Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Accedi con Google Plus
Raccomanda a un posto
Ti piace Istanbul?
Dillo a tutto il mondo!
Dove vuoi andare?

Istanbul

info
salva
Salvato

150 opinioni su Istanbul

Innanzitutto bisogna dire che la cuci...

Innanzitutto bisogna dire che la cucina turca è deliziosa, una delle più sane ed elaborate del mondo. Infatti, Istanbul è stata proclamata capitale gastronomica mondiale nel 2008. Dal pesce fresco ai formaggi, le verdure e le olive…e lo yogurt. E poi, le pizze vegetariane, i kebab, le melanzane e i peperoni ripieni, le zuppe di lenticchie e moltre altre cose squisite e salutari… E infine, i dolci, non solo buonissimi, ma i migliori del mondo…il vero paradiso dei dentisti: ce ne sono di tanti tipi, sapori, colori e consistenze che uno li vuole provare tutti. Di sicuro, uno non può andarsene da Istanbul senza aver assaggiato le sue famose Baklavas, delle pastasfoglie con miele e frutta secca davvero buonissime; quella di pistacchi è quasi additiva. Dice il signor Cagdas, il più importante produttore di Baklavas del mondo che, per sapere se una pasta è appena fatta, debe fare "ksshhh" in bocca. Oltre a questo miracolo culinario, bisogna provare anche le rahat lokum, dei cubetti di morbido caramello de diversi sapori e consistenze. Un vassoio absortito di rahat lokum da un kg. può costare 8-10 euro e credo che sia uno dei migliori souvenir dalla Turchia.
lamaga

Istanbul sotto la neve

Eccola, come probabilmente non l'avevate mai vista! Istanbul sotto una coltre di neve. Bianca, bellissima, affascinante come non mai, appena imbiancata da quella che è stata già ribattezzata "la prima nevicata del 2012". E' proprio così: è appena scesa la neve, non succedeva da almeno dieci anni!

Ho scattato queste foto nei giorni scorsi: mi sono concentrata sulla zona di Taksim, ho seguito il bellissimo Nostalgic Red tram sotto turbini di neve, tra le rotaie imbiancate...

Ho scattato le ultime foto a Findikli, davanti al Bosforo: una vista davvero privilegiata su i tre mostri sacri di Sultanhamet, il Palazzo Topkapi, Santa Sofia e la Moschea Blu. Che meraviglia!
Elisa Chisana Hoshi

Bisanzio, costantinopoli, istanbul, t...

Bisanzio, Costantinopoli, Istanbul, tre nomi e due continenti, Istanbul è una città favolosa, a sole tre ore di aereo da Madrid, cosa che la converte in una destinazione ideale per un lungo fine settimana esotico. La parte europea comprende la città vecchia, i palazzi degli imperatori ottomani, la moschea azzurra e Santa Sofia, così come riserve di acque sotterranee che si visitano con musica classica di sottofondo, è molto bello e rilassante. La maggior parte degli alberghi che si includono nei pacchetti-viaggio economici (aereo più albergo) si trovano in questa parte della città. In bassa stagione ci sono voli andata e ritorno da Madrid a Barcellona che includono due notti in albergo a 150-200 euro. Organizzare il proprio viaggio solo non è più economico dato che è il prezzo dell'aereo che troverai e gli alberghi sono abbastanza cari. Dall'altro lato, nella parte asiatica, c'è il quartiere Taksim, con le sue strade commerciali, il liceo francese Galatasaray, la torre e il club di calcio dallo stesso nome, magnifici panorami sulla città vecchia al tramonto e all'ultima ora per pregare, così come meravigliosi palazzi, chiamati "yale", costruiti sulle acque del Bosforo. È a Taksim che si deve uscire la notte per apprezzare l'Istanbul moderna, conoscere giovani del posto, cenare ed andare a ballare.
marimar

La città di istanbul non solo si cara...

La città di Istanbul non solo si caratterizza per la presenza di moschee, case ottomane e percorsi lungo il Bosforo, ma è anche un importante centro economico e amministrativo, situato nella moderna "City" o centro finanziario della città, vicino alle stazioni metro Gayrettepe, Levent e Levent 4. Questo lato completa l'affascinante puzzle della città di Istanbul: moderna, tradizionale, artistica, commerciale, turistica, multietnica...
lamaga
Leggi altre 10
Pubblica
9
Guarda le foto di Omar Rotili
9 foto

Stupenda!

Istanbul vi conquisterà subito con le sue stupende moschee,sarete catturati da spezie,profumi e colori,se siete appassionati di fotografia troverete pane per i vostri denti.
Omar Rotili
14
Guarda le foto di Beatrice
14 foto

Istanbul

Istanbul
Beatrice

Perditi tra le sue strade strette, si...

