Scarica la app di minube
E vivi i tuoi viaggi
Download
Dove vuoi andare?
Ti piace Toledo?
Dillo a tutto il mondo!
Accedi con Google Plus

Di interesse culturale a Toledo

18 di interesse culturale a Toledo

Di interesse culturale di Toledo
Historic center of Toledo
(80)
In particolare dopo una certa ora quando ormai non c'è più nessuno in giro sembra di tornare indietro nel tempo quando questa città era ancora la capitale di Spagna.
2 attività
Di interesse culturale di Toledo
Sinagoga Santa María la Blanca
(36)
La Sinagoga Santa María la Blanca è la sinagoga più grande del quartiere ebraico di Toledo. Fu eretta, secondo l'iscrizione che compare su una trave, nell'anno "quattromila novecentoquaranta" (1180 d.C.). Fu ricostruita nel XIII secolo e trasformata in tempio cristiano nel 1405. Nel Cinquecento divenne un ritiro di penitenza per ex peccatrici, e a questa epoca risalgono le tre cappelle del complesso absidale e un "retablo" attribuito a Berruguete o a Juan de Borgoña. Nel XVIII secolo fu trasformata in caserma e nel XIX subì gli effetti dell'alienazione dei beni ecclesiastici: divenne un magazzino. È considerata come il miglior esempio di arte almoade in Spagna; la sua bellezza, a mio giudizio, si basa sulla semplicità e sul contrasto fra la calce bianchissima e i mattoni. Un luogo traboccante spiritualità e che vale la pena di visitare (nonostante l'alto prezzo d'ingresso). Permette inoltre di farsi un'idea di come era la Toledo multiculturale del XVI secolo, con tre religioni e culture che convivevano senza problemi in questa piccola città da fiaba.
4 attività
Di interesse culturale di Toledo
Los patios toledanos
(12)
Il termine "patio" in spagnolo si riferisce alla parte interna della casa, racchiusa tra le quattro mura dell'edificio, ma solitamente priva di copertura, assomigliando cosí a un cortile interno. Se la casa ha piú piani, anche il patio si sviluppa su piú livelli, con una balconata che percorre tutto il perimetro interno dell'edificio per ogni piano. Puó essere parte integrante della casa, ossia senza pareti che separino l'interno dall'esterno, ma in quel caso sará coperto con una vetrata nella sua parte piú alta; oppure aperto verso l'alto ma separato da pareti con l'interno della casa. La maggior parte dei patios di Toledo sono all'interno di edifici privati, praticamente ogni casa nel centro storico ha il suo patio, ma molti di questi vengono aperti al pubblico durante la festa del Corpus (all'inizio di Giugno). Per una settimana molti cortili si possono visitare, si organizzano all'interno spettacoli, concerti e degustazioni, e si possono pure votare in un concorso che ogni anno elegge il patio piú bello. Durante il resto dell'anno non resta invece che visitare quelli pubblici, soprattutto ristoranti o bar. Da segnalare il ristorante Alfilerito24, la cui parte superiore è costruita proprio in un antico patio riadattato, creando un suggestivo mix di tradizione e design moderno. Ma anche prestate attenzione ogni volta che qualcuno esce da un portone ... Sbirciando all'interno potreste scoprire angoli inaspettati!
Di interesse culturale di Toledo
L' Accademia della Fanteria di Toledo
(5)
L'Accademia di Fanteria è un centro di addestramento militare dell'esercito che si trova sulle rive del Tago. È possibile accedere all'accademia dal ponte di Alcántara. Il centro si incarica di fornire la formazione di base, la specializzazione e la formazione degli ufficiali e sottoufficiali dell'Arma de Infanteria. L'accademia risale al XIX secolo e i suoi interni non sono molto interessanti ma il suo aspetto, vicino al castello di San Servando è impressionante e spettacolare. L'edificio sembra dominare, come il castello, la città di Toledo, come per controllarla... Il suo carattere militare la rende, insieme con il famoso Alcázar, un simbolo di ciò che è stata la città di Toledo durante la Guerra Civile. La feroce lotta tra il partito repubblicano e nazionale in questi edifici ancora si ricorda.
Di interesse culturale di Toledo
(6)
Di interesse culturale di Toledo
