Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Saragozza?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Saragozza

1.517 Collaboratori
Il più visitato a Saragozza
Riserve Naturali di Nuévalos
Monasterio de Piedra - Monastero di pietra
Cattedrali di Saragozza
Nostra Signora del Pilar
(192)
Palazzi di Saragozza
Il Palazzo della Aljaferia, Saragozza
(103)
Piazze di Saragozza
Plaza de Nuestra Señora del Pilar
(103)
Fiumi di Saragozza
Il fiume Ebro
(75)
Villaggi di Belchite
Belchite
(26)
Ponti di Saragozza
Ponte di pietra
(44)
Villaggi di Tarazona
(18)
Rovine di Saragozza
Teatro Romano
(7)
Laghi di Nuévalos
Lago dello specchio
(13)
Musei di Saragozza
Museo del Foro di Caesaraugusta
(12)
Villaggi di Uncastillo
Ponti di Saragozza
Ponte del Terzo Millennio
(11)
Villaggi di Sos del Rey Católico
(12)
Mostre di Saragozza
Water Tower
(10)
Musei di Saragozza
Museo delle lanterne
(11)
Villaggi di Daroca
(8)
Riserve Naturali di Nuévalos
Monasterio de Piedra - Monastero di pietra
Riserve Naturali di Nuévalos
(9)
Riserve Naturali di Tarazona
(7)
Riserve Naturali di Nuévalos
(6)
Riserve Naturali di Nuévalos
(1)
Riserve Naturali di Valpalmas
(2)
Riserve Naturali di Pastriz
(3)
Chiese di Saragozza
Chiesa di Santa Maria Maddalena
(5)
Chiese di Saragozza
(10)
Chiese di Saragozza
(2)
Chiese di Saragozza
(2)
Chiese di Torralba de Ribota
(1)
Chiese di Tarazona
(2)
Chiese di Saragozza
(1)
Chiese di Calmarza
(2)
Chiese di Ejea de los Caballeros
(3)
Chiese di Calatayud
(1)
Chiese di Uncastillo
(1)
Chiese di Saragozza
(1)
Chiese di Maluenda
Chiese di Saragozza
(3)
Chiese di Saragozza
(4)
Chiese di Saragozza
(1)
Chiese di Tauste
(5)
Chiese di Ateca
(1)
Villaggi di Belchite
Belchite
(26)
Villaggi di Tarazona
(18)
Villaggi di Uncastillo
Villaggi di Sos del Rey Católico
(12)
Villaggi di Daroca
(8)
Villaggi di Anento
(4)
Villaggi di Luesia
(2)
Villaggi di Biel
(2)
Villaggi di Villafeliche
(2)
Villaggi di San Martín de la Virgen de Moncayo
(4)
Villaggi di Calatayud
Villaggi di Gallur
(2)
Villaggi di Caspe
(3)
Villaggi di Fuendetodos
Villaggi di Nuévalos
(1)
Villaggi di Longares
(1)
Villaggi di Murillo de Gállego
(1)
Villaggi di Sigüés
(1)
Villaggi di Nonaspe
Villaggi di Cimballa
Monumenti Storici di Tarazona
(8)
Monumenti Storici di Saragozza
Patio de la Infanta
(8)
Monumenti Storici di Saragozza
(10)
Monumenti Storici di Saragozza
Mercato Centrale
(14)
Monumenti Storici di Saragozza
(3)
Monumenti Storici di Calatayud
Monumenti Storici di Saragozza
(12)
Monumenti Storici di Saragozza
(9)
Monumenti Storici di Saragozza
(7)
Monumenti Storici di Calatayud
(3)
Monumenti Storici di Saragozza
(2)
Monumenti Storici di Saragozza
(3)
Monumenti Storici di Saragozza
(6)
Monumenti Storici di Tarazona
(4)
Monumenti Storici di Saragozza
(2)
Monumenti Storici di Saragozza
Monumenti Storici di Ateca
(3)
Monumenti Storici di Saragozza
Monumenti Storici di Saragozza
Monumenti Storici di Anento
(3)
Piazze di Saragozza
Plaza de Nuestra Señora del Pilar
(103)
Piazze di Saragozza
Plaza de Toros
(10)
Piazze di Saragozza
Plaza de España
(7)
Piazze di Calatayud
(7)
Piazze di Calatayud
(3)
Piazze di Saragozza
(2)
Piazze di Saragozza
(3)
Piazze di Saragozza
(2)
Piazze di Sos del Rey Católico
(3)
Piazze di Saragozza
(6)
Piazze di Saragozza
(2)
Piazze di Saragozza
(2)
Piazze di Ejea de los Caballeros
(1)
Piazze di Saragozza
Piazze di Caspe
Piazze di Caspe
Piazze di Sos del Rey Católico
Piazze di Uncastillo
Piazze di Uncastillo

562 cose da fare a Saragozza

