Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Tangier-Tétouan?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Cosa vedere a Tangier-Tétouan

858 Collaboratori

318 cose da fare a Tangier-Tétouan

Quartieri di Chefchaouen
Medina Chefchaouen
(45)
Una passeggiata per Chefchaouen, una delle posizioni più belle sulla cordigliera del Rif, è stata un'esperienza indimenticabile e magica. Le case bianche con le loro finiture blu, finestre blu turchese e cancelli quasi impossibili da immaginare. Visitare Chefchaouen è stato come addentrarmi in un racconto, nelle viscere di un villaggio magico pieno di angoli e vicoli che mi invitavano a perdermi. La sua tranquillità mi ha insegnato a non avere fretta, a godere di ogni momento, ad assaporare con calma il famoso tè alla menta senza accorgermi del passare del tempo.
Vie di Tangeri
Medina di Tangeri
(21)
La medina di Tangeri, come anche quelle di Tetouan, Chefchaouen, Asilah e Larache sono magnificamente conservate ... Vi sono alcuni splendidi monumenti la cui visita vi farà sperimentare sensazioni davvero difficili da dimenticare ... Un miscuglio di colori, profumi, cultura e architettura. Una vera meraviglia.
Vie di Asilah
Asilah
(5)
La Asilah spagnola è una delle città meglio tenute del Marocco. La medina è piccola ma bella, con le sue case bianche e le sue porte e le finestre dipinte verde o blu. Nella sua estremità sud-occidentale molti cittadini vengono a godersi i suoi tramonti indimenticabili e alcuni giovani si tuffano nel mare che colpisce le mura alte più di 50 m.
Grotte di Tangeri
Grotta di Ercole
(19)
Se sei a Tangeri e hai del tempo, ti consiglio di visitare la grotta di Ercole, che si trova a soli 5 km da Spartel e a 20 da Tangeri. Si tratta di grotte prodotto dell’azione delle onde del mare sulla pietra e su cui circola una leggenda: Si racconta che queste grotte furono la dimora di Ercole quando separò l’Europa dall’Africa. L’entrata costa solo 10 centesimi e nei dintorni ci sono un sacco di negozi che vendono souvenir. Ci sono molti turisti stranieri e non è insolito vedere gruppi di coreani o giapponesi e gente che offre i suoi cammelli o asini per farsi delle foto.
Di interesse culturale di Asilah
Medina di Asilah
(12)
La medina o centro storico di Asilah (che è a un'ora di macchina da Tangeri), è uno dei più puliti, ben conservati e ben restaurati del nord del Marocco. La maggior parte delle case in questa parte della città sono di uso residenziale, ed è diventata una moda, fra molti marocchini e occidentali, comprarvi case per trascorrere l'estate. La Medina è circondata da delle grandi mura costruite dai portoghesi nel XV secolo, prima che la città passasse più tardi nelle mani degli spagnoli. Inoltre la maggior parte di questo centro storico è stata restaurata recentemente, dando una sensazione, che la città sia forse troppo orientata al turismo. Pertanto consiglio di visitarla in primavera più che in estate, perché si riempie di turisti quando fa più caldo. Ogni anno nel mese di agosto si celebra il Festival Internazionale della Cultura, che coinvolge tutti i tipi di manifestazioni artistiche.
Di interesse culturale di Tetuan
Medina di Tetuàn in Marocco
(11)
Passare la Bab-er Rouah (Porta dei venti) è come attraversare una frontiera. Mi immergo in un labirinto e i miei sensi si attivano ad ogni passo. Mi oriento con le alte mura della città, i minareti della Grande Moschea e la Moschea Saidi. La folla mi trascina. Mi lascio trasportare dai variopinti costumi dei mercanti, dai penetranti odori e suoni. Così passo da souk in souk: dalle bancarelle di ceramica a quelle di metallo e vetro, dalle impressionanti concerie alla zona delle spezie, dai tappeti alla frutta, dalla piazza del pane a quella della carne e del pesce, dalle tipiche tuniche con cappuccio ai vestiti, dagli stand gastronomici a quelli di gioielli d'oro e d'argento. So che a molti la sorprendente Medina di Tetuán può provocare claustrofobia e anche un po' di paura ma a me piace perdermi per queste viette labirintiche. Ad un tratto arrivo ad una piazzetta. Vi trovo edifici imbiancati che vantano un elaborato ferro battuto e casette con cortili piastrellati. Le insegne sono in spagnolo e fanno riferimento al Sud: Pensione Cadice, Panetteria Malaga, Gioielleria Andalusa ... È incredibile: sono passati più di 400 anni da quando i musulmani e gli ebrei dovettero lasciare la penisola e il ricordo della Spagna è ancora vivo qui.
