole, ponti o strade. Alto 84 metri, il Palazzo del Parlamento ha più di 60mila metri quadrati di superficie, circa mille stanze, delle quali 440 sono uffici, sale di conferenza e ricevimento, alcune misurano più di 2mila metri quadrati, tutto è sproporzionato se uno considera che il Paese misura poco più di 2/3 dell'Italia. All'inizio, si chiamava la Casa del Popolo, e doveva concentrare tutti i poteri sotto uno stesso tetto, intorno al dittatore, che sarebbe vissuto lì intorno. Oggi, nei dintorni il paesaggio è abbastanza moderno, ma all'inizio, non solo era un progetto da pazzi, in più si trovava completamente isolato dove non c'era nulla intorno, mettendo in evidenza la sua grandezza e il suo lato inutile. Si può visitare il palazzo, e la galleria d'arte moderna che è dentro, ma non è molto interessante.
Monumenti Storici di Bucarest
Arco di trionfo
(15)
Situato in una grossa piazza a cui si arriva dagli immensi boulevard della città l' attuale arco di trionfo fu costruito nel 1935 ed è l' ultima versione dei vari archi di trionfo che si sono succeduti nel corso del tempo a partire dal primo del 1878 per ricordare e celebrare la data della riconquistata indipendenza rumena.
Musei di Bucarest
Museo Satului a Bucarest
(9)
Bellissime ricostruzioni delle antiche abitazioni di tutta la Romania; per ogni casa ricostruita vi è indicata la regione e altre informazioni, anche gli interni sono fedeli ricostruzioni. Questo museo a cielo aperto è immerso nel verde e adatto a tutti.
Laghi di Bucarest
Parco Herăstrău
(9)
Il lago Herastrau, Lacul Herastrau, si trova a nord di Bucarest ed è circondato dal più grande parco della città. È il luogo preferito dalle persone per correre e fare una passeggiata con la propria metà. In un paese in cui molti giovani vivono ancora con i genitori, il lago offre un po' di privacy. Il lago fu creato artificialmente negli anni 30 per evitare allagamenti in città e si estende su una superficie di 74 ettari. È alimentato dal fiume Colentina. Ci sono alcuni ristoranti molto carini nelle vicinanze e c'è anche la casa di una stampa libera, un monumento iconico della città. C'è anche un bar installato su una barca. Non si può fare il bagno, ma è possibile noleggiare barche e pedalò.
Zone Locali Notturni di Bucarest
Passaggio Macca Villacrosse a Bucarest
Scendendo per la via Carada, una strada parallela a Calea Victoriei, presso il Museo Nazionale di Storia della Romania, si trova sul lato destro questo passaggio bohemien, come gli antichi passaggi commercianti coperti di Parigi, della belle époque. Sotto un gran tetto in vetro, diverse strade sono state coperte, consentendo ai piccoli negozi e ristoranti installati lì, di avere una terrazza in ogni stagione, o di lasciare le merci fuori. Costruito nel 1891, il passaggio ha una forte influenza francese, vi è addirittura un ristorante in stile "bistrot", ma niente più visto che servono piatti nazionali, dal gulasch alla zuppa di fagioli. Oggi nel passaggio ci sono soprattutto ristoranti, un curioso luogo in stile marocchino e tubi d'acqua, grandi sedie confortevoli istallati fuori, che frequentano gli studenti del quartiere, un altro offre cucina rumena e una decorazione tipica dei chalet transalpini , e un terzo che sembra più neutro, con una selezione di prodotti raffinati. E' un peccato, ma le botteghe artigiane e di libri antichi, da un bel po' di tempo sono state sostituite da negozi, senz'anima, da negozi di souvenir.
Giardini di Bucarest
Parco Carol I a Bucarest
(4)
Il parco Carol I si trova alla fine del Viale 13 Giugno, ed è uno dei più piacevoli della città. Nel centro si trova un lago, e gli abitanti di Bucarest vengono qui il fine settimana ad affittare una barchetta. Siccome è in un quartiere piuttosto popolare, il parco è la zona di gioco per i più piccini, accompagnati dai nonni; i genitori di solito non hanno mezzi sufficienti per distrarre i figli in altro modo. Nella parte più alta si trova il monumento ai caduti, omaggio ai soldati rumeni, con una fiamma che arde in onore al milite ignoto. Vi si può arrivare dalla strada Patriarhieu, a sud-ovest della collina. Il parco è abbastanza grande, però è circondato da importanti strade cittadine, per cui sono poche le zone in cui si ha l'impressione di stare nel verde e di non sentire rumori di traffico. È facile orientarsi lungo il grande viale principale che porta al monumento dei caduti; quest'ultimo si trova in una collina che ci permette di apprezzare il paesaggio che ci circonda. Come negli altri parchi cittadini, il Comune ha fatto installare il wireless gratuito, e i ragazzi vanno lì con il loro portatile.
Giardini di Bucarest
Parco Cismigiu a Bucarest
(5)