Cuevas de Hercules
(9)
La leggenda che vuole proprio Ercole come fondatore della cittá di Toledo si arricchisce di testimonianze architettoniche in questo sito archeologico di origine antichissime. Se infatti, sempre secondo la leggenda, questi sono i resti del palazzo incantato che Ercole costruí e dove vi rinchiuse tutte le disgrazie di Spagna, quello che è certo è che il sito esisteva giá in epoca romana, costituendo un enorme deposito di acqua nel complicato sistema di acquedotti, terme e condotti che giá si districavano per i sotterranei di Toledo. Secondo la leggenda poi, il palazzo incantato fu distrutto dall'ingordigia del re visigoto Rodrigo, che non curandosi del monito posto da Ercole, osó entrare dove erano rinchiuse le disgrazie credendo che in realtá le stanze nascondessero un prezioso tesoro. Storicamente si sa che, sopra la costruzione del deposito di acqua romano, i Visigoti costruirono un tempio cristiano. Questo fu a sua volta rimodellato nel XII secolo con la costruzione della parrocchia di San Ginés, che dá il nome alla via. La chiesa di San Ginés fu abbandonata nel XVIII secolo e definitivamente demolita nel XIX secolo. Quello che è ancora visibile oggi sono una parte delle mura perimetrali, parte della sacrestia e i sotterranei. La complicata storia architettonica del sito si riflette nella sua struttura e in alcuni resti testimonianza delle diverse culture che l'hanno modellato, come ad esempio il frontone di una finestra con decorazioni tipicamente visigotiche.
Di interesse culturale di Toledo
Bagni di Tenerías
(2)
Il nome di questi bagni è legato ad un altro giacimento archeologico poco distante scoperto durante degli scavi per la costruzione di case private. Come spesso accade nel centro storico di Toledo, ricchissimo in ogni suo angolo di tesori storici, prima dell'inizio dei lavori si rese obbligatorio un controllo archeologico che portó a questa straordinaria scoperta: Un complesso di bagni e un complesso per la concia e la tintura delle pelli risalente al XII secolo e utilizzato sino al XVIII secolo. Oggi la struttura è stata completamente restaurata, ma è visibile solo su prenotazione. In qualsiasi momento è possibile invece percorrere una passarella che circonda il complesso dall'esterno, facilmente accessibile dalla passeggiata lungo il fiume Tajo.
Di interesse culturale di Toledo
(1)
Di interesse culturale di Toledo
(3)
Di interesse culturale di Toledo
(1)
Di interesse culturale di Toledo
Camminando sopra le mura
(1)
Il centro storico di Toledo, il "casco histórico" come dicono gli spagnoli, è interamente circondato da una cinta muraria, in gran parte ricostruita, ma con il fascino che doveva avere anticamente la cittá imperiale. Una parte di queste mura scende a picco sul fiume, una parte svetta lungo il perimetro stradale e pedonale con i suoi merli e le sue torri ma è inaccessibile, ma una parte è percorribile a piedi e ci si puó affacciare dalle sue torri, sfidando il senso di vertigine! I tratti percorribili sono sopra la porta dell'Alcantara, si sale da una dell'intreccio di scale appena dietro l'ingresso della porta, ed è questo uno dei punti dove il parapetto è piú basso e il camminamento decisamente aereo. Ad un altro punto molto panoramico si accede dai giardini dell'Alcazar, qui si ha accesso a diversi torrioni dove il muro di protezione è piú alto ma la vista a picco sul fiume ugualmente vertiginosa. Infine dalla scala mobile che fiancheggia il Paseo del Recaredo si ha la vista della parte interna di quel tratto di mura e sullo sfondo il fiume Tajo che si allontana dalla cittá dopo averla circondata per quasi tutto il perimetro. La salita a ciascuno di questi tratti di mura è ad accesso libero.
Di interesse culturale di Toledo
(3)
Di interesse culturale di Toledo
Di interesse culturale di Toledo
(1)
Di interesse culturale di Toledo
(2)
Di interesse culturale di Toledo
Di interesse culturale di Toledo
Di interesse culturale di Toledo
Attività a Toledo
Civitatis
(281)
61,60
Civitatis
(212)
58
Civitatis
(53)
55
Civitatis
(79)
20