Zone di Shopping di Tangeri
Bazar a Tangeri
(6)
Se andate a fare shopping a Tangeri, vi consiglio di evitare le strade principali e di andare invece lungo le bellissime viuzze adiacenti che offrono i prodotti più interessanti e in cui potete contrattare per acquistare stoffe, teiere,ecc..Non mostratevi però troppo curiosi se volete comprare qualcosa e non credete a tutto ciò che vi dicono i venditori che hanno una capacità di persuasione incredibile! Per farsi un'idea circa i prezzi dei prodotti artigianali, le guide consigliano generalmente di andare a Ensemble Artisanal (Rue Belgique e Rue M´sallah ), un centro di artigianato sovvenzionato dal governo marocchino in cui i prezzi sono fissi.
Mercati di Tangeri
Il Grande Mercato di Tangeri
(23)
Il Gran Socco, il mercato tipico di Tangeri, è il centro commerciale della città e uno dei luoghi più frequentati dagli abitanti della città e dai turisti. E' la porta d'ingresso della moschea ed è presieduto dalla conosciuta piazza del Gran Socco o Place du 9 avril, che unisce la moschea con la città nuova. La moschea Sidi Bou Abid che fu costuita nel 1917 ha un minareto fatto con mosaici multicolori molto bello. E' un piacere passeggiare per le strade di questa zona, piene di negozi di babbucce, teiere, artigianato in terracotta e dolci arabi e non puoi perdere l'occasione di entrare in uno di questi negozi a contrattare con i tangerini. L'ambiente è molto movimentato e i marocchini ti aiuteranno in tutto ciò di cui hai bisogno. Per le strade c'è molta gente fino alle 11 o alla mezzanotte nonostante i tangerini raccomandano che le ragazze tornino a casa per le 10. La città mi sembrò ad ogni modo molto sicura. Un'altra cosa che non puoi perderti nel mercato è il thè alla menta in una delle case del thè. Molto conosciuti anche i frullati e i succhi di frutta, soprattutto quello d'arancia.
Di interesse turistico di Chefchaouen
Lavatoio di Chefchaouen
(5)
Da qualche anno mi dedico a cercare, tanto in Spagna ed in particolare ad Alicante come all'estero, dei lavatoi, dove si lavavano i vestiti prima dell'invenzione delle lavatrici. Quello di Chaouen è davvero molto ben conservato, dato che viene ancora usato da molte donne ed è inoltre un visitato sito turistico: le sue condizioni sono ottime , anche se ha perso un po' del suo incanto. Vale la pena il cammino, il panorama , i giochi d'acqua, una delle "high sight" del paese.
Aeroporti di Tangeri
Aeroporto di Tangeri
(2)
Il viaggio dall'aeroporto internazionale Ibn Batouta alla città di Tangeri dura circa 20 minuti. L'aeroporto dista circa 11 km a sud-ovest di Tangeri, ed è sulla stessa strada che va alla città di Asilah. Fuori da Ibn Batouta ci sono molti taxi grandi (Mercedes color crema sconquassati) in attesa di passeggeri. La tariffa non deve superare i 100 dirham, e deve essere trattata prima di salire in macchina. Osservare attentamente la strada che collega l'aeroporto a Tangeri, in quanto è ben diversa dalla medina, è più turistica e graziosa. Le centinaia di antenne che costellano i tetti dei blocchi di case, i bambini che viaggiano all'esterno dei camion, la forma di guidare dei tangerini o i greggi di pecore pascolando nelle vicinanze della strada, costituiscono una cartolina che vale la pena di vedere.