È uno dei grandi parchi della città, e si trova in centro. Nel 1779 era un bosco abbandonato, che circondava un lago. Il principe Alejandro Ypsilanti decise di costruirvi una fontana per rifornire Bucarest di acqua potabile. Il responsabile delle fontane del Comune viveva lì, ed era Mare Cismigiu, che significa "grande idraulico", e da qui deriva il nome del parco. L'austriaco Meyer offrí in seguito un progetto paesaggistico che l'allora principe Bibesco portò a termine, per trasformare il luogo in un giardino pubblico di 17 ettari, aperto agli abitanti dal 1854. Due passeggiate fanno il giro del lago, da nord a sud. Ciclisti e sportivi vari sono numerosi, ma il parco resta soprattutto il punto d'incontro delle persone anziane del quartiere di Lipscani, che vengono a giocare a scacchi o a backgammon sulle rive del lago. Nel centro, l'architetto Ion Mincu costruí il ristorante "Monte Carlo", ricostruito dopo essere stato distrutto da un bombardamento nella seconda guerra mondiale; l'edificio conserva tuttavia ancora le caratteristiche dello stile "neo rumeno", molto tipico di Mincu, che a partire dall'indipendenza della Romania lasció la sua impronta nella città, con costruzioni a forte significato nazionalista e patriottico. Nel parco si trovano anche sedici statue di altrettanti scrittori rumeni.
Monumenti Storici di Bucarest
Athenaeum rumeno
(5)
L'Athenaeum rumeno ha una buona reputazione per la qualità della sua acustica. È una mitica sala da concerti da cui sono passati i grandi nomi della musica classica, come Ravel, Strauss, Enescu ... si trova vicino a via Franklin Street e a via Victoriei. Un piccolo parco proprio di fronte all'Athenaeum rende la visione più piacevole e dà l'opportunità ai visitatori di rilassarsi su una panchina ammirando la facciata. L'edificio è impressionante, con grandi colonne sulla facciata che sorreggono una cupola rotonda. L'architetto che ha costruito questo edificio nel 1888 è stato il francese Albert Galleron. Sotto l'ingresso ci sono medaglioni raffiguranti i grandi personaggi della storia della Romania. La sala da concerto può ospitare circa 1000 persone e il soffitto è decorato riccamente con affreschi raffiguranti momenti importanti del passato rumeno. Il posto è aperto dal Lunedì al Venerdì dalle 9 alle 15:30; di pomeriggio è chiuso perché vengono fatte le prove generali per i concerti serali.
Musei di Bucarest
Museo di Storia Nazionale
(1)
Il Museo Nazionale di Storia rumena è installato in un enorme edificio pubblico tradizionale, alla fine di Calea Victoriei, prima che questa termini in corrispondenza del fiume Dambovita. È l'ex palazzo delle poste, che è stato completato nel 1900, ed è diventato un museo nel 1971. Ospita moltissimi documenti sulla storia rumena: resti archeologici, armi e molto altro ancora. Peccato che sia così poco valorizzato. Il museo è aperto dal mercoledì alla domenica dalle 9 di mattina alle 5 del pomeriggio e l'ingresso è gratuito l'ultimo Venerdì del mese. Nel seminterrato c'è la sala del tesoro nazionale con oltre 2.000 articoli d'oro, d'argento o con pietre preziose; il pezzo più apprezzato è sicuramente il gruppo della gallina con i pulcini d'oro, un tesoro visigoto del quarto secolo che venne ritrovato a Pietroasa, vicino a Buzau. La gallina è circondata da centinaia di splendidi pulcini d'oro. Ci sono anche copie delle metope della colonna Traiana che racconta la conquista della Dacia da parte dei Romani.
Monumenti Storici di Bucarest
Il Senato della Romania
(2)
Il Senato rumeno si trova in piazza rivoluzione, di fronte al museo nazionale d'arte della Romania. E' un edificio in stile neoclassico terminato nel 1948, alla fine della seconda guerra ondiale, quando il paese era nelle mani dei comunisti. Ospitava allora la sede del comitato centrale del partito comunista. Si nota, nel centro, un balcone tristemente famoso, da dove, il 21 dicembre del 1989, Nicolas Ceausescu, già disperato per la rivoluzione popolare e gli eventi tedeschi, oltre che per il blocco sovietico, pronunciò il suo ultimo discorso, prima di essere interrotto dalla rabbia della gente. Di fronte all'edificio, croci, fiori e candele bruciano tutto l'anno, per ricordare gli avvenimenti del 1989 e il fatto che decine di rumeni morirono nella piaza, che è stata il punto di partenza per la democrazia. Ceausescu cecò di fuggire ma venne incontrato una settimana dopo e processato all'istante, ucciso con un colpo di pistola. Oggi l'edificio viene usato per votare le leggi del paese
Musei di Bucarest
National Museum of art
(2)
Il Museo Nazionale d'Arte rumena si trova nel posto che una volta ospitava l'antico palazzo Golescu, che, pur essendo piccolo, era uno degli edifici più prestigiosi di Bucarest. Al suo posto venne costruito il palazzo reale, che segue il progetto del francese Gottereau. Nel 1927 un incendio distrusse tutto e fu il re Carol II a inaugurare il nuovo palazzo nel 1935. Dopo l'esilio del re Michel nel 1948, il palazzo fu nazionalizzato e trasformato in un museo, con sezioni sull'arte romena del XVIII secolo, sull'arte moderna, ma anche sull'arte europea e sulle arti decorative orientali. La parte della galleria d'arte medievale romena si articola in sette sale e ospita una magnifica selezione di icone, iconostasi, manoscritti religiosi, oggetti d'oro provenienti da tutte le regioni del paese e che ci danno un assaggio dell'arte del tempo. Nella parte della moderna della galleria d'arte sono ospitate le opere degli artisti del 1900, come Luchian e Cecilia Storck (le opere di Stork sono esposte anche all'interno di un museo che porta il suo stesso nome). Infine nella galleria d'arte europea si conserva la collezione privata dei re che venne confiscata durante il comunismo: Greco, Rubens, Rembrandt, Monet, Delacroix, Renoir ...
Pub di Bucarest
Baraka
(1)