Perditi tra le sue strade strette, siediti a prendere un thè, godi delle sue terrazze, della sua cucina e della gente amabile. Apri gli occhi e cerca di non perdere nulla di vista, cerca tra i suoi moltelici bazar, e attraversa il bosforo fino nella parte asiatica per veder cadere il sole sulla città. Probabilmente sarà una delle immagini più belle che avrai mai visto e che mai ti potrai scordare.
berta puertolas

Taksim

È stato favoloso sicuramente ci tornerò. Tantissimi negozi la gente del posto è favolosa ho trascorso 12 giorni indimenticabili. Il palazzo Topkapi mi ha lasciata esterrefatta. Il gran bazar è molto bello ma c'è da stare attenti alle fregature in quanto i negozianti sono molto furbi magari acquisti un oggetto in un negozio e dopo 100 metri trovi lo stesso oggetto a un prezzo molto inferiore. Assolutamente da provare il tour in traghetto sul Bosforo :)
martina
1
Guarda le foto di Silvia Viali
1 foto

Quattro giorni di brividi e di "occhi...

Quattro giorni di brividi e di "occhi pieni", ogni angolo visto era un sussulto di emozioni!
Silvia Viali

Ennesima visita a istanbul

Per l'ennesima volta... Un viaggi a Istanbul. Per la prima volta... Un week end in libertà, in centro. Taksim, Beyoglu, Topkapi, haya Sophia, the Blue Mosque, Galata Tower, il Bosforo, Besiktas, Bebek, ecc.
Claudio Bertolotti

Bel posto

Per ordine, pulizia, onestà sembra di stare in Svizzera, per cordialità in Sicilia. Unico grande neo che proprio non sopporto è lo strisciante maschilismo della società turca. Speriamo che le nuove generazioni sappiano risolvere il problema. Speriamo in internet.
Gerardo Naddeo
11
Guarda le foto di Lucia Blanch
11 foto

Sicuramente, istanbul è blu !!!

Bello, grande, impressionante. Istanbul mi ha sorpreso muchsimo perché non è paragonabile a nulla, è enorme e accessibile sia una città delle dimensioni di una Provincia, con una storia affascinante all'interno, con gente molto cordiale, che si sforzano di capire voi, tra il tuo inglese e mio ho dovuto cancellare il mio problema ningn, muchsimo tranne quando ero a Londra. Mi è piaciuto tutto, Topkapi, moschee, Cisterna, Hagia Sophia, il Bosforo, la parte europea, The Asian, ma quello che più era Eyup, un quartiere che si accede travs del Corno d'Oro, la barca e dopo aver scalato una funicolare dal panorama già mozzafiato si contemplare, lasciando a trovare, dal Caf Pier Loti con veranda vetrata, dove le più belle vedute del mondo sono, probabilmente, e appartengono tutti a un cimitero occupa l'intera collina della montagna e si può attraversare a scendere. C'è un vecchio cimitero, è un cimitero corrente con lpidas recenti, ben tenuti e conservati. Essi sono stati riservati per i defunti la migliore vista di Istanbul, mi si è rivelato molto curioso. Un buon momento in Spagna prenotato un posto come quello per il defunto, sarà disseminato di blocchi di edifici e ms saturi nessun potere. Dicono che il Caf intitolato a Pier Loti, a scritti francesi salire quella collina di ispirazione, non è strano per me. Istanbul lascerà voler tornare, ancora e ancora fino a quando è possibile scoprire tutto, conoscere persone che hanno fatto il loro Istanbul rincn e ritorna ancora e ancora, quasi ossessivamente e dopo l'incontro con lei, ho capito, torna a Istanbul, Probabilmente ancora e ancora.

Definitivamente, estambul es azul!!!

