MINUBE
Continua sull'app
Apri
Dove vuoi andare?
Ti piace Ourense?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Ourense

1.009 Collaboratori

439 cose da fare a Ourense

Centri Commerciali di Ourense
Centro Commerciale Ponte Vella ad Orense
(13)
Questo enorme centro commerciale, l'unico della città, venne inaugurato nel 2001 e si trova vicino al Parco Miño e di fronte alla spiaggia fluviale. Se siete a piedi, potete accedervi tramite la passerella pedonale che c'è sul fiume Miño. In totale vi sono 5 piani suddivisi tra parcheggi, negozi e ristoranti ed in particolare vi sono ben 83 negozi in cui trovare qualsiasi tipo di prodotto come profumi, mobili, gioielli,abiti come ad esempio Zara, etam, ecc... All'ultimo piano vi sono numerosi bar, ristoranti, cinema, salagiochi e vi è inoltre una grande terrazza da cui poter godere di una splendida vista sul fiume. I negozi sono aperti dal lunedì al sabato dalle 10 alle 22, mentre i vari locali sono aperti dal lunedì al giovedì dalle 9 all'una, il venerdì e il sabato dalle 9 alle 15 e la domenica dalle 11 all'una.
Trekking di Parada de Sil
(6)
Stabilimento Balneare di Ourense
Pozas do Muiño das Veigas di Orense
(10)
Queste pozze sono una delle zone di balneazione gratuite sulla riva destra del Fiume Miño, facenti parte dell'itinerario Orense Termal. Per arrivarci si prende il "treno delle terme" (0,75 €) e si arriva a questo bellissimo posto. La temperatura dell'acqua oscilla tra i 65 C° ed i 72 C° e si tratta di acque con proprietà terapeutiche, dalla poca mineralizzazione, alcaline, fluorose e silicate. Le pozze sono delimitate da rocce che formano una sorta di piscina naturale in un ambiente circondato da vegetazione. C'è una piccola capanna che funge da spogliatoio.
Chiese di Montederramo
Chiesa del Monastero di Montederramo
(2)
La chiesa che vediamo oggi è il risultato della ricostruzione voluta dal gesuita Juan de Tolosa e progettata dall'architetto Pedro de la Sierra alla fine del XVI secolo. È un tempio con pianta di basilica a croce latina, con tre navate separate da grossi pilastri, intersezione tra navate principale e traversa e presbiterio. La chiesa è molto grande ed i tetti sono altissimi, con cupole e volte. Al piano superiore si apprezza la bellissima costruzione del coro intagliato in legno e si gode di una vista su tutta la chiesa e sull'Altare Maggiore. All'esterno, la facciata presenta uno stile rinascimentale; elementi architettonici di ordine ionico rifiniti da un frontone semicircolare affiancato da pinnacoli, con una nicchia che ospita l'immagine della Vergine. È rifinita da un frontone triangolare che ospita lo stemma della Congregazione Cistercense di Castiglia.
Castelli di Castro Caldelas
Castello di Lemos a Castro Caldelas
(6)
Questo Castello si trova sulla zona più elevata del centro storico. E' stato costruito nel XIV secolo con funzioni difensive, anche se venne poi ristrutturato nel XVI secolo per convertirlo in una residenza adatta alle esigenze dell'alta nobiltà, e così aggiunsero un palazzo all'ala destra. È circondato da mura doppie di grande spessore, con feritoie e caditoie, l'interno è rifinito con merli, e nella parte esteriore si trovano tre torri a pianta quadrata, e delle quali si conservano la "Torre del Reloj" e la "Torre del Homenaje". Quest'ultima difendeva la porta principale, e possiede un belvedere nella parte superiore, al quale si può accedere. Sulla porta d'accesso ci sono tre scudi, che indicano quali furono i suoi proprietari: gli Enríquez (simbolizzati da un leone rampante), i Castro (6 circoli), e i Conti di Lemos e Osorio (due lupi). Attualmente il castello è proprietà della Casa d'Alba, che l'ha ceduto in usufrutto al Comune della località. Attraversando la porta d'entrata ci si trova nel cortile delle armi, dove si può vedere la cisterna e un antico forno, così come delle scale che salgono sulle mura e sulla "torre del homenaje". Le diverse dependance che sono disposte tutt'intorno a questo cortile sono utilizzate per custodire oggi la Biblioteca pubblica, un'ufficio d'informazione e turismo, e un Museo Etnografico. Questa visita fece parte della nostra escursione alla Ribeira Sacra e ai Cañones del Sil che avevamo contrattato partendo da Ourense e per trascorrere un'intera giornata.