La Baraka è un bar che si trova all'interno del parco Herăstrău, a nord di Bucarest. Herăstrău è il polmone verde per la città e ospita vari bar e ristoranti. La Baraka è un posto molto semplice.Sembra un po' un lounge, con poltrone comode, toni scuri ... Si trova in mezzo alla natura. È ubicato di fronte allo skate park della città e c'è sempre una musica in sottofondo che mette di buon umore gli skater e sembra ispirarli nelle loro acrobazie. Dovete entrare al parco attraverso la porta di Charles de Gaulle e troverete il bar poco prima di raggiungere il lago. I prezzi sono ragionevoli, il caffè costa 1,30 € e la birra 2 euro. Tra le cose da mangiare non c'è molta scelta, ma ci sono altri ristoranti intorno.
Chiese di Bucarest
Biserica Doamnei
La chiesa Biserica Doamnei è un po' difficile da trovare. Uscendo dalla piazza dell'università dovete prendere il viale Regina Elisabeta e poi via Victoriei: guardando bene alla vostra sinistra dovreste vederla dopo circa cinquanta metri che avete svoltato. È un luogo molto tranquillo, nonostante il traffico del quartiere. Verso mezzogiorno la gente viene qui per lasciare una candela e dire una preghiera. In questo momento la chiesa è in fase di ristrutturazione e non si può vedere molto della sua bella facciata. È stata costruita nel 1683, grazie al principe Serban Cantacuzino. L'interno è un po' buio, piccolo e intimo, ma è anche molto fresco durante le calde giornate estive. L'ingresso è splendidamente decorato con motivi floreali. Quello che è strano è che via Victoriei è una delle più vivaci della città, con urla, clacson, traffico, gente che corre, ma - una volta entrati in chiesa - tutto sembra bloccarsi: non c'è rumore, ma solamente serenità e relax. La chiesa è aperta tutti i giorni fino alle 5 del pomeriggio; di sabato e di domenica fino alle 3.
Monumenti Storici di Bucarest
Piazza Charles de Gaulle
(7)
La Piazza Charles de Gaulle, o Piata Charles de Gaulle in rumeno, è una piazza nella parte nord di Bucarest, che congiunge Boulevardul Aviatorilor e Bulevardul Mareşal Constantin Prezan. Si trova all'ingresso del bellissimo parco Herastrau e, se prosegui per i giardini, arriverai al lago. Nel centro della piazza c'è la Croce del Millennio, una scultura di Neagu, costruita negli anni '90. Nel 2006, per la riunione dei paesi francofoni e francofili tenutosi a Bucarest, è stata inaugurata una statua del generale Charles de Gaulle, opera del Mircea Spataru. La statua è alta quasi cinque metri. Inizialmente, la piazza si chiamò Jiano Piata, dal nome di un eroe popolare della rivoluzione della Valacchia. Durante la seconda guerra mondiale e fino al momento della Liberazione del paese, prese il nome di Adolf Hitler. Durante l'epoca comunista, quella degli aviatori, prese il nome di Piazza Stalin e, infine, divenne Piazza Charles de Gaulle, dagli anni '90. L'Arco di Trionfo è a pochi metri di distanza, in un'altra piazza.
Stazioni Ferroviarie di Bucarest
Metropolitana di Bucarest
(4)
La metropolitana di Bucarest mi è sembrata una follia. In primo luogo perché non ci sono ancora scale apposite per salire o scendere, ma c'è un'unica scala per tutti. Quindi appena si arriva c'è una marea umana che nelle ore di punta può essere davvero impressionante e disordinata. La prima volta che l'ho presa ho fatto un giro tremendo e ho tardato più di 30 minuti. La metropolitana è un mezzo molto economico: un carnet da 10 viaggi costa 8 lei, ovvero due euro. Probabilmente è per questo che è in cattive condizioni. Ho preferito gli autobus e i tram della città, ma nelle ore di traffico intenso avvicinarsi a via Victoriei o a Piazza Unirii è quasi impossibile. La metro è sicura, non ci sono molti delinquenti.
Mercati di Bucarest
Mercato di Calea Victoriei
(1)
Il mercato di Calea Victoriei è uno dei più antichi mercati di Bucarest assieme a quello di Piazza Unirii. È a sud di Piata Victoriei, dirigendosi verso Piazza Romana. Potete scendere alla fermata Victoriei oppure arrivarci in bus. Non è un luogo turistico, quindi qui potrete conoscere la quotidianità degli abitanti di Bucarest. Ci sono alcune signore anziane che vagano per il mercato vendendo trecce d'aglio o lamponi del loro giardino a prezzi incredibilmente bassi. I prezzi degli hotel e dei trasporti sono alti. Ma la maggior parte dei pensionati della capitale vive con molto poco, circa 100 euro al mese. Vengono al mercato e comprano tutto ciò di cui hanno bisogno: tagli di carne che noi non mangeremmo e pesce che non ha un bell'aspetto. La cosa migliore ci è sembrata la frutta: succosa e saporita.
Pub di Bucarest
Galleron Cafe
(1)
Il caffè Galleron è un caffè con un arredamento del secolo scorso. Si trova dietro all'Hilton Hotel, in via Nicolae Grigorescu. L'arredamento è bellissimo: ci ono antiche poltrone, lampade che pendono dai soffitti, finestre che si riflettono negli specchi, ecc. Si trova vicino ai teatri e alle sape espositive ed è una buona opzione per prendere un buon caffè o un cocktail. Si tratta di un antico palazzo, probabilmente appartenente a un ricco borghese della città, che è stato rinnovato. Percorrendo i vari ambienti vi sentirete come a casa. Di mattina viene servita la colazione e c'è il wifi gratuito per i clienti. I prezzi sono più alti rispetto alla media della città: il caffè costa 1,50 € e il cocktail 5, ma è molto buono. È tranquillo, con musica lounge, e offre servizio catering privato per gruppi di massimo 45 persone.