Riserve Naturali di Nuévalos
Monasterio de Piedra - Monastero di pietra
In Aragona, considerata une delle zone più desertiche della Spagna, all’altezza di Nuevalos si trova il Parco del Monastero di Piedra, fra i siti più visitati del paese. Il monastero costruito dai monaci cistercensi mostra anche oggi dei elementi romanici e gotici. Sono rimasti solo il chiostro, la cucina e refettorio. Il parco che circonda il monastero a subito tanti trasformazioni grazie soprattutto a Juan Federico Muntadas. Qui la natura mostra tutta la sua bellezza, splendide aree verdi, diverse grotte e caverne, laghi con tanti specie de pesce. Un bel posto per passare una giornata. Verso il tramonto la luce da tanti angoli bellissimi da fotografare. Si volete rimare qui una notte troverete delle buone possibilità. Un posto da non perdere.
Cattedrali di Saragozza
Nostra Signora del Pilar
(192)
La basilica Cattedrale di Nuestra señora del Pilar si trova a Zaragoza, è il tempio religioso barocco più grande del paese, ed ebbe molta importanza nella sua epoca. Si trova nel cuore del centro storico di Zaragoza, e attira molti visitatori e pellegrini. La cattedrale è impressionante sia all'interno che all'esterno. La costruzione interna, alta e molto spaziosa è imponente e leggera allo stesso tempo. Come ci raccontano, la Vergine Maria aveva ordinato di costruire li una piccola cappella che successivamente si trasformò in una chiesa e nella cattedrale che vediamo oggi. Nella basilica ci sono tre navate e varie cupole che la rendono ancora più alta. E' qui sepolta la maggior parte degli arcivescovi della città, come San Braulio e il General Palafox, che nel XIX secolo fu un generale molto famoso, governatore di Zaragoza e capitano generale di Aragona. Si possono sfruttare gli ampli orari di apertura, dalle 5 45 del mattino fino alle 1 45 di sera. L'ingresso è gratuito, non si possono fare foto durante le messe, e si richiede silenzio e rispetto, che ogni luogo di culto merita.
Palazzi di Saragozza
Il Palazzo della Aljaferia, Saragozza
(103)
In queste foto si mostrano alcuni angoli del cortile interno del palazzo della Aljaferia che si trova a Saragozza capitale. Questo palazzo era sede del governo di Aragon e fu anche per un periodo il palazzo dei re e dei cristiani arabi. Un giorno a settimana e aperto ai turisti e l'entrata è gratuita.
Piazze di Saragozza
Plaza de Nuestra Señora del Pilar
(103)
La piazza del Pilar è la più grande del centro storico di Zaragoza. Non è distante dal fiume Ebro ed è il punto dove si iniziò a costruire la città, nelle vicinanze dei più importanti centri religiosi, la Basilica Cattedrale di Nostra Signora del Pilar e la Seo, la cattedrale di San Salvador, entrambe costruite nella piazza. Si trova li anche la Lonja, un edificio antico dove adesso si realizzano esposizioni della Fundación Caixa Catalunya, il comune della città e vari edifici turistici, di informazioni e esposizioni. E' una piazza che sorprende per la sua grandezza, è pedonale e quindi ci si può passeggiare tranquillamente, sedersi per prendere il sole e godere della vista dei diversi edifici. E' molto rilassante se la si compara alla parte moderna della città terribilmente trafficata. Possiamo immaginare un pò di più come nell'epoca della dominazione musulmana, Saragozza era la capitale di un regno deve l'arte, la musica e le scienze erano al centro della vita di corte, era una città molto colta e gli edifici si sono ben conservati.
Fiumi di Saragozza
Il fiume Ebro
(75)
Saragozza, attraversata da un fiume, l'Ebro. Piena di ponti che collegano una sponda all'altra. La Expo, la Noria, il ponte di pietra... Mi sono innamorata di Saragozza, questa città così piccola ma così grande allo stesso tempo. Visitatela!
Villaggi di Belchite
Belchite
(26)
Durante la guerra civile spagnola, Belchite fu duramente attaccato, poiché la resistenza repubblicana era grande e le truppe franchiste non se l'aspettavano; Belchite fu oggetto di un attacco incredibile pur essendo un paesino, e nella battaglia morirono più di 30.000 persone, fra abitanti e gente dei paesi vicini. Come testimonianza della sua vittoria, Franco decise di lasciare Belchite così com'era, una volta terminata la guerra, e così è giunto fino ai giorni nostri. Sembra che le bombe siano cadute solo qualche giorno fa, le sue strade e le sue case sventrate ci riportano all'orrore sofferto e a quello di cui è capace l'uomo. Due degli edifici più emblematici sono senza dubbio la chiesa di San Martín e quella di San Agustín, le costruzioni che meglio resistettero all'attacco. Una visita più che consigliabile, per riflettere e meditare passeggiando per le sue strade
Chiese di Saragozza
Cattedrale di San Salvador (la Seo)
(82)
La cattedrale di San Salvador, familiarmente conosciuta come "la Seo", fu eretta dove un tempo sorgevano l'antico foro romano di Augusto e la moschea di Taifa. La facciata è tipicamente in stile Mudejar con la torre campanaria in stile gotico, totalmente padrona della scena. Costruita utilizzando differenti stili architettonici fra cui anche il barocco spagnolo,l'interno è uno spettacolo unico agli occhi dei visitatori perché l'attenzione viene continuamente richiamata dai numerosi particolari di epoche diverse come la cappella gotica, le figure in alabastro dell'altare e la parte inferiore delle absidi in pietra.E' visitabile pagando il biglietto di ingresso di 2,5€ per gli adulti. E' possibile visitare,al suo interno, anche il Museo Capitolare e il Museo di Tapices. Dinanzi alla facciata della Chiesa troverete una singolare statua del Goya, famosissimo pittore ed incisore spagnolo.
Ponti di Saragozza
Ponte di pietra
(44)
E' il ponte più antico sul fiume Ebro ed è stato ristrutturato più volte nel corso degli anni a causa delle alluvioni del corso d'acqua sottostante. E' costruito in stile gotico e particolarissimi sono i due leoni di bronzo per lato che sembrano intimare agli avventori di non varcare quel luogo. Il ponte è percorribile solo dai pedoni o dai ciclisti e concede una panoramica davvero unica sulla Basilica del Pilar e sul resto della città lungofiume.
Villaggi di Tarazona
(18)
Rovine di Saragozza
Teatro Romano
(7)
Il Museo del Teatro di Caesaraugusta, situato su Calle de San Jorge, vicino all'esposizione del Rosario de Cristal, fa parte dell'itinerario della città romana di Saragozza, assieme al Museo delle Terme pubbliche, al Museo del porto fluviale e al Museo del Foro. L'ingresso costa 2,5 €, ma è possibile acquistare un biglietto combinato che prevede la visita ai 4 musei e che costa 7 € (5 € se si è studenti). È possibile scattare foto all'interno, ma senza flash. Tra i musei dell'itinerario, questo è quello più grande e completo. Ha tre piani. Al piano terra ci sono due sale con sale con pannelli informativi sull'evoluzione della città e del teatro nel corso degli anni. Nel seminterrato ci sono diversi modellini che riproducono l'aspetto del teatro e ci sono anche i resti rinvenuti durante gli scavi (si tratta soprattutto di resti di statue). Nel seminterrato viene anche trasmesso un video, in una specie di sala cinematografica dotata di poltrone. È inoltre possibile accedere i resti del teatro stesso: di certo questa è la parte più interessante. Non è spettacolare come il teatro romano di Merida, ma è abbastanza ben conservato. Infine, al primo piano si possono vedere alcune vetrine con le monete antiche e vari video esplicativo. Vale la pena di visitare questo museo.
Laghi di Nuévalos
Lago dello specchio
(13)
Abbiamo lasciato alle spalle l'impatto brutale della grotta Iris e del burrone della Cola de Caballo. Dopo questo, si pensa che non esista altra cosa che superi le meraviglie di ciò che si è appena goduto. Si cammina, si passa per un allevamento di pesci interessante. Il colore comincia a trasformarsi in un verde onirico, una pace unica pervade ogni cosa, il sole gioca con i suoi raggi tra i rami degli alberi e, improvvisamente, ti trovi di fronte allo spettacolo naturale del Lago dello specchio con l'impressionante roccia del Diavolo che fa la sua comparsa. Non hai subito la la sensazione di far parte di un quadro, di essere nel bel mezzo di una bella composizione fotografica ma quando arrivi a questo lago improvvisamente ti invade una sorta di meditazione zen incredibile. Guardo i miei amici e tutti hanno lo stesso volto di "storditi", immagino il mio ;-). Uff, dire che è bello è poco, posti così bisogna sentirli per goderli. Mentre gli uccelli cantano come sottofondo, trasciniamo i nostri piedi senza voglia di uscire da qui. Ci siamo seduti, abbiamo apprezzato il tempo che è passato in fretta... il tempo che si è fermato e ora nient'altro conta. In questi luoghi così il silenzio impone la sua legge e non c'è più nulla da dire. In uno dei punti più alti della mia top-ten. Il mio bellissimo angolo del fiume Piedra.
Musei di Saragozza
Museo del Foro di Caesaraugusta
(12)
Siamo stati a Saragozza un sacco di volte. Abbiamo visitato El Pilar e La Seo e altre cose. Tuttavia in questa occasione e, anche se lo avevamo già visto, ha attirato la mia attenzione la parte esterna del foro. La sua decorazione di onice iraniana e le sue arti quasi perfette sono ovviati dalla Basilica del Pilar e La Seo ma è un posto, almeno per me, che mi invita alla contemplazione per un lungo periodo.
Villaggi di Uncastillo
Ponti di Saragozza
Ponte del Terzo Millennio
(11)
All'ingresso di Saragozza vicino alla zona Expo 2008 e al parco acquatico, abbiamo trovato questo impressionate ponte di 270 metri di lunghezza e 40 metri di altezza. È stato aperto nel giugno 2008 ed è costruito in cemento bianco. Dicono che si chiami così perché è talmente spettacolare che davvero pare un'opera del terzo millennio. È uno dei sette ponti che attraversano il fiume Ebro, ma questo è certamente quello più impressionante.
Villaggi di Sos del Rey Católico
(12)
Mostre di Saragozza
Water Tower
(10)
Parte bellissima di questa città che, dopo l'Expo del 2008, ha cambiato completamente volto. Si trova sulla sponda sinistra dell'Ebro. La zona dell'Expo, il parco acquatico, una delle principali aree verdi di Saragozza. Splendidi panorami e soprattutto grandi ricordi.
Musei di Saragozza
Museo delle lanterne
(11)
All'interno della Chiesa del Sacro Cuore di Gesù, nel centro di Saragozza, sono esposte in maniera permanente le lanterne che, al tramonto di ogni 13 ottobre, vengono portate in processione come se fossero i grani di un rosario. Tutti i pezzi sono fatti a mano e alcune sono di più di un secolo fa. Le lanterne rappresentano i Misteri Gloriosi, Luminosi, Gioiosi e Dolorosi. Abbiamo anche notato che ci sono rappresentazioni monumentali di luoghi emblematici trasportati su grandi carrozze. Tutte queste lanterne costituiscono il Rosario de Cristal. Se visitate Saragozza vi consiglio di entrare in questo Museo: ne vale davvero la pena. Ci sono accessi ogni 30 minuti; le visite sono guidate da una voce fuori campo. Appena entrate è tutto scuro, le lanterne cominciano a illuminarsi a una a una e, alla fine, si accendono tutte e le potete osservare nei dettagli. Quando siamo andati noi, non c'era nessuno e abbiamo visitato il museo da soli. È stata un'esperienza meravigliosa, indipendentemente dal fatto che si sia credenti o meno. Stare al buio, in silenzio e contemplare queste opere d'arte è stata la più bella esperienza vissuta a Saragozza. Se avete la possibilità di partecipare anche alla processione, fatelo! Deve essere un'esperienza unica!
Villaggi di Daroca
(8)