Negozi di Allariz
Allariz Outlets
(13)
Lo stilista di La Coruña Antonio Pernas ha aperto un outlet sulla Rua Fonteriña del paesino di Allariz, nella provincia galiziana di Ourense. Il punto vendita si trova nel centro storico del paese ed i prezzi sono scontati del 70% rispetto a quelli praticati dai normali negozi. Marche come Adolfo Domínguez, Massimo Dutti, Nanos e Alba Conde si sono unite a questa rete di outlet installati nelle case riabilitate del centro storico di Allariz- Il piccolo paese di Allariz è famoso non solo per i suoi bellissimi paesaggi, le sue antiche chiese ed il suo meraviglioso quartiere antico, ma anche per la presenza di numeosi outlet di importanti marche spagnole e internazionali e con prezzi inferiori rispetto ai negozi normali. Uno di questi è dello stilista Adolfo Domínguez, situato in Calle Fonteiriña, in cui si possono acquistare vestiti scontati fino al 70%!
Chiese di Ourense
Cappella del Santo Cristo a Orense
(9)
A parte la Mayor, quest'altra cappella è quella che colpisce di più, e si trova vicino all'entrata settentrionale. L'immagine del Cristo, inoltre, risveglia una profonda devozione popolare, tanto che esiste una canzione che dice:"Ci sono tre cose a Orense, che in Spagna non ci sono: il Santo Cristo, il Ponte, e le Burgas che fanno bollire l'acqua...". Si tratta di un Cristo crocifisso, gotico, di due metri d'altezza, con capelli e barba veri, al quale sono attribuiti miracoli. Fu portato qui nel XIV secolo dal vescovo Vasco Pérez Mariño da Finisterre, dove era stato trovato galleggiare in mare. La cappella a lui dedicata è chiusa da un cancello, per cui bisogna ammirarla attraverso le sbarre; la decorazione è un autentico splendore, molto pesante e interamente lavorata in oro secondo il più puro stile barocco. Fu realizzata da Francisco Castro Canseco alla fine del XVII secolo. Ci sono anche altre pale e una piccola Vergine d'alabastro. In questa cappella si trova anche gran parte degli scanni del Coro della Cattedrale, intagliati da Diego de Solís y Juan de Anges.
Canyon di Nogueira de Ramuín
In Catamarano nei Canyon del Sil, Spagna
(15)
Questa era una delle attività comprese nell'escursione attraverso la Ribeira Sacra e Cañones del Sil, così come avevamo pianificato partendo da Ourense. Dopo aver visitato il Monasterio de Santo Estevo e aver fatto una breve sosta al Mirador de Cabezoás o de Vilouxe, ci hanno trasferito all'imbarcadero de Santo Estevo, dove ci aspettava il catamarano che ci avrebbe condotto per un'ora e mezza attraverso gli spettacolari Cañones del Sil. Ci siamo sitemati nella parte posteriore della barca, quella scoperta. Un sistema di amplificazione permetteva ai passeggeri di osservare le particolarità del paesaggio senza perdere i dettagli della spiegazione: come per esempio le rocce a forma di persona a causa dell'erosione. La escursione è stata meravigliosa soprattutto nella parte iniziale (circa 13 Km) dove le montagne erano molto più alte e più selvatiche. Si tratta di pareti rocciose tagliate verticalmente, con una altezza tra 400 e 600m. Abbiamo scorto anche, in alto, il Monasterio de Santa Cristina (IX secolo)e siamo passato sotto l'enclave conosciuto come "Balcones de Madrid", un meraviglioso belvedere sul canion cui si accede attraverso un sentiero nel bosco. In seguiito il paesagio si è fatto più dolce e abbiamo cominciato a vedere i vigneti, i cui vini fanno parte e determinano l'area a Denominazione di Origine Ribeira Sacra, con le vigne disposte sulle terrazze. In alcuni luoghi si può accedere solo in barca. Raccomando a tutti questa gita in catamarano , che costa 14 € in estate, e un poco meno in bassa stagione.