Cose da visitare e da fare a Bucarest

Stai facendo una lista di cose da fare a Bucarest oggi? Fantastico! La città ha molte cose da vedere e da fare, non avrai neanche un minuto per annoiarti.

A causa della sua lunga storia, A Bucarest C'è una miscela di stili. Passeggiando tra i vicoli si può vedere come allo stesso tempo coesistono tra loro moltissimi edifici diversi.

Il Palazzo di Curtea Vech, è uno dei posti più antichi da vedere a Bucarest, a testimonianza del passato medievale della città. La maggior parte di questi sono situati nel quartiere di Lipscani. Molti di questi edifici medievali hanno subito guerre e il passo degli anni,causando la scomparsa di alcuni di essi, ma anche la nascita di nuovi edifici. La Civic Centrul è un quartiere di epoca comunista e merita una visita.

Questo fu un momento di grande rinnovamento architettonico della città, dove aumentarono notevolmente gli edifici grandi e commerciali. Altri luoghi da vedere in Bucarest sono il Parlamento e la Casa Presei libere.

Pensando poi a cosa visitare ancora a Bucarest, non può mancare una passeggiata lungo il viale Kisseleff, una delle vie più famose. La strada è stata concepita come
gli Champs Elisee della cittá, tanto che ha anche un proprio Arco di Trionfo.

Rilassarsi su una delle terrazze può essere un buon idea prima di procedere con le visite turistiche. La capitale della Romania è uno dei maggiori centri artistici dell'Europa Centrale, con molti musei e gallerie che si devono vedere a Bucarest. Il Museo Nazionale d'Arte, il Museo Nazionale di Arte Contemporanea e il Museo Zambaccian mantengono importanti opere di autori come Picasso, Monet, Cezanne e Matisse.

La musica è anche tradizionalmente molto importante per la città. Se si ha la possibilità, non perderti uno dei concerti dell'Orchestra Filarmonica della città o qualche opera. Infine, non puoi lasciare Bucarest senza conoscere la sua vita notturna. La città ha una moltitudine di bar e locali in cui gustare la vita notturna, dopo tutta la giornata alla scoperta della città.