Preciosa, grande, impresionante. Estambul me sorprendió muchísimo porque no es comparable con nada, es enorme y accesible a la vez, una ciudad de las dimensiones de una Provincia, con una historia fascinante dentro, con gente muy amable, que se esfuerzan en entenderte, entre su ingles y el mio no tuve ningún problema para aclararme, muchísimo menos que cuando estuve en Londres. Me gusto todo, Topkapi, las Mezquitas, la Cisterna, Santa Sofia, el Bosforo, la parte europea, la asiática, pero lo que más fue Eyup, un barrio al que se accede a través del Cuerno de Oro, en barco y tras subir en un funicular, desde el que ya se contemplas vistas impresionantes, al salir te encuentras, desde el Café de Pier Loti con un mirador acristalado, desde donde se ven las vistas más maravillosas del mundo, probablemente, y todo ello pertenece a un cementerio que ocupa toda la colina de la montaña y que puedes atravesar a pie para descender. No se trata de un cementerio antiguo, es un cementerio vigente, con lápidas recientes, bien cuidadas y conservadas. Han reservado para los difuntos las mejores vistas de Estambul, me resulto muy curioso. A buena hora en España reservan un paraje como ese a lo difuntos, estaría plagado de bloques de edificios y saturado a más no poder. Dicen que el Café lleva el nombre de Pier Loti, un escritos francés que subía a esa colina para inspirarse, y no me extraña.
Estambul te deja con las ganas de volver, una y otra vez hasta poder descubrirla entera, conozco gente que ha hecho de Estambul su rincón y vuelve una y otra vez, casi de manera obsesiva y después de conocerla, los entiendo, volveré a Estambul, probablemente una y otra vez.
Lucia Blanch
Traduci
Vedi l'originale
8
Guarda le foto di Victoria García González
8 foto

Recuperare una tradizione

Anche se l'Olanda è conosciuta a livello internazionale per i suoi tulipani, tulipano è origine in Asia Minore. E 'stato anche in Anatolia e l'Impero Ottomano ha usato per decorare gli esterni delle moschee, piazze e parchi. Allo stato attuale, il Comune di Istanbul si sta riprendendo questa tradizione, anche se la maggior parte delle 200 diverse varietà sono andati perduti, a quanto pare. Allora, che cosa è stata la nostra sorpresa di essere a Istanbul su una delle sole due settimane l'anno che fiorisce (seconda metà di aprile), e per conoscere e godere di questa tradizione. E 'anche un simbolo antigüo moderna Istanbul, da verniciare in una varietà di piastrelle che decorano moschee e palazzi come il Topkapi (che merita angolo separato), e quindi anche in molti souvenir. Ma più interessante è la storia di come l'introduzione del tulipano in Olanda: un botanico olandese, molto geloso della vostra proprietà non vuole condividere la sua scoperta fino a quando Furon rubato diverse lampadine, per la bellezza e la difficoltà di ottenere è stato innescato in real Tulipomania sigllo XVII, speculando sul suo traffico acquisizione di questi prezzi esorbitanti. Pertanto, la trama è molto interessante libro dal titolo "Il tulipano nero" di Alexandre Dumas (da non confondere con il film omonimo), che si sviluppa nel contesto della tratta di lampadine nella società olandese del tardo XVII. (Le foto con la mia Nikon 80-reel, non fanno giustizia ..... molto meglio andare in quelle date!

Recuperar una tradición

Aunque Holanda es conocida internacionalmente por sus tulipanes, el origen del tulipán es de Asia Menor. Se encontraba igualmente en Anatolia y el imperio otomano lo utilizó para adornar los exteriores de mezquitas, plazas y parques. En la actualidad, la municipalidad de Estambul está recuperando esta tradición, aunque la mayoría de las 200 variedades distintas se han perdido, al parecer.
Por ello, cuál sería nuestra sorpresa al estar en Estambul, en una de las dos únicas semanas al año que florece (segunda quincena de Abril), y poder conocer y disfrutar de esta tradición.
También constituye un símbolo antigüo y moderno de Estambul, al estar pintada en multitud de azulejos que adornan mezquitas, y palacios como el de Topkapi (que merece rincón aparte), y por ello también en muchos souvenirs.
Pero lo más curioso es la historia de cómo se introdujo el tulipán en Holanda: por un botánico holandés que, muy celoso de su propiedad no quería compartir su descubrimiento, hasta que le furon robados varios bulbos; por la belleza y la dificultad de su obtención se desencadenó una verdadera tulipamanía en el sigllo XVII, especulando con su tráfico adquiriendo éstos precios desorbitantes.
Por lo anterior, es muy interesante la trama del libro de título "El tulipán negro" de Alejandro Dumas (no confundir con la película de igual nombre), que se desarrolla en el contexto del tráfico de bulbos en la sociedad holandesa de finales del siglo XVII.
(Las fotos con mi Nikon 80 de carrete, no hacen justicia.....¡mucho mejor ir en esas fechas!
Victoria García González
Traduci
Vedi l'originale
27
Guarda le foto di Mer Martín Nieto
27 foto

Bella istanbul

Ma quanto è bella è Istanbul! Sembra una città più percorribile (... anche se la visita nel mese di agosto e raggiunge i 40 gradi con umidità). Sai i monumenti che si deve visitare, non contano loro. Inserisci un bagno turco, è un'esperienza da vivere, anche se si tratta di una signora enorme strofinare voi in tutto e perdere la dignità che si pensava che ero quando do si accende cachetitos per voi ... Godetevi succo fresco in un improvvisato terrazzo in un bellissimo cimitero, prendere il tè con piccola ombra. Gioca a backgammon (tavla) con la gente del posto. Godetevi il Bosforo. Annusa le spezie. Contrattare. Admira. Fumare narghilè. Imparare. Venite kebab a scoppiare. Godetevi ristoranti economici con le migliori viste in tutto il mondo. Prendere il tram. Attraversare il ponte. Salire sulla torre. Prendere una barca. Cambiare continente. Baila.