Piazze di Tangeri
Petit Socco a Tangeri
(10)
Il Petit Socco è una piccola piazza situata nella medina di Tangeri. Vi si arriva direttamente dalla piazza del Gran Socco, attraverso la strada Siaghine. E' un luogo magnifico dove trascorrere del tempo bevendo the e osservando il modo di vivere e i costumi degli abitanti di questa affascinante città. E' circondato da hotel , ristoranti e bar. E' una piazza mitica della città, carica di leggenda dato che si dice che qui si sedevano scrittori e artisti come William S. Borroughs, Allen Ginsberg o Camille Saint-Saëns per trovare ispirazione. Vi consiglio di bere un the alla menta in una delle terrazze della piazza. E' interessante vedere come gli uomini anziani giocano a backgammon, parlano tra loro e bevono the. Tutti i café della piazza sono ottimi (Tingis, Falafel Capuchino...), ma vi consiglio il Centrale.
Porti di Tangeri
Porto di Tangeri
(12)
Io mi sono innamorata del poliziotto marocchino che mi ha timbrato il passaporto nel traghetto da Tarifa a Tangeri. Era bellissimo. Quando ti timbrano il passaporto guarda bene dove te lo timbrano perché quando te ne vai, molti stranieri devono tornare al traghetto perché il poliziotto di Tangeri ti dice che non ti hanno timbrato il passaporto. A mio padre è successo due volte, anche a me e a mia madre è successo, e anche ad altri turisti che erano lì con noi. Questo non succede invece con i poliziotti marocchini. Mi sono arrabbiata a tal punto che l'ho insultato e alla fine quasi finisco al commissariato. Ho dovuto scoppiare a pingere perché mi ridessero il passaporto e mi lasciassero andare. Il meglio è stato che poi, terminato il tutto, mi sono resa conto che mi piaceva il poliziotto.
Spiagge di Martil
Martil beach.
(8)
Qesta localitá si trova sulla costa a circa 10 km. di Tetuan. Si presenta con un enorme valore sentimentale per me, dato che nel corso degli anni 1954 e 1955 studiai spagnolo in un instituto scolastico che esiste ancora oggi. Da quel momento, Martil (allora si chiamava Rio Martin), è cresciuta in modo impressionante. É diventato un centro di villeggiatura per un gran numero di marocchini, e le sue strade principali sono diventare un brulichio incessante di persone e veicoli, soprattutto nella stagione estiva. La Chiesa cattolica è oggi la sede della biblioteca universitaria "Padre Lerchundi". Basco fu un missionario francescano, suo padre Lerchundi visse in Tetouan dal 1862-1877 e morí a Tangeri nel 1896. Fu a lungo un interprete ufficiale delle scambiate tra i re di Spagna e il sultano Hassan I del Marocco, e uno stimolante del Sultano stesso prima che Papa Leone XIII nel 1888. Restaurato e ha stabilito un certo numero di chiese e case di missione. Rinnovata scuole missionarie diverse, create di nuove e qualche formazione scuola secondaria professionale. Aprì una scuola di arabo per spagnoli e marocchini a Tetouan. Ha installato la prima macchina per stampare spagnolo-arabo marocchino a Tangeri. Egli ha creato un complesso residenziale per i senzatetto. Ha appoggiato diverse iniziative volte a modernizzare il Marocco in generale e Tangeri, in particolare. Ad esempio: ha introdotto la elettricità, ha posto orologi pubblici, camere di commercio, aziende, fabbriche marittime commerciali, ecc Spagna riuscita ad alzarmi, moderne strutture mediche come scuola di medicina e ospedale a Tangeri.