Sci di Manzaneda
(12)
Belvedere di Parada de Sil
(3)
Chiese di Viana do Bolo
(9)
Monumenti Storici di Bande
Accampamento romano di Aquis Querquennis
(10)
Si trova nel paese di Portoquintela (Bande), sulle rive della palude di As Conchas (fiume Limia). All'ingresso troverete un moderno centro di informazioni e studi archeoligici. I resti di questo accampamento storico sono circondati da mura per un'area di più di 2000km2 e all'interno si possono osservare come erano strutturati i diversi moduli militari: l'ospedale, la zona dove pernottavano l'esercito e i cavalli e i bagni d'acqua termale. Si raggiunge per mezzo di un sentiero che parte da Portoquintela e che scende fino alla riva della palude; si trova sulla sinistra arrivando con la OU-450 che collega Ourense con il Portogallo, attraverso la regione e il parco naturale della Baixa Limia e Peneda Gerés. Oggi l'accampamento si trova tra l'acqua e la riva della palude da un lato e i boschi di quesrce e betulle dall'altro; il risultato è un contrasto di paesaggi che mescola la bellezza naturale con la storia e l'architettura romana. Durante la visita si possono usare le aree da picnic sulla riva della palude e fare il bagno da entrambi i lati del fiume Limia, percorrere itinerari turistici, pernottare, mangiare, fare turismo culturale, sport nautici e altre attività. Per il vitto e il pernottamento in zona esistono diversi hotel, stabilimenti termali, agriturismi, ristoranti e bar lungo la Vía Nova romana, nel suo tratto all'interno dei parchi naturali e nazionali di Biaxa Limia e Peneda Gerés.
Cattedrali di Celanova
(4)
Giardini di O Carballiño
(6)
Piazze di Ourense
Plaza de Abastos di As Burgas a Orense
(7)
Questo mercato generale è la zona di rifornimento alimentare più importante della città, e merità una visita per la sua particolarità. L'edificio fu costruito nel 1929, e ha più un'aria da palazzotto signorile che da mercato; il disegno fu realizzato dall'architetto Manuel Conde. È a due piani, ma data l'orografia del terreno, si accede all'ingresso principale salendo una monumentale scalinata che porta direttamente al primo piano. All'interno si possono trovare bancarelle con tutti i tipi di alimenti freschi, principalmente formaggio e latticini, macellerie, vendita di frattaglie, salumerie e pescherie. Ma la cosa più particolare di questo mercato è l'esterno; nel passato era circondato da vigne, che però furono inondate nel 1945 quando traboccò il fiume Barbaña, scomparvero e il terreno fu in seguito livellato. Da allora, in quel luogo i venditori di frutta e verdura andarono via via costruendo piccoli edifici e negozietti, e la zona è conosciuta come il "rianxo". L'esterno del mercato è perfettamente classificato in zone, a seconda dei prodotti venduti: le panetterie sono tutte riunite in un'area, i fiorai in un'altra, le verdure in un'altra ancora... Sono perfino indicate dai cartelli. Anche se non andate lì a fare compere, è un posto degno di essere visto. Inoltre si trova in una zona molto centrale, vicino alle popolari Burgas e al parco di Alameda do Concello. L'orario è da lunedì a sabato dalle 8 alle 15.
Laghi di Xinzo de Limia
Lagune di Antela
(14)
Le lagune di Antela formano parte del comune di Xinzo Limia nella provincia di Ourense. Queste lagune ospitano molte specie di uccelli migratori, mammiferi come lontre, cinghiali, volpi, lupi. C'è una grande diversità di flora e fauna che fa la gioia dei visitatori. Questa fotografia mostra una delle molte lagune in cui ho guardato il tramonto da questo altopiano circondato da montagne. è un piacere passeggiare attraverso i suoi sentieri e scoprire la diversità di questa grande area naturale.
Città di O Carballiño
(12)
Di interesse culturale di Ourense
Liceo di Orense - Pazo de Oca Valladares
(3)
Questo è uno dei migliori esempi in Galizia di architettura palatina rinascimentale. Si trova nella centralissima Via Lamas Carbajal, a pochi passi dalla Chiesa e dalla Piazza di Sant'Eufemia. Il palazzo fu commissionato da Álvaro de Oca y Sarmiento a metà del XVI secolo e, dal 1850, è la sede del Liceo Recreativo di Orense, una delle società culturali più antiche della città. È un edificio di due piani, che sfoggia sulla facciata i blasoni di diversi lignaggi galiziani. All'interno c'è un chiostro circondato da colonne, dove si vedono gli stessi stemmi, così come una fontana in marmo di Carrara nel mezzo, opera di Piñeiro. Il Liceo organizza concerti, conferenze, escursioni, presentazioni di libri, riunioni e altri eventi socio-culturali.