Preciosa estambul

Pero qué bonita es Estambul!! Me parece una ciudad de lo más paseable (…aunque la visites en agosto y alcance los 40 grados con humedad). Ya sabrás los monumentos que tienes que visitar, no te los cuento.

Entra en un baño turco, es una experiencia que hay que vivir, aunque suponga que una señora enorme te frote todo el cuerpo y pierdas la dignidad que creías que te quedaba cuando te dé cachetitos para que te gires…Disfruta de un zumo natural en una terraza improvisada en un precioso cementerio, toma té a la sombrita. Juega al backgammon (tavla) con los lugareños. Disfruta del Bósforo. Huele las especias. Regatea. Admira. Fuma shisha. Aprende. Come kebab hasta reventar. Disfruta de restaurantes baratos con las mejores vistas del mundo. Coge el tranvía. Cruza el puente. Sube a la torre. Coge un barco. Cambia de continente. Baila.
Mer Martín Nieto
Traduci
Vedi l'originale
13
Guarda le foto di Aquilino Santiago
13 foto

Castillo yedicule. trasportato al xvii secolo.

Sono andato a Istanbul nel giugno 2007. Ero per una settimana, era pieno di emozioni e sensazioni magnifico viaggio. Con la guida che il contratto l"agenzia di viaggi è andato a vedere il Palazzo Topkapi e il suo harem, una crociera sul Bosforo e una cena in un posto con diverse danze regionali in tutto come (danza del ventre), bazar (il Grande Bazar e il Bazar delle spezie), la Moschea Blu, Basilica di Santa Sofia e altre moschee di Istanbul,. In serate danzanti si potrebbe fare una foto con una ragazza turca vestito da sultani per avere un bel ricordo del vostro soggiorno in Turchia. Uno degli ultimi giorni a sinistra per trovare il Castello Yedicule era il luogo dove hanno bloccato e ucciso sultano Osman II, con soli 18 anni, era un po "alla ricerca per la vita di questo giovane sultano. Accanto alla Moschea Blu (che per inciso è stato costruito dal padre di Osman II, sultano Ahmed I) è il mausoleo del sultano Osman II e suo padre Sultan Ahmed I. Gli ultimi tre immagini sono da Mauloleo e il resto Castillo Yedicule. E "stato un viaggio indimenticabile che si spera un"altra volta ancora eseguire più tranquillamente.

Castillo yedicule. transportarse al siglo xvii.

Fui a Estambul en Junio del 2007. Estuve durante una semana, fue un viaje lleno de emociones y sensaciones magníficas. Con la guía que contrato la agencia de viajes fuimos a ver el Palacio Topkapi y su harem, un crucero por el Bósforo y una cena en un local con distintos bailes regionales de por allí como (La danza del Vientre), los Bazares (el Gran Bazar y el Bazar de las Especias), la Mezquita Azul, la Mezquita Santa Sofía y otras Mezquitas de Estambul,. En la cena de los bailes te podías hacer una foto con una chica turca disfrazados de Sultanes para tener un bonito recuerdo de tu estancia en Turquía.
Uno de los últimos días fuimos a buscar el Castillo Yedicule que fue el lugar donde encerraron y mataron al Sultán Osman II con tan solo 18 años, iba un poco en busca de la vida de este joven Sultan. Al lado de la Mezquita Azul (que por cierto fue construida por el padre de Osman II, el Sultán Ahmed I) está el Mausoleo del Sultán Osman II y su padre el Sultán Ahmed I.
Las tres últimas fotos son del Mauloleo y las demás del Castillo Yedicule.
Ha sido un viaje inolvidable que espero en otro momento volver a realizar, más tranquilamente.
Aquilino Santiago
Traduci
Vedi l'originale
Pubblica
Leggi altre 10

Informazioni Istanbul

Numero di telefono Istanbul
+90 0532 202 5616
+90 0532 202 5616
Indirizzo Istanbul
Istanbul
Istanbul
carica altro