Di interesse turistico di Tangeri
Ceramica del Marocco
(7)
La ceramica è uno dei prodotti tipici del Marocco ed in particolare quella dipinta di bianco e azzurro è tipica di Fez. Ogni regione del paese infatti è caratterizzata da colori specifici, ma il prodotto per eccellenza è il "tajine", ovvero semplici ciotole in terracotta con la parte superiore appuntita per cucinare al forno e che costano meno di 10 euro. Se sono decorati costano invece tra i 15 e i 36 euro. Si possono acquistare anche piatti (i più grandi possono costare 50 euro), vasi per la frutta, vassoi, portacandele, ecc...
Di interesse culturale di Tangeri
La Casbah di Tangeri
(6)
L'imponente struttura di Dar el Makhzen domina la Casbah di Tangeri: questo antico palazzo del governatore, costruito nel XVII secolo, sorge circondato da uno splendido patio decorato con porcellane smaltate. Il Museo delle Arti Marocchine si trova nei quartieri principeschi e lì potrete ammirare un giardino in stile andaluso che evoca sensazioni da Mille e una Notte...
Riserve Naturali di Tangeri
Capo Spartel in Marocco
(3)
Capo spartel è situato a 14 km a ovest di Tangeri, l'estremità nord-occidentale della costa africana. Se avete tempo, vi consiglio di raggiungerlo, camminando dal villaggio di Asilah e le Grotte di Ercole...questo luogo è speciale perché vi confluiscono le acque del Mediterraneo e dell'Oceano Atlantico ed inoltre potrete ammirare un panorama affascinante a lato del faro. Il tragitto da Tangeri al Capo è molto suggestivo in quanto attraverserete boschi e spiagge come la Plage Robinson.
Musei di Tangeri
Museo della Kasbah a Tangeri
(6)
Anche conosciuto come Museo Dar el-Makhzen, il Museo della Kasbah si trova situato nella zona più elevata di Tangeri, nella medina. Si entra dalla Place du Mechoir, dove c'è anche un magnifico belvedere da dove si vede uno spettacolare paesaggio dello stretto di Gibilterra e con la Spagna al fondo. Il museo si trova in quello che era anticamente il palazzo del sultano e raccoglie un'interessante collezione d'arte marocchina, che ricorre la storia di Tangeri fino ai nostri giorni. Il palazzo fu costruito da Mulay Ismail nel XVII secolo e posteriormente fu ampliato varie volte. Non appena entri, dopo una hall, c'è un cortile arabo molto bello, decorato con le tipiche piastrelle dipinte e archi arabi. Un poco più avanti c'è un cortile più grande, intorno al quale sono disposte tutte le stanze dell'edificio. Questo cortile ha una fonte centrale e quindici colonne con gesso scolpito su di un pavimento coperto da mattonelle arabe. Nelle sale delle esposizioni ci sono numerose opere di artigianato marocchino: cuoio, tappeti, armi, gioielli e ceramica... e vengono spiegate con grandi pannelli le differenti epoche alle quali appartengono (occupazione portoghese, l'epoca delle grandi dinastie...). C'è anche una collezione di archeologia e un gran mosaico romano molto ben conservato, che si chiama La Navigazione di Venere. Il museo ha un giardino molto bello. Normalmente è chiuso, e se vuoi vederlo dovrai chiedere al guardiano che te lo apra.
Negozi di Tangeri
Profumeria Madini a Tangeri
(13)
Nel bel mezzo di Boulevard Pasteur (centro della parte nuova di Tangeri)si trova la profumeria più famosa della città. Quasi sempre affollata sia da turisti che da abitanti del luogo, è un negozio pieno di recipienti di ogni dimensione, con ogni tipo di aroma e essenze, con una sorprendente lista di imitazioni di profumi famosi e di aromi "di tutta la vita" come l'aroma di rose, cannella o menta. Appartiene alla famigli Madini, che è da quattordici generazioni che distilla olii essenziali. Il loro motto è che possono riprodurre ogni tipo di fragranza. Qualsiasi profumo che hai nella testa potrai trovarlo, in questo negozio, a un prezzo molto inferiore rispetto all'originale. Alcune imitazioni sono più fedeli di altre ma vale la pena dare un ochhiata. Anche in vetrina sono esposte profumi e attrezzi del mestiere.