Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Nikko?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Ristoranti a Nikko

7 Collaboratori

3 posti dove mangiare a Nikko

Ristoranti di Nikko
Ajidokoro Okonomiyaki (味処)
Il Ajidokoro è stato il primo dei tanti ristoranti che ho avuto la fortuna di provare in Giappone. Avevo la fame del lungo viaggio in aereo e treno, ma era inverno e Yoshiko, l'amabile proprietaria del Cottage Inn Fu-Sha, ci disse che i ristoranti chiudevano molto presto e ci raccomandò di uscire subito. Così erano le 6 del pomeriggio e andammo a cena, e mi ha ricordato di un tempo in Finlandia, dove anche si cenava prestissimo. È certo che in Giappone in inverno fa buio intorno alle 5, per cui sembra più tardi di quello che è. Yoshiko ci ha portato in macchina al ristorante e l'amabile proprietaria del posto ci ha invitato a rimanere. Era un bel posto, più o meno piccolino, ma molto economico rispetto a quello che si può trovare a Nikko. L'Okonomiyaki è un tipo di cibo in Giappone, non avevo mai provato. Si tratta di un mix variegato di ingredienti, per esempio abbiamo chiesto uno di gamberetti e un altro pancetta che a sua volta era accompagnato da piselli, formaggio e verdure varie, e che a sua volta è accompagnato uovo. Si mescola tutto nella ciotola prima di versarlo in una pentola che si trova al centro del tavolo, infine si cuoce e dipende da come piace si ritira primao dopo. Poi si cosparge se si desidera una salsa speciale, e una goduria. Non mi ricordo il prezzo esatto, ma penso che costi meno di 800 yen a testa senza bevande, ma l'acqua e il tè verde sono gratuiti. Si trova a metà strada tra la stazione ferroviaria di Nikko e il ponte di Shin-kyo. Estremamente cortese, economico e più giapponese di altri ristoranti che si possono trovare a Nikko, che sono specificamente adatti ai turisti.
Ristoranti di Nikko
Hippari dako
Quando si arriva alla stazione di Nikko secondo tutte le guide la prima cosa da fare è risalire la costa fino al ponte Shinkyo, detto il "Ponte degli Dei". Ci sono persone che prendono l'autobus e altri più atletici come me che si incamminano. Se avessi preso l'autobus non avrei visto questo ristorante è sulla sinistra, sulla strada, e che si rivolge a qualsiasi spagnolo che passa con i suoi cartelli in castigliano. Lì nessuno parla la nostra lingua, ma hanno tradotto il menu e ciò è curioso. Il ristorante lo gestisce soprattutto una bella signora che non smette di sorridere per tutto il tempo e mostrare la scelta di vari piatti giapponesi, senza alcun clamore, portando avanti il suo lavoro in maniera perfetta mostrando le ciotole di ramen. E 'piccolo, non più di quattro tavoli per i clienti, e l'arredamento ti fa sentire nel salotto della signora invece che in un ristorante. E attenzione, ha le pareti e il soffitto piene di biglietti di ringraziamento che sono stati spediti dai clienti e per farti divertire un po'. Ne ho trovati molti, molti in castigliano, credo a causa dei cartelli all'ingresso in castigliano. Un posto incantevole gestito da una signora affascinante che prepara il cibo come se fosse una nonna per meno di un migliaio di yen.
Ristoranti